Nuovo Masada

aprile 14, 2011

MASADA n° 1281. 14-4-2011. IL SALVA-PREMIER

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 12:55 pm

Per 18 voti passa la prescrizione brevissima – La distruzione della Giustizia avanza – Una disparità ignobile – Li fermeremo sul bagnasciuga – Le frasi ignobili della Lega – Lo stabbiaio – Il grande imbroglione – Travaglio e la Casellati – Ma la guerra cos’è? – Il nucleare – La più grande scoperta degli ultimi 500 anni – Sposetti chiede più soldi ai partiti – Asimov e i deficienti

Liana Milella
Ce l’hanno fatta anche stavolta. Incuranti dei reati, tanti, 7mila subito, altri 7mila a regime, che saranno cancellati. Indifferenti rispetto a quegli imputati incensurati che, senza lo sconto della prescrizione breve, si sarebbero potuti avviare a diventare recidivi. Invece potranno restare incensurati anche più di una volta anche se si sono macchiati di crimini gravi. Tutto pur di evitare che proprio Berlusconi diventi, anche lui, un recidivo. La nuova norma “salva Silvio” passa alla Camera, in un tripudio della maggioranza che già pensa di aver raggiunto quota 345. Si avvia verso il Senato. Dove già si preannuncia una discussione “breve” che si incrocerà con la discussione sul processo “lungo”. Un’altra trappola, anche questa, per aiutare Berlusconi.

La distruzione della Giustizia avanza
Viviana Vivarelli

Dice Travaglio: immagina di dover parcheggiare l’auto tra altre due, per cui calcoli lo spazio e vedi che c’entri, e che, nel momento in cui ti muovi, lo spazio si restringa di colpo e ovviamente ti impedisca di parcheggiare. Immagina ora che il giudice sia sommerso dai processi e magari privo del cancelliere senza cui nemmeno può procedere e con leggi che gli impongono i rallentamenti più vari, tutelando sempre e comunque l’accusato, e immaginiamo che questo giudice si regoli a distribuire l’immensa mole di lavoro per un tot di tempo a disposizione, e poi, in corso d’opera, ecco che il tempo che aveva previsto si accorcia di colpo, che succederà? Che non riuscirà più a finire il processo nei tempi previsti. Ora B questo giochino, in corso d’opera, lo ha fatto due volte. Prima con la Cirielli ha accorciato i tempi entro cui fare i ‘suoi’ processi, poi, sempre durante gli stessi, ieri, li ha accorciati di nuovo a proprio favore in quanto ‘incensurato’ e in 1° grado. La furba leggina Paniz ha calcolato i tempi in modo che il processo Mills, accorciato 2volte, saltasse del tutto.
E che ciò fosse cucito addosso a B lo prova il fatto che la furbata vale per i processi di 1° grado (come Mills), e per gli ‘incensurati’ (come B).
In un colpo solo: stop a qualche decina di migliaia di processi, interrotti iniquamente, lasciando ‘incensurati’ i loro esecutori e a bocca asciutta le parti lese. Bella la giustizia voluta da Pdl e Lega! Soprattutto ‘giusta’ per migliaia di vittime, che si ritrovano offese dallo Stato, ovvero da B, che dei loro diritti se ne frega, per salvare se stesso. Poi andiamo pure a dire in giro che si vuole la ‘sicurezza’ e che si spara ai migranti! La sicurezza di chi? Di chi delinque e resterà ‘incensurato’ a vita?
Perché qui, ormai, chi non viene beccato o viene prescritto perché le leggi criminali tagliano il processo resterà ‘incensurato’ a vita!
Tanto, grazie a B, sarà sicuro che i suoi 3 gradi di giudizio non arriveranno mai a fine e anche lui resterà incensurato a vita! Libero di continuare a delinquere ma pronto, ogni volta, a modificare le carte in tavola pur di liberarsi in modo improprio dei suoi processi.
B si fa un’altra legge su misura,fregandosene del danno generale,e gli scellerati come la Lega ancora lo sostengono,mentre l’opposizione,in una votazione che fa passare la nuova indegnità per soli 18 voti,raggiunge anche punte di 30 assenze e si vedrà che anche per la legge Paniz ci sono stati franchi tiratori che all’opposizione hanno fatto il gioco di B! Anche loro a libro paga?
Il surreale è che per non essere più ‘incensurati’ basta avere anche una lievissima condanna nel penale: (esempi fatti da Travaglio) basta dare un calcio al gatto (sevizie sugli animali) o timbrare 2 volte lo stesso biglietto del metro. Ma si potrà restare ‘incensurati’ per reati gravissimi, come frodare somme enormi al fisco o corrompere giudici o testimoni (8 anni), esercitare concussione su organi dello Stato (da 4 a 12 anni) o comprare parlamentari (3 anni), fregare investitori, persino uccidere persone per trascuratezze dolose.
Grazie al nostro ‘statista’, potrà accadere che chi ha fatto una piccola truffa privata da mille €, se recidivo, sarà colpito col massimo dei tempi e della pena, ma chi ha frodato MLD pubblici o avrà ucciso persone vedrà nullificarsi il processo e resterà, colmo della beffa, ‘incensurato’!
Ma poi che vuol dire ‘incensurato’? Erano incensurati Riina o Provenzano, Rosa e Olindo. Forse che i loro reati per questo sono minori? Forse che giustizia non è dare a uno una pena commisurata al reato, ma valutare se è riuscito o no a non farsi beccare o a stoppare i processi precedenti?
Una sentenza dice in 1° grado che Mills è colpevole, addirittura lo ha confessato lui stesso che B lo ha pagato per frodare il fisco e fregare soldi allo Stato, cioè a noi tutti. Dunque B è colpevole ed è un ladro di denaro pubblico. Il processo di 1° grado lo avrebbe giudicato colpevole di frode fiscale e di corruzione di testimone. B ha dato a Mills 600.000 dollari (più di un MLD di vecchie lire) perché testimoniasse il falso sulle tangenti date alla Guardia di finanza per taroccare i conti della Fininvest e pagare meno tasse e per All Iberian. E’ chiaramente colpevole! Ma, grazie alle sue leggi, risulta ‘incensurato’! E resterà incensurato per il fatto che questa stessa legge lo salverà da tutti i processi successivi! E questo per 18 voti! Ma che cazzo di paese è?
..
Una disparità ignobile
Viviana Vivarelli

Mi pare ovvio che, in base alla legge che è passata ieri grazie ai voti scellerati della Lega, si produca un’altra ferita gravissima nel nostro sistema penale, per cui si creano delle disparità enormi tra chi resta ‘incensurato a vita’ e sarà dunque prescritto con facilità in ogni futuro processo per qualsiasi futuro reato, e chi, avendo avuto anche una piccola pena, diventa processabile e punibile con un trattamento processuale più pesante e certo.
In questo modo, chi ha commesso piccoli reati rischia di avere un trattamento processuale penale più pesante di chi, partendo da incensurato, avrà la certezza di vedere sempre e sempre prescritto il proprio processo e dunque potrà delinquere in pace, certo che i suoi processi non arriveranno mai a fine.
Insomma, l’extracomunitario, che viene considerato pregiudicato non avendo il permesso di soggiorno, grazie alla Lega che ha introdotto il reato di ‘clandestinità’, se dovesse per es. avere un incidente stradale per sua colpa sarebbe trattato come un feroce criminale, mentre il criminale che non è mai stato beccato e dunque risulta incensurato diventa libero di commettere ogni sorta di furto, rapina, truffa e spregio alla legge, sicuro che il suo processo sarà facilmente prescritto.
Per graziare B si apre un futuro di scelleratezza in cui le vittime non avranno più giustizia.
Berlusconi, per aiutare se stesso, dà al criminale una specie di sinecura: “Vai e delinqui quanto ti pare! Io ti garantisco l’impunità a vita!”
La cosa è di un tale orrore giuridico che come minimo mi aspetto che Napolitano non la firmi, e come massimo che la Magistratura entri in sciopero permanente e che il popolo italiano (e non solo il popolo viola o quello dell’IdV) scenda in piazza per fermarla. Poi, se l’orrore va avanti, mi aspetto che in tempi rapidi la Corte Costituzionale fermi questo scempio di legge. E infine che gli elettori aprano finalmente gli occhi e capiscano che si sta andando alla rovina assoluta dello Stato di diritto.
..
Bruno Bassi
Sopratutto si crea la disuguaglianza tra chi ha perso lo status di incensurato prima e chi lo ha perso dopo perciò è altamente discriminatorio e incostituzionale. E sopratutto si rende ancora più difficile scoprire i reati difficili da scoprire che notoriamente sono i più pericolosi mentre non si influisce piu di tanto sui reati che avvengono palesemente e frequentemente cioè quelli fatti dalla gente stolta e ignorante….. insomma una legge per favorire i furbi che delinquono nell’occulto che sono tipicamente i piduisti o associati a sette simili.
..
La Cei boccia senza appelli il processo breve con un editoriale dell’Avvenire. Questa legge non rimedierà a nessuno dei mali della giustizia italiana. Di volta in volta si potrò solo prendere atto del fallimento di uno Stato che non garantisce che in tempi brevi si possa arrivare a sentenza.

Un’altra anomalia grave
Viviana Vivarelli

Ma perché i parlamentari che diventano ministri continuano ad essere parlamentari e a votare in Parlamento? Non è una contraddizione grave?
Abbiamo visto che B ormai non è più maggioranza nel paese, e che in Parlamento ha una maggioranza prezzolata solo perché ha comprato della gente squallida che si è venduta (reato penale), la sua maggioranza è piccola e risicata, in più è a rischio perché, se non dà ai deputati corrotti, oltre ai soldi sonanti, anche delle cariche di prestigio, quelli possono fargli marameo e farlo cadere, e così riesce a far passare le sue leggi infami solo al pelo e grazie alle assenze o ai franchi tiratori dell’opposizione, in cui pure, a questo punto, dopo tanta condotta sciagurata, siamo autorizzati a pensare che ci siano dei furbi a libro paga di Berlusconi.
B non ha i 330 voti dichiarati e necessari per dargli una vera maggioranza, non è riuscito a comprare tanti scellerati, ne ha solo 314. Ormai è costretto a contrattare volta a volta il voto, sempre a rischio di caduta. E allora fa votare in parlamento anche i Ministri, sennò le sue leggi non passano.
Ma il Governo e il Parlamento sono due organi che non combaciano e che hanno poteri diversi. Le leggi dovrebbe farle il Parlamento. Il Governo le dovrebbe eseguire e quando il Governo fa impropriamente una legge (decreto), questa deve essere sottoposta al voto del Parlamento. Che senso ha dunque che i Ministri, che al più possono fare decreti, vadano a votare per dire sì o no a una legge o a un decreto? E’ una contraddizione. Come se chi controlla fosse anche il controllato. Una interferenza tra poteri, che solo in Italia può essere permessa ma fa rabbrividire il buon senso e fa vacillare le istituzioni democratiche. Ed è la conseguenza di aver calpestato una delle tante leggi europee, quella che vietava l’ammucchiamento delle cariche.
Se la democrazia si basa sull’equilibrio tra i poteri dello Stato e questi si confondono, ma che democrazia è?

Nichi Vendola

Oggi, di fronte al Parlamento, centinaia e centinaia di parenti di vittime di tanti delitti e stragi guarderanno il luogo delle Istituzioni e della democrazia: i loro occhi saranno un giudice implacabile nei confronti di una classe dirigente corrotta che chiede per se stessa impunità. Perché è un eufemismo parlare di riforma della giustizia.
Il Parlamento è impegnato nella costruzione di una gigantesca prepotenza che è quella di sottrarre il premier Berlusconi al dibattimento del caso Mills. Siamo di fronte al rischio di mandare in fumo processi importanti che vedono un pezzo d’Italia, tutto il Paese, in attesa di conoscere la verità.
Oggi il Parlamento vuole portare a compimento un delitto che è quello di sancire il principio di diseguaglianza, cioè che chi è più ricco e potente non deve essere sottoposto al controllo di legalità che invece resta appannaggio dei ceti popolari. Credo sia insopportabile che non si voglia un processo breve ma il processo brevissimo e anzi nessun processo.
La riforma non serve a cambiare la giustizia per tutti i cittadini: i processi sono lunghissimi ed estenuanti perché ancora oggi non sono investite risorse fondamentali per il funzionamento della macchina di giustizia. Rischiamo insomma di guadagnare un nuovo ‘800: l’epoca di un doppio codice per i galantuomini, che sono i ricchi e potenti e sono sempre innocenti, e quello dei briganti, che sono i poveri cristi che come si sa sono sempre colpevoli. E’ giusto ribellarsi a questa barbarie culturale.

Siamo un popolo di stupidi?
Viviana Vivarelli

Siamo un popolo di stupidi, chi la prende sempre in quel posto non può essere che stupido. E chi le cose non le sa non può che prenderla in quel posto. E’ fregato in partenza.
Siamo ignoranti, non ragioniamo, non ci interessiamo delle cose pubbliche, non leggiamo, non giriamo abbastanza sul web, non sappiamo fare 2 più 2, siamo chiusi nel nostro ‘particulare’, il che di per sé è già stupido perché non sfuggiremo alla sorte di tutti, andiamo avanti come ciechi guidati da pochi pregiudizi o da slogan pubblicitari, o, peggio, da piccoli interessi di bottega, limitati e meschini, mentre la nostra soglia di sopravvivenza si abbassa nel declino generale. Anche chi di noi cerca di essere più informato è stupido, perché il governo, i centri di potere economico, la chiesa..gli negano la conoscenza della verità e lui è troppo pigro o incapace o disattento, e non sapere come stanno le cose già questo rende stupidi. E’ un handicap.
Poi c’è l’analfabetismo vero e proprio, in cui battiamo il primato europeo (il 2.9%. Ogni 10 italiani 3 sono analfabeti, il 30%) come battiamo il record per la corruzione politica e le due cose vanno insieme, e siamo analfabeti specie al centro sud e nelle isole, col tasso più alto di italiani senza nessun titolo di studio. A Catania gli analfabeti sono l’8,4%, ma anche a Palermo, Bari e Napoli. E ora con B e la Gelmini la scuola peggiora ancora, perché per una dittatura la prima strada per il potere è tenere la popolazione ignorante e all’oscuro: abbattere la scuola, comprare i giornali, controllare la tv e intimidire chi fa denunce, ecco il potere! Per questo, per le amministrative, imbavaglieranno la tv e chiuderanno i talk show come Ballarò, Report o Annozero: per vincere con l’ignoranza e la manipolazione.
Il 30% degli italiano non sa capire il senso di un articolo politico ed economico. E chi vota B o Lega è, guarda caso, il 30% e le zone dove B vince sono, guarda caso, quelle più incolte. Il potere si costruisce sul degrado di un paese.

Li fermeremo sul bagnasciuga
VV

Se il primo pilastro dello Stato fascista era l’italianità, il primo pilastro dello stato leghista è l’ilarità.
Che si deve dire delle frasi demenziali leghiste? Prima Bossi che vuole le cannonate e Borghezio che i migranti li vuole evirare, poi Castelli che auspica che si spari ai barconi, poi Maroni che minaccia di uscire dall’Europa se non si spartisce i tunisini e infine a Speroni che paragona gli sbarcati alle SS naziste (e magari paragona anche i leghisti ai partigiani che difendono il suolo patrio, per quanto la Padania non confini con Lampedusa e non si sa che patria sia!). Siamo a una serie di imbecillità che sarebbero risibili all’osteria, ma dette da cariche pubbliche diventano intollerabili.
Dice l’europarlamentare Speroni: “Se il migrante è un invasore, allora all’invasore giustamente si spara come si sparava ai tedeschi nel 1944. Lo si attacca in mare, prima che arrivi, è questione di strategia militare. Ma se per caso l’invasore riesce a sbarcare, allora è lecito sparargli pure davanti al bar sotto casa o fuori dal centro di accoglienza”. E’ a tal fine che, dopo il fallimento delle ronde, si tenta ora di fare l’esercito padano?
Questi, pur di prendere qualche voto squinternato in più, ci farebbero uscire dall’Europa. ;a certamente ci hanno fatto già uscire dal novero dei popoli civili!
..
Ippolita segnala

«Molto spesso, quando i nostri pescherecci, disarmati, si avvicinano alle coste della Tunisia vengono mitragliati. Usiamo lo stesso metodo». È il suggerimento arrivato stamattina dall’eurodeputato della leghista Francesco Speroni, intervenuto su Radio 24.
«Non sbagliano i tunisini a mitragliare, se uno invade le acque territoriali di un Paese sovrano è lecito usare le armi, questo è diritto internazionale; l’ha fatto anche Zapatero. Se viene violata la sovranità di un Paese è lecito usare le armi; poi, se è opportuno o meno lo decide il governo». All’obiezione che sui barconi potrebbero esserci potenziali profughi, Speroni ha ribattuto: «Non ce l’hanno certo scritto in fronte se sono profughi, ma non c’è una situazione in Tunisia che giustifichi l’arrivo di profughi. Se venissero da Malta o dal Canada sarebbero profughi? In Libia l’Europa non sta usando le armi? Le armi o si possono usare o no. Noi siamo invasi, c’è gente che viene in Italia senza permesso, violando tutte le regole. A questo punto vanno usati tutti i mezzi per respingerli, eventualmente anche le armi».
Il delirio non finisce qui. «Hitler ha sbagliato tutto. Se fosse vissuto nei giorni nostri, avrebbe mandato dei tedeschi con i barconi a invadere il mondo e nessuno avrebbe potuto fermarli perché ‘ci sono le ragioni umanitarie’…». «Per esempio – suggerisce – si può fare un blocco navale. Cosa abbiamo a fare la Marina militare, se non è capace di fermare un’invasione?».
..
Lo stabbiaio
Don Aldo Antonelli

Ormai, in questo stabbiaio che è diventata la nostra, una volta, “società” italiana, può succedere di tutto e nulla più fa scandalo: tutto viene divorato dalla cronaca onnivora di una quotidianità sempre più squallida.
L’affondo di Castelli, ex-ministro, ex-italiano ed ex-uomo, stanno lì, come monumento dell’idiozia dominante, come incapacità a vedere al di là del nostro gretto e ristretto perimetro personale. Miopia ormai congenita che ci impedisce di vedere l’altro.
Qualche tempo fa, alla domanda:”perché l’altro deve riguardarci?”, Cacciari propose una risposta radicale e decisiva: «L’altro é in noi»!
Nessun uomo è un io semplice e indiviso, in ciascuno c’è una società di individui che non possono ignorarsi .Il rapporto con gli altri diventa allora necessario per comprendere se stessi. Chi non si accorge di questo si rinchiude nella sfera del privato, pensa solo a se stesso.
I Greci avevano trovato una parola per definirlo: idiota!
Non riuscivo a capacitarmi di questi balordi che chiamano onorevoli. Mi scoppiava dentro una rabbia che non vi racconto E ben mi veniva incontro la citazione di Anton Cecov che ho riportato :

Noi non vediamo
e non udiamo coloro che soffrono: tutto ciò che è spaventoso
si svolge dietro le quinte.

Tutto sembra calmo,
appare piacevole;
protestano solo
le silenziose statistiche

E questa situazione sembra necessaria;
apparentemente
l’uomo felice sta bene
soltanto perché gli sventurati sopportano in silenzio il loro fardello;
senza questo silenzio,
la felicità sarebbe impossibile.

E’ un’ipnosi generale.
Bisognerebbe che dietro la porta di ciascun uomo soddisfatto e felice
ci fosse qualcuno
armato di un piccolo martello,
i cui colpi ricordassero
incessantemente
che esistono gli sventurati.

(Anton Cecov)

..
L’italiano, nella sua qualità di personaggio comico, è un tentativo della natura di smitizzare se stessa. Prendete il Polo Nord: è abbastanza serio preso in sé. Un italiano al Polo Nord vi aggiunge subito qualcosa di comico, che prima non ci aveva colpito.
ENNIO FLAIANO
..
Se la legge deve essere uguale per tutti!!!
Rosario Amico Roxas

L’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge rischia di rimanere un assioma privato tanto della premessa che delle conseguenze.
Assistiamo al paradosso per cui un imputato modifica le leggi per stravolgere l’ordinamento giudiziario privando l’ordinamento giudiziario del suo compito precipuo che è quello che dovrebbe garantire la certezza del diritto.
Stante il fatto che il medesimo imputato non accetta di essere considerato “uguale” a tutti i cittadini di fronte alla legge, allora viene a mancare quell’uguaglianza che rappresenta il cardine della Costituzione.
A meno che……A meno che possano essere tutti i cittadini resi uguali all’imputato di cui sopra, e, quindi, messi nella condizione di modificare la legge che persegue ogni indiziato secondo parametri stabiliti, di volta in volta, dagli avvocati difensori.
I magistrati verrebbero ridotti a semplici “notai” che prendono atto delle riforme e riformette adattate ad ogni singolo procedimento giudiziario.
Per essere tutti uguali di fronte alla legge, non c’è altra ipotesi plausibile che quella di trasformare tutti i cittadini in imputati intoccabili, trasformando quella che fu la “Patria del diritto” in “Cimitero della giustizia”.
..
Il grande imbroglione
Giuseppe D’Avanzo

B mente con costante insolenza…C’è chi vede in questa coazione a mentire, l’archetipo del Bambino come se alloggiasse nel suo inconscio una personalità che “ragiona” in base al principio infantile di piacere e non al principio di realtà. C’è chi dice che B è affetto da “pseudologia phantastica”.
«Una forma di isteria caratterizzata dalla particolare capacità di prestar fede alle proprie bugie. Di solito succede (Jung) che simili individui abbiano per qualche tempo uno strepitoso successo e che siano perciò socialmente pericolosi». Se l’imbroglione è «chi ricorre al raggiro come espediente abituale», B è innanzitutto un imbroglione, che parla soltanto di se stesso, solo del suo prezioso portafoglio, solo dei complotti che gli impedirebbero di governare e arricchirsi. Manipola fatti e eventi della sua storia di imprenditore e di politico per mostrarsi vittima di un’aggressione. Deve farlo. Non solo per una fantasia di potenza adolescenziale ma per l’accortezza di dover nascondere il catastrofico fallimento della sua leadership.
Dice B: «Mi trattano come se fossi Al Capone». Il fatto è che B, con Al Capone, condivide il rifiuto delle regole, il disprezzo della legge, l’avidità, una capacità di immaginazione delirante. Come Al Capone testimonia simbolicamente la crisi di legalità negli Stati Uniti degli Anni Venti, B è il simbolo dell’Italia corrotta degli Anni 80-90, la crisi strutturale della sfera pubblica che ancor oggi, nonostante Tangentopoli, comprime il futuro del Paese. E’ tutt’uno con quella storia e, senza amnistie, riforme del codice (falso in bilancio) e della procedura (prescrizione) dei suoi governi, sarebbe considerato un “delinquente abituale”.
Scorriamo i reati che gli sono stati contestati nei 12 processi che ha subito finora. La sua fortuna è il risultato di evasione fiscale; falso in bilancio; manipolazione delle leggi che regolano il mercato e il risparmio; corruzione della politica (che gli confeziona leggi ad hoc); della polizia tributaria (che non vede i suoi conti taroccati); dei giudici (che decidono dei suoi processi); dei testimoni (che lo salvano dalle condanne). Senza il dominio nell’informazione e il controllo pieno dei media, sarebbe chiaro a tutti che la chiave del successo di B sta nel malaffare, nell’illegalità, nel pozzo nero della corruzione della Prima Repubblica, di cui egli è il figlio più longevo.
Deve farlo dimenticare e deve mentire per tenere in vita la mitologia del fare e il teorema della vittima. È quel che fa per nascondere il passato e salvare il suo futuro. Confondendo privato e pubblico, ora denuncia anche un assalto al suo patrimonio, la sola cosa che ha davvero a cuore. Si lamenta: «Contro di me tentano anche un attacco patrimoniale: a Milano c’è un giudice, di cui potrei dire molto, che ha formulato un risarcimento di 750 milioni per la tessera n° 1 del Pd, De Benedetti, per un lodo a cui la Mondadori fu costretta. È una rapina a mano armata».
Si sa come sono andate le cose. La Cassazione dice colpevoli il giudice Vittorio Metta e gli avvocati Cesare Previti, Attilio Pacifico, Giovanni Acampora (assistono la Fininvest nella guerra di Segrate): hanno barattato la sentenza del 1991 sul cosiddetto “Lodo Mondadori” che, a vantaggio di B, ha sottratto illegalmente la proprietà della casa editrice a De Benedetti (editore di questo giornale). Sono i soldi della Fininvest che corrompono il giudice, ma B si salva per una miracolosa prescrizione.
Per il suo alto incarico (nel 2001 è capo del governo) gli vanno riconosciute – sostengono i giudici – le attenuanti generiche e quindi la prescrizione e non come sarebbe stato più coerente, proprio per le sue pubbliche responsabilità, le aggravanti e quindi la condanna insieme agli uomini che, nel suo interesse, truccarono il gioco. «Corresponsabile della vicenda corruttiva», B con Fininvest deve ora risarcire – come ha deciso la Cassazione – i danni morali e patrimoniali quantificati in primo grado in 750 milioni di €. Troppo o troppo poco, lo dirà il giudice dell’appello che deciderà degli interessi di due privati e non, come vuole far credere l’Imbroglione, di due fazioni politiche.
..Dietro la guerra scatenata contro la magistratura ci sono soli suoi interessi personali. Null’altro. Riforma costituzionale, riforma della giustizia, asservimento del pm al potere politico, che oggi paralizzano la vita pubblica del Paese, sono soltanto gli espedienti ricattatori di B per ottenere un salvacondotto che lo liberi dal suo passato illegale, da una storia fabbricata, oggi come ieri, con l’imbroglio.
..
UNO SU TRE
Viviana Vivarelli

.. e malgrado tutto questo luridume, persiste un italiano su tre che vota Berlusconi!!
In uno dei suoi primi spettacoli a Bologna, Grillo disse la stessa cosa, uno su tre, e così aveva un giornale piegato in mano e contava tra il pubblico: “..uno, due e ..tre!” e giù un colpo di giornale come per atterrare uno stronzo “Uno, due e …tre!”, giù un bel colpo di giornale!
Pensateci! Siamo su un autobus, ci sono 21 persone, sette di quelle votano Berlusconi. Siamo al bar, ci sono 12 persone, 4 di loro votano Berlusconi. C’è da perderci la testa.
Poi apri il televisore, ormai sintonizzato eterno su Lasette e senti la Casellati e ti viene voglia di buttarla con tutto il televisore dalla finestra.
..
Travaglio- Casellati

 

Travaglio ricorda che quando uscì Il Caimano si parlò di insulto a B in quanto, si disse, un presidente del consiglio mai si sarebbe permesso di scatenare tafferugli contro i giudici. Nella realtà è andata anche peggio con B che paga le comparse come a Cinecittà. La Casellati accusa Travaglio di diffamazione e dice che in 17 reati su 22 B è stato assolto, o è stato archiviato. E’ vero che B ha subito molte indagini, ma queste hanno portato alla condanna di quasi tutti gli esecutori delle aziende di B. E non è risultato innocente, come afferma la Casellati, ma colpevole in ben 9 processi, poi ci sono 5 casi in cui ha beneficiato della prescrizione e pure per reati gravissimi, tangenti, corruzione di giudici condannati insieme ai suoi avvocati, 3 falsi in bilancio per 1500 MLD di fondi neri. Questi reati sono così gravi che in qualunque paese del mondo non sarebbe rimasto un minuto di più al potere ma ha goduto sempre di favori, più quelli che si è dato da se stesso. O è stato prescritto o si è annullato i processi depenalizzando il falso in bilancio. Non è risultato innocente, come dice, ha storpiato la legge in modo da cavarsela. Si è incensurato da solo. Ma la Casellati non faceva parlare. Si vantava della sua laurea in giurisprudenza e ignorava che una sentenza in appello è superiore a una in 1° grado. B ha strillato che il processo Mondadori è “una rapina a mano armata”. Ma la rapina armata l’ha fatta lui corrompendo per farsi dare la Mondadori. Tutti i suoi complici sono stati condannati, B no, prescritto, ma la Mondadori se l’è tenuta lo stesso pur essendo il malloppo di un furto. E mentre chiunque paga subito un risarcimento e se in appello ha ragione poi gli vengono resi i soldi. B si è giovato di una surreale sospensione, non ha ancora pagato nulla, si tiene la Mondadori anche se è frutto di un reato, e parla pure di ‘rapina a mano armata’! Ma com’è che ogni ladro restituisce il malloppo e lui se lo tiene?
La Casellati ha avuto la spudoratezza di dire che B è incensurato(che per lei vuol dir innocente) ma Travaglio no! L’indecenza di questa serva fa vomitare!
Ora,i processi a B sono stati per reati gravissimi ‘nel penale’ contro lo Stato e il popolo italiano, per frodi e reati che B ha nascosto, mentre Travaglio è stato denunciato ‘nel civile’ per quello che ha scritto alla luce del sole nei suoi articoli. Il ‘penale’ porta alla galera, il ‘civile’ porta al massimo a un’ammenda
Una delle armi preferite di B è sempre stata la querela, l’ha usata sempre abbondantemente contro i suoi detrattori, a partire da Di Pietro che per 8 mesi non fece che difendersi e scagionarsi.
I suoi giornalisti si sono permessi di scrivere ogni sorta di insulto e di menzogna,pagando poi le penali stabilite dai tribunali per continue diffamazioni. B non si confronta mai a viso aperto coi suoi avversari politici, li diffama, li querela, li caccia quando può, costruisce su di loro dei castelli di accuse fraudolente, dossier infamanti…
Tra i giornalisti contro B,Travaglio è sempre stato il più preciso,informato e acuto e B lo ha attaccato in ogni modo.
Contro quanto dichiarato da quella falsità ambulante della Casellati,risulta che Travaglio sia stato attaccato con ogni sorta di querela per quello che ha scritto,ma nessun procedimento penale si è finora concluso con una sentenza definitiva di condanna. In alcuni processi è stato assolto. In altri non si è arrivati a sentenza perché il querelante ha ritirato la querela.
Per L’odore dei soldi B ha perso la causa ed è stato condannato a pagare le spese processuali. Per l’intervista di Luttazzi idem
Per un articolo su Previti e B su l’Unità lo stesso e per De Piccoli per 2000 milioni di tangente Fiat. Perde e paga Del Noce. Archiviata la causa Geronzi.
Rimessa la querela Socci. La diffamazione a Previti scade perché il giudice non fa a tempo a fare il processo(la Casellati accusa Travaglio anche di questo,se pure la legge l’ha fatta B!).
Ma come si fa ad essere così falsi?

Questa è la parte 2 di Travaglio/Casellati

http://www.youtube.com/watch?v=mpG1E-2Jk-I&feature=iv&annotation_id=annotation_814425

La tipa che è sottosegretario alla Giustizia (ma come si fa a dare una carica alta a una così?) nega che B abbia fatto un comizio davanti al tribunale. Insiste nella tesi delle toghe politicizzata che lo attaccano da quando è sceso in campo. Dimentica che B è sceso in politica proprio per non finire in galera. Dice che non esiste al mondo un pres. del cons. con tanti procedimenti tutti infondati. Casellati dice che la cifra richiesta di ammenda per la Mondadori è spropositata. Sorvola sul fatto che B la Mondadori se l’è tenuta pur avendo commesso un reato gravissimo per aggiudicarsela.
La poveretta dà persino ragione a Maroni nel suo attacco inconsulto all’Europa. Ignora che quando esplosero i Balcani la Germania si vide arrivare 400.000 profughi e in Italia il csx si vide arrivare 350.000 albanesi (e non solo 26.000 tunisini come ora) ma nessuno si comportò strillando nel modo squallido e cialtrone della Lega e facendosi dire dall’Europa che se un paese di 60 milioni di abitanti non riesce a sistemare 26.000 profughi allora non sa governare. Travaglio aggiunge che finora l’Italia si è comportata in modo meschino verso l’Europa, ignorando le sue direttive, e domani il nostro debito peserà sugli equilibri europei. Berlusconi e Tremonti per non parlare dei leghisti hanno sempre snobbato l’Europa. Noi siamo il paese d’Europa che ha meno stranieri, siamo l’undicesimo. Di stranieri ne ha più la Francia, la Spagna la Germnia, l’Inghilterra ma nessuno va a rompere le scatole agli altri
..
Ma la guerra cos’è?
Lidia Menapace

Prima di tutto non è un fenomeno “naturale”: tanto è vero che Ryane Eissler documentò che vi furono nell’Europa primitiva (Ureuropa) almeno mille anni senza guerre.
Non è un evento casuale: tanto è vero che Marija Gimbutas documenta che una particolare forma di ordinamento sociale la evita.
Dunque deve essere un evento che ha cause culturali , storiche, politiche.
Ma a che cosa serve?
E’ forse un evento che risolve i conflitti? una delle tante giustificazioni delle guerre è che tra popoli stirpi classi religioni si aprono conflitti, che si avvitano su se stessi, tanto che non si può fare altro che intervenire con le armi per eliminarli: ma le guerre eliminano i confliggenti uccidendoli , il conflitto rimane, tanto che dà luogo alla ricerca di rivincita.
Un ulteriore passo peggiorativo fu quando Mussolini inventò la “guerra totalitaria” che cioè si svolge su e contro l’intero territorio del “nemico”: le città diventano obiettivi dei bombardamenti e nel giornalismo italiano viene inventato il termine “coventrizzare” (dal nome di un sobborgo di Londra, Coventry, raso al suolo da un bombardamento dell’Aeronautica ,”arma fascistissima”). Del resto gli Alleati non si tirarono indietro: le nostre città furono bombardate senza limiti e da allora in qualsiasi guerra, i civili muoiono più dei militari. La guerra diventa un fatto “totale”. E di incommensurabile capacità distruttiva, con le armi atomiche . Veniamo a sapere ora che gli esperimenti atomici francesi nell’arcipelago di Mururoa di svariati decenni fa stanno ancora inquinando l’oceano non lontano dalle centrali giapponesi colpite da terremoto e tsunami. A questo punto la guerra viene definita nella cultura attuale con l’acronimo M.A.D. (mutual assurance of destruction, mutua garanzia di distruzione) , cioè follia.
Vale molto, per la professionalità di chi l’ha inventata, la definizione di von Clausewitz: “la guerra è la politica continuata con altri mezzi”. E poichè la politica è l’attività che regola il consorzio umano, se la guerra la continua. deve avere lo stesso livello di potere, cioè essere il Potere. E non tollerare limiti: infatti von Clausewitz dice dall’alto della sua prestigiosa cattedra di professore della Scuola di guerra della Prussia (da cui fu rimosso poi perché troppo “moderato”) che chi parla di guerra limitata o mente o non sa che cosa dice. La guerra non tollera limiti se non la sconfitta del nemico. E oggi in più la garanzia di reciproca distruzione o, con altra definizione, di sapere che le bombe atomiche, già stoccate negli arsenali, sono in grado di distruggere 11 volte il pianeta. Questa si chiama aporia, cioè stop al pensiero.
Interessanti novità avvengono alla fine della seconda guerra mondiale, quando si costituisce l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU, che in seguito modifica il suo nome in Nazioni Unite (N.U.). Nella sua Carta, dopo un breve proemio in cui i reggitori dei popoli che la lanciano affermano di aver visto le distruzioni provocate appunto dalla guerra e di voler preservare le future generazioni dal rischio che si possa ripetere tutto ciò, dichiarano che “la guerra è un crimine”. Questa deve essere ritenuta la vigente definizione internazionale di guerra.
Chi lo affermò non era né un’associazione di benefattori, né un collegio di filosofi, né un gruppo di tenere fanciulle: si chiamavano Truman, Churchill, De Gaulle, Stalin, Mao, cinque uomini di ferro, che ne avevano viste e fatte di ogni colore. Infatti non si limitano a fare una nobile affermazione, ma ne deducono -da statisti quali erano- che se è un crimine per tenerla sotto controllo reprimerla evitarla ecc. occorre una polizia internazionale con proprio specifico addestramento, una magistratura, un codice. Invece di tutto ciò si avviò la “guerra fredda” e le relazioni internazionali si rimisero sui vecchi binari delle definizioni ipocrite e non limpide.
Se di fronte all’attuale crisi internazionale che ci ha fatto assistere in pochi anni al disastro del petrolio nel golfo del Messico, al terremoto e tsunami in Giappone con i pericoli delle centrali, alla scoperta che l’oceano vicino alle centrali è ancora inquinato dagli esperimenti francesi di Mururoa, ai venti che stanno spingendo la nube radioattiva verso l’Europa, sta arrivando in Islanda, sarà presto sulla Francia ecc. , alle rivoluzioni magrebine, alla crisi libica (senza contare Yemen Siria ecc. che si preparano), se dunque di fronte a tutto ciò non ci mettiamo a prerarare alla svelta una alternativa, ben presto non potremo più fermare la barbarie che la crisi produce. Non si può tacere, e lasciare il futuro nelle mani di governi corrotti, politici ignoranti e finanze che prosperano sulle sciagure e imprese che nascondono le condizioni degli impianti nucleari o dei pozzi sottomarini per non rimetterci nei profitti. Sarebbe da stupidi irresponsabili. E’ un lusso che non possiamo permetterci: tutti e tutte noi che non abbiamo potere, né soldi, né mezzi di comunicazione di massa, mettiamo dunque in gioco la nostra ragione, volontà, tenacia, generosità, come facemmo quando era necessario non cedere a Hitler e a Mussolini, sennò siamo corresponsabili della barbarie presente, anche se fossimo tutti e tutte il meglio della cultura arte e bellezza: tutto si offuscherebbe, appassirebbe, marcirebbe. La crisi capitalistico-patriarcale, strutturale globale produce barbarie: noi vogliamo un altro mondo possibile: “Se non ora, quando ?”
..
Beppe Grillo e il nucleare

L’orologio dell’apocalisse fu messo in carica nel dopoguerra alle ore 23.53. A mezzanotte in punto il mondo sarebbe finito a causa di una guerra nucleare. Il tempo comune non esiste per la distruzione dell’umanità. Oggi l’orologio segna le 23.54, sei minuti a mezzanotte. In un solo caso arrivò a un minuto dagli ultimi rintocchi, durante la crisi dei missili di Cuba del 1962, ma la soluzione della crisi fu così veloce che l’orologiaio non fece in tempo a spostare la lancetta in avanti.
Dal 1945 ad Alamogordo, nel New Mexico, dove avvenne il primo test nucleare sono state fatte esplodere più di duemila testate nucleari nel mondo. Le prime due hanno precorso i moderni aiuti umanitari in Iraq e in Afghanistan. La Storia ci ha infatti insegnato che Hiroshima e Nagasaki con le loro centinaia di migliaia di vittime civili (soprattutto donne e bambini) servirono per evitare un numero più alto di caduti tra i militari americani per la conquista del Giappone. Un sacrificio necessario.
Le testate nucleari sono come le caramelle e i “test” sono proseguiti un po’ ovunque dalle isole del Pacifico, predilette da Francia e Stati Uniti, alle regioni interne dell’Asia, mete nucleari della Cina e dell’Urss, ma anche dalla Gran Bretagna che ha nuclearizzato alcune remote regioni australiane. Nel dopoguerra i terrestri si sono bombardati da soli, senza riuscire a distruggersi. Visti da qualche civiltà aliena sembriamo lemming tenaci che si buttano a ripetizione in un precipizio. Siamo sopravvissuti alle bombe atomiche, ma l’orologio dell’apocalisse non poteva prevedere che la fine dell’umanità potesse avvenire per il nucleare civile, il cosiddetto “nucleare buono”. Ci sono circa 500 centrali nel mondo. Gli incidenti sono stati migliaia, i più importanti Three Mile Island, Chernobyl e Fukushima. Con l’aumento delle centrali aumenta il numero di incidenti per un semplice calcolo delle probabilità. Il prossimo incidente potrebbe essere l’ultimo. Ogni centrale sposta la lancetta in avanti di qualche secondo. Ogni tensione internazionale aumenta le possibilità di atti terroristici contro gli impianti nucleari. Durante l’ultima guerra mondiale non esistevano centrali nucleari, altrimenti non saremmo qui. Chi proteggerà le centrali in caso di conflitto?
L’orologio dell’apocalisse va fermato. Quando una guerra finisce, si può ricominciare, ma dopo Chernobyl la vita per un territorio immenso è finita per sempre.
Esiste un’associazione, La Rondine (info@larondine.it), che aiuta i bambini che vivono in Bielorussia a sfuggire almeno per qualche mese all’anno alle radiazioni che persistono dopo 25 anni anche all’esterno dell’area vietata di 30 km di diametro. I bambini possono essere ospitati da una famiglia italiana durante l’estate. E’, come descritto nel video da Sergio Bollini, un’esperienza che ti cambia la vita.
..
Claudio segnala
FOLLIE

Nell’esaurirsi delle risorse energetiche conosciute, il mondo avrebbe bisogno di una scoperta scientifica sensazionale che crei forze nuove nell’economia del mondo. Ma proprio a questo punto le scelte politiche vanno in senso opposto
E’ stata scoperta dai ricercatori del Fermilab una nuova particella o,forse,una nuova forza sconosciuta.
Potrebbe essere la scoperta più grande degli ultimi 500 anni .
Il Fermilab è un laboratorio americano,presso Chicago, dedicato a Fermi, dotato del Tetravon, il 2° più potente acceleratore di particelle elementari del mondo dopo quello di Ginevra.
L’ipotesi della nuova particella è stata avanzata in seguito all’analisi di 10.000 collisioni protone-antiprotone realizzate al Tevatron, dove in circa 250 casi i risultati della collisione appaiono anomali,non in linea con le teorie sulle particelle elementari e le forze che le governano. Gli elettroni e le particelle pesanti come i bosoni W non si comportano come dovevano.
“In 250 casi,ben più di quanto ci aspettavamo,l’energia totale dei getti si è attestata attorno ai 144 MLD di elettronvolt, come fossero i prodotti di decadimento di una particella insospettata”.
“Non si tratta del fantomatico bosone di Higgs:è l’unica cosa di cui siamo certi”
L’aspetto aberrante della scoperta è che il Tevatron verrà presto “spento”, perché sono esauriti i fondi per tenerlo in vita, mentre Obama preannuncia il più grande taglio ai fondi pubblici mai fatto in USA e, chiudendo l’acceleratore, nega la promessa che aveva fatto alla sua elezione di finanziare la ricerca.
L’elezione di Omaba e i suoi discorsi preliminari destarono nel mondo un’onda di speranza, come se finalmente un uomo nuovo fosse sorto in USA per iniziare un mondo nuovo. Fu sull’eco di quella speranza che i saggi di Stoccolma gli dettero precocemente il Premio Nobel, troppo presto e presto tradito dai tagli successivi e dalle guerre e dall’occupazione irachena e afgana e, ora, libica.
Ma com’è che i fondi per le guerre non finiscono mai?

Sposetti chiede più soldi ai partiti

Ma vaffanculo anche Sposetti!
Delinquenti senza pudore
Ma chi è è questo Ugo Sposetti?
Tesoriere del Pd, deve aver molto sofferto per i finanziamenti che dopo tangentopoli e con Putin confluiscono meno nelle casse del partito
e hanno avuto anche il coraggio di farlo senatore!
Non gli bastano i soldi degli sponsor o le feste dell’Unità? non gli giovano quelli come D’Alema che furbamente ha fatto una Fondazione? Non gli basta che i partiti abbiano calpestato la volontà referendaria del popolo italiano che ha detto NO ai finanziamenti pubblici ai partiti? Non gli basta che organismi come le Coop versino la loro quota al partito e che i parlamentari Pd diano metà dei loro emolumenti? Ma che altro vuole lo sfacciato? Il Pd lo ha negato ma dovrebbe licenziarlo!
..
ODIO SOCIALE
Viviana Vivarelli

Con un misto di incredulità e orrore ho sentito le squallide e disumane telefonate dei leghisti a Radio Padania. UNANIMI!! Fieri di dichiararsi razzisti e di sputare il loro odio contro i migranti, in un desiderio osceno di morte, di distruzione, di barbarie! Non diversi da quei nazisti o comunisti che uccidevano con i pogrom i capri espiatori sociali, o li chiudevano nei lager o nei gulag, belve che oggi stesso farebbero fuori con gioia altri esseri umani, belve che si credono uomini e che impestano l’Italia, belve che somigliano a quell’indegno Castelli che oggi dice: “Non spariamo, PER ORA! Ma potremo dover usare le armi!”
E sarebbe questa la gente che difende il crocefisso e le radici cristiane?! Ma di quale crocefisso stanno parlando? Di quello capovolto di Satana?
Che cosa è successo a questo disgraziato paese? Come possiamo permettere che gente di questa risma sia al governo o parli per radio e manifesti pubblicamente una violenza viscerale che fa schifo e ribrezzo? Siamo governati da una banda di corrotti e venduti, spalleggiata da una cricca di nazisti! Non stanno distruggendo solo le leggi, non vogliono far fuori solo la Costituzione e la democrazia, stanno violentando il popolo italiano aizzandolo alla disumanità e alla ferocia. Come possiamo tollerare tutto questo?
Sono stata a Londra e a Manchester, l’Inghilterra è un crogiolo di gente di tutti i paesi del mondo, ma il razzismo è messo all’indice, è un reato. Nell’ufficio di mia figlia un impiegato fu licenziato in tronco perché aveva trattato con disprezzo l’inserviente pakistana. Nelle chiese cattoliche e protestanti sono affissi manifesti contro il razzismo in cui è indicato un numero di telefono con cui denunciare immediatamente qualsiasi episodio razzista. Questo è ciò di cui le chiese inglesi si preoccupano, non solo per un principio fondamentale cristiano ma per lo stesso ordine sociale. Che cosa fa da noi la Chiesa di Roma? Che cosa ha intenzione di fare contro questo odio sociale
..
Lalla segnala
Io, inflitrato nella claque di B.
Massimiliano Mesenasco

Uno studente di sociologia si mescola al ‘popolo del premier’ di fronte al Palazzo di Giustizia di Milano. Scoprendo i meccanismi di una messinscena che non ha niente di spontaneo. Con tanto di “premi” e “incentivi” che vengono elargiti ad anziani e disoccupati per stare lì quattro ore esatte e poi spostarsi ai comizi della Moratti

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/io-inflitrato-nella-claque-di-b/2148992
..
Cifre aberranti

Sentir dire in tv che i morti a Chernobil furono 65 è cosa da corte marziale.
Ho letto che i morti nel tempo sono stati 300.000 soprattutto cancro al tiroide.
Amnesty li stima in 200.000 nell’arco di 80 anni ma potrebbero essere stati 6 milioni.
A Chernobil non ci fu né tsunami né terremoto ma errore umano. Il reattore era costruito da tre anni. Durante un test definito “di sicurezza”, furono paradossalmente violate tutte le regole di sicurezza e di buon senso portando ad un brusco e incontrollato aumento della potenza (e quindi della temperatura) del nocciolo di un reattore: si determinò la scissione dell’acqua di refrigerazione in idrogeno ed ossigeno a così elevate pressioni da provocare la rottura delle tubazioni di raffreddamento. Il contatto dell’idrogeno e della grafite incandescente con l’aria innescò una fortissima esplosione e lo scoperchiamento del reattore. Una nube di materiali radioattivi fuoriuscì e ricadde su vaste aree intorno che furono pesantemente contaminate,rendendo necessaria l’evacuazione e il reinsediamento in altre zone di circa 336.000 persone. Nubi radioattive raggiunsero anche l’Europa orientale,la Finlandia e la Scandinavia con livelli di contaminazione via via minori, raggiungendo anche altri paesi fino alla costa orientale del Nord America
Nessuno saprà mai quanto disastrosi furono gli esiti perché le lobbie nucleariste hanno sempre impedito una statistica attendibile dei morti, per timore di innescare nelle popolazioni il rifiuto del nucleare che avrebbe rovinato i loro affari.
Se ora si ricomincia con la disinformazione televisiva vuol dire che questi scellerati sono intenzionati più che mai a installare in Italia il nucleare dopo le amministrative.
Sia maledetto Berlusconi! Sia maledetta la Lega!
Il danno che stanno facendo all’Italia è senza fine.
..
Un racconto di fantascienza. Razza di deficienti
Asimov

Naron, dell’antichissima razza di Rigel, era il quarto della sua stirpe che teneva i registri galattici.
Aveva un libro grande, con l’elenco delle innumerevoli razze di tutte le galassie che avevano sviluppato una forma d’intelligenza, e quello, notevolmente più piccolo, nel quale erano registrate tutte le razze che, raggiungendo la maturità, venivano giudicate adatte a far parte della Federazione Galattica.

Nel registro grande erano stati cancellati molti nomi: erano quelli di popoli che, per una ragione o per l’altra, erano scomparsi. Sfortuna, difetti biochimici o biofisici, squilibri sociali avevano preteso il loro pedaggio. In compenso, nessuna annotazione era mai stata cancellata dal libro piccolo. Naron, grande e incredibilmente vecchio, guardò il messaggero che si stava avvicinando.
“Naron!” disse il messaggero. “Immenso e Unico!”
“Va bene, va bene, cosa c’è? Lascia perdere il cerimoniale.”
“Un altro insieme di organismi ha raggiunto la maturità.”
“Benone! Benone! Vengono su svelti, adesso. Non passa un anno senza che ne salti fuori uno nuovo. Chi sono?”

Il messaggero diede il numero di codice della galassia e le coordinate del pianeta al suo interno.
“Uhm, sì” disse Naron, “conosco quel mondo.”
E con la sua fluente scrittura prese nota sul primo libro, poi trasferì il nome sul secondo, servendosi, come di consueto, del nome con cui quel pianeta era conosciuto dalla maggior parte dei suoi abitanti.
Scrisse: ’terra’.

“Queste nuove creature” disse poi, “detengono un bel primato. Nessun altro organismo e’ passato dalla semplice intelligenza alla maturità in un tempo tanto breve. Spero che non ci siano errori.”
“Nessun errore, signore” disse il messaggero.
“Hanno scoperto l’energia termonucleare, no?”
“Certamente, signore.”
“Benissimo, questo e’ il criterio di scelta.”
Naron ridacchiò soddisfatto.
“E molto presto le loro navi entreranno in contatto con la Federazione.”

“Per ora, Immenso e Unico” disse con una certa riluttanza il messaggero, “gli osservatori riferiscono che non hanno ancora tentato le vie dello spazio.”
Naron era stupefatto. “Proprio per niente? Non hanno nemmeno una stazione spaziale?”
“Non ancora, signore.”
“Ma se hanno scoperto l’energia atomica, dove eseguono le loro prove, le esplosioni sperimentali?”
“Sul loro pianeta, signore.”
Naron si drizzò in tutti i suoi sei metri di altezza e tuonò:
“Sul loro pianeta?”

Si’, signore.”
Lentamente Naron prese la penna e tracciò una linea sull’ultima aggiunta del libro piccolo. Era un atto senza precedenti, ma Naron era molto, molto saggio e poteva vedere l’inevitabile meglio di chiunque nelle galassie.
“Razza di deficienti!” borbottò.

.
RIDIAMARO : – )

Luttazzi.it

Il ministro Fazio ha mangiato un piatto di sushi per dimostrare che in Italia non ci sono rischi per la salute. E questo è niente: domani Veronesi si farà l’aerosol con l’uranio. (Albert Huliselan Canepa)
..
Bocassini sulle infiltrazioni mafiose al Nord: “Non si fermano gli incendi, i danneggiamenti alle betoniere, le violenze e le intimidazioni nei cantieri. Ma gli imprenditori non denunciano. C’è un tessuto della nostra imprenditoria che ha interesse a fare affari con la criminalità organizzata. Quindi, non denuncia per convenienza”. (Repubblica.it, 1 febbraio 2011)

2. Governatore Draghi: «In Lombardia avanzano le mafie». (Corriere.it, 12 marzo 2011)

3. Formigoni: “Lombardia mafiosa? Vendola si droga”. (Leggo.it, 25 marzo 2011/Pietro Senatore)
..
Spinoza
.
Guerra alla Libia. Hanno un po’ rotto con queste celebrazioni.
.
Tripoli è sotto attacco. Sta’ a sedere nonno, dove cazzo vai!
.
La Lega Araba critica i raid aerei: “L’anno scorso erano più belli”.
.
L’Italia mette a disposizione le sue basi americane.
.
L’Italia è pronta a usare contro Gheddafi tutto quello che non è riuscita a vendergli.
.
L’Italia fornirà mezzi, uomini, ominicchi e quaquaraquà.
.
Il premier: “Sono addolorato per Gheddafi”. Compragli una Smart.
.
La Russa: “Aerei pronti in 15 minuti”. Sono i nuovi caccia Findus.
.
Il premier rassicura: “I missili libici non possono raggiungere l’Italia”. L’esperto ballistico.
.
Decollano dall’Italia aerei completamente invisibili. Noti anche come aerei a progetto.
.
“L’Italia è traditrice” ha detto Gheddafi riferendosi a una qualsiasi guerra dell’ultimo secolo.
.
I sostenitori di Gheddafi sventolano fazzoletti verdi. Anche là gli idioti si riconoscono così?
.
Ieri Medvedev ha criticato Putin. A proposito di insorti…
..
Pietro
Emma Marcegaglia:«Noi imprenditori ci sentiamo soli»…
Compratevi un cane…!
..
Stefano
Maroni:”Che senso c’ha restare in Europa?”
Ma perché tu e i tuoi accoliti non andate a fare i deficienti da un’altra parte?
..
…se poi i leghisti in Europa dovessero essere più di 200 Maroni può sempre invocare lo tsunami umanitario!

Ma poi….si sono trovate 500 ragazze pronte a fingere una conversione islamica per contentare Gheddafi, non si riesce a trovarne 500 pronti a fingere una conversione all’innocenza di Berlusconi?

E’ proprio vero che di questi tempi senza lavoro, si può fingere qualsiasi cosa!
..
Un consiglio al Cavaliere: se a battergli le mani davanti al tribunale assolda anche gli 8000 tunisini che ha sparso per la penisola, possono battergli le mani ancora più forte e a meno prezzo

A cosa è ridotto Berlusconi? Peggio delle vacche di Mussolini! Compera deputati in Parlamento, compera giudici, compera testimoni, compera mignotte, compera falsi amici, compera persino chi gli batte le mani in piazza! Mai la sua popolarità è scesa tanto in basso! Ha la popolarità di un mercante di suk che paga più degli altri e che senza i suoi soldi non varrebbe una cicca andata a male!
Senza tutto questo mercato, cosa gli farebbero? Gli sputerebbero in faccia?
..
In ogni paese c’è una percentuale di idioti criminali, che sono razzisti, xenofobi, propagatori d’odio, amanti della guerra, potenzialmente omicidi.
In un paese sano questa percentuale finisce in galera o in clinica psichiatrica.
In un regime dittatoriale di dx o di sx questa percentuale va al potere
Non per niente un decimo di questa Italia avrebbe fatto volentieri un monumento a Rosa e Olindo, non occorre che dica questo decimo chi sia.
VV
..
Homo habilis
Homo rudolfensis
Homo georgicus
Homo ergaster
Homo erectus
Homo antecessor
Homo heidelbergensis
Homo neanderthalensis
Homo floresiensis
Homo sapiens
Homo berluscones (nano)
Homo gasparris
Homo trota
…Pare che l’evoluzione sia finita.
Charles Bukowski
..
Contro Belpietro nessun attentato: è nato così. (nico donisi)
.
Berlusconi: “Difficile non fare leggi ad personam.”
2. Berlusconi: “Difficile rispettare la legge.” (Davide Rossi)
.
Ruby: “Davo il culo a Silvio perché non andasse a puttane”. (Francesco Turri)
.
Berlusconi: “Ho dato soldi a Mills per non farlo prostituire”. (nico donisi)

Microsatira da fuoriradio.com

Maroni: “I minori sbarcati a Lampedusa non saranno rimpatriati”. Le minorenni andranno ad Arcore, i minorenni in Vaticano.
.
Berlusconi:”Ho dato soldi a Ruby per un depilatore laser”. Per perdere il pelo ma non il vizio.
.
Berlusconi: “Con Ibrahimovic ho buttato via soldi”. Avrebbe potuto pagare migliaia di ragazze perché non si prostituissero.
.
Berlusconi: “Chi porta la barba è come se vo¬lesse celare qualcosa”. E chi copre la testa con capelli finti?
.
Berlusconi: “Pagavo Ruby perché non si prostituisse”. Che puttanata.
.
Berlusconi: “Ci vuole una nuova architettura costituzionale”. La Cupola mafiosa.
.
Giappone: nuova scossa di forte intensità. Radio Maria: “Dio ha ancora qualche altro sassolino da togliersi”.
.
Padre Lombardi: “il Papa segue con passione le vicende dei migranti”. E’ il suo telefilm preferito
.
Processo Ruby, prima udienza conclusa in 7 minuti. Erano solo i preliminari.
.
Rita Dalla Chiesa: “Ora mi insultano anche per strada”. Ha raggiunto la popolarità di Berlusconi.
.
Berlusconi oggi in Tunisia. Cerca una villa ad Hammamet.
.
Berlusconi ha pronta una nuova barzelletta su donne e sesso. La racconterà ai giudici del processo Ruby.
.
Berlusconi disse: “Tra 48-60 ore niente più immigrati a Lampedusa”. Dice anche di durare ore a letto.
..
Andrea
Berlusconi: “Pagai per non farla prostituire”.Tra poco dirà pure che la metteva “a pecora” per farla addormentare.
..
Ilpeggio
Immigrati, strappo di Maroni: “Perché restare nella UE?” Non so, frodare altre quote latte?
.
Baku
“La paura del nucleare è immotivata: si sa che nessuno vorrebbe mai costruire centrali pericolose solo per guadagnare immense quantità di soldi.”
.
IL BARZELLETTIERE IN AULA:
B.: Lei è quello cattivo
P.M. (De Pasquale): Si contenga
B.: E lei si contenga,con le accuse!
P.M. :Le accuse sono il mio mestiere, le battute no!
..
Berlusconi: “Ho dato soldi a Ruby per non prostituirsi”. E’ lei che ha frainteso. (Ciro Greco)

Ruby: “Davo il culo a Silvio perché non andasse a puttane”. (Francesco Turri)

Ruby: “Mi prostituivo per non prostituirmi”. (Davide Rossi)

Berlusconi: “Ho dato soldi a Mills per non farlo prostituire”. (nico donisi)

Berlusconi su Ruby: “Le davo soldi per non farla prostituire”. E poi se la portava a letto per non farle perdere la verginità. (Marco Mogiani)

Berlusconi: “Davo soldi a Ruby per non farla prostituire”. E io ti do dello stronzo per non insultarti. (Niccolò Dionisi)
..
Intelligenza vo cercando
Flavio Tosi: “Sull’immigrazione gli elettori della Lega non sono arrabbiati con la Lega, ma con chi è al governo”.
Vedete? Noi non abbiamo la fissione nucleare. Abbiamo quella cerebrale.
..
“Ho fondato un centro d’accoglienza che toglie innanzi tutto le prostitute dalla strada, poi dà loro un tetto, chiaramente del cibo e soprattutto la cosa più importante: il rispetto di sè. Ovviamente è stato difficilissimo trovare fondi per questo progetto. Così abbiamo pensato ad una soluzione per guadagnare i soldi necessari per pagare le spese. L’idea l’hanno avuta le ragazze stesse: tre notti a settimana vanno sui viali, offrono sesso a pagamento e poi girano i soldi al nostro centro. Il piano funziona che è una meraviglia.” (“La Soluzione”, sketch tratto da DECAMERON di Daniele Luttazzi)

..poi è venuto il piano Berlusconi per le ragazze di strada
Anche quello funziona che è una meraviglia
Tornano pure vergini
E’ per questo che la promessa di fare un ospedale per bambini ci terrorizza
..
luttazzi.it
Sventato attentato chimico nel metrò di Londra. L’operazione è stata sventata grazie alle intercettazioni.
Arresti Crotone, i killer incastrati dalle intercettazioni.
Omicidio Di Meo, 61enne incastrato da un’intercettazione.
Clinica degli orrori Santa Rita. Lesioni gravissime a 45 pazienti e operazioni inutili con 4 morti per aumentare il fatturato. Sventati i crimini di 14 persone grazie alle intercettazioni.
5. Berlusconi: “In un paese serio le intercettazioni non hanno alcuna affidabilita’ e non possono essere portate come prova in un processo ne’ dall’accusa ne’ dalla difesa”
.
Tasse al nord, Polo e Lega contro Rutelli: “Evasione? Accuse da falsario.”
2. Evasione fiscale, Lombardia al top nel 2010 scovati più di 8 miliardi.
.
1.L’Associazione italiana nucleare (Ain) rassicura sui rischi dell’atomo: “A Fukushima è tutto a posto”.
2.Giappone, governo: “Forse Fukushima come Chernobyl”.
..
..come se l’evasione fiscale più alta d’Italia non bastasse..
Tremonti: “Sgravi fiscali a chi investe a Milano”
La ‘ndrangheta: “Be’, grazie!” (Augusto Rasori)
..
Quiproquo
B in tre mesi avrebbe fatto sesso con Ruby 14 volte
Voleva convertirla alla castità, ma continuava a parlarle in egiziano
..
Ma era per convincerla a prostituirsi che la chiamava ‘culo’?
..
Mi dispiace solo che Travaglio non abbia chiesto chiarimenti alla Casellati
Mica per niente, per sentire cosa si inventava
..
Eppure per Ghedini era facile scagionare Berlusconi per il sesso con una minorenne
Bastava dire che Berlusconi era solo l’utilizzatore finale!
..
Mubarak ha detto che contro di lui un’ondata di diffamazione
Non è vero che ha rubato al suo paese per arricchire sé e la sua famiglia
Anche lui si fa processare di lunedì?
..
http://masadaweb.org

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: