Nuovo Masada

ottobre 28, 2010

MASADA n° 1215. 28-10-2010. L’ennesima beffa

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 8:07 pm

La beffa del Lodo Alfano – La Beffa delle discariche – La beffa di Marchionne – Il caso Ruby – Gazzarra razzista – Biutiful cauntri – Comma 22- Le scorte dei politici –

Giorgia Vezzoli ci manda dal suo sito Vita da streghe:

Inauguriamo la rubrica Poetry Attack riproponendo un “cult” pubblicato a suo tempo anche da sito de Il Corpo delle Donne:
http://vitadastreghe.blogspot.com/search/label/poesia

NON AL POTERE MA A CHI LO NUTRE

Il potere è tale solo se al suo cospetto
si radunano le nostre intelligenze.

Non inchinate i vostri talenti a quanti
li consumeranno per il proprio gozzoviglio.

Non mercificate di padrone in padrone
ciò che non può essere passato di mano in mano.

Non permettete che i compromessi
smarriscano il confine fra la necessità di sopravvivere
e la cupidigia di accumulare a discapito dell’altro.

Se di rado è possibile decidere del proprio talento,
sempre si può scegliere il limite entro il quale sottometterlo.

In un mondo dove ciascuna eccellenza si offrisse
non al servizio dell’uno ma dell’umanità tutta,
il potere perderebbe la radice del proprio sostentamento
in favore di una diffusa possibilità di esistere,

che voi negate,
sovente a voi medesimi.

Immondizie
Viviana Vivarelli

Le notti viziose del presidente, i suoi harem, il bunga bunga o sesso anale, la storia della bellissima minorenne marocchina liberata dalla sua igienista dentale quando era in stato di fermo per il furto di 3000 euro, i 30.000 regalati alla medesima, l’intromissione del ruffiano Lele Mora che segue come un’ombra Berlusconi fornendogli donne sempre fresche, donne che animano, nude e bendisposte, quelle sue orge in cui il premier è solo con 20 femmine lascive o con Fede, i gioielli regalati, tutto quel giro di donne parlamentari, donne ministro, donne giornaliste, veline, miss……che alimentano mille pettegolezzi, rovinando definitivamente l’immagine del governo italiano nel mondo…
L’incredibile e oscena storia dell’uomo che non ha tempo per governare l’Italia e che manda a spasso il parlamento per 20 giorni “perché non c’è niente da fare”, mentre due anni di governo sono stati sprecati in un nulla di fatto pesantissimo, un nulla per soccorrere la crisi, un nulla per diminuire la disoccupazione, un nulla per risolvere un qualsiasi problema dalla giustizia ai rifiuti, dalla sanità agli sprechi, due anni con un governo nullafacente e un parlamento nulla proponente, con un paese allo stremo, dipendente dall’equipe di avvocati che tentano sempre nuovi trucchi legislativi per salvare il premier dai suoi processi e metterlo in una posizione di totale impunità, mentre il paese viene tirato per il naso per mesi dalla casa di Montecarlo o dalle finte baruffe con Fini o dal delitto di Avetrano.
E noi andiamo più giù, sempre più giù.
..

http://www.repubblica.it/politica/2010/10/28/news/davanzo_ruby-8503315/?ref=HREA-1

Dopo la festa di Casoria e le rivelazioni degli incontri con Noemi Letizia allora minorenne, dopo la scoperta della cerchia di prosseneti che gli riempie palazzi e ville di donne a pagamento, come Patrizia D’Addario, questo nuovo progressivo disvelamento della vita disordinata del premier, e della sua fragilità privata, ripropone la debolezza del Cavaliere. Il tema interpella, oggi come ieri, la credibilità delle istituzioni. Il capo del governo è ritornato a uno stile di vita che rende vulnerabile la sua funzione pubblica. Le sue ossessioni personali possono esporlo a pressioni incontrollabili.
Qualsiasi ragazzina o giovane donna che ha frequentato i suoi palazzi e ville e osservato le sue abitudini può, se scontenta, aggredirlo con ricatti che il capo del governo è ormai palesemente incapace di prevedere. Dove finiscono o dove possono finire le informazioni e magari le registrazioni e le immagini in loro possesso (Ruby racconta che spesso “le ragazze” fotografavano con i telefonini gli interni di Villa San Martino)? Quante sono le ragazze che possono umiliare pubblicamente il capo del nostro governo? È responsabile esporre il presidente del Consiglio italiano in situazioni così vulnerabili e pericolose per la sicurezza dell’istituzione che rappresenta?”

IL CASO RUBY

Una ragazza ruba. Viene fermata per furto. Arriva una perentoria telefonata da Palazzo Chigi che dice, mentendo, che la ragazza è la nipote del presidente egiiziano Myubarak. I solerti membri della questura la liberano immantinente e la consegnano all’emissaria di Berlusconi. Oltre tutto la ragazza è una minore scappata da casa e non si sa chi dovrebbe occuparsene. Si dice che Lele Mora le ha trovato una famiglia, ma Lele Mora è uno che avvia le ragazze alla prostituzione, e colui che la libera è uno che l’ha pagata per prostituzione. Costui esige un Lodo che garantisca l’impunità a se stesso. Ma evidentemente esige l’impunità anche per le sue amanti, le sue protette, i suoi compari, i membri delle sue cricche, i suoi ministri, i suoi parlamentari, i suoi coordinatori regionali, i suoi ruffiani… E trova sempre persone compiacenti appartenenti alle istituzioni che gli si inchinano davanti: magistrati, giudici dell’Alta Corte, Guardia di Finanza, Testimoni, membri della polizia, cardinali, colonnelli dell’esercito…
Che paese è diventato mai questo sotto la coda biforcuta di Berlusconi?
..
La questura nega che vi sia stato alcun trattamento di favore. Ma la telefonata di intercessione è stata confermata. Il caso qui si chiude,
Berlusconi scansa le domande: “Ho fatto quel che ho fatto perché sono una persona di cuore. Ho aiutato una ragazza in difficoltà. Queste sono immondizie mediatiche, io mi occupo di immondizie vere”.
..
Articolo 600 del codice penale:
prende da 6 a 12 anni di carcere chi compie atti sessuali contro una persona minore di 18 anni quando l’atto sessuale è avvenuto dietro compenso.
Ugualmente è punito con la reclusione da 6 a 12 anni chi favorisce o sfrutta la prostituzione di persona minore di 18 anni.

Qualcuno metterà in carcere Berlusconi, o Lele Mora o Emilio Fede?
Quante persone sono già coperte da Lodo Alfano?
.
.. e invece..
..
Siamo diventati la repubblica del Bunga Bunga, In qualsiasi altro paese un premier che si comportasse con tanto sprezzo della legge e tanto dipotismo sarebbe cacciato a calci nel sedere.
..
Peter Gomez

Un paese ha bisogno di un premier che lo governi, non di un premier da bunga bunga.
Ora accadrà che altre persone del Pd lo abbandoneranno. Atti come questo rendono la sua fine più vicina.


TERZIGNO

Viviana Vivarelli

ATTENZIONE!!!
A Terzigno in queste ore stanno perquisendo le case dei manifestanti e stanno imponendo lo stato di fermo che impedisce loro di partecipare ai cortei e ai presidi.
Imbavagliare il dissenso è anticostituzionale e non può esistere in una democrazia, in quanto fa parte degli abusi e dei soprusi dei regimi dittatoriali.
L’articolo 18 della costituzione dà ai cittadini il diritto di associarsi liberamente per scopi che non siano reati (e difendere la propria vita non solo non è un reato ma è il primo imperativo di ogni essere umano).
Imbavagliare il dissenso contrasta l’articolo 21 della costituzione che dà ai cittadini il pieno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero.
Questo governo fa più schifo ogni giorno!
Vuole imbavagliare il dissenso, rendere i cittadini schiavi, calpestare i loro diritti, oscurare l’informazione, falsificare i fatti, negare che la giustizia debba essere uguale per tutti e che la sovranità sia un potere del popolo.
Questo governo è iniquo e pericoloso.
Ogni giorno diventa più iniquo e intollerabile!
E si deve abbatterlo!
..
L’ENNESIMA BEFFA

Verso la discarica Sari
Da giorni decine di poliziotti e carabinieri difendono con scudi e manganelli, e con i propri corpi, una discarica d’immondizia. Centinaia di manifestanti impediscono l’accesso dei camion alla discarica: fino a pochi giorni fa, il flusso, era di circa 150 mezzi al giorno. La gente è stanca, davvero stanca. Oggi siamo riusciti a varcare il cordone di polizia che blocca l’accesso alla discarica Sari: un’intera palazzina, a metà strada, ha le persiane chiuse ed è completamente disabitata. “I proprietari”, ci raccontano, “hanno provato ad affittare gli appartamenti a meno di 200 euro al mese. Nessuno ha accettato l’offerta”. La strada è dissestata, una frattura lunga decine di metri, profonda almeno venti centimetri, spacca in due la carreggiata: nessuno ha pensato di mettere in sesto questo tratto che conduce i camion alla discarica. Lo scenario è desolante: “Questo era un vigneto”, continuano a spiegarci, “il proprietario ha estirpato le vigne e come vedi ora è tutta vegetazione spontanea”. La distanza tra la discarica e le abitazioni è minima: in linea d’aria, nel raggio di un paio di chilometri, trovi le abitazioni popolari. Quelle dove la notte, poi, si consumano gli scontri.
(liberamente tratto da “ilFQ”)
(segnalato da Cettina)
..
GAZZARRA RAZZISTA
Viviana Vivarelli

Anche in questa situazione immonda dalla discarica di Terzigno abbiamo assistito all’indegna gazzarra del razzismo del Nord contro il meridione,
La pretesa di certi “Nordisti” di essere superiori al Sud, il loro sforzo per mantenere una xenofobia interna, la loro insistenza sul voler avere ragione contro ogni evidenza sarebbero ridicole se non fossero pietose.
Si continua a insultare il Sud trascurando i fatti,come se “il più grosso incineritore” d’Europa esistesse anche a Varese invece che ad Acerra,come se “la più grande discarica” d’Europa esistesse anche ad Arcore e non a Terzigno.
Si difendono a spada tratta gli imprenditori del Nord come “onesti”, attaccandosi al fatto che i camion di rifiuti tossici fossero guidati da camorristi come se “gli utilizzatori finali” fossero con ciò istantaneamente scagionati.
Si continua a dare ai campani di ladri come se 300 Miliardi di evasione fiscale fossero dovuti ai cafoni napoletano e non ai grossi magnati e imprenditori del Nord con tanto di commercialisti nefasti al seguito, come danno vigoroso esempio lo stesso presidente del consiglio e le sue cricche del malaffare!
Si finge che “il governo dell’emergenza” non sia stato preteso e voluto non solo dalla criminalità organizzata ma dalla politica sporca, da tutti quelli che utilizzano vie illecite per avere voti, eludere la legge, evadere il fisco e massimizzare i profitti in modi ignobili, e come proprio sul mantenimento di una “emergenza eterna” non prosperino le Grandi Opere e tutte le cricche di imprenditori e politici disonesti che possono, così, eludere le leggi e farla in tasca al cittadino.
Quello che molti si rifiutano ostinatamente di capire è che questo paese non è in eterno stato di emergenza per problemi di territorio o di contingenza, ma per la precisa volontà criminosa di cricche che grazie allo stato di emergenza possono lucrare su appalti illeciti, assunzioni fuori delle regole, favoritismi agli amici, premi al demerito, decuplicazioni di costi, vantaggi illegali e che proprio su questa fitta rete di marciume prosperi una intera classe politica che, di fatto, è sopra ogni legge e solo da questa fitta rete di interessi sporchi trae il proprio potere e la propria sussistenza e che sullo stato di emergenza proprio si arricchisce e si mantiene.
Ma come si può esecrare il Sud quando Milano, città europea, non è ancora dotata di un depuratore? Quando nel Po ci stanno buttando impunemente ogni sorta di schifezze? Quando Lambro e fiumiciattoli mostrano chiaramente anche allo sguardo di un cieco di quale onestà e probità si ammantino le famose imprese del Nord? Quando i governatori del Nord sono stati eletti su una base di firme false o di voti comprati?
Intanto ASSL e istituti sanitari certificano che le falde acquifere della Campania sono irrimediabilmente inquinate. Cosa aspettiamo a uscire da queste meschine diatribe Nord-Sud per invocare governanti onesti?
..
Monica segnala:
AL DANNO LA BEFFA

Invece di coprire i rifiuti della cava Sari a Terzigno con la terra, lo fanno con le ceneri altamente tossiche dell’inceneritore di Acerra.
Al danno la beffa!

http://1.bp.blogspot.com/_RmCGXEgb6zo/ShWUYQpwKuI/AAAAAAAAAgc/BcEj0wkxmB8/s1600-h/Terzigno+discarica.JPG?ref=nf

Ci sono i certificati che provano il forte inquinamento delle falde acquifere; ci sono i processi finiti in archiviazioni, in prescrizioni, in ad personam.
C’è Impregilo e Fibe che nessuno vuole ricordare, menzionare, attaccare.
La Campania grazie ai fondi UE è la regione d’Europa più dotata di impianti di trattamento meccanico biologico: cioè Stir (giàCdr).
Ce ne sono sette, con una capacità che eccede l’intera produzione regionale di rifiuti; con poche modifiche potrebbero permettere anche il riciclo.
Tali impianti hanno subito nel tempo un vero sabotaggio messo in atto dal gruppo Impregilo; al gruppo in questione interessava più accumulare che ”trattare” i rifiuti in vista degli incentivi che avrebbe incassato bruciandoli nell’inceneritore di Acerra, di sua costruzione: di qui i sei milioni di ecoballe accumulati nelle campagne di Napoli e Caserta”.

http://www.robertalemma.storiepoesie.it/articoli/a-terzigno-tutti-parlano-tranne-la-giustizia
..
Da Mariapia

Lo Sconosciuto

“F-U-T-U-R-O: Parola veloce,
fatta di F come Effimero,
fatta di T come Troppo veloce,
veloce come il Razzo della R.
Ti travolge.
Parola, ai giorni nostri,
neppure pronunziata e già passata, vecchia.
Continuamente ci travolge, il futuro
con le sue novità, le sue comodità
e spesso con le stesse

ci spaventa.
Paura”.

Zairo Ferrante
..
In un articolo comparso su “La Stampa”, si legge una rivelazione scioccante da parte dell´amministratore delegato dell´ASIA, Daniele Fortini, sul caso della bonifica delle cave di Lo Uttaro di Caserta.
La discarica di Terzigno, quella in funzione e maleodorante che ha scatenato la rivolta. «Noi i colpevoli? All’inizio dell’estate, siamo stati costretti a sversare a Terzigno migliaia e migliaia di tonnellate di rifiuti putrefatti della discarica Lo Uttaro di Caserta, e dell’ ex Cdr di Caivano. Avvertimmo che avrebbe provocato esalazioni moleste. La situazione è peggiorata perché ci hanno impedito di coprire i rifiuti on quaranta carichi di terra e con cisterne con enzimi che servono ad attutire la puzza e a inibire gli aggressivi gabbiani. Finora abbiamo perso 11 compattatori nuovi, per un valore di 2.176.000 euro».

http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=10613
..
Una protesta democratica
Viviana Vivarelli

La protesta di 3 anni dei comuni vesuviani ha apparentemente vinto, forse la seconda discarica non si farà, ma chi ripagherà le vittime delle loro sofferenze?
L’Europa ha sempre bocciato questa discarica fin dal 2007 e vieta di aprirne lì un’altra. B se n’è fregato e, come punizione per la violazione, l’UE ha bloccato 145 milioni di fondi e minaccia multe pesantissime. Dopo il biasimo di Napolitano, è arrivato quello del Cardinale Sepe e dello stesso Papa. Chi doveva intervenire ancora contro questa tragedia? Dio?
Solo la protervia di B ha potuto portare così avanti un simile attacco alla popolazione campana.
B si era vantato di avere risolto l’emergenza di Napoli ma era solo “l’ennesima beffa”, come ha detto il Cardinale Sepe. In realtà non aveva risolto nulla. La tragedia è avanzata mentre B raccontava barzellette e si faceva gli affari suoi.
Nell’ultima guerriglia si è sfiorato il morto, la protesta ha assunto caratteri ancora più duri con lanci di molotov, pietre, bottiglie, razzi e petardi. La polizia ha risposto con i lacrimogeni. Dopo 3 ore di scontri il bilancio è di 2 poliziotti e 3 carabinieri feriti, un operatore televisivo aggredito e la telecamera danneggiata. Grave la situazione anche a Napoli, dove in nottata ci sono state decine di roghi di spazzatura da giorni non rimossi. La crisi dei rifiuti va avanti sotto gli occhi del mondo che si chiede come possiamo tenere in vita un simile governo.

Il Cardinale Sepe ha detto parole durissime contro Berlusconi:
“Davanti a tutto questo, la Chiesa non può e non deve tacere. Ancora una volta, la nostra Napoli ma anche altre località dell’area metropolitana, si ritrova stretta nella morsa di quella che sembra un’ennesima emergenza ma che, con un minimo di realismo, va piuttosto identificata come l’ennesima beffa. I cumuli di immondizia j sono ritornati a deturpare non solo il volto e il decoro della città, ma la dignità dei suoi abitanti, mentre a pochi km di distanza esplode, in maniera violenta, la protesta di intere popolazioni preoccupate per l’utilizzazione di nuove discariche sul proprio territorio. La Chiesa non può voltarsi dall’altra parte e ignorare la voce dei cittadini in una situazione così preoccupante. La Chiesa non può tacere, perché anche il silenzio sarebbe colpevole rispetto alla visione, ancor più importante e decisiva, del futuro di questa nostra terra. Napoli non è e non sarà mai una partita persa. Viene facile, soprattutto di fronte alle nauseabonde suggestioni del ‘dramma rifiuti’, accorciare il passo verso una deriva, anch’essa generalizzata, e senza ritorno. L’orlo del precipizio, lo vediamo da molti segni, non è forse lontano. Ma proprio in momenti come questi che la voce della Chiesa è chiamata a levarsi alta e forte per richiamare al coraggio. C’è forse chi, come le forze del male e della violenza, appare pronto a dare l’ultima spallata o il colpo di grazia, perché tutto precipiti e il caos regni su tutto. Nessuna emergenza può arrivare a scalfire quel sentimento, allo stesso tempo ordinario ed estremo, come la speranza: una risorsa che questa nostra terra si è guadagnata attraverso secoli e secoli di sofferenze”.
Mai la Chiesa si era espressa con tanta durezza contro un Governo!
Davvero Berlusconi ha spezzato la pazienza anche delle istituzioni più conservatrici.”

Alla fine, dopo 3 anni di proteste, il Governo ha dovuto piegarsi e dire a denti stretti che la seconda discarica nel parco vesuviano sarà congelata e quella attuale sarà chiusa appena esaurita. Ora il Parlamento dovrà decidere su questo, ma basta che B lo comandi e questa svolta fragorosa passerà..
Bertolaso ha avuto il solito scatto di stupido orgoglio, del tutto ingiustificato visti i risultati, e ha attaccato l’Europa dicendo che la sanzione all’Italia viene da un solo membro europeo. Mente. Sulle discariche l’Europa ha bocciato sia lui che Berlusconi sin dal 2007, ritenendo insufficienti le misure adottate dal governo sui rifiuti, tanto che la Commissione decise di bloccare i finanziamenti europei, perché l’Italia manca di un’azione “determinata, sistematica e strutturale” e dunque è in infrazione rispetto al diritto comunitario in quanto “non ha realizzato in Campania una rete di impianti adatta a garantire lo smaltimento dei rifiuti in maniera sicura per la salute dei cittadini e per l’ambiente”.
Lo stolido Bertolaso ha attaccato l’UE dicendo che farebbe meglio a fare il suo mestiere. Forse riesce ad affermare che anche la voce del cardinale Sepe e quella del Papa sono voci isolate all’interno della Chiesa?! La sua arroganza è intollerabile. E’ un vero schiaffo alle persone che soffrono. Continua a ripetere che questa discarica a cielo aperto fatta a poche centinaia di m. dalle abitazioni “è ineccepibile”, quando da 3 anni l’UE gli dice che non lo è e la gente si ribella, ma lui oggi afferma, con la massima boria, che risolvere la questione “non è particolarmente complicato” ma, se era così facile, perché per 3 anni non ha fatto niente? La sua superbia e il suo cinismo sono pari a quelli di B e ambedue precipitano ogni giorno di più nel fango per la una supponenza idiota che si accompagna a vera incapacità. G
Sembra forse a Bertolaso e a B che gli altri paesi europei abbiano le stesse pene dell’Italia? E hanno anche da vantarsene? Continuano a credersi i migliori anche di fronte a queste tragedie? Il fatto è che simili incapaci supponenti verrebbero licenziati ovunque, mentre non solo restano al loro posto con pieni poteri, ma B avanza anche per la 3° volta un lodo di impunità per sfuggire ai suoi processi e Bertolaso non riceve nessuna punizione per i MLD che ha sparso nella sua cricca di compari.

Intanto i sindaci vesuviani hanno detto No ai 12 milioni di mancette con cui il governo voleva comprarli chiudendo loro la bocca. E magari avessero tanta dignità gli amministratori leghisti del Nord che hanno mandato giù ogni boccone acido per opportunismo personale!
Ormai gli abitanti dei comuni vesuviani alle promesse mirabolanti di Berlusconi e di Bertolaso non ci credono più.
Del resto c’è ancora qualcuno che si fidi oggi in Italia delle parole di Berlusconi?
Così, finché la legge non sarà cambiata, le manifestazioni continueranno.
..
L’incineritore di Acerra

Il micidiale decreto n° 90 permette all’incineritore di Acerra di bruciare sostanze produttive di cancro e leucemie, e questo a pochi metri dalle case e contro ogni direttiva europea in materia ambientale.
E abbiamo visto tutti, contro le bugie di Bertolaso, che dalla discarica di Terzigno cola percolato con un inquinamento pesante delle falde acquifere e del territorio.
Abbiamo visto tutti che in discarica non ci vanno solo camion di rifiuti secchi ma “cisterne”, che portano liquami repellente e inquinanti.
Bertolaso mente come un dannato, ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti e svergognano le sue menzogne e quelle di B.
Non basta che la zona vesuviana batta già il record di queste malattie per l’inquinamento dell’aria da incineritori letali, quelli che tutti i paesi civili hanno eliminato? Non ci bastano le leucemia, le neoplasie, i tumori maligni? Ma proprio qui hanno deciso di mettere la più grande discarica d’Europa? Perché non la mettono ad Arcore? O a Ponte di legno?
Lo sapete che non solo dietro l’affare delle discariche e degli incineritori c’è l’impresa peggiore d’Italia, l’amica di B, quella Impregilo, già colpita da sentenze giudiziarie, ma c’è la società A2a bresciana detenuta dalla Lega, che ha tutto l’interesse a impedire la raccolta differenziata al sud e ha tutto interesse a mantenere al sud le discariche e gli incineritori che fanno forti guadagni solo con molti rifiuti e che arrivano a multare i sindaci che applicano la differenziata e diminuiscono la mole di rifiuti di bruciare.
Ecco perché la Lega non si è vista a Terzigno mentre Calderoli era andato nella Valsusa per incettare voti, salvo poi votare in parlamento sempre a favore della TAV!
Quanta ipocrisia gira attorno a questa situazione! Quante menzogne e quanto aizzamento all’odio sociale del nord contro il sud coprono interessi finanziari particolari!
Quanti stupidi si prestano a favorirli senza nemmeno capire che del loro incitamento all’odio ai avvantaggiano dei ladri!
Sulla tav in Valsusa la Lega andò a reclamare voti ma su Terzigno sta zitta
Vi dice niente che alla società Impregilo sia subentrata la bresciana e leghista Parthenope Ambiente, la filiale napoletana del gruppo bresciano A2A che gestisce l’impianto? E che questa società sia leghista?
Vi viene in mente che quando ciarlate tanto di odio verso il sud ci sia qualcuno che ci guadagnerà in termini di soldoni? E che quel qualcuno non ci tiene affatto che si tolgano le discariche a sud o gli incineritori perché sulle discariche e sulla raccolta indifferenziata ci ha i suoi bei guadagni? Altro che camorra! La camorra del nord è questa!

Attenti, vesuviani, che la Comunità Europea sta per inviare degli osservatori nelle vostre terre, e direttamente a Terzigno, per verificare come e perché l’Italia (unica in Europa) non sia stata capace in 3 anni di realizzare un corretto ciclo dei rifiuti .Bertolaso strepita e giura sulla nostra perfezione ed efficienza. Giura anche sul perfetto funzionamento dell’incineritore di Acerra che non ha mai funzionato e che anche adesso funziona a un quinto.
Qualcuno ci dovrebbe spiegare perché in Lombardia gli incineritori sono 13 (la metà di quelli nazionali) e 6 in cogenerazione, e in Campania ce n’è solo uno e per di più che non ha mai funzionato! E perché la Lombardia ha 11 impianti per il trattamento della differenziata e la Campania ne doveva avere 5 e ne ha solo uno!
La Lombardia ha quasi 10 milioni di abitanti ma la Campania viene a ruota con 6 milioni di abitanti. Vi pare che gli incineritori e gli impianti di riciclaggio siano in proporzione?
E malgrado questa abbondanza di incineritori e di impianti di riciclo, Formigoni spedisce i rifiuti in Germania a spese dello Stato. Mentre la Campania sono 20 anni che riceve le scorie tossiche di tutte le imprese del Nord e nessuno l’ha pagata per questo, mentre la forza pubblica che ora manganella la gente se n’è fregata se su questi traffici si arricchiva la camorra
Lo sapete che la Lombardia produce da sola il 30% dei rifiuti tossici di tutta Italia e che persino la famiglia della Marcegaglia è implicata in traffici sporchi di scorie tossiche al Sud?
E che la famigerata Impregilo non vinse l’appalto del trattamento dei rifiuti campani per eccellenza tecnologica ma per amicizie eccellenti? E che si è vista bloccare dai magistrati beni per 750 milioni di €, oltre all’interdizione per un anno dai rapporti con la pubblica amministrazione, per una strepitosa
serie di inadempienze? Non sarà per questi ‘favori tra amici’ che dai 66 termovalorizzatori tedeschi non esce diossina ma dai nostri escono sostanze cancerogene?
..
BIUTIFUL CAUNTRI

Dalla bellissima trasmissione di Corrado Augias (Rai 3 ogni giorno alle 12,45)
“Biutiful cauntri”, libro dossier con dvd di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio, Giuseppe Ruggiero, sulla CAMORRA DAI COLLETTI BIANCHI, IMPRENDITORIA DEVIATA E ISTITUZIONI COLLUSE. 1.200 DISCARICHE ABUSIVE, UN GIRO D’AFFARI DI 600 MILIONI DI € L’ANNO.
“Possiamo incassare miliardi con l’immondizia. Basta che mettiamo a disposizione le cave che abbiamo per gli appalti della superstrada. Quelli le riempiono di rifiuti e noi ci riempiamo di soldi.” (Da un’intercettazione telefonica)
In 16 anni 13 milioni di tonnellate di rifiuti liquidi altamente tossici sono stati sversati dagli imprenditori del Nord in Campania grazie alla camorra. Questi liquami erano talmente inquinati che uccidevano immediatamente tutti i ratti presenti nella zona. Per questo le imprese del Nord sono sempre state a favore dell’emergenza continua in Calabria e di leggi che in pratica hanno ostacolato i processi di mafia (come oggi la censura o il tentativo di bloccare le intercettazioni o il processo breve). Questi imprenditori del Nord, i Marchionne del tempo, ma anche di oggi (vd la famiglia della Marcegaglia) se ne sono sempre fregati di chi in Campania soffriva o moriva, della catastrofe ambientale, dell’inquinamento delle falde acquifere e dei livelli di leucemia e di cancro che salivano. Si pensi che nella disastrata Campania c’è una sola ASSL che abbia un registro tumori, è ad Acerra e dà valori tumorali altissimi
C’è da rabbrividire quando, dopo una strage di questa entità, si abbia anche a sentire un garrulo Berlusconi che dice che in 10 giorni sistemerà tutto! Questo è un insulto all’intelligenza! Abbiamo una emergenza tenuta in vita per 16 anni e in 10 giorni questo emerito imbecille dice che sistemerà tutto???!!!
Qua non solo manca qualsiasi piano per il trattamento dei rifiuti come qualsiasi paese civile ha, ma manca anche il ciclo integrato delle responsabilità e si deve anche vedere un dei massimi responsabili di questa infamia, quel Bertolaso supponente che da 6 anni dovrebbe stare qua in Campania, e che ha pensato finora solo ad arricchire le sue cricche di amici, fare anche lo sbruffone e dire che andrà dritto per la usa strada? Ma quale strada? La strada della camorra e dei versamenti abusivi ?
Ci sono qui 15.000 siti inquinati, di cui in 16 anni solo 13 sono stati bonificati! E’ uccisione premeditata di un intero territorio e della gente che ci sta sopra!! Di che strada parla questo Bertolaso? E come fa la gente a credere alle superballe di Berlusconi?
La Campania non è tutta uguale. E non hanno ragione i leghisti del nord a insultarla. Nel resto della Campania la maggioranza dei comuni fa la raccolta differenziata per il 60% e non ha nessuna emergenza. Il problema è solo a Napoli e provincia. Ma che senso ha che Napoli non abbia il suo incineritore funzionante e non inquinante “in città”, come hanno le città della Svizzera e dell’Austria e debba mandare i suoi rifiuti a Terzigno? Che colpa Terzigno dei rifiuti inquinanti di Napoli? Per ché Napoli fa solo il 15% di differenziata e manda a Terzigno il suo 85%?
Perché proprio in una Campania dominata dal malgoverno e dalla camorra si è pensato bene di fare il più grande incineritore d’Europa e la più grande discarica d’Europa? Perché il governo non ha deciso di farli nella più attrezzata Lombardia o nel tanto funzionante Vente? E perché non è qui che il Nord ha mandato i propri liquami tossici? Perché non se li è tenuti?
Sono 15 anni che questa gente campana vede le proprie pecore morire e i propri figli che si ammalano di malattie degenerative.
Perché si è voluto affidare l’incineritore a una ditta delinquenziale come la Impregilo, già segnala alla magistratura, e lo si è affidato senza badare minimamente alla qualità e all’efficienza, e tutto per trovarsi con un incineritore che era obsoleto già in partenza, privo di efficienza e di scarso valore tecnologico, che in 16 anni non ha mai funzionato (ed è inutile che B faccia il gradasso e dica che funziona benissimo, perché è un falso) e si è inteso fare delle discariche in zone che erano state già pesantemente inquinate dalla camorra e oggi sono gestire anche peggio, mentre i traffici sporchi continuano e non si vedono mai i nomi di imprenditori disonesti finire in carcere e pagare per l’avvelenamento di una zona.
E’ lo stesso generale Morelli a dare del bugiardo a Berlusconi, dichiarando che l’incineritore ha sempre funzionato a scartamento ridotto, e la caldaia è piena di crepe e si sta spaccando, perché ci sono stati bruciati rifiuti miscelati di inquinanti tali che hanno aumentato il calore oltre i limiti di tolleranza delle caldaie. Il responsabile di questo progetto è un delinquente. Chi gestisce l’incineritore è un delinquente, Ma di costoro B non dice parola. E la Impregilo ha anche la faccia di chiedere alla regione Campania 350 milio di € per un incineritore maledetto che in 16 anni non ha mai funzionato. E magari B pensa di dare all’Impregilo anche le centrali nucleari!! E nella liste dei siti per le loro scorie c’è già la discarica di Terzigno! E il delinquente massimo dice che “tutto va bene!” Che in 10 giorni si mette a posto tutto! Ma tutto cosa?
Oltre ai danni ambientali e di salute, mettiamo in conto anche i danni di immagini, commerciali, turistici, produttivi,.. Altro che stare a insultare il Sud! O sostenere Bassolino e la Iervolino o Berlusconi o Bertolaso| Qua sono tutti una manica di criminali! E per una strage così grande un governo dovrebbe cadere e anche un’opposizione siffatta dovrebbe andarsene! Qua sono tutti da buttare in discarica!
La Protezione Civile con Bertolaso sono 6 anni che sta in Campania! Che cosa ha fatto? Altro che stare a criticare Obama e darsi delle arie da sborone!
Il 25% dei rifiuti sono umido. Ebbene, in tutta la Campania non esiste un solo impianto di trattamento dell’Umido!! La polizia stessa rivela che Bertolaso sta occultando i dati per non pagare il fio della sua responsabilità rinnegata. Ma possiamo accettare questo da un membro del governo, che falsifichi la verità?

L’ennesima beffa di Marchionne
Ciro

Marchionne dice, in sostanza, che noi italiani non valiamo una supercazzola prematurata con scappellamento a destra (e da che altra parte altrimenti?) e preferirebbe (usa il condizionale, bontà sua!) spostare la Fiat definitivamente all’estero. Dice che utili l’Italia non ne produce per Fiat e che quei due miliardi di euro di utili che la casa di Torino acquisisce vengono dall’estero. Che in Polonia si producono anche più auto che in Italia ad un terzo del costo del lavoro italiano. Poi precisa, mettendo le mani avanti, che Fiat ha abbondantemente saldato il proprio debito con l’Italia, fatto di decenni di sovvenzionamenti (almeno dal 1950 ad oggi), di leggi, leggine e decretini ad hoc per favorire lo sviluppo della Fiat che prima di ottenere quanto richiesto allo Stato italiano ha sempre minacciato cospicui tagli e licenziamenti in caso la medesima Fiat non fosse stata accontentata.
Ho sentito parlare di ingratitudine da parte di Marchionne, poi ho anche sentito che lui è un imprenditore che fa i propri interessi giustamente.
No, per me nessuna delle due cose, ne’ ingratitudine ne’ interesse imprenditoriale. Qui si tratta di autentica delinquenza e terrorismo.
Al confronto i Talebani sono solo degli apprendisti. L’obiettivo di Marchionne, il vero obiettivo e’ quello di produrre macchine con massimo 3-400 euro al mese per operaio. Come nei paesi dell’Est europeo. maledetto Marchionne, allora fai in modo che l’affitto di un miniappartamento non arrivi a 500 euro al mese, quando va bene, fai in modo di ridurre i prezzi dei generi alimentari, delle bollette di luce, acqua e gas. Fai in modo di rendere proporzionale lo stipendio col costo effettivo della vita, oppure dicci che caxxo vuoi.
La verità è che c’è un piano preciso, affossare l’Italia e in giro ci sono troppi segnali in questo senso.

Antonio D

La Germania, ha aumentato le sue esportazioni dei prodotti delle sue imprese.
In Italia, abbiamo aumentato le esportazioni delle imprese tout court.
In Germania, un operaio, guadagna 2800 euri/mese
In Italia, un operaio, guadagna 1200 euri/mese
In Germania, le pensioni, sono esenti da tasse.
In Italia, pensioni e salari, sono gli unici che pagano le tasse.
In Germania, un parlamentare europeo, prende 84.108 euri, l’anno.
In Inghilterra, 82.380 euri l’anno.
In Francia,63.063 euri l’anno.
In Spagna, 39.463 euri l’anno
In Italia, ne prende 149.215 di euri. L’ano (nostro).
In Germania, ci sono 300 poliziotti ogni 100000abitanti.
In Francia, 385.
In Inghilterra, 266.
In Italia 561.
Ed io PAGOOOOOOOOOO!!!!!

COMMA 22
Marco Travaglio

“Comma 22”, il romanzo di Joseph Heller, prende titolo da un regolamento paradossale: “Comma 1: l’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia. Comma 22: chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo”. Quindi è impossibile ottenere il congedo. Ora il Comma 22 entra trionfalmente nella giustizia italiana grazie alle conseguenze sempre più demenziali di una legge folle del 2003, proposta dal verde Boato e approvata dal centrodestra insieme al lodo Schifani: quella che impone ai giudici di chiedere al Parlamento l’autorizzazione usare le intercettazioni “indirette”, cioè captate su utenze di privati che parlano con deputati o senatori.
Così si salvarono indagati del Pdl come Cosentino, Dell’Utri e Lunardi e del Pd come De Luca (ma anche “indagabili” come D’Alema e Latorre). Di recente la Cassazione ha annullato la decisione del Riesame di confermare la custodia per Carboni e Lombardi, arrestati per lo scandalo P3. Motivo: il Riesame non ha risposto a un’insinuazione della difesa Carboni, secondo cui la Procura intercettava il faccendiere non per ascoltare lui, ma i suoi interlocutori politici: Caliendo, Cosentino, Verdini e Dell’Utri. Se le cose stessero così, le intercettazioni sarebbero nulle: la Procura avrebbe dovuto interromperle e pregare il Gip di chiedere alle Camere il permesso a proseguirle. Così, avvertendo indagati e compari delle indagini in corso, quelli avrebbero smesso di parlarsi e l’indagine sarebbe morta lì.
Dunque non solo, come prevede la Costituzione, non si possono intercettare i parlamentari senza l’ok ex ante del Parlamento. Non solo, vedi legge Boato, non si possono usare intercettazioni indirette di parlamentari senza l’ok ex post delle Camere. Ma, per la Cassazione, le intercettazioni indirette non devono essere prevedibili: altrimenti non si fanno proprio…
continua:
http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/post/2554045.html
..
Dal blog di Beppe Grillo

“La Fiat potrebbe fare di più se potesse tagliare l’Italia”, lo ha detto Marchionne, senza neppure un balbettio, un minimo rossore, senza vergognarsi. E’ l’Italia che avrebbe potuto fare di più se avesse tagliato da tempo la Fiat che ha succhiato per decenni contributi statali, casse integrazioni, l’attività di decine di migliaia di operai, impiegati, ingegneri. Senza lo Stato italiano e senza il lavoro degli italiani, compreso tutti coloro che hanno acquistato le auto degli Agnelli, la Fiat non varrebbe nulla. Meno di nulla. Un soldo bucato. L’Italia dovrebbe rilevare tutte le strutture produttive della Fiat al valore simbolico di un euro e riconvertirle oppure farsi restituire i miliardi di euro di agevolazioni. Dopo, ma solo dopo, lo svizzero Marchionne, il metalmeccanico Marchionne, potrà andare a produrre dove gli pare, agli stipendi di fame che gli pare. Nel frattempo, caro Marchionne: MAVAFFANFIAT!
..
Da “Le storie” di Augias

Ci dice lo storico Salvatore Lupa che è errato pensare che la mafia sia una congrega di criminali e che basti eliminare quelli per risolvere il problema. In realtà gli atti con sui viene alimentata la mafia sono molto più ampi, per cui anche persone perbene possono, senza commettere reati, aiutare la mafia a prosperare. Per esempio non è reato consumare della droga, ma, acquistandola, si alimenta la mafia, lo stesso si può fare comprendo sigarette di contrabbando, o usando prostitute che sono sotto il suo controllo, oppure votando per un partito che direttamente o indirettamente la sta aiutando o che ha portato al potere i suoi capi in quanto essi hanno riciclato i suoi capitali o che usa manovalanza mafiosa per raccogliere voti o distribuire appalti o dare condoni o depenalizzare reati o ostacolare processi o infilare nelle istituzioni persone che per la mafia hanno lavorato o vota la non autorizzazione a procedere quando la procura trova gravi indizi di collusione di parlamentari con essa.
Purtroppo capita anche che quando un valoroso prete di provincia si fa portavoce della resistenza antimafia e i suoi superiori lo allontanano, ed è aiuto alla mafia anche questo!
(Dal Libro “Potere criminale” di Salvatore Lupo)
..
Una nuova Resistenza !!!
Rosario Roxas Amico

I provvedimenti di questo governo dimostrano la volontà di operare “contro” la fascia più bisognosa della popolazione per favorire se stesso e quella già opulenta che ruota intorno al liberismo del cavaliere.
Non rispondono delle truffe perpetrate con i falsi in bilancio, evadono il fisco, sfruttano il lavoro incrementando le “morti bianche” che lo stesso cavaliere identifica come fatalità, mentre lo stesso premier si occupa prioritariamente delle leggi che dovrebbero salvaguardarlo dal subire le condanne che i suoi reati meritano.
Dall’altra parte c’è la grande massa dei lavoratori, degli operai, dei dipendenti a reddito fisso, minacciati di licenziamento, e costretti a lavorare in uno stato di sotto-occupazione.
Abbiamo ascoltato l’invito/ricatto del capo di questo governo: dovete consumare, altrimenti impoverite i ricchi e perderete il posto di lavoro.
Nasce da qui la sola alternativa difensiva che rimane al popolo dei maltrattati: una nuova Resistenza. Ma con le sole armi di cui si dispone: il dissenso.
Vogliono che si consumi il più possibile, anche indebitandoci ? Allora risparmiamo, evitiamo il superfluo e rispettiamo il necessario, prima che ci manchi l’indispensabile.
Evitiamo le spese nei supermercati, tranne che per gli acquisti delle offerte, senza cadere nella trappola dell’apparenza. Compriamo dai produttori il più possibile, ne guadagneremo in qualità e in economia.
Quei carrelli strapieni di futilità, di prodotti inutili e spesso dannosi, devono diventare l’incubo del passato; siamo diventati i raccoglitori dei rifiuti, con formaggi riciclati dopo la scadenza e salumi con vermi, rigenerati.
I produttori che aspirano a sfruttare i consumatori devono arrendersi alla deflazione per mancanza di commercializzazione.
I consumatori devono riprendere l’abitudine di consumare ciò che serve, scegliendo i prodotti della propria regione, diminuendo, tra l’altro, l’addizionale sui prodotti stessi che gravano a causa dei trasporti. La maggior parte dei polli provengono dal Nord-Est d’Italia; si tratta di animali gonfiati con vitamine, antibiotici, integratori, il tutto a discapito della qualità quando non dannosi.
Anche le acque minerali viaggiano con costi e disagi enormi per la viabilità e l’inquinamento che causano i mezzi su ruote, mentre le acque regionali vengono snobbate in obbedienza alla carica ossessiva della pubblicità.
Resistenza… per resistere al fascino dell’informazione suadente, per non cadere nella trappola della moda o delle abitudini che vengono proiettate come status di vita.
Disporre di venti case, e vantarsene non può diventare il sogno segreto dell’italiano medio, deve rimanere per ciò che è in realtà: una spacconata degna di un parvenu che affida al possesso e all’opulenza la sua dimensione umana, sociale, politica, imprenditoriale, non disponendo di altri argomenti più credibili.
..
Ma quante scorte ci impongono questi politici!
Antonella segnala:

La Consap (Sindacato polizia):
«L´ex ministro Scajola, tanto per fare un esempio – spiega Innocenzi – si avvale di 8 persone, così come sono sotto tutela della polizia il capogruppo della Lega al Senato Bricolo, che ha 4 uomini, il presidente della Commissione Difesa del Senato Gianpiero Cantoni che ne ha 2». E ancora: «Il presidente del Senato Schifani, è vero che ricopre un ruolo importante, ma ha 20 uomini al seguito – osserva ancora il segretario generale nazionale della Consap – il senatore Carlo Vizzini 8, l´onorevole Mario Baccini 5, il giornalista Maurizio Costanzo 5, l´ex presidente della regione Calabria Agazio Loiero 3, l´avvocato Carlo Taormina 4, l´onorevole Marco Minniti ne ha 5. Quando poi vengono a Roma il figlio di Schifani e Paolo Berlusconi, il Viminale ha dato l´ok perché abbiano due agenti di scorta al giorno».
Altro che poliziotto di quartiere (balla spaziale della Lega)!
Loro, invece, hanno il poliziotto personale.

Gianni Cerruti manda
Ciao carissima Viviana. In qualche campo riusciamo brillare…
Corruzione: l’Italia è peggio del Rwanda e della Namibia
http://www.giornalettismo.com

Il Corruption Index, pubblicato da Trasparency International, è la fonte più attendibile per giudicare il grado di pulizia di un paese. E per il nostro, potrebbe andare decisamente meglio.
L’Italia è uno dei paesi più corrotti d’Europa, e ben al di sotto degli standard di “pulizia” che hanno gli altri paesi del mondo occidentale. E’ quanto risulta dalla sistematizzazione dei dati realizzata da Transparency International, uno dei più importanti think tank internazionali contro la corruzione che produce ogni anno una statistica mondiale, il Corruption Index. L’Italia, già posizionata nella fascia bassa dei paesi industrializzati, scende ulteriormente, classificandosi 67ma su 178. Sopra di noi giganti del pensiero e della civiltà come il Rwanda, la Namibia, Capo Verde e la repubblica di Macedonia. Siamo comunque in buona compagnia, nella zona della classifica in cui si posizionano il Brasile e la Cina, insieme a Cuba e Panama. Secondo i dati dell’associazione, riportati dal Guardian, i paesi più “puliti” del mondo sarebbero la Danimarca, la Nuova Zelanda e Singapore, a seguire Finlandia e Svezia e tutti i paesi d’Europa e del Nord America. Italia esclusa, ovviamente, caduta nel baratro della classifica insieme ai Balcani e a buona parte dell’Africa.

RIDIAMARO : – )

Sauro segnala:
Demosilviocrazia
Massimo Gramellini

Basta con questa rugosa democrazia importata dall’estero. Gli iscritti al Pdl ne avranno presto a disposizione una variante «made in Italy»: più snella, dal «design» esclusivo, e disponibile in un elegante e pratico formato. La nuova delibera del Popolo della Libertà stabilisce infatti che i congressi locali del partito potranno eleggere chi come e quando vogliono. Ogni nomina dovrà però passare al vaglio del punto 6 – altrimenti noto come «Abbiamo scherzato» – il quale recita: «Il Presidente può a suo insindacabile giudizio, e senza l’obbligo di motivare la decisione, non dare seguito alle indicazioni delle Assemblee». A nessuno sfuggirà l’originalità del modello, che garantisce a tutti di giocare alla democrazia fino all’ingresso del sovrano. Toccherà poi a lui alzare o abbassare il pollice, confermando o sovvertendo il verdetto della giuria.
È una formula divertente e spettacolare, che coniuga pluralismo e dittatura, turbolenza e obbedienza, libertà e marajà. Ho subito deciso di introdurla fra le mura domestiche, comunicando a mia moglie che, ai sensi del punto 6, d’ora in avanti mi riserverò di «non dare seguito alle sue indicazioni» circa il ritiro dei vestiti in tintoria «a mio insindacabile giudizio» e soprattutto – ah, che meraviglia – «senza l’obbligo di motivare la decisione». Mi ha definito un tiranno assolutista, quando invece è evidente che sono solo un leader moderno e carismatico. Purtroppo le era rimasto un lodo retroattivo e con quello mi ha sbattuto fuori di casa. Chissà se ad Antigua qualcuno mi rimedia un posticino.

La Stampa
..
Marco dalla Sardegna

Se il lodo Alfano, e il legittimo impedimento, non risultano costituzionali:
il prossimo partito, che Berlusconi fonderà sarà
Il popolo della libertà vigilata!
..
Jebediah Wilson

Agguato a Capezzone! Alla fine comunque tutto bene, niente di grave, nessun problema, tutto a posto, nessuno s’è fatto male gravemente, la vittima sta bene, tutti contenti insomma.
..
Viviana
Pugno a Capezzone.
Il pubblico non è stato accontentato.
Cos’ha detto? C’era sangue? Vogliamo i particolari!
Date anche a noi un plastica di Vespa|
..
Parabola discendente
Dalla rosa in pugno al pugno in faccia
A quando i calci in culo?
..
Ogni Capezzo’ è bella a mamma sua.
Gi scarafoni piangono.
..
Tira un pugno a Capezzone
Dunque qualche italiano onesto c’è ancora

Cordoglio bipartisan
Aumentate le guardie di scorta
Ormai gli fa una strizza così
..
Casini: “Il datore di lavoro e gli operai sono sulla stessa barca”
Sì, ma chi sta incatenato ai remi?
..
Berlusconi è la bocca d’Italia
Noi l’intestino
Indovinate chi se la piglia la merda?

Berlusconi e il lodo Alfano
Mai voluto, ma
a caval donato non si guarda in bocca
..
Dinamite

La Cina è vicina
A Marchionne
..
Aldolo

Il dramma di Bettino non si ripeterà:
Silvio ha scelte molto migliori per l’esilio.
..
Britny Spitz

Il lodo Alfano sarà retroattivo,
un modo molto elegante per definire un’inculata
..
Viviana

Altri dieci transfughi passano dal Pdl a Futuro e Libertà
.. e non li hanno nemmeno comprati!

si sta
come d’autunno
sugli alberi
le foglie

Se continua così la minoranza al senato la battono già questa volta
..
Uber

EFFETTO MARCHIONNE

Per meditare sulla produttività
La Camera si prende una pausa
di venti giorni
..
Vadelfo

Primi accertamenti:
dopo il pugno a Capezzone
I sanitari hanno accertato un evidente stato
di disorientamento politico

(insomma: l’anormalità era congenita)
..
FIBO 40

Marchionne farebbe volentieri a meno dell’Italia
Con lui la Fiat è cresciuta molto
Ora è in grado di lasciare a piedi un intero paese
..
FEI

Lodo esteso alle prime 4 cariche dello Stato
Lodo per il premier e il Presidente della Repubblica
Vabbè, lodo solo per il premier
E non dite che non vi sono venuto incontro!
..
Viviana

Grande fervore legislativo per salvare i colpevoli
Ma chi li salva gli innocenti????
..
Berlusconi il lodo proprio non lo voleva
E’ stata una carineria dei disoccupati
“Visto che pensi sempre a noi…”
..
Palazzo 2010-10-27 Marchionne: “Senza l’Italia la Fiat sarebbe andata meglio”
“.. e viceversa.”

Dio ci liberi dagli uomini in maglioncino blu!
Alle prossime elezioni: o un uomo in tuta della Fiom o niente!
Date anche a noi il nostro Lula quotidiano!
..
FIFO

Oh, mi sono cagato addosso…
Vorrà dire che domani correrò in bagno retroattivamente
..
Viviana

Berlusconi ha detto che toglierà i rifiuti in 10 giorni
Cominciasse pure dal lodo Alfano!
..
La famosa raccolta figurine (di merda) della Lega
VV

Scudo fiscale – Ce l’ho
39 leggi ad personam per B – Celo
Depenalizzazione banda armata – Celo
Stop alle intercettazioni- Celo
Truffa quote latte- Celo
Mantenimento delle Province (17 MLD)- Celo
Poltrone multiple- Celo
Violenza. Celo
Nepotismo – Celo
Clientelismo- Celo
Truffe bancarie- Celo
Roma ladrona- Celo
Salvataggio amici e corrotti- Celo
Conservazione degli sprechi – Celo
Appoggio mafia di governo – Celo
Centrali nucleari- Celo
Discariche abusive- Celo
Incineritore di Acerra- Celo
Carceri fatiscenti – Celo
No autorizzazioni a procedere- Celo
Il Ponte sullo Stretto- Celo
Meno soldi ai Comuni- Celo
Razzismo e xenofobia- Celo
Strumentalizzazione del crocefisso- Celo
Apartheid- Celo
Porcellum- Celo
Cementificazione ovunque- Celo
Disastro Malpensa- Celo
Disastro banca di Lodi- Celo
Gheddafi e Putin- Celo
Lotta alla mafia piccola- Celo
A quella grossa- Manca
Figure di merda in Europa. Ce l’ho tutte!

Federalismo-Manca
Legge anticorruzione- Manca
Meno tasse- Manca
Treni ai pendolari- Manca
Servizi pubblici locali-Manca
Merci su rotaia- Manca
Giustizia su territorio- Manca
Rispetto del territorio- Manca
Beni comuni- Manca
Ritiro truppe- Manca
..
Non possiamo augurarci che l’Italia vada ancora peggio.
L’Argentina mostra che chi non ha sarà falcidiato
e chi ha scapperà all’estero col malloppo e starà benissimo.
Gli elefanti possono anche andare a calpestare altra erba (come fa la Fiat) ma l’erba calpestata rischia di non ricrescere mai più.
Vedi come i soldi vengono da vent’anni rimpiattati nei paradisi fiscali?
Vedi come Berlusconi di paradisi fiscali ne usi 63
e Antigua è addirittura di sua proprietà?
Vedi come la Banca Arner ha sanato 1450 MLD di soldi rubati!! Sai quante finanziarie fanno 1450 MLD?
Vedi come anche la Lega abbia rapidamente votato per lo scudo fiscale?
Vedi come ora Confindustria sposta i propri capitali su Banca Arner?
Ti dice niente tutto questo’
“Can you see?”
Riesci a vedere?
“Can you think?”
..
http://masadaweb.org

1 commento »

  1. Ma se chiediamo il porta a porta e NON CE LO DANNO MAI !

    Dice Bertolaso che a Napoli non si può fare , forse per fare un favore alla camorra

    perché a Posillipo, Via Petrarca, Via Orazio, Via Manzoni l’abbiamo sempre chiesto e

    MAI AVUTO ! se, invece di aumentare la TARSU la diminuissero molta gente

    sarebbe contenta di fare la DIFFERENZIATA (io la faccio sempre !)

    Vogliamo RIFIUTI ZERO e BASTA INCENERITORI ! (anche ROTTI !) B A S T A !!!!!
    Graziella

    Commento di MasadaAdmin — ottobre 31, 2010 @ 9:00 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: