Nuovo Masada

dicembre 1, 2014

MASADA n° 1596 1-12-2014 LA STANCHEZZA DI GRILLO

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 9:49 am

L’astensione non è solo una forma di sfiducia nelle istituzioni ma anche in se stessi.

In quanto tale, può essere curata solo in due modi: rendendo al cittadino il senso della propria dignità e facendogli capire che un mondo nuovo in cui avere fiducia può nascere proprio da lui.

Viviana

.

“Scipiò, la vita è fatta de momenti brutti, ma nun te preoccupà, che poi arriva sempre er momento…peggio”

(Dal film Scipione detto l’Africano)

.

Per fare una dittatura basta nominare un Renzi qualunque e appoggiarsi ai poteri neri

Per fare una democrazia dal basso il lavoro è un tantino più complicato

ma il male italiano è che per uno che sgobba ci sono 100 che criticano e 20 che gli fanno lo sgambetto.

Viviana

.

Per avere il grano bisogna tagliare le erbacce, il problema è che…

Robespierre a furia di tagliare teste morì decapitato…

Massimo Carabetta

.

Maurizio Dati

Cercavamo una porta per uscire. Eravamo prigionieri del buio. Pensavamo di non farcela. Ci avevano detto che le finestre e le porte erano murate. Che non esisteva un’uscita. Poi abbiamo sentito un flusso di parole e di pensieri che veniva da chissà dove. Da fuori. Da dentro. Dalla Rete, dalle piazze. Erano parole di pace, ma allo stesso tempo parole guerriere. Le abbiamo usate come torce nel buio, come chiavi da girare nella serratura per andare altrove, in posti sconosciuti…

Viviana

Sono triste in questa sera piovosa e cupa dove non si vedono luci all’orizzonte e tutto prende il colore di una pozzanghera abbandonata schizzata da macchine che corrono veloci verso mete sbagliate.

Vorrei con tutto il mio cuore essere vicina a Beppe,in questa sera solitaria,vorrei trovare le parole per dirgli il mio affetto,il mio grazie, senza disturbare la sua riflessione ,il suo desiderio di quiete, sapendo che la sua come la mia non è una natura di quiete e che domani ci porterà vita nuova e nuove possibilità di rovesciare il mondo.

Vorrei dirgli grazie come a un innamorato con cui hai partecipato a un sogno che è solo ad una svolta, che non è affatto finito e che domani riprenderà con forze rinnovate

Vorrei dirgli che mai nessuno in Italia mi ha dato la precisa sensazione di contare qualcosa, di poter partecipare a un ideale, poter lottare per dei valori buoni,amare il mio Paese, rispettare me stessa..

Vorrei dirgli che mai nessuno, in questi morti partiti,mi ha mai dato come lui il senso bellissimo di una democrazia,della luce incredibile che può sorgere da tutti noi, dalla nostra onestà, dalla nostra volontà di fare bene, per tutti e non solo per uno.

Oggi non contano più le volte che mi sono arrabbiata con lui, come si fa con un innamorato dello stesso ideale di cui non sempre capisci le intenzioni, mi sono dimenticata la scaramucce che fanno parte dell’amore comune, oggi io vedo solo la cosa grandissima che ha creato, il coraggio, la costanza, la determinazione, la potenza e la follia di questo sogno che è anche il nostro sogno.

Io dico che devo il meglio di me a tante persone eccezionali che ho avuto la fortuna di incontrare e che non avrei mai potuto essere quella che sono e resistere anche nella mia vita di tutti i giorni come resisto senza queste persone e senza di lui.

Oggi che tutti gli danno addosso più che mai e che gli attacchi arrivano fin dentro la sua casa, oggi che la sua lunga corsa sembra sospesa, io dico: Grazie, Beppe!

.

ALESSANDRO CAMPI

La qualità di una democrazia è data da molte cose. Le modalità attraverso le quali vengono selezionati i rappresentanti del popolo (per merito e dal basso o per cooptazione dall’alto?). La sua capacità a esprimere governi stabili ed efficienti. Il grado di partecipazione alla vita delle istituzioni garantito ai cittadini. Infine, l’esistenza di un’opposizione parlamentare che funga da stimolo al governo, che lo controlli nei suoi atti e che venga percepita dagli elettori come un’alternativa politicamente credibile. Non avere opposizioni cui rendere conto o con le quali fare i conti è il sogno segreto di tutti i capi politici, ma è l’incubo reale di ogni democrazia che aspiri ad una minima normalità. In Italia la morte dell’opposizione significherà la morte della democrazia.

.

Finalmente i Comuni possono fare richiesta per i fondi. L’8×1000 devoluto allo Stato verrà investito anche nell’edilizia scolastica. La novità, introdotta dalla Legge di Stabilità grazie ad un emendamento del M5S, e recepita nel decreto del Presidente della Repubblica del 17 novembre 2014, è in Gazzetta Ufficiale. Mentre i partiti pensano ad arricchirsi, detassando del 256% con la legge di stabilità quei politici che finanziano il loro partito, il Fondo per le PMI garantisce i minibond emessi dalle PMI. Il bando è partito il 7 novembre.

.

I parlamentari del M5S si sono impegnati a restituire ogni anno parte del loro stipendio per una media di 50.000 euro a testa, per versarli su un fondo istituito con legge di aiuto alle Piccole e Medie Imprese che non trovano prestiti dalle banche.

I due deputati Pinna e Artini sono stati espulsi per non averlo fatto.

La Pinna non fa bonifici sul fondo per le PMI da quasi un anno, ed è fuori luogo che dica di averli versati alla Caritas. Artini da gennaio ha applicato un sistema di rendicontazione personale da cui mancano all’appello 7.000 euro.

I parlamentari del M5S si sono impegnati, bontà loro, a restituire ogni anno parte del loro stipendio per una media di 50.000 euro a testa, per versarli su un fondo istituito con legge di aiuto alle Piccole Medie Imprese che non trovano prestiti dalle banche.

I due deputati Pinna e Artini sono stati espulsi per non averlo fatto.

Si sono impegnati, come tutti, a questo versamento ma dal conto hanno distratto 57.000 euro. Ora sono sotto esame come altri che sembra abbiano fatto altrettanto.

Se ciò risulterà vero, anche altri saranno giustamente espulsi.

Se si guardasse di più a chi dentro i partiti fa diversamente da quanto si è impegnato a fare, forse l’Italia andrebbe meglio.

Grillo è stato criticato per le sue espulsioni, per cui alla fine ha detto: prendiamo un comitato formato da 5 deputati e deleghiamo a loro il controllo sulle regole dello statuto e sulle rendicontazioni dei versamenti.

Lo ha fatto per la Camera, e ha detto che lo farà per il Senato. Al che i media si sono sfrenati, oscurando gli abomini che stanno avvenendo in Italia nella distruzione del Jobs act dei diritti del lavoro. L’argomento è stato un’esca presa al volo da tutti per esecrare Grillo e partire per la tangente sulle ipotesi più strampalate sul futuro del Movimento, come arma di distrazione di massa da Renzi che perde sempre più consensi. Subito il comitato dei 5 è stato chiamato ‘direttorio’ con termine deteriore, senza che nessun giornale dicesse che tutti i partiti hanno un comitato di garanti senza che nessuno lo chiami ‘direttorio’ e senza che nessuno metta sotto il microscopio i suoi componenti.

A parte la montatura giornalistica, non si capisce dove stia lo scandalo.

I 5stelle secondo le loro regole interne hanno accettato di versare parte dei loro stipendi a favore delle piccole e medie imprese ed è proprio per questo che tutti vanno loro addosso, mentre tutti gli altri pensano solo ad aumentarsi le prebende, ad accrescersi le prescrizioni, a rubare sulla cassa, a depenalizzarsi i reati come hanno fatto Renzi e Berlusconi, a mettere le mani sulle fonti del potere, a tenersi ben stretti finanziamenti e regalie e a detassarsi o depenalizzarsi le donazioni che potrebbero essere anche mazzette.

Si pensi, al contrario, cosa accadrebbe se quello che fanno i 5stelle fosse esteso ovunque.

In un anno i 5stelle da soli hanno ceduto per il bene comune 42 milioni di euro. E sono 134. I parlamentari sono mille. Se avessero fatto altrettanto, avremmo avuto mezzo miliardo di euro per aiutare le imprese in crisi.

Gli ‘onorevoli’ italiani, sotto accusa per le loro ricchissime prebende e la sovrabbondanza di benefit, avevano cominciato a dire che avrebbero abbassato loro ricchi stipendi alla media europea. Non lo hanno mai fatto. La scusa è stata che calcolare questa media europea era ‘troppo difficile’. Così sono passate tre finanziarie senza che uno solo dei loro euro o dei loro privilegi o vitalizi venisse tagliato o ridimensionato e ora di defiscalizzeranno anche i finanziamenti che loro stessi danno ai loro partiti (cosa che rallegrerà moltissimo Berlusconi e tutti coloro che stanno mettendo soldi nelle aree Renziane e che in cambio, oltre a incarichi lucrosi, avranno anche sgravi fiscali del 26%).

Ovviamente, nemmeno davanti all’evidenza che l’Italia ha la casta politica più numerosa, inetta, corrotta e pagata d’Italia, nessun partito ha fatto la minima mossa per un trattamento più europeo. E, se guardiano ai furti di denaro pubblico negli enti locali, si va anche peggio! Metà degli amministratori è sotto indagine per spese gonfiate. E saranno questi ladri che eleggeranno i senatori al posto nostro!

.

24 ore dopo l’espulsione, questo è l’Otto e mezzo con Massimo Artini, accusato di essersi trattenuti 7.000 euro, e Scanzi che difende il M5S. Artini dice che le accuse contro di lui sono false perché ha reso 60.000 euro all’inizio di legislatura. Artini con altri è stato un’ora e mezzo a casa di Grillo per chiarire la situazione. Dice che Grillo non gli è sembrata affatto ‘stanchino’, ma, interrogato sugli ultimi fatti (strani blog, revisionismo e espulsioni) ha ripetuto che, comunque, ciò aveva portato un grande ‘flusso’ al blog, come se la visibilità (e meglio l’incasso) fosse tutto. L’espulsione di Artini e della Pinna, rei di essersi intascati i soldi che dovevano versare al fondo delle Piccole e Medie Imprese, è stato messo ai voti degli iscritti e approvato col 69,8%. Ma la bagarre è stata imponente con migliaia di post pro o contro. Subito dopo Grillo ha comunicato che si sarebbe fatto assistere da 5 persone scelte da lui che formeranno un gruppo cui sono delegati i compiti di controllo dei parlamentari. Questo ha scatenato la stampa e i blogger. Non è affatto chiaro quali saranno i compiti di questo direttorio rispetto al gruppo parlamentare che per statuto prende le decisioni a maggioranza, ma Artini esclude che ciò sia un passo indietro di Grillo. Anche Scanzi crede che Grillo non intenda lasciare la politica ma dopo le europee e le regionali è sembrato stanco, deluso e frustrato, segnato poi dagli ultimi eventi. “E’ sempre rimasto un attore prestato alla politica, quindi c’è una parte di lui che non vede l’ora di tornare ai suoi spettacoli. Continua a restare il garante, ma ha sempre detto che un bel giorno il Movimento doveva cominciare a camminare da solo. Questo è il 1° passo ma è inevitabile. Da 6 mesi non ne ha indovinata una. I 5stelle hanno fatto delle battaglie spesso giuste ma non lo sapeva nessuno, un po’ perché venivano comunicate male, un po’ per il silenzio della tv, un po’ perché ogni giorno Grllo faceva qualche autogoal, questo ha aiutato l’ascesa di Salvini e ha tamponato la caduta di Renzi per cui trovo-dice Scanzi- che questa autocritica di Grillo sia dopo 6 mesi la prima cosa che indovinano.”

Secondo Artini, Grillo avrebbe detto che va tutto bene perché “abbiamo sempre 20 milioni di contatti la settimana”. Artini ha fatto credere che questi 5 anni spesi un enorme dispendio di energie, il blog, le manifestazioni, 9 milioni di elettori, 134 parlamentari e tante battaglie portate avanti con grande energia e senso di sacrificio, i V day ecc. sono solo ‘un’operazione di marketing’, un’operazione con cui Casaleggio si arricchisce col blog, il che, visto la scarsità di contributi privati, l’enormità di spese organizzative per le manifestazioni, e la mancanza di finanziamenti pubblici e di mani in pasta, sembra, a dire il vero, pieno delirio. Distratti i costi per la gestione del blog coperti dalla pubblicità, poi, questo ‘enorme’ incasso sarebbe da attribuire agli account di tze tze (?), e anche questo sembra delirio puro. Il tutto si ridurrebbe a questi account e alla casa editrice che gestisce tze tze che non avrebbe partita IVA (?). Se l’ipotesi accusatoria di Artini si riduce a questo, se in un anno e mezzo dentro il M5S non ha saputo trovare altro, direi che è messo proprio male. Artini riconosce che i bilanci del blog sono pubblici ma ripete che ‘non sa’ se quegli account siano registrati o no alla Casaleggio associati. Se è solo una questione di account di tze tze e del fatto che la casa editrice che pubblicizza i libri della Casaleggio (ma quanti sono?) non ha una partita IVA, siamo proprio alla frutta e non spiega la sottrazione di danaro di Artini e il suo attacco forsennato a Grillo. Insomma Artini sembra un cialtrone qualunque che ha ricevuto offerte migliori. D’altro canto non ci spieghiamo nemmeno, però, i sei mesi di autogoal costanti di Grillo e nemmeno perché in un momento come questo, con mezzo Paese contro Renzi e il Pd e Fi che perdono voti come catini bucati, non approfitti della situazione per attaccare il Jobs act e tutto quello che fa Renzi e aiuti i media a mettere come prima notizia le espulsioni e questo ‘direttorio’, che esordisce nel modo peggiore. Scanzi resta dubbioso, ripete che la procedura di espulsione è stata sbagliata perché prima doveva essere sentita l’assemblea dei parlamentari (ma Toninelli dice al contrario che in certi casi questa viene saltata). Scanzi chiede come mai il M5S porta avanti grandi battaglie politiche, Artini le condivide e solo ora, dopo un anno e mezzo, scopre quello di cui accusa Grillo. Non è strano tutto questo?

Dice Scanzi: “I dissidenti del M5S, finora, più che somigliare a Solgenistin come qualcuno ha detto, somigliano a Razzi e Scilipoti, stampelle di Renzi, stampelle di Sel o della Lega, Gambaro e Orella sono diventati appoggi sistematici di Renzi”. Artini ribatte che Casaleggio non è un cofondatore del M5S ma un fornitore, i video prodotti in aula sono prodotto editoriali. Artini accusa Grillo di avergli detto che lavorava troppo, e che così aiutava i meet up a diventare indipendenti e la sua opinione è che il M5S sia funzionale al Pd e a Fi (ma anche questo è abbastanza ridicolo e se ciò fosse non vedrebbe tanto accanimento proprio da parte del Pd e di FI per estrometterli, il Pd ha tentato addirittura di escludere il M5S ‘per legge’ dal parlamento!). Insomma, come dice Scanzi, “Artini sta descrivendo Grillo come un lestofante, un genio del male”. Peccato che tutto questo voltafaccia venga fuori quando Grillo lo espelle per sottrazione di denaro! Ma nemmeno Scanzi spiega gli autogoal di Grillo in questi ultimi 6 mesi. Insomma Artini sembra uno dei tanti troll che cercano scuse ridicole per attaccare Grillo. Grillo con tutti i suoi errori finali resta un enigma. Artini minaccia oscure querele contro colleghi che hanno fatto errori marchiani.

..

Io non riesco a capire: la diffusione della democrazia diretta in Italia, la resurrezione dello spirito civile di un popolo, l’attacco alla corruzione della casta e al servilismo dei media, la difesa del lavoro, la difesa dell’ambiente, il reddito minimo di cittadinanza, l’attacco alla protervia della zona euro e dei poteri al soldo della Finanza internazionale, l’attacco al sistema dei banchieri e della forte destra nera americana, lo svelamento degli inciuci mostruosi tra destra e sinistra, la difesa della Costituzione contro lo stupro ignobile di Napolitano, la decadenza di Berlusconi e di altri soggetti marci del Parlamento .. e tutto questo dovrebbe sparire a causa di uno che dice che Grillo ha fatto tutto questo per accrescere gli introiti degli account di tze tze e per la partita IVA della Adagioweb??? Ma siamo al manicomio?

.

Sicuramente Artini è un gran chiacchierone, ma sinceramente mi sembrava la replica di Scaloja 2, il ritorno del cialtrone. E in Italia i cialtroni non finiscono mai.

Ora posso solo sperare che il comitato dei 5 riprenda la buona politica dei 5stelle di fare da portatori dei bisogni e delle richieste degli Italiani e di freno contro le atrocità di Renzi e del Pd.

.

AI TROLL PIDDINI

Vi dà noia, eh, che chi nel M5S calpesta i propri impegni vengano cacciato!

Lo sapete benissimo che se ogni partito italiano cacciasse i propri trasgressori ci sarebbe il deserto!! Ma questo vi dà noia perché siete lontani dall’onestà come il buio dalla luce. Perché non ve ne frega una cippa se siamo il Paese più corrotto d’Europa. E che proprio questa corruzione altissima ci stia scavando una voragine.

.

Anche Il Fatto Quotidiano partecipa al turpe gioco al massacro contro il M5S? Reo poi di cosa? Di aver cacciato persone che hanno deciso in modo autonomo su denaro collettivo dopo essersi impegnati in un certo modo? Di essersi dotato di un comitato di controllo simile a quello che hanno tutti i partiti? E perché non chiamarlo ‘direttorio’ anche per loro? Per i partiti si scelgono nomi più gentili, tipo ‘garanti’? E come mai lo scandalo, invece, non sta nel fatto che di questi comitati di controllo dello statuto non si sa nulla? Non si elegge nulla? Non si sa chi sono e cosa fanno? E come mai non intervengono quando, come hanno fatto Errani o Fassino o Formigoni, le più plateali regole dello statuto vengono calpestate? Silenzio poi assoluto sui ladri o sul fatto che per “disciplina di partito” l’articolo 67 della Costituzione che vieta il vincolo di mandato sia bellamente calpestato? O forse la “disciplina di partito” è superiore ai comitati di controllo come alla Costituzione, per non parlare del codice penale!??

.

E magari un giorno questi cari e veritieri media ci vorranno spiegare come mai ben 120 membri del Pd sono stati cacciati nel silenzio generale, senza l’attuale battage che ora fanno sui due del M5S, e come mai nessuno dice che il Pd non caccia i suoi perché ladri di danaro pubblico o trasgressori dello statuto e tanto meno i suoi imputati di reati penali, ma solo quelli che osano criticare gli ordini del segretario di partito!

Come ho detto 120 membri del Pd sono stati espulsi non perché ladri ma perché non erano d’accordo con scelte del Pd

30 commenti »

  1. Sono deliziato dall’ aver trovato (grazie al blog odierno di grillo) questa fonte così fresca e limpida di comunicazione, di poesia, di riflessione, di politica, di sapere, di condivisione, di amicizia. Di Amore. Ma che bella che sei Viviana. Non me ne ero accorto prima ma che importa visto che ora sono qua?

    Commento di Rinaldo Lagomarsino — dicembre 1, 2014 @ 1:29 pm | Rispondi

  2. Non conosco Viviana Vivarelli ma spero un giorno di poterla incontrare e stringerle la mano.

    Cerco sempre i suoi interventi ma ciò che ha scritto oggi è un capolavoro poetico che riassume tutta la storia dell’umanità in poche righe.

    Mi fa tornare alla mente i fatti più salienti quali la Rivoluzione Francese, I moti della Primavera Europea nel 1618, I moti del 1848, La seconda guerra mondiale, la guerra nel Vietnam. Solo per citare quelle più importanti.

    Quando un popolo si muove, è come essere di fronte ad una inondazione e come sapete tutti, l’acqua non la ferma nessuno.

    Tutti i sostenitori del M5S dovrebbero considerarsi come tante goccioline d’acqua.
    Se si muovono da sole, non succede niente ma se rimangono tutte insieme allora succede l’imprevedibile. E tanti più siamo, tanto più otterremo.

    L’ultimo verso dell’Inferno di Dante Alighieri dice: “E quindi tornammo a riveder le stelle.”

    Grazie Viviana.
    Mario Bottini,

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:47 pm | Rispondi

  3. Bellissimo, un ideale, quando entra nel cuore della gente non può essere fermato dal potere.
    Brava.
    ***** Stefano Pedrollo,

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:49 pm | Rispondi

  4. Questo dovrebbe essere il manifesto che tutti i politici, da destra a sinistra, dovrebbero adottare per fare politica con il cuore, una politica dal volto umano.
    Il fatto che questi pensieri scaturiscano da una persona che si configura nel M5S la dice lunga sulle idee e sui principi del Movimento stesso.
    Complimenti, signora Vivarelli.
    Patty Ghera

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:49 pm | Rispondi

  5. Un ideale è un sogno che cammina e tu, cara Viviana, ci fai ancora sognare.
    claudia p.

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:50 pm | Rispondi

  6. Bellissimo testo
    da quando ho iniziato a seguire il Movimento e il blog queste parole sono sempre state nella mia mente.
    Viviana sei riuscita a scriverle come meglio non potevi.
    Leggo sempre i tuoi post che mi fanno riflettere un grandissimo GRAZZZZIE!
    Bacia Mano, Bon Ton

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:50 pm | Rispondi

  7. Vivia’,si te fosse piaciuto,puro,l’hard rock..t’avrei adottata come nonna…


    er fruttarolo

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:51 pm | Rispondi

  8. …condivido, quoto e incornicio! 🙂
    yujiza inesilio

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:52 pm | Rispondi

  9. Sarebbe bello che dopo tanto guardare a terra avessimo la capacità di volgere lo sguardo verso cieli infiniti…
    Un grande passo in avanti sarebbe guardare dritto negli occhi ai nostri errori, voltarsi dall’altra parte non serve, questo lo dovremmo chiedere con forza a noi stessi.

    Danila R., Porto San Giorgio

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:53 pm | Rispondi

  10. è sempre un immenso piacere
    ritrovare nelle parole degli altri
    i propri sogni e le proprie sensazioni
    splendidamente raccontati…

    Grazie Viviana e grazie Blog !!
    maurizio monzi, amelia tr

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:53 pm | Rispondi

  11. l’ideale è per chi è onesto come l’aria che si respira,deve essere puro
    anna q., pianborno

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:53 pm | Rispondi

  12. Grazie Viviana. E’ esattamente l’idea che qui abbiamo tutti, anche quando non sappiamo di averla. Come cantava Dalla, “…cominciarono a pensare … il pensiero dà fastidio … ed è difficile da bloccare … il pensiero come l’oceano non lo puoi bloccare”. E quella canzone fa tante citazioni… “non c’è più lavoro”, “non c’è più decoro”, “sta[nno] cercando di dividerci” e altro. Ma alla fine, l’oceano non lo puoi bloccare. Di nuovo grazie, Viviana.
    Doriano B., Alba

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:54 pm | Rispondi

  13. Questo è un bellissimo post.
    Non dobbiamo mollare in quanto quando il nemico sembra ormai sfinito e debole è il momento in cui dobbiamo alzare la soglia d’allarme perchè colpisce quando meno te lo aspetti.

    Cerchiamo di non dividere le nostre strade portando avanti l’idea comune perchè 100 gambe sono meglio di 50.
    Diego Cappuccini, Marino

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:55 pm | Rispondi

  14. L’unica cosa che possiamo fare è crederci ancora, nonostante siamo stanchi, sfiniti, affamati, disoccupati, demoralizzati, nonostante tutto il marcio in cui stiamo affondando.

    Il Potere ci vuole togliere le coscienze, chiuderci le bocche, disinformarci, ci vorrebbe vedere tutti morti suicidi, specie i più poveri, quelli più deboli, quelli come me, quelli che “tanto non vale la pena manco più di mantenerli in vita perché ormai son già morti”.
    C.E. alias Disoccupato Cronico (Italia)

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:56 pm | Rispondi

  15. Grazie di questo post.
    L’ho letto più volte,
    lentamente
    e con attenzione crescente.
    GRAZIE !

    ” Quanto manca alla vetta ? ” ;” Tu sali e non pensarci! ” ( Nietzsche )
    Monica C

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:57 pm | Rispondi

  16. Viviana Vivarelli,Bologna,una tra le prime ad abbracciare le idee del Movimento5Stelle,ve lo posso assicurare,c’ero anche io assieme a lei su questo blog sin dal 2008 a parlare degli ideali di ciò che da li a poco sarebbe nato,questo sogno tutto italiano che si chiama Movimento5Stelle.
    Un abbraccio a te cara Viviana,e a tutti gli uomini liberi.
    Andrea B., Perugia

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:58 pm | Rispondi

  17. Grazie Viviana, ogni tanto una messa a fuoco ci vuole.
    Luca S., Verona

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:58 pm | Rispondi

  18. PER QUANTI TIRANNI ABBIA CONOSCIUTO IL GENERE UMANO LA STORIA CI INSEGNA CHE ALLA FINE ESSI CADONO SEMPRE( MAHATMA GANDHI)
    Davide Marini

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 1:59 pm | Rispondi

  19. volo con te,cara viviana, alla faccia di tutti i menagrami dei media
    Dado Q., abruzzo

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 2:00 pm | Rispondi

  20. …INTANTO COMPLIMENTI VIVIANA….
    Aldilà di come uno la pensa e quello che può esprimere diamo a Cesare quel che è di Cesare.
    Come dice qualcun’altro….per realizzare un qualcosa, prima bisogna sognarlo.
    Esposmail

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 2:00 pm | Rispondi

  21. Bellissime parole.
    Chi attualmente detiene il potere ha paura, si vede e si percepisce, perchè non ci fermeremo fino a quando non li avremo sconfitti.
    Sandro S., Peccioli

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 2:01 pm | Rispondi

  22. Sono sempre più positivamente colpito da ciò che viviana scrive. Mentre leggo mi domando come può una persona esprimere così bene dei concetti che moltissimi italiani condividono, sentono nel profondo della propria anima ma non riescono a dire? Finito di leggere penso: per fortuna qualcun uno è riuscito a dire bene queste cose. Grazie viviana, perdonami se a volte prendo a prestito delle tue frasi per scrivere i miei pensieri.
    Paolo B., Ferrara

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 3:04 pm | Rispondi

  23. Brava Viviana. E’ bellissimo.
    Credo che sia il momento di resistere. Lo sapevamo che avrebbero cercato di distruggere il Movimento, di fiaccare gli animi, di usare le apparenti sconfitte, la smemoratezza ed il passare del tempo come loro alleati. Dobbiamo stringere i denti come sanno fare i provati dalla vita per resistere ad onta di tutto. Anche se dovessimo raggiungere una parte di quanto ci siamo prefissati, sarebbe comunque una grande vittoria in una società così piena di ladri e di viscidi approfittatori.
    franca s.

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 3:05 pm | Rispondi

  24. È bello sapere che qualcuno la pensa come te… a volte mi avvilisco quando altri non riescono a vedere la bellezza di questa “creatura”… Hai espresso bene il mio pensiero su Beppe e il movimento Viviana, io ho dato la mia piena fiducia a questo gruppo di persone che hanno dimostrato di meritarla; fiducia che non ho, ne avrei mai riposto in nessun altro gruppo politico esistito ed esistente fino a oggi, non finirò mai di ringraziarli abbastanza per avermi fatto ricredere in un sogno…
    Maria Y., Roma

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 3:06 pm | Rispondi

  25. Viviana ha ragione: Un ideale è un sogno che cammina fino a volare.
    E ringrazio Beppe per aver dato inizio a questo volo. E ringrazio Viviana e le persone come lei nelle quali mi rifletto e che mi danno le motivazioni per non rinunciare mai al sogno!
    Clara M

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 3:06 pm | Rispondi

  26. Cara Viviana, Lalla e tutte e tutti che da tempo scrivete e soffrite per questo Blog un semplice grazie, un grazie dal profondo del mio cuore,sapere che da qualche parte ci siete mi fa sentire meno solo, un abbraccio virtuale grande grande, e……………. loro non molleranno mai, NOI NEPPURE!!
    PETERPAN

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 3:07 pm | Rispondi

  27. Buongiorno Viviana e sempre piacevole leggere i tuoi post , io dico grazie Viviana per la grande sensibilità e umanità che c’è nella tua anima. Davanti a questo riflessione io mi inchino .Le auguro con tutto il cuore che i suoi sogni e i sogni dei cittadini onesti come Beppe Grillo diventino realtà . Un sorriso 🙂 Viola

    Commento di viola — dicembre 1, 2014 @ 3:17 pm | Rispondi

  28. Leggere il tuo post è stato come bere acqua fresca dopo una tempesta di sabbia.
    Un abbraccio, viviana. 🙂
    Rita L.

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 1, 2014 @ 8:07 pm | Rispondi

  29. Ormai ho perso la grande speranza che aveva acceso il movimento, ma più che dispiacere e disillusione provo una grande rabbia.
    Che paese strano che siamo! Un paese dove la vittoria fa più male della sconfitta.
    Sono sempre convinta che sia stato l’inaspettato successo alle elezioni a distruggere tutto. doveva andare come era giusto che andasse, come Grillo preconizzava nei primi tempi, cioè doveva entrare in parlamento solo una piccola pattuglia di poche e motivate persone che doveva solo essere una spina nel fianco al potere, un esempio di gente onesta che si batte per pochi ma fondamentali diritti di tutti e inattaccabile dal virus della mala politica, degli inciuci e dell’arricchimento personale. era un qualcosa che doveva crescere piano piano, farsi apprezzare con il comportamento e il buon esempio, e farsi amare per l’impegno e la serietà.
    e invece era tanta la voglia di liberarsi della mala politica che tanti all’ultim’ora si sono buttati a votare grillo, senza neanche capire del tutto le sue teorie. Talmente tanti da portare in parlamento, invece di una sparuta pattuglia, un vero e proprio esercito, senza nessuna voglia nè preparazione a governare, pur avendone in teoria raggiunto i numeri. Un esercito disorientato e impaurito, che a sua volta ha portato disorientamento e paura in tutti gli altri partiti, che si sono subito coalizzati in una guerra senza quartiere a prescindere, perché subito fiutati come nemici mortali.
    Non so se quello che sta succedendo può essere un aggiustamento salutare o il definitivo affossamento, ma neanche mi interessa più di tanto.
    Liliana

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 2, 2014 @ 6:18 am | Rispondi

  30. … oddio… come per tutte le cose “se bella vuoi apparire, un po’ devi soffrire” 🙂
    Non v’è dubbio che il M5S abbia svolto anche il ruolo di contenitore della rabbia montante, come un globulo rosso di un talassemico ha impedito il diffondersi di una malapianta innescando anche elementi di speranza. Secondo me questa iniezione di vaccino potrà solo far del bene alla collettività. In fin dei conti ci sono “ragazzi” come Di Maio che in sè hanno molto alto il senso dello Stato. 🙂
    Un caloroso abbraccio alla mitica Viviana. 🙂

    Commento di thread — dicembre 2, 2014 @ 10:28 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: