Nuovo Masada

marzo 19, 2015

MASADA n° 1633 19-3-2015 ECLISSE SOLARE E LUNARE

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 11:14 am

MASADA n° 1633 19-3-2015 ECLISSI SOLARE E LUNARE
Blog di Viviana Vivarelli

Interpretazione astrologica ed esoterica delle future eclissi.
Domani 20 marzo 2015 ci sarà una eclissi solare e lunare, che anticiperà di un giorno l’inizio della primavera (Equinozio di Primavera)
.
Annarita manda:

L’ONDA DEL NUOVO TEMPO

In questa settimana ci prepariamo al momento in cui la Natura passa dalla fase dormiente a quella in cui si rianima e rifulge di nuova vita. E’ l’equinozio di Primavera, punto di equilibrio delle due forze Yin e Yang, che decreta questo cambio. Quest’anno è accompagnato da un’eclissi di Sole prodotta dalla Luna Nuova che avviene in quello stesso giorno. La contemporaneità dei due eventi sottolinea con evidente grandiosità che da ora in poi le due polarità maschile e femminile non potranno fare altro che fondersi e compenetrarsi per ristabilire quell’Armonia da tempo perduta, necessaria per conoscerci sempre più in profondità e scoprire chi veramente siamo.

L’Equinozio di primavera, e ancor di più questa Luna Nuova, danno il via a un nuovo modo di rapportarci alla nostra parte divina e, di conseguenza, al mondo che ci circonda. Tutto sembrerà iniziare e per la prima volta ci sentiremo artefici e protagonisti delle situazioni completamente nuove in cui ci verremo a trovare. Tutti i settori della nostra vita potranno essere illuminati di nuova luce, nuove caratteristiche e inedite singolarità. Martedì Venere passa da Ariete a Toro accentuando il nostro desiderio di entrare in sintonia con la Terra, accogliendo in noi le energie che essa emana nella sua rinnovata attività vitale. In questa settimana, se ci lasciamo andare sull’onda del rinnovamento, potremmo avere una sensazione di benessere come se qualcosa di bello potesse accadere, anche se ancora non ben definito. L.B.
.
Potremo vedere l’eclissi solare parzialmente (al 70%) anche in Italia. La Luna passerà davanti al Sole oscurandolo. Questa eclissi è nota come l’eclissi dell’equinozio, avrà luogo dalle 7:40 alle ore 11:50, con il picco massimo intorno alle 9:46. Questa è la nona eclissi totale del 21° secolo, 11° passaggio dell’ombra della Luna sulla Terra in questo secolo.
In Italia vedremo un’ombra parziale sul Sole che al Nord sarà quasi al 70%.
Molte coincidenze rendono questa eclissi speciale.
Essa è significativa soprattutto per Torino, che nel mondo esoterico rappresenta il luogo dove bene e male si incontrano, città esoterica che viene ad essere il vertice in due triangoli magici: il triangolo bianco del Bene (Torino-Lione e Praga), il triangolo nero del Male (Torino, Londra e San Francisco).
Ovviamente è una leggenda esoterica per cui gli occultisti considerano Torino una città magica.
I due simboli di Torino sono la Mole Antonelliana (simbolo del potere finanziario internazionale) e la Sindone custodita nel Duomo (Cristo).
La Mole Antonelliana nasce come tempio ebraico e diventa nel tempo un museo. Ad essa sono collegati strani eventi: nel 1904 la statua dell’angelo dorato alta 7 metri che stava in cima cadde colpita da un fulmine, pur pesando 3 tonnellate, restò in bilico sul terrazzino sottostante e non fece nessuna vittima. Al suo posto fu sistemata una stella ma anche questa, nel 1953, fu colpita da una tornado che spezzò la punta della Mole facendo cadere 47 metri di cuspide. La cupola cadde verticalmente, a candela, nel piccolo giardino della RAI sottostante, sull’unico fazzoletto di terra non edificato della zona. Anche quella volta, straordinariamente non ci furono morti. Nel 1961 la stella fu rimessa a posto: una stella tutta nuova, larga 2,4 metri e pesante 210 chili. Per gli esoterici la Mole ha i suoi lati oscuri: una base piramidale e una guglia altissima che come una sorta di antenna catalizza l’energia che capta dal Cielo e aspira dalla Terra.

Viene considerata un potente collettore di energie cosmiche.
Torino (già fondata dagli Egizi, prende il suo nome dal dio Api, raffigurato come un toro, SHRY-APY (pron. SHERY APY) = piccolo toro ) anche nei tempi antichi era considerata una città magica, perché sorgeva sulla confluenza della Dora (la Luna), col Po (il Sole) ed è attraversata dal 45° parallelo. Le sue porte sono ai punti cardinali. Molti la considerano il centro del satanismo e della massoneria europea. E’ stata cercata da Cagliostro e Nostradamus. Nostradamus disse che qui c’erano “Paradiso, Inferno, Purgatorio, magia bianca e magia nera”. Il 45° parallelo è segnato dalla fontana con obelisco, la Fontana del Frejus, che domina Piazza Statuto ed è considerato uno dei punti più negativi della città. Sotto Palazzo Madama si dice vi siano le “Grotte Alchemiche” sede di misteriosi alchimisti medioevali alle quali si poteva accedere dalla Cripta di SS. Annunziata e dai sotterranei di Palazzo Madama, sono stati per secoli assiduamente frequentati dai membri di Casa Savoia, anzi le loro residenze formano una stella a 5 punte.
Piazza Statuto sarebbe un centro nevralgico di energie magiche, e già gli antichi romani la vedevano come portatrice di sventura in quanto posizionata ad Ovest e quindi ove calava il sole. Inoltre proprio nel suo cuore è nascosta la ‘città dei morti’, una immensa necropoli sotterranea. In epoche successive la piazza fu anche usata come tribunale e luogo per le esecuzioni capitali.

IL SIGNIFICATO ESOTERICO DELL’ECLISSI SOLARE

Comunemente chiamato “sole nero”: l’eclissi solare può avere un significato esoterico.
Per i Celti veniva percepito come la morte della vita sulla Terra, nell’abbraccio della sua morsa di buio e di freddo. Ma rappresentava anche la sua resurrezione del Sole che vince sulla Luna riportando nuovamente luce, vita e calore sul pianeta. Il male che vince sul bene tingendo il sole di nero ma torna l’equilibrio grazie alla vittoria del sole sulla luna.
Questa eclissi del 20 marzo che anticipa l’equinozio di primavera ha una forte risonanza energetica.
Pratico, Abbiamo tre grandi eventi celesti durante un solo giorno: eclissi solare, lunare ed equinozio di primavera.
Per gli spiritualisti, dedicarsi in questo giorno a pratiche spirituali, meditazione e preghiera, può avere una enorme risonanza.
Il momento segna un tempo di massima crisi dopo il quale possiamo eliminare cose, persone e pensieri che non sono più utili per il futuro, per ristabilire un sano equilibrio allo sviluppo.
Gemelli, Vergine e Sagittario risentiranno più di altri di questa eclissi.
L’eclissi avviene nel segno dei Pesci, che è spesso legato a ambizioni eccessive ed illusioni e dunque può incontrare delusioni permanenti per la sua grande sensibilità, ma deve sviluppare il perdono e la compassione.
Questa eclissi in Pesci riguarda la decima Casa e potrebbe influenzare chi esercita il potere. Gli astri dovrebbero influenzare i governanti portandoli a una trasformazione positiva ed elevando le coscienze. Ciò dovrebbe portare anche miglioramenti nelle nostre finanze, nell’economia in genere iniziando un periodo dove si faranno molte correzioni alle leggi e all’economia.
Se qualcuno a Pesci nel tema Natale, aumenterò la sua compassione e sarà in grado di fare sacrifici per gli altri. E’ stato sprecato troppo egoismo per impulsi sbagliati seguendo i propri bisogni emotivi, ora si ci deve correggere e andare alla ricerca di una maggiore armonia.

I popoli antichi pensavano che un’eclissi totale indicasse trasformazioni profonde, la morte di un capo, una guerra, un cambio epocale nelle condizioni storiche..
Ovviamente gli influssi sono maggiori nelle zone dove l’eclissi appare totale, per cui in Italia a Nord si vedrà al massimo per un 70% e questo riduce le possibilità di cambiamento.

Le influenze di un’eclissi vanno studiate con interesse a causa dei singolari turbamenti che apportano alla vita di una Nazione. L’effetto di un’eclissi è sempre discordante, perché la posizione della Luna influenza sfavorevolmente la quantità di energia solare ricevuta sulla Terra. Questa dissonanza è rimarchevole nel periodo di un’eclissi totale, durante la quale una buona parte del nostro globo si trova isolata da una grande quantità di energia elettromagnetica del Sole. L’eclissi totale di certi pianeti, come Mercurio e Venere, corrisponderebbe alla completa privazione delle qualità dei pianeti stessi.

Il giorno 20 marzo 2015, secondo l’antico Calendario Maya è riferito al glifo Cauac (tempesta blu) che ci parla di una Rinascita attraverso una trasmutazione figlia della purificazione con abbandono di vecchi schemi mentali, emozionali e fisici. Purificazione senza caos.
Poiché questa eclissi avviene nel segno dei Pesci, segno d’acqua, a livello mondiale gli effetti potrebbero avere a che fare oltre che con un’ulteriore profondo purificazione dell’umanità anche con maggiore piovosità… inondazioni e pericoli provenienti dall’innalzamento delle acque (maree)…Nello stesso giorno però sia la luna che il sole passano nel segno dell’Ariete, e quindi potremmo vedere avvenimenti sulla scena mondiale di portata eccezionale…Un’eclissi solare che saluta l’equinozio primaverile nel segno dei Pesci e vede affacciarsi il segno dell’Ariete nello stesso giorno risente delle energie di entrambi i segni (Pesci e Ariete) e dunque è portatrice di una forza ambivalente e propulsiva che può essere altamente destabilizzante e non affrontata con equilibrio e centratura. Dopo ogni tempesta c’ è sempre il sole e il 21 marzo secondo il calendario Maya è un giorno speciale dedicato al Sole (AHAU: Sole giallo), dunque tutto quello che avremo rilasciato fino ad oggi e che rilasceremo con questa nuova eclissi creerà quel magico vuoto che servirà per la nostra rinascita.

La singolarità di questa eclissi sono molto importanti e rendono la sua qualità energetica particolarmente significativa. Il Sole che ci dà la vita e illumina il nostro cammino si unisce brevemente con le qualità oscuri e misteriosi della Luna.
La Luna blocca la luce del Sole. In questo momento di oscurità che tutti percepiscono come malessere e aumento delle negatività, la spiritualità e la psiche si incontrano di nuovo, generando un nuovo ciclo evolutivo.
Qualcosa sarà cancellato dalla nostra coscienza, qualcosa di nuovo arriverà. Dobbiamo iniziare nuovi progetti di vita, purificare la nostra anima, fare sforzi di cambiamento sociale, sviluppare nuoti talenti e competenze con uno sforzo autonomo.
I periodi di Eclissi sono estremamente attivi, spesso associata a eventi significativi nella politica.
Questa eclissi avviene non solo al ultimo grado dei Pesci ma è l’ultimo grado di tutto il zodiaco. Così è ancora di più potenziato il significato del nuovo inizio. Questa eclissi dentro di sé contiene la fine di qualcosa di antico. L’ultimo grado dello zodiaco in un modo contiene tutto quello che è successo nei precedenti 359 gradi.
Il ciclo di questa Eclissi andrà avanti per circa 18 o 19 anni. Entro i prossimi 20 anni o giù di lì, molto sarà deciso riguardo a ciò che nascerà con l’umanità e il pianeta Terra.
Questa Eclissi è un seme che sboccia dalla fine delle 7° quadrato Urano /Plutone.
Abbiamo un grande potenziale per creare crescita costruttiva e il sostegno nel cambiare!
Questo è un momento straordinario di elevare verso la coscienza superiore.
Prepariamoci bene: perché il 2015 sarà un anno con 4 eclissi, 2 eclissi di sole e 2 eclissi di luna. E qualche influsso lo avranno sicuramente sulla nostra vita e sulle vicende del mondo.
In linea generale le eclissi indicano una parziale sottrazione di energia.
Sembra che scombussolino i mercati azionari e aumentino le probabilità di guerre e di rovesciamenti di governi.
Già il 2014 è stato l’anno più caldo degli ultimi 140 anni. Cosa accadrà nel 2015?
Le eclissi di luna, invece sembrerebbero avere più peso a livello individuale creando ansia, emotività freddo interiore oltre che climatico energetico.
Si comincia con l‘eclissi totale di sole che sarà visibile in Islanda ed in Europa, parzialmente anche in Italia. Poiché si forma durante un segno d’acqua, a livello mondiale gli effetti potrebbero essere maggiore piovosità, inondazioni, pericoli di epidemie, decessi di persone importanti, delitti misteriosi. Ma poiché – dicono gli astrologi – nello stesso giorno sia la luna che il sole passano nel segno dell’ariete, potranno esserci anche eventi pubblici sensazionali.
4 aprile 2015: cosa porta l’eclissi parziale di luna. Si prosegue con un’eclissi parziale di luna che sarà visibile in Asia, Australia, nel Pacifico e nelle Americhe.
Si forma in un segno d’aria. A livello mondiale ciò significa, secondo gli astrologi , che possono verificarsi disturbi negli affari internazionali di qualche Paese, nei commerci internazionali nelle relazioni tra stati. Potrebbe essere l’anno della rivoluzione dell’Euro? o della fine dell’Euro?
A livello individuale, alti e bassi soprattutto il 4-5 aprile e il 7-8-9 ottobre, nelle relazioni affettive, d’affari o di giustizia.
13 settembre 2015: cosa porta l’eclissi parziale di sole. Si prosegue ancora con un’eclissi parziale di sole che sarà visibile in Suda Africa, nell’Oceano indiano, in Antartide.
Poiché si forma in un segno di terra potrebbe, a livello mondiale, può portare difficoltà nel lavoro e ai lavoratori, per i quali possono saltare le regole e nascere momenti di confusione. Danneggia i frutti della terra e porta ostacoli a capi di Stato e di governo.

Nella sfera individuale, sono in agguato problemi di salute o di lavoro o in questioni pratiche soprattutto per i nati il 13.-14-15 settembre. E’ un momento di stallo, temporaneo.
28 settembre 2015: cosa porta l’eclissi totale di luna. L’anno delle eclissi si conclude con un’eclissi totale di luna visibile in Italia, Europa, nel Pacifico, nelle Americhe, in Africa, in Asia.
Si forma in un segno di fuoco e ciò, secondo gli astrologi, significa che a livello mondiale può eccitare le menti, produrre eventi pubblici di particolare gravità che vanno dalle forti opposizioni, quasi rivoluzionarie in qualche parte del mondo, fino al rinvigorimento dei movimenti antagonisti (black block, terroristi islamici, frange armate del terrorismo politico internazionale religioso o separatista, Isis).
A livello individuale sarà necessario controllare l‘emotività affinché non sconfini nella violenza sia in famiglia che al di fuori, soprattutto per i nati tra il 24 ed il 26 marzo e tra il 27 e il 29 settembre.

Gli scienziati spiegano che la tanto attesa eclissi del 20 marzo appartiene a una famiglia nota come Saros 120, una serie in cui ogni evento è separato dal precedente (e dal successivo) di 6.585,3 giorni, pari a 18 anni, 10 giorni e 8 ore (o 18 anni, 11 giorni e 8 ore, a seconda di quanti anni bisestili cadono nell’intervallo temporale). Tutte le eclissi appartenenti alla famiglia Saros sono molto simili tra loro, dal momento che la Luna si trova pressappoco nella stessa posizione rispetto al proprio nodo (ossia al punto dove l’orbita del nostro satellite interseca quella terrestre) e alla stessa distanza dalla Terra. Le eclissi Saros avvengono più o meno nello stesso periodo dell’anno.
Un’altra caratteristica delle eclissi di questo tipo, spiegano a EarthSky, è che il periodo tra un evento e l’altro non è pari a un numero intero di giorni: le otto ore extra fanno sì che la Terra compia un terzo di giro in più rispetto all’eclissi precedente, cosicché gli eventi sono visibili da regioni del globo sempre diverse (ogni volta si avanza di 120° verso ovest, per la precisione). Attualmente, sono in corso circa 40 serie di eclissi di tipo Saros, identificate con un numero progressivo. Alcune di esse, come Saros 120 (quella del 20 marzo prossimo) sono abbastanza antiche; altre, come Saros 145, cui appartiene l’eclissi che sarà visibile dall’America il 21 agosto 2017, sono molto più giovani. L’eclissi di questo mese è la 61esima nella serie Saros 120: la prima è avvenuta l’11 agosto 1069, quasi 1000 anni fa.
L’eclissi inizierà alle 8:40, raggiungerà il massimo alle 10:45, e si concluderà alle 11.45.
.
Questo è tutto quello che ho trovato su questo argomento, ma ovviamente si può prenderlo come un insieme di favole. Fatene quello che volete.
.
Tanto per rallegrarvi vi racconto una barzellettina appena sentita da mia figlia.

Dei pianeti discutono tra loro e uno è molto arrabbiato: “Non ne posso più di questi umani! Non fanno che peggiorare!”
L’altro lo tranquillizza. “Non ti preoccupare, tanto stanno per scomparire!

.
Pensiero finale
A chi crede di essere più furbo perché si beffa dell’astrologia. Agli scettici.
Un tempo (ma lo fanno anche oggi) i capi di stato si rivolgevano agli astrologhi da cui dipendevano le scelte di pace e di guerra.
Oggi sono i giornali a coartare l’opinione pubblica facendo previsioni che mai si avverano e la funzione di astrologo è stata assunta dai cosiddetti esperti di economia che non ne azzeccano una (si pensi solo agli errori macroscopici dei previsori del Fondo Monetario o della Bce o ai professori bocconiani) e che oggi, come ieri gli astrologi, indirizzano le scelte di pace e di guerra. Il vero oscurantismo dei nostri tempi è questo. I quotidiani e le televisioni sono oggi gli astrologhi della democrazia e i loro risultati sono nefasti, molto più di quelli degli astrologhi ufficiali che almeno si rivolgono al privato. Chi si crede furbo ritiene che l’astrologia sia irrazionale, poi si fa abbindolare dagli analisti economici e dai guru di partito che hanno i loro credenti irrazionali che continuano a credere che le ricette del Fondo Monetario o le cure da cavallo del neoliberismo salvino i popoli quando gli esempi di Argentina o Grecia dicono esattamente il contrario. Oggi i cittadini sono stati profondamente delusi dalle previsioni sempre sbagliate dell’economia e della politica e cercano conforto nell’astrologia per indirizzare meglio, o così almeno sperano, almeno i propri fatti privati.
Le teorie sono due.
In una visione logica si pensa che gli astri irradino delle energie che si riverberano sulle energie fisiche e mentali umane e dunque sui destini umani
In una visione analogica si pensa che vi sia analogia tra ciò che accade nella psiche e ciò che accade nella natura, per cui può esserci una lettura parallela di entrambe. Questa seconda visione del mondo è sempre esistita nelle civiltà antiche ed esiste anche oggi nel mondo orientale.
Con un esempio molto piccolo si può essere meteoropatici, per esempio una diabetico lo è, cioè avere variazioni di salute anche molto vistose in concomitanza con fenomeni fisici esterni (si possono avere variazione di pressione o di umore o patologie varie come mal di testa o irritabilità in concomitanza con variazioni di pressione atmosferica, cambio del grado di umidità, venti ecc. Nel mondo animale avviene la stessa cosa (cavalli o cani che presentono i terremoti per es.). Noi non siamo scollegati dalla natura e nemmeno dal Sole e dalla Luna. L’Occidente ha privilegiato l’emisfero razionale portando a rifiuti pregiudiziali delle correlazioni tra uomo e natura. Ma le statistiche ci dicono che con luna piena nascono più bambini o ci sono più crisi di nervi e i malati mentali sono più irritabili. Insomma c’è molto di più nel mondo di quello che i logici assoluti credono.
Per chi si beffa dell’esoterismo come dell’astrologia, posso osservare che la natura ci ha dotati due emisferi cerebrali non a caso, per cui è stolto tanto chi si basa solo su un determinismo razionalista quanto chi usa solo una visione analogica.
L’uomo completo è Einstein che usava entrambi gli emisferi, razionale e irrazionale, e per di più aveva un forte corpo calloso (neuroni di collegamento), egli riceveva le sue leggi sulla natura in forma intuitiva (Visioni) e poi le elaborava con algoritmi (equazioni). La giusta via sta nel mezzo e nell’uso completo di ciò che è a nostra disposizione. Come mi ha detto ieri un’allieva: “Ognun fa quel che può, con ciò che c’ha… ma si può sempre migliorare”.
.
Blog di riferimento http://masadaweb.org

2 commenti »

  1. mi interessaa e mi piace

    Commento di loredana — marzo 20, 2015 @ 12:00 pm | Rispondi

  2. La visione dei mortali

    In ciò nessuno è dissimile nel rincorrere il sapere.
    Sia esso un elementare ignorante quale sono, od un pensante
    erudito.
    Ahi torno al pensiero di partenza.
    Ed il mormorio dell’acqua di un ruscello che scorre anche mentre lo ricordo si avvicina, a specchiare verità.
    Quali verità ? Quelle che conosciamo o che crediamo di conoscere?
    Sarà anch’esso vanesio pur non essendo sicuro di raggiungere il mare.
    Ahi vana ricerca di assicurare il tempo al passo dei pianeti.
    Ed è la misura dell’universo provata senza certezze, l’errore!
    Ahi all’errore banale che viaggia al di fuori dell’orbita del sole che non è utile conoscere.
    Cerchiamo di passeggiare accanto al ruscello guardando le stelle e stiamo attenti a non inciampare specchiandoci come Narciso
    Ci serviamo delle parole o le parole si servono di noi ?
    Dopo qualche millennio di metafore siamo ad un passo dalla esplosione di un corto circuito fra l’uso e l’abuso
    Mi salvo
    Con un ricordo del pranzo di Babette di Karen Blixer
    “” un artista non è mai povero “”
    In congiunzione con la singolare fotografa babysitter americana di origine francese ritrovata dopo la sua morte, Viviana Mainer .
    specchio rotto in caleidoscopio di umanità.
    Deduco che ci sono ancora speranze sulla bellezza del
    mondo.
    L’universo è un luogo freddo inospitale e violento
    Non conosciamo altri mondi oltre la terra in cui si
    riconosca bontà e bellezza.
    La bontà è una prerogativa degli esseri viventi ?
    Il pensiero matematico ha sviluppato la ragione che ci ha condotti alla tecnologia. Serve per evolvere oppure per condannarci ad una schiavitù ?
    Ci siamo spinti oltre il tempo in cui si esploravano le orbite
    dei corpi celesti per vivere. Oggi pensiamo di possederli, illusione ottica di pensiero miope.
    La bellezza è la sola vera ragione per cui sia valsa la pena
    di sviluppare l’umano sapere.
    La bellezza è vista solamente con occhi umani ?
    Chi ci autorizza a credere che un orchidea od una tigre non siano consapevoli della bellezza.
    Entrambi sono egualmente e legittimamente crudeli.
    Senza bellezza non esiste nemmeno il bene.
    Senza il bene a che cosa serve la tecnologia ?
    Una immensa solitudine di numeri primi. Un vortice che ci afferra deridendo l’eterogenesi dei fini. O l’eterogenesi dei fini che deride il vortice ?
    Ecco siamo il vortice non il fine. Sono caduta di nuovo inciampando nella parola. Che faccio? Ricomincio daccapo
    Mi arresto non senza inquietudine. Amen
    Amen, non c’è nulla di stabile e fermo non c’è verità
    come posso dire ciò che dico è vero e certo. Amen appartiene alla fede silenziosa senza parole.
    Concludere l’inconcludente non ci appartiene.
    Rosa Anna Oioli

    Commento di Rosa Anna oioli — marzo 31, 2015 @ 4:33 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: