Nuovo Masada

luglio 13, 2016

MASADA n° 1778 18-7-2016 FISIOGNOMICA

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 8:22 am

strong>MASADA n° 1778 18-7-2016 FISIOGNOMICA
Blog di Viviana Vivarelli

«Nei tratti del nostro volto è scolpito il ritratto della nostra anima»
Thomas Browne

La vostra faccia, signore, è un libro dove le persone possono leggere strane cose
Macbeth, William Shakespeare

Il volto umano non mente mai: è l’unica cartina che segna tutti i territori in cui abbiamo vissuto
Luis Sepúlveda

L’anima si rivela in maniera estremamente potente sui nostri volti e sui nostri corpi.”
Ann Brashares

Vuoi nascondere il viso? Esci nudo.”
Stanisław Jerzy Lec

Dimmi come appari e ti dirò chi sei…

La fisiognomica o morfopsicologia è una disciplina che vuole dedurre i caratteri psicologici e morali di una persona dal suo aspetto fisico, dai lineamenti e dalle espressioni del volto.
Si comincia a parlare della rispondenza tra aspetto e carattere nel 1600 e c’erano docenti universitari che se ne occupavano.
Nel 1800 si diffuse la frenologia, che valutava la forma del cranio e le sue protuberanze, ebbe grande notorietà in Europa e in America con ripercussioni sull’antropologia criminale. Ma già nel mondo greco classico Aristotele aveva cercato le analogie di certi visi con alcuni animali che dovevano suggerire modalità caratteriali.

VISO

Teniamo sempre presenti le tre fasce, utilizzabili per la grafologia come per le parti del corpo o della mano. La parte alta ha a che fare con la mentalizzazione, il pensiero, l’immaginazione. La parte centrale col senso pratico. Quella inferiore con la materialità.

OVALE (sottile, proporzionato)
Se è più lungo del normale, indica un apprensivo, uno che facilmente si emoziona e preoccupa. L’apprensione aumenta se gli occhi sono piccoli e ravvicinati, allora avremo chi si perde nelle minuzie, nei dettagli, si spaventa facilmente, odia i cambiamenti, è sedentario e abitudinario, si lega alle cose che conosce, odia il rischio e l’incertezza.

Un viso rotondo indica una persona ingenua e dolce, capace di fantasticare, magari sensibile ma poco logica, facilmente superficiale e infantile, poco abile nelle cose pratiche ma magari brava a operare nel sociale e dotata di buon senso.

VISO TONDO senza spigoli
Le persone che hanno la faccia tonda sono amichevoli per natura, gradiscono gli incontri e sono una piacevole compagnia.

UN VISO ALLUNGATO, TRIANGOLARE O A CONO (in cui predominano fronte e naso) col mento aguzzo, indica intelligenza e interessi spirituali e morali; questo soggetto è un gran lavoratore mentale. Può essere ipersensibile, nervoso, impaziente, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, portato a concentrarsi su temi alti per cui potrebbe essere poco pratico e poco concreto, dispersivo che non capisce bene cosa ha realizzato e cosa no. Può tendere alla malinconia e al rimpianto.

UN VISO QUADRATO (ben proporzionato)
indica forza e decisione, si collega a una natura ricca di interessi, capace di assumersi le proprie responsabilità e di portare avanti le proprie idee. La forma quadrata indica molta forza di carattere e volontà, ma se ha elementi troppo quadrati può significare anche durezza di carattere, testardaggine, chiusura di idee. una persona logica e volitiva poco disponibile ad aprirsi agli altri o a capire posizioni idealistiche.

VISO RETTANGOLARE (ma proporzionato)
con lineamenti snelli porta a un soggetto raffinato, che sa valutare se stesso e gli altri, analitico, obiettivo e pratico, sa usare però anche fantasia e di intuizione. Non è un idealista ma è sempre franco, schietto e leale. In amore sa essere un compagno su cui si può contare.

VISO A PERA, più largo nella parte inferiore di mento e bocca
Dimostra una grande abilità nelle questioni materiali e pratiche, oltre ad un vivo senso degli affari. È presente in persone che pur non amando il rischio, sanno agire con diplomazia e talvolta con opportunismo per il proprio tornaconto. Molto socievoli e “compagnoni”, sono però capaci di soffocare il sentimento.

(Fiorito)

FRONTE

AMPIA (alta, larga o bombata)
La fronte alta indica in genere pensiero razionale. Una persona con un’ampia fronte e occhi distanziati è fiduciosa per natura, sa influenzare gli altri ed è tollerante. Il suo sguardo è allargato e comprensivo. Magari ignora i dettagli, ma è capace di una visione ampia e completa. Può essere un buon manager.
Se sotto una fronte alta e larga il viso si restringe a triangolo, aumenta l’interesse per le cose spirituali e il disinteresse per la materialità e le cose pratiche. Il rapporto con la vita è più personale, teorico, razionale.

(Leopardi)


(Battiato)

Viceversa una fronte bassa indica una personalità fondamentalmente pratica, che ragiona in termini di dare e avere.

(Razzi)

La fronte bombata è tipica in soggetti di grande apertura sociale, sensibilità e fede interiore. La fiducia negli altri e la generosità possono diventare perfino eccessive e sfiorare l’idealismo.
Se è la parte bassa ad essere ben sviluppata, c’è un grande senso logico, un’acuta capacità critica e coerenza nelle azioni.
Soggetti concentrati, tendenti alla malinconia, osservatori acuti che cercano di trarre vantaggio dalle situazioni e dalle debolezze altrui che percepiscono con facilità. Se la fronte è bombata alla radice dei capelli si hanno soggetti ricchi di idee ma confusi, bizantineggianti, dal gusto decadente.

FRONTE STRETTA (piatta, alta o piccola)

Se è piatta, a una grande intelligenza pratica fa riscontro un disinteresse per i temi filosofico-spirituali. E’ un soggetto centrato sul proprio successo e sulla ricerca di continue conferme esterne, perseguono uno scopo, non mancano di idee ma che difficilmente si trovano d’accordo con gli altri. E’ un po’ il simbolo del bastian contrario.
Se è la parte bassa della fronte ad essere alta e stretta, il soggetto è analitico, metodico, individualista e fin troppo critico, ma anche costante e determinato in ogni sua azione.
Viceversa, se la parte bassa della fronte è bassa e larga, abbiamo uno che cambia spesso opinione, spinto o stimolato da sempre nuovi interessi. Alla volubilità si associa una naturale predisposizione ai piaceri materiali.
Allungata: quando la larghezza diminuisce verso l’apice, tipo uovo. Indica soggetti inquieti, ribelli, attratti da tutto ciò che corrisponde a una novità, generalmente superficiali, tendenti a sopravvalutare le proprie possibilità.

PROMINENZE laterali
Soggetto tenace che insegue testardamente scopi che possono essere fuori dalla sua portata.

SOPRACCIGLIA

La sopracciglia sono sinonimo di forza.

La distanza delle sopracciglia dagli occhi indica la velocità delle nostre decisioni.
Se è grande abbiamo un soggetto che osserva le cose con calma. Se la distanza è eccessiva è uno che non reagisce rapidamente a livello emozionale o attivo. E’ il tipo che gira cento negozi e non compera nulla, lento nel decidersi. Può anche essere un sognatore che si muove male nella vita pratica e che preferisce il proprio mondo mentale a quello pratico.
Se la distanza tra occhio e sopracciglia è piccola o quasi assente abbiamo una persona ben voluta dalla gente perché priva di esitazioni, capace di prendere rapidamente decisioni. Se deve comprare qualcosa, fa acquisti rapidi e può comprare cose che poi non gli servono. Non sa aspettare, si precipita nelle azioni o nelle decisioni. Può essere intollerante con gli altri.

SOPRACCIGLIA NORMALI E DRITTE
Soggetto dotato di molto senso pratico, deciso e dinamico, che tende a scopi ben precisi e può essere disponibile ad aiutare gli altri. Quando sopracciglia sono come una linea retta la persona è un pensatore logico.

FOLTE, DI GROSSO SPESSORE

Carattere volitivo, determinato, talvolta fin troppo rigido, energico ed inflessibile. Carattere difficile, irascibile, vendicativo, con punte di fanatismo.

CORTE

Persona che desidera migliorarsi, insoddisfatta di quello che è e che ha, con reazioni di malumore.

ARCUATE
Natura versatile, sempre attratta da nuovi interessi in cui si butta a capofitto al punto da essere dispersiva. Indole amichevole.

RADE, SOTTILI
Scarsa energia e scarsa volontà. Timidezza e insicurezza, fuga dalle responsabilità. Se c’è anche un viso piccolo, aumenta la sensibilità. Se sono, invece. RADE E A RICCIOLO, indicano una persona di eccezionale vitalità e di ottimo equilibrio psicofisico.

ARRUFFATE
Rudezza esteriore, che può mascherare bontà e disponibilità verso il prossimo. Se sono anche MOLTO EVIDENTI possono indicare una persona di grande passionalità che vive intensamente ogni cosa e a reagisce con forte carica emotiva.

CHE SI INCONTRANO (prive di spazio sul naso)

(Frida Kahlo)

Carattere chiuso, scontroso, irascibile, soggetto alle proprie passioni interiori. Se si congiungono alla radice del naso, indicano un soggetto appassionato, sensuale, geloso, possessivo negli affetti
Può esserci nevrosi, incapacità a rilassarsi, tensione costante per valutare sempre tutto ciò che lo circonda.

MOLTO DISTANZIATE (molto spazio sul naso)
Individui allegri, disponibili, dotati di senso del sacrificio e della responsabilità, aperti e fiduciosi verso il prossimo.

LUNGHE FINO ALLE TEMPIE
Spiccata propensione a godere più i piaceri materiali della vita che quelli spirituali.

PUNTE ESTERNE TENDENTI VERSO L’ALTO
Soggetti di vivacissima intelligenza, ma anche nervosi ed instabili. La tendenza alla cerebralità li fa essere in continua competizione con se stessi e gli altri.

INCLINATE VERSO IL BASSO
Sono sinonimo di autorità. Questo soggetto esige una attenzione costante.

OCCHI

Indicatori di intelligenza.
Piccola distanza tra gli occhi: persone che hanno una fortissima capacità di concentrazione. Natura volta soprattutto alle cose pratiche. In genere non gradisce essere disturbato durante la concentrazione e cura molto i dettagli. Può essere poco tollerante soprattutto se emotivo oltre a mal sopportare variazioni di temperatura, ingorghi e influenze esterne. Si arrabbia facilmente.

” alt=”” width=”60%” height=”60%” />

Grande distanza tra gli occhi: persone che possono avere problemi di concentrazione. Soggetto portato ad inseguire sogni e ideali, più che ad avere senso pratico. Non si cura dei dettagli. Se la fronte è grande, può essere un buon manager. E’ tollerante, può sopportare i problemi.

OCCHI GRANDI
Ricchezza interiore e amore per il bello, buon equilibrio e molti interessi.

(Audrey Hepburn)

OCCHI PICCOLI

Intelligenza rapida, capace di sfruttare le proprie capacità, furbizia, concretezza, praticità.

(Richard Gere)

MOLTO GRANDI
Grandi sentimenti e di alti valori, ma può essere dispersivo ed incapace di farsi valere. Intelligenza, dinamismo fisico e mentale. Se sono velati, con le palpebre abbassate indicano un soggetto che punta sul fascino, sulla carica erotica per sfruttare le situazioni.

MOLTO PICCOLI
Interesse solo per cose materiali, soggetto teso solo alla soddisfazione dei propri bisogni e egoistici. Se sono infossati indicano vivacità intellettuale, dono d’osservazione, curiosità, in alcuni casi superficialità, incapacità a concentrare l’attenzione durevolmente.
Se sono piccoli per effetto della palpebra semichiusa indicano un soggetto diffidente, introverso, spesso egoista, avaro e avido, qualche volta crudele.

PICCOLI E VIVACI
Soggetto ironico, mordace, tendente ad agire con astuzia, a prendersi gioco degli altri con un pizzico di crudeltà.

INCAVATI
Introversione, malinconia, tetraggine, asocialità.

(Uno degli uomini più pericolosi del globo)

SPORGENTI (Ipertiroidei)
Versatilità, dinamismo e socievolezza, apertura verso gli altri innata propensione per risolvere problemi sociali, molta curiosità verso il nuovo.

(Susan Sarandon)

SOCCHIUSI
Tendenza al calcolo e alla furbizia.


(Gheddafi)

SPALANCATI
Natura entusiasta, amante della vita, ottimista, estroversa, pronta al riso, disponibile all’amicizia.

(Beppe Grillo)

A MANDORLA
Soggetto molto riflessivo, portato all’analisi, alla crescita interiore, ma insieme sensibile e aperto ai problemi altrui, inquieto, capriccioso, capace di slanci generosi, sbalzi tra malinconia e entusiasmi. Se la mandorla è allungata verso le tempie il soggetto è intrigante, abulico, infido, punta sul proprio potere di seduzione sessuale.

(Jennifer Connelly)

NASO

Il naso è connesso con la forza nel sociale e con l’attaccamento alla famiglia.

NASO GRANDE
Toglie bellezza ma regala altre capacità. Persone con grande naso odiano ricevere ordini e di essere come i loro padroni. Non amano fare piccoli compiti, preferiscono puntare in alto e dare un grande contributo. Si annoiano facilmente e non amano i lavori ripetitivi. Amano la famiglia.

PROMINENTE
Carattere energico, dinamico, autorevole, il soggetto è intraprendente e difficilmente rinuncia alle proprie idee.

(Gianni Agnelli)

PROMINENTE A PUNTA STRETTA
Curiosità, intuizione e spirito di iniziativa caratterizzano questi soggetti che ricorrono anche a piani complicati e intrighi pur di ottenere i risultati prefissati.

PROMINENTE, STRETTO E ALL’INGIU’
Indica soggetti freddi, malinconici e pessimisti, diffidenti, avari anche nei sentimenti.

NASO PICCOLO
Soggetto che può fare valori esecutivi e ripetitivi, di routine.

LARGO
Indica una forte personalità, dinamismo, desiderio di affermarsi, spirito di iniziativa e coraggio.

NASO AQUILINO
Orgoglio, fierezza, persona che chiede rispetto e vuole essere rispettata. Ci può essere scontento e pessimismo.

(Diana)

(Meryl Streep)

Poco marcato: intelligenza media, pigrizia fisica e mentale.

NASO CONCAVO CON NARICI ARROTONDATE
E’ il naso dell’aiutante. Chi ha questo naso tende ad aiutare gli altri e a partecipare alle opere di carità. Uno degli svantaggi è che gli amici o le persone a volte se ne approfittano per trarne vantaggio. Natura attenta e sollecita, osservatrice, dalle grandi capacità logico-scientifiche, disponibile alla comprensione e molto obiettiva.

(Susy Blady)

NASO ALL’IN SU
Spontaneità, apertura mentale e ottimismo. A volte questo soggetto diventa fin troppo socievole ed invadente. Una persona con questo tipo di naso è spesso ingenua.

NASO APPUNTITO ALL’IN GIU’
Persona scettica con tendenze critico-polemiche fino al sarcasmo. Carattere tagliente, spigoloso ed incisivo.

NASO DIRITTO, SOTTILE E LUNGO
Persona equilibrata, molto intelligente, ma anche chiuso e geloso dei suoi sentimenti, portato a smontare più che a costruire.

Leele Sobieski

NASO SOTTILE E SPORGENTE
Estrema precisione e grande pazienza, ma anche eterni conflitti interiori. Pur avendo per natura buone doti intellettive, spesso questa persona non è capace di metterle in pratica per realizzazioni concrete.

PUNTA DEL NASO ROTONDA, NASO A PATATA
E’ naso del ficcanaso. La persona ama conoscere tutto ciò che può. Una punta grande ed arrotondata rivela un individuo pratico, teso a raggiungere più le gratificazioni materiali, che le acquisizioni spirituali.

NASO SCHIACCIATO, NARICI INFOSSATE
Furbizia, abilità negli affari e capacità “strategiche” sono le caratteristiche di questo soggetto. Sa combattere anche con durezza per ottenere ciò che si è prefisso e l’innato “fiuto” lo aiuta nel prendere decisioni, anche se è un tipo che si può facilmente ingannare.

Wayne Rooney

ATTACCATURA DEL NASO PROFONDA
Sensibilità, delicatezza d’animo, ma anche una certa lentezza nell’affrontare e risolvere i problemi, che comunque nel tempo vengono superati, con solide conquiste sociali e materiali.

ATTACCATURA DEL NASO POCO PROFONDA
Notevole capacità di adattamento alle situazioni della vita, ma anche atteggiamento superficiale nei confronti di problemi teorici ed astratti.

NARICI LARGHE
Soggetto estroverso, dinamico, curioso, sensuale. Se le narici sono molto larghe e vibranti indicano scarsa consistenza morale, poca sensibilità e diplomazia.

NARICI GONFIE
Passionalità e temperamento collerico. Il soggetto ama soprattutto l’aspetto materiale della vita. L’esistenza che conduce è soprattutto soddisfazione emotiva ed intensa delle più varie esperienze. Solo le delusioni sono situazioni che non accetta: esse non gli potranno mai servire da lezione.

(Narducci)

STRETTE
Individuo ansioso e fragile, nevrotico, sempre alla ricerca di protezione e che può sfuggire alle sue responsabilità. Tendenza alla malinconia e alla depressione.

BOCCA/LABBRA

BOCCA GRANDE
Temperamento generoso, ardente, vitale e sensuale.

(Cameron Diaz)

PICCOLA
Indica debolezza, passività e tendenza all’egocentrismo.

APERTA
Rivela una natura semplice, ingenua ed influenzabile.

SOCCHIUSA
Indizio di apertura verso gli altri e di vivi interessi.

RIDENTE
Disponibilità al calore umano e all’amicizia.

(Sophie Dahl)

GRANDI LABBRA
La persona con grandi labbra della bocca tende ad essere molto loquace, ama parlare, raccontare storie e ama stare in compagnia. Indicano una natura aperta, leale, versatile e tendente ai piaceri materiali.

PICCOLE LABBRA
La persona con piccole labbra ama il silenzio e tende a nascondere emozioni e sensazioni. Egli può anche mantenere segreti per anni, a differenza dalle grandi labbra che difficilmente possono tenere un segreto! Tale persona può essere molto cauta e non amante dell’avventura. Tendenza al raziocinio, all’autocontrollo e talvolta al cerebralismo.

LABBRO SUPERIORE SPORGENTE
Indizio di tolleranza e comprensione verso gli altri, di ricchezza interiore e di coerenza. Soggetto buono senza molta forza.

LABBRO INFERIORE SPORGENTE
Manifesta un soggetto spesso intollerante, tendente alla furbizia e alla poca lealtà.

LABBRO SUPERIORE BEN MARCATO, A FORMA DI CUORE
Ad un buon equilibrio psicofisico, fa riscontro una vita sentimentale vivace, talvolta anche troppo.

BOCCA DRITTA E CON PUNTE RIVOLTE VERSO IL BASSO
Rappresenta una persona pessimista. Uno dei vantaggi di questa persona è quello di essere in grado di scoprire i problemi prima che questi possano accadere. Natura incerta, eternamente scontenta e priva di slanci autentici.

BOCCA DRITTA E CON PUNTE RIVOLTE VERSO L’ALTO
Rappresenta la persona ottimista. Uno dei vantaggi di questa persona è quello che può incoraggiare chi è titubante ed incerto. Denota simpatia, coraggio e tendenza alle imprudenze.

BOCCA PICCOLA DRITTA E SENZA PUNTE
Rappresenta l’equilibro. Uno dei vantaggi di questa persona è quello di dare un parere molto equilibrato.

(Sandra Bullock)

UN SOLO ANGOLO A SALIRE
Natura decisamente eccentrica e mutevole, vitale ma anche altalenante nei suoi interessi.

UN SOLO ANGOLO A SCENDERE
È indice della capacità di avere facilmente la meglio sugli altri, e della tendenza a sottolinearne il ridicolo.


(Gasman)

SPINTA AVANTI
Soggetti diffidenti, sempre pronti a mettere in discussione ciò che fanno gli altri, perennemente di cattivo umore.

RIENTRATA
Quando non si tratta di mancanza di denti o difetti congeniti, indica persone invidiose, malevole, astute e intriganti. Se le labbra sono molto sottili le caratteristiche sono ancora più accentuate, si hanno soggetti avari, avidi, facili a prendere posizioni intolleranti e fanatiche.

PICCOLA, GROSSA E TONDA
Superficialità, sensualità, vigliaccheria.

LABBRA SERRATE
Soggetti meticolosi, ordinati, precisi che seguono la ragione e agiscono anche con dissimulazione per senso dell’opportunità.

LABBRA SOCCHIUSE
Soggetti dalla scarsa volontà. Attenzione: il soggetto può essere sordo o sordastro o soffrire di adenoidi, in questi casi l’indicazione non vale.

MASCELLA
E’ correlata alla forza.

LARGA
Soggetti dotati di volontà, combattivi, dallo spirito conquistatore. Se la larghezza è eccessiva indica che il soggetto ha un’esagerata confidenza nei propri mezzi, l’ambizione e l’orgoglio possono far perdere aderenza con la realtà. All’ascesa può seguire una rovinosa caduta.

STRETTA
Soggetti poco vitali, egoisti, caparbi. Se il mento è arrotondato, e non appuntito, indica debolezza, sentimenti delicati.

MENTO
Simboleggia il desiderio di affermarsi.

ROTONDO E PIENO
E’ segno di cordialità. Rivela un atteggiamento positivo nei confronti della vita, al seguito di un’interiore bontà e sincerità ma può anche rivelare una certa insoddisfazione.

LARGO, PIENO, MASSICCIO
Natura forte e vigorosa che deve essere ben diretta per non sfociare nella violenza istintiva.

MOLTO SPORGENTE (in avanti)
E’ indizio di una natura poco incline alla riflessione e più portata a reazioni violente ed istintive.

LUNGO E SPORGENTE A PUNTA
Denota un soggetto ambizioso, che sa imporsi con autorità, freddezza ed anche una certa aridità di cuore.

MOLTO LUNGO (tondeggiante)
Rivela uno spirito molto pratico, che persegue i suoi obiettivi con metodo e tenacia.

(Jennifer Lowe Hewitt)

POCO PRONUNCIATO, A PUNTA
La nota dominante è un’ambizione mai appagata che rende il soggetto scontroso e insoddisfatto.

PICCOLO, LEGGERMENTE SPORGENTE
Sensibilità e ricchezza interiore ma anche incapacità a farsi valere sono le sue caratteristiche.

CON FOSSETTA
Indica un soggetto conciliante e disponibile, spesso però tendente a perdersi dietro i suoi interiori problemi.

SFUGGENTE
Natura debole, indecisa, timorosa e fragile.

RETRATTO (quasi inesistente e sfuggente)
Tipico di una persona dall’indole rinunciataria e di chi vive chiuso in se stesso.

QUASI INESISTENTE (retto o leggermente sfuggente)
Rivela mancanza di senso pratico e di obiettività con una forte tendenza a rifugiarsi in sogni impossibili.

(Pianigiani)

CORTO E STRETTO
Molta timidezza e grandi inibizioni, con la conseguente difficoltà ad instaurare rapporti con il prossimo.

DOPPIO
Forte predisposizione al piacere e ai beni quasi esclusivamente materiali.

ZIGOMI

MOLTO SVILUPPATI
Natura forte e tenace, persino ostinata. Tendenza a distaccarsi dagli altri. Spesso sinonimo di coraggio e avventura.

(Angelina Jolie)

POCO SVILUPPATI
Sono tipici di una persona flessibile, facilmente adattabile, ma anche superficiale e un po’ volubile.

ORECCHIE

Nel viso visto di profilo la lunghezza dell’orecchio dovrebbe corrispondere a quella del naso.

GRANDI
Un orecchio di grandezza superiore alla media rivela in chi lo possiede grande vitalità ed intelligenza, unite ad una tendenza fortemente ambiziosa.

MOLTO GRANDI E MALFATTE
Sono indizio di un’intelligenza sprecata, perché al servizio di interessi non proprio leciti, talvolta persino pericolosi.

PICCOLE
Umiltà, senso del dovere e dolcezza diventano in chi lo possiede delle forze positive e produttive, in grado di risolvere al meglio le situazioni più difficili.

MOLTO PICCOLE
Un orecchio decisamente piccolo denota l’incapacità a dare il meglio di sé, a causa di una certa incostanza nell’applicazione.

ATTACCATE TROPPO IN ALTO
Rivelano una personalità complessa che persegue il miglioramento interiore come strumento di realizzazione socio-economica.

ATTACCATE TROPPO IN BASSO
Sono indizio di una natura tesa alla conquista di un proprio personale modo di vivere, senza per questo entrare in contrasto con gli altri.

LOBO GRANDE
Questo tipo di orecchio denota una grande forza di carattere e di volontà, ed è tipico di persone capaci di conseguire, grazie a queste qualità, abbondanti successi personali.

LOBO PICCOLO
Rivela una certa debolezza fisica in una persona che ha scarsa capacità di fare propri i rigidi valori morali.

LOBO CARNOSO E STACCATO DALLA GUANCIA
Indica una personalità ricca di interessi, capace di realizzarsi senza nulla togliere al piacere di vivere. Curiosità, forte vivacità sono le caratteristiche più evidenti.

(Ferrara)

LOBO QUASI ASSENTE
Indizio della predisposizione alla volubilità, a dar spazio al mondo degli istinti e degli affetti. Ma tanta istintività può portare a stancarsi presto delle cose acquisite.

PADIGLIONE QUASI ASSENTE
La superficialità non è affatto la caratteristica che vi contraddistingue. Un orecchio con padiglione grande manifesta propensione alla cerebralità e all’introspezione.

PADIGLIONE POCO DIFFERENZIATO
Indica il predominio delle forze istintive sulla razionalità. È tipico di persone che si “accendono” per un nonnulla, ma che altrettanto facilmente dimenticano le offese.

PADIGLIONE BEN DIFFERENZIATO DALLA CONCA
Rivela un individuo dotato di ottime capacità artistiche e di una grande sensibilità. È un po’ l’orecchio dell’artista.

ORLATO BEN EVIDENTE
Un orecchio con un orlo ben disegnato rivela un buon equilibrio interiore, che concilia una fantasia molto spiccata, con la capacità di realizzare i propri sogni.

PIATTO O MANCANTE
L’orlo piatto o addirittura mancante è tipico di una persona talmente socievole ed aperta, da risultare a volte persino un po’ superficiale.

ORLO MALFATTO
Un orecchio mal orlato è indizio di una personalità dall’intelligenza molto vivace e brillante, ma che tende a correre dietro a mille stimoli tanto da risultare, alla lunga, un po’ dispersiva.

(Claudio Marchisio)

ORLO ROTONDO
Denota una personalità caratterizzata da lealtà, schiettezza ed una visione della vita piuttosto aperta, armoniosa e pacifica.

ORLO SPIGOLOSO
È tipico di persone materialiste ed un po’ monotone, poco inclini alla ricerca di valori spirituali e all’accoglimento di sempre nuovi e stimolanti interessi che la vita offre.


CONCA MOLTO GRANDE
Denota socievolezza, propensione nei confronti dei rapporti umani e ricchezza di calore affettivo. Rivela inoltre delle buone capacità intuitive.

..
RUGHE

Una ruga sulla fronte, tra gli occhi, indica un soggetto portato alla riflessione.
Due rughe alla radice del naso, tra gli occhi, indicano soggetti curiosi, attivi, estroversi.
Verticali sulla fronte indicano una persona scontenta, preoccupata, eternamente contrariata, incline a disprezzare gli altri, tormentata da tensioni interne.
Orizzontali: soggetto incline a mutamenti d’umore, stati d’animo contrastanti. A volte sono indici di intelligenza vivace, di concentrazione e dinamismo.
Accento circonflesso: le rughe orizzontali così formate indicano ambizione, orgoglio, presunzione, arroganza, scarsa considerazione in generale per gli altri.
Miste: una fronte coperta di rughe orizzontali e verticali, mezze linee ecc., indica soggetti dal precario equilibrio mentale.

CAPELLI

Sottili: animo buono, sensibile, generoso ma anche poca vitalità ed energia.
Lisci e sottili: personalità fine, sensibile, sincera nei sentimenti.
Grossi: bruschezza, dinamismo.
Grossi e ricci: la personalità è dominata dall’ostinazione.

COLLO

Lungo e delicato: sensibilità d’animo, intelligenza, generosità.
Con pomo d’Adamo evidente: soggetto portato allo studio, alla ricerca, meticoloso e prudente.
Taurino: soggetto nel quale prevalgono predisposizioni pratiche, tendenza a godere della vita, anche grossolanamente. Generalmente si abbina a scarsa sincerità.
Corto e grasso: soggetto disordinato, inclinazione ai piaceri, al vizio.
Corto e sottile: soggetti intriganti, spirito di contraddizione, litigiosità.
Inesistente: vigliaccheria.
Inclinato lateralmente: indecisione, insicurezza.
Rigido: vanità.
Proporzionato: ottimo carattere, forte volontà.
In perenne movimento: a meno che il soggetto non stia facendo ginnastica, indica una persona falsa.
..
E’ interessante conoscere anche il significato simbolico della nostre parti del corpo.

Lo scheletro e le ossa rappresentano le nostre convinzioni, i concetti che sono i nostri punti di forza.
Gli arti inferiori ci fanno entrare nello spazio esterno in cui possiamo avere relazioni sociali.
L’anca, il bacino e la zona lombare dicono come ci muoviamo sia dentro di noi che fiori di noi. I problemi all’anca indicano tradimento o abbandono.
Il ginocchio: è l’articolazione che mostra le nostre difficoltà a piegarci, a sottometterci.
La caviglia permette al corpo di staccarsi dal suolo e dunque parla della nostra capacità a decidere, a cambiare la nostra posizione nella vita. Nei momenti di crisi, quando ci sembra di perdere le nostre sicurezze, sono più facili le slogature delle caviglie. La carta dei tarocchi che indica l’Appeso si collega spesso a incidenti sulle caviglie.
Il piede ci fa avanzare e parla del nostro ruolo ufficiale. Se abbiamo problemi ai piedi vuol dire che contiamo poco, che abbiamo accanto persone che ci stimano poco.
Il piede indica quanta libertà abbiamo di muoverci. I problemi ai piedi ci mostrano che viviamo un conflitto relativo alla nostra posizione nel mondo.
Le dita dei piedi con le loro patologie andrebbero connesse ai meridiani dell’agopuntura. L’alluce è il dito di base, l’appoggio fondamentale e parla del nostro rapporto col mondo, con le relazioni, se queste ci fanno sentire sicuri o deboli. Se la patologia è interna parla della sicurezza materiale, se è esterna della sicurezza affettiva.
Il secondo dito è relativo all’apparato digestivo anche se spesso è nella digestione che somatizziamo i disagi materiali o emotivi.
Il terzo dito dice come pensiamo che siano le nostre relazioni in futuro.
Il quarto dito ci parla della giustizia.
Il quinto dito o mignolino ci dice se riusciamo o no eliminazione i brutti ricordi emozionali.
Se ha dei problemi vuol dire che ci sono vecchi schemi relazionali che devono essere cambiati.
Le braccia
Si muovono nell’ambiente, parlano di quanto riusciamo ad agire sugli eventi, quanta volontà di azione riusciamo a produrre. Se ci sono sintomi a questo livello, significa che esistono tensioni nella nostra volontà di agire.
La spalla è la volontà e la sopportazione. Se le spalle ci fanno male, non riusciamo a imporci, la nostra volontà viene ostacolata, siamo frenati, non troviamo sostegni e aiuti.
Il gomito è una articolazione, aiuta il movimento del braccio, ma indica l’azione degli altri.
Un problema al gomito significa che abbiamo difficoltà ad accettare l’agire altrui.
Il pugno è la capacità cosciente di imporci, mentre la spalla corrisponde ad una proiezione incosciente della stessa capacità. Problemi a questo livello ci mostrano insicurezza o rigidità quando agiamo nel mondo esterno.
La mano è il potere di agire.
Le dita:
• il pollice: rappresenta la sicurezza esterna, la protezione, l’energia materiale e la sessualità.
• l’indice: è il dito dell’autorità, dell’accusa, della giustizia, dell’ordine.
• il medio: parla della nostra capacità di apprendere, la cultura, la mente.
• l’anulare: è legato all’unione, alla coppia, alla relazione, al matrimonio. Se abbiamo problemi all’anulare le nostre relazioni amorose sono insoddisfacenti.
• il mignolo è legato alle emozioni del cuore ma anche alla nostra indipendenza, all’autonomia, alla libertà. Se ha dei problemi dice che il cuore soffre, che siamo dipendenti da qualcuno o da qualcosa, che non riusciamo a gestire bene le nostre emozioni affettive.
..
http://masadaweb.org

1 commento »

  1. Messaggio: Chi deve controllare le Banche?
    Bankitalia e Consob !
    Lo fanno? (non risulta…).

    Chi deve controllare gli evasori fiscali?
    L’Agenzia delle Entrate!
    Lo fa? (non risulta:altrimenti non ci sarebbero 120 miliardi di euro di evasione all’anno…).

    Chi deve controllare la rete ferroviaria privata?
    Il Ministero dei Trasporti!
    Lo fa? (a vedere quello che è successo in Puglia, non risulta! Nessuno sapeva che quella tratta, come tante altre era a binario unico? E dove sono andati a finire i quattrini che aveva inviato l’Europa per il raddoppio di quella linea fin dal 2012?).

    Eccetera, eccetera…

    Tra qualche giorno tutto continuerà come prima.
    Telecamere spente e balletto dei politici avanti!
    Evviva l’Italia!

    (Ma cosí non si va da nessuna parte!).

    zacavasz

    Commento di MasadaAdmin — luglio 15, 2016 @ 7:12 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: