Nuovo Masada

settembre 21, 2010

MASADA n° 1198. 21-10-2010. Ma la Lega no

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 8:34 am

Le iniquità della Lega – La svendita del territorio – Le due capitali – Non ci sono i voti a Cota – Il caso. Stranieri in casa perché portavano il tricolore- Discriminazioni – La Lega e la caccia in deroga – Bossi voleva il voto anticipato – I doppi incarichi – L’occupazione della scuola – La svendita del territorio – Paolo Berlusconi – Evasione fiscale: 300 MLD
..
JENA
CI
L’estrema destra xenofoba è entrata in Parlamento, la Svezia ci copia.
..
E pensare che 30 anni fa immaginavamo un futuro di viaggi interplanetari, di abolizione della fame e della fatica, dell’abbruttimento dell’uomo per qualsiasi causa. E invece le grandi promesse non sono mantenute: non sapendo “andare oltre” l’umanità gira a vuoto attorno agli stessi stupidi problemi di rivalità etniche e culturali, produzione di beni inutili o dannosi, politiche retrograde e dannose. Un nuovo oscurantismo medioevale rischia di cancellare il nostro futuro.
Peter Amico

Prima ancora che il giorno inizi,
con gli occhi ancor chiusi,
lo spirito irrequieto è in cerca di te, gioia grande infinito amore.
Benedici, o Signore, la creazione, rinnova ogni cosa nell’amore condiviso.
Anche oggi sarò lieto di dividere il cibo, di alleviare il dolore, di anelare il tuo amore.
Come mi hai mostrato nel mattino della mia vita, quando mi sono perso nell’amore della mia ragazza,
nella semplicità, forza e bellezza del lavoro nei campi nella antica famiglia dei contadini,
maestri di vita, di condivisione, di amore disinteressato.

Il Regno viene! Fino a quando oh Signore piangeranno i nostri occhi?
Per quanto ancora saremo lontani, e con il cuore gonfio,
e con gli occhi rossi per la continua ricerca di te nei volti delle sorelle e dei fratelli.
La mia voce giunga senza parole in ogni direzione, ovunque.,La affido al vento che rinfresca la mia corsa per gli antichi sentieri della Murgia.
Il Santo Spirito che ammaestra mi ha portato il vostro saluto
come di sorelle e fratelli desiderosi di riunire la famiglia dispersa fin dalla creazione.
I miei occhi sono aperti, sento la vostra voce, il canto, il riso
.
Il mondo è la nostra casa, ricostruiremo il giardino,
noi siamo famiglia, questo è il nostro desiderio, questo è il nostro grido, questa è la nostra preghiera.

Un abbraccio a tutti ed a ciascuno
Dalla Puglia (Shangri-La), porta d’oriente, terra di accoglienza e di condivisione

Saverio De Pinto
..
LE INIQUITA’ DELLA LEGA

La Lega ha messo il tricolore al cesso.
Intende annientare il Sud.
Vuole eliminare Roma capitale.
Ha distrutto la sovranità popolare.
Ha contribuito a far fuori il diritto processuale e penale a favore dei malavitosi.
Ha messo in svendita il territorio nazionale.
Vuole impestarlo di centrali nucleari.
E mercificarne ogni centimetro.
Ha aiutato la mafia a mettere i suoi consulenti alle più alte cariche dello Stato.
E ha votato per rimpatriare i suoi capitali illeciti.
Mentre paralizza la giustizia a favore dei più forti.
Si è alleata a Putin e Gheddafi per i soli interessi di Berlusconi.
Ha trasformato la scuola in una sede di partito.
Si è messa contro ogni diritto e valore universale alienandosi l’Europa.
E ha messo i conti in mano a Tremonti che li sta sballando sempre più portandoci fuori dalla Comunità Europea.

Cos’altro farà da grande?
Se volevamo distruggere l’Italia dall’interno non potevamo trovare un killer migliore!

LE DUE CAPITALI
Viviana Vivarelli

Ma la Lega come voleva festeggiarli i 150 anni dell’Unità d’Italia? Con la secessione? Cancellando Roma capitale? Con l’apologia di un eversore come Miglio? E spendendo di più per i festeggiamenti a Gheddafi che per la nostra patria? Siamo forse diventati una colonia della nostra ex colonia?
E’ lampante che gli abusi della Lega sono ormai indecenti e illimitati. Basterebbero la legge porcata e il federalismo demaniale a decretare la fine di una democrazia e la rovina di un territorio. Siamo in una china senza limiti dove tutti gli scempi sono possibili. E che sia l’Alto Adige che ha sempre difeso la propria integralità a mettersi sul mercato in modo indecente dice con la massima chiarezza dove può arrivare l’avidità umana quando addirittura sia legalizzata senza limiti.
Berlusconi cede su tutto per paura di perdere i loro voti, il che lo esporrebbe a un voto nazionale che è tutt’altro che certo. Ma la protervia della Lega è un’onta perpetua all’Italia, che va da una distruzione all’altra.
Cosa ne vuole fare di questo stato? Tabula rasa, come si fa con un popolo di vinti?
Ma un partito che ha solo l’11% di voti può permettersi di distruggere tutto il resto perché Berlusconi glielo consente?
In quanto a Fini ha fatto una battaglia che sembrava epocale e l’ha persa nel momento stesso in cui ha gettato l’unica arma che aveva a sua disposizione: il legittimo impedimento.
Allibisco vedendo che non c’è reazione al proposito di Bossi di cancellare Roma capitale, seguito dall’ordine di fare “una capitale del Nord” con relativo decentramento dei ministeri!
Ma che significa una capitale del Nord?! Non ci sono 2 capitali nella federale Svizzera! Non ci sono nella Germania post bellica! Né negli Stati uniti d’America! Che razza di obbrobrio è questo?! E che senso ha leggere che “Alemanno ha dovuto piangere perché Roma restasse capitale”, finché “il magnanimo” Bossi non ha concesso a Roma di essere “ente locale speciale”! Ha concesso?! Cosa vuol dire che Bossi “ha concesso”?!
Come si permette costui di attuare una secessione graduale quando questa non è mai stata riconosciuta né dalla Costituzione né da una riforma costituzionale? In ogni paese civile, una secessione attuato con la forza si chiama EVERSIONE! Si chiama COLPO DI STATO! TERRORISMO! La si combatte con la polizia e con l’esercito! Si incarcerano quelli che mettono in crisi la sicurezza dello Stato, non gli si danno dei Ministeri!
Così fanno gli inglesi contro l’IRA! E gli spagnoli contro l’ETA! E i francesi contro i gruppi secessionisti corsi!
A differenza di loro, noi i secessionisti che odiano l’Italia ce li abbiamo al Governo e hanno anche la faccia di intitolare una scuola pubblica a Miglio, che era un sovversivo, un terrorista che predicava la rivolta armata e diceva che il Sud doveva essere dato in gestione alla mafia e che si doveva fare la secessione prima con la politica, poi con i fucili e il linciaggio! E a un simile terrorista lasciamo dedicare una scuola?! E a una simile fazione di eversori regaliamo dei Ministeri?! E a un simile personaggio facciamo scrivere la storia futura d’Italia?! Una storia futura in cui non esisterà nessuna Italia?!
Hanno svenduto la nostra Costituzione, la nostra sovranità, il nostro diritto e ora mercificano il nostro territorio.
Non correggeranno nessun abuso di Roma ladrona, ruberanno quel che c’è e faranno piazza pulita del resto.

La frase “fare la festa” ha due sensi, uno vuol dire festeggiare, l’altro eliminare.
Dovremmo “fare la festa” all’unità d’Italia e a Roma capitale.
Per Bossi qual è il senso? Il secondo che ho detto.

Federalismo demaniale leghista

LA SVENDITA DEL TERRITORIO
Beppe Grillo

Antersasc, un gioiello del parco del Parco Nazionale Puez-Odler, in Alto Adige. Il cartello del parco è stato rimosso. Alberi centenari sono stati abbattuti per una strada che distruggerà la magia di un luogo incontaminato, cancellerà le voci della foresta, porterà SUV. In futuro forse alberghi, ristoranti, campi da golf. Ad Antersasc vivono da sempre le marmotte, ora disturbano, ne uccideranno 1.100.
Il mio nome è Michel Costa sono un oste della Val Badia, siamo nel bel mezzo delle Dolomiti, qui si sta compiendo uno scempio, l’ennesimo ambientale in uno dei posti più belli del mondo. Sto parlando di una valle immacolata di un gioiellino che paradossalmente è sotto a triplice tutela.

FALSI DEI
Viviana Vivarelli

Lo scempio del territorio è solo uno degli aspetti di una mercificazione neoliberista che con la Lega e Berlusconi sta assumendo caratteri criminogeni e che porterà altri danni all’ambiente e alla natura, calpestando un diritto fondamentale dei popoli.
Questa gente ha bruciato la sostanza reale dello Stato-Patria-Territorio-Nazione in nome, la Lega di una entità fittizia di pura fantasia come la Padania, vomitata dalla fertile fantasia di un mitomane, e Berlusconi di un interesse tutto personale alla propria impunità e alla prosecuzione del proprio potere personale, violando le più elementari regole del diritto ma aggregando attorno a sé una cricca di corrotti, evasori, opportunisti e mafiosi.
La tragedia è che contro costoro non ci sono oppositori, mentre il Pd si scinde ridicolmente, o oscilla tra il desiderio di una impossibile autarchia e il trattamento sciagurato degli alleati, mentre proseguono le due linee entrambe sciagurate di D’Alema-Veltroni, nessuna delle quali si è dimostrata capace di una opposizione vera a B.
Il risultato è un’anarchia di fatto delle istituzioni che, o sono state svuotate dei loro poteri da B, o non alzano la testa di fronte a crescenti insulti alla democrazia.
Il successo della Lega, che comunque non supera l’11%, è dovuto al fatto di aver creato una grossolana identità, fatta di ‘noi’ contro ‘tutti gli altri’, una identità rozza e grezza costruita sull’odio e la secessione.

NON CI SONO I VOTI A COTA
Viviana Vivarelli

Continua il caos sul riconteggio dei voti a Cota, ma sembra che coi numeri non ci siamo e la sua carica è a rischio. Chiamparino paradossalmente si rifiuta di pagare per lo spostamento degli scatoloni che resteranno depositati in Tribunale, e sappiamo che colabrodi siano i tribunali, tant’è che alcuni scatoloni sono già spariti.
Che Cota fosse abusivo era una certezza fin dall’inizio (ma non è forse abusiva tutta la Lega? Dire che è democratica sarebbe come dire che un virus è salutare. La Lega è abusiva così come Berlusconi è un criminale. Questo paese è retto da una setta eversiva e da un malfattore.
Purtroppo il meccanismo di conteggio schede è così lento che quando sarà arrivato al capolinea, saremo già al prossimo governo.
Ma, tanto, se dovessimo tornare alle elezioni, la protervia dalemiana del Pd è tale che ricandiderebbe la Bresso come magari in Puglia, alle prossime elezioni, d’Alema ricandiderebbe per la terza volta il perdente Boccia, o in Campania di nuovo un pregiudicato come De Luca.
Non ci preoccupa il lato perdente del Pd ma la sua coazione a ripetere.
Il motto ormai è: SEMPER AD DETRIMENTUM= sempre verso la sconfitta (vedi Veltroni)

IL CASO: STRANIERI IN CASA

“Portavamo il tricolore a Venezia insultati dai leghisti, identificati dalla polizia”. Denuncia di un consigliere comunale della Lista 5 stelle: “In una decina avevamo 2 bandiere italiane durante la festa della Lega e per questo siamo stati fermati mentre i militanti del Carroccio inveivano”.
“Fermati ed identificati dalla polizia per avere con noi il tricolore. Insultati e derisi da decine di leghisti esaltati ed urlanti – rischiando il linciaggio da parte di questi ultimi e una denuncia (per manifestazione non autorizzata e per aver provocato disordini) da parte della polizia”. Questo, secondo la denuncia di un consigliere comunale di Venezia Marco Gavagnin della lista Cinque stelle e del Blogger Paolo Papillo di Informazione dal basso che domenica scorsa, durante la Festa dei popoli padani hanno voluto provare a vedere cosa sarebbe successo a passeggiare per il capoluogo veneto con indosso una bandiera italiana. Il risultato per quanto sorprendente è descritto da loro stessi: “Siamo stati identificati noi, non quelli che ci insultavano; e ci avrebbero senz’altro aggrediti, se non ci fosse stato il cordone di polizia a proteggerci. Ci hanno cacciato, accompagnati distanti dal luogo della manifestazione leghista e fatti disperdere. Esporre il tricolore durante la festa della Lega – festa che vedeva presenti numerosi esponenti politici del partito e lo stesso Ministro degli Interni – è diventata una provocazione politica”.
“Eravamo in una decina – raccontano – ci eravamo incamminati lungo il ponte dopo il quale iniziava a svolgersi la manifestazione leghista, ci è stato impedito da agenti in tenuta antisommossa e da uomini della Digos di proseguire verso Riva dei Sette Martiri e Via Garibaldi: luoghi paradossalmente scelti quali teatro della manifestazione di questa forza di governo che non si riconosce nei simboli della nostra Repubblica e ne disconosce la storia scritta nel sangue di tanti patrioti. Sì, perché i sette martiri veneziani a cui è intitolata la riva sono partigiani morti durante Resistenza al grido di “viva l’Italia”.
“Subito dopo – continua il racconto – decine di leghisti (uomini e donne, vecchi e giovani) ci hanno spintonato e strattonato, cercando anche di sottrarci le telecamere; ci hanno insultato anche pesantemente, con vari improperi che andavano da “pirla” a “cretini”, da “pagliacci” a “omossessuali” e “culattoni”. Naturalmente ci hanno accusati di essere “comunisti”, dei “rompicoglioni”, o più semplicemente dei “lazzaroni”: “andate a lavorare!” ci dicevano, “andate a casa!”
“Questi però – si lamentano – non sono stati identificati. No. Eravamo noi – quelli col tricolore – l’anomalia, quelli fuori posto, i sobillatori. Mentre loro – quelli che inneggiavano alla secessione, i fautori della “padania che non c’è”, con le magliette e gli striscioni con la scritta “padania libera” – erano quelli normali… un completo ribaltamento di senso!”.
..
Paolo Lisi

Ma non lo vedete che sono un branco di ignorantoni!! Il sindaco maniaco crittografa la scuola del suo paese col simbolo della lega intitolandola col nome del Senatore Miglio, scordandosi che Miglio ( l’unico che nella lega ci capiva qualche cosa di federalismo!! )era stato ignobilmente cacciato da Bossi dal partito. Il sindaco intelligente non si è nemmeno accorto che Miglio voleva un altro federalismo: non un federalismo regionale opportunista inventato da Bossi ( l’altro non glielo faceva passare nemmeno Berlusconi!!). il vero federalismo dell’ideologo della Lega prevedeva tre cantoni, nord, centro e sud sul tipo della Svizzera.Ora, col federalismo di Miglio, quello autentico, era previsto uno stato del nord, chiamato, se uno vuole, Padania, e con questa identificazione distato del nord si poteva in casi estremi arrivare a giustificare una secessione di tipo Yugoslavo. Con l’attuale federalismo regionale, la Padania è stata abolita e non la si può nemmeno invocare perché non è prevista. Quindi Bossi e soci stanno letteralmente prendendo per i fondelli i beoti aspiranti padani, che sventolano bandiere dappertutto per uno stato che non è più previsto.
Spero che gli elettori, se hanno un pò di raziocinio, capiscano che Bossi e soci utilizzano il mito padano solo per avere vantaggi e prebende personali regalate dagli lettori ignari e/o tordi!!!
..
Zaia: una Bibbia per ogni studente veneto
Gliela scrivono in bergamasco?

VV
..
Bondi: “Dare soldi al cinema italiano è assistenzialismo”
E invece dare 900.000 euro alla moglie di Bossi per la scuola padana cos’è?
E pagare le multe per le quote latte non pagate da 80 allevatori padani, cos’è? Carità cristiana?

DISCRIMINAZIONI
Viviana Vivarelli

Si discute su rai3 del caso di un padre islamico che ha vietato alla sua bambina di fare nuoto perché nella piscina scolastica avrebbero nuotato maschi e femmine insieme. Questo è uno di quei casi in cui c’è un’autodiscriminazione e non ci si può fare niente. Mi spiace per quella bambina
Punto lì
Ma non è lecito a nessun funzionario statale, tantomeno a un sindaco, imporre discriminazioni contro gli altri che infrangano i loro diritti, come quello sancito costituzionalmente a una scuola pubblica uguale per tutti
Quello che il sindaco di Adro calpesta è il nostro diritto a uno stato laico
Scalfarotto, che non è uno sciocco, ha detto che la laicità dello Stato è una garanzia anche per i cattolici in un mondo futuro ove in certe zone ci fossero superorità numeriche islamiche, e ha citato subito, come malo es., la scuola di Adro Scalfarotto ha opposto alla presunta laicità dello Stato il fatto che la donna che in Lombardia voglia abortire si trova contro dei medici obiettori di coscienza, facilitati da un Formigoni di Cl. Al che uno ha obiettato che al contrario in Puglia solo i medici non obiettori di coscienza fanno carriera. Peccato che, mentre il primo fatto è solidamente accertato, il secondo sia tutto da verificare
Il fatto è che la Lega usa le proprie caratteristiche con la veemenza di un fazione confessionale che difenda un integralismo religioso, il che, in uno Stato civile non è accettabile, tanto più da un partito che attualmente è il solo pilastro del governo, cosa che la porta alle forme di ricatto più abiette
Scalfarotto diceva: “Supponiamo che ad Adro ci siano anche persone che non hanno votato Lega, pèrché dovrebbero vedersi il simbolo della Lega su ogni edficio pubblico, addirittura su ogni arredo di edificio pubblico?
Sapete a quel punto Salvini, che intelligente non è, cosa ha risposto?
Che quello non è il simbolo della Lega, ma il sole delle Alpi, e che ha pieno diritto di splendere ovunque voglia!
A Salvini, ma chi ti credi di prendere per fesso?

La Lega non rispetta né le persone né gli animali

La lega e gli animali randagi

La legge europea per la vivisezione:
prevede che cani e gatti vaganti possano essere usati per la sperimentazione senza anestesia.

ELENCO DEI ” PARLAMENTARI ” ITALIANI CHE HANNO VOTATO A FAVORE DELLA NUOVA LEGGE EUROPEA PRO-VIVISEZIONE:

1 – Gabriele ALBERTINI ( PPE – PdL)
2 – Magdi Cristiano ALLAM ( PPE – Io Amo l’Italia)
3 – Roberta ANGELILLI ( PPE – PdL)
4 – Antonello ANTINORO ( PPE – UDC)
5 – Alfredo ANTONIOZZI ( PPE – PdL)
6 – Pino ARLACCHI ( ALDE/ADLE – IdV)
7 – Raffaele BALDASSARRE ( PPE – PdL)
8 – Paolo BARTOLOZZI ( PPE – PdL)
9 – Sergio BERLATO ( PPE – PdL)
10 – Luigi BERLINGUER ( S&D – PD)
11 – Mara BIZZOTTO ( EFD – Lega Nord)
12 – Vito BONSIGNORE ( PPE – PdL)
13 – Mario BORGHEZIO ( EFD – Lega Nord)
14 – Antonio CANCIAN ( PPE – PdL)
15 – Carlo CASINI ( PPE – UDC)
16 – Sergio Gaetano COFFERATI ( S&D – PD)
17 – Giovanni COLLINO ( PPE – PdL)
18 – Lara COMI ( PPE – PdL)
19 – Paolo DE CASTRO ( S&D – PD)
20 – Luigi Ciriaco DE MITA ( PPE – UDC)
21 – Herbert DORFMANN ( PPE – SVP)
22 – Carlo FIDANZA ( PPE – PdL)
23 – Lorenzo FONTANA ( EFD – Lega Nord)
24 – Elisabetta GARDINI ( PPE – PdL)
25 – Roberto GUALTIERI ( S&D – PD)
26 – Salvatore IACOLINO ( PPE – PdL)
27 – Vincenzo IOVINE ( ALDE/ADLE – IdV)
28 – Giovanni LA VIA ( PPE – PdL)
29 – Clemente MASTELLA ( PPE – UDE)
30 – Barbara MATERA ( PPE – PdL)
31 – Mario MAURO ( PPE – PdL)
32 – Erminia MAZZONI ( PPE – PdL)
33 – Claudio MORGANTI ( EFD – Lega Nord)
34 – Alfredo PALLONE ( PPE – PdL)
35 – Pier Antonio PANZERI ( S&D – PD)
36 – Aldo PATRICIELLO ( PPE – PdL)
37 – Mario PIRILLO ( S&D – PD)
38 – Gianni PITTELLA ( S&D – PD)
39 – Vittorio PRODI ( S&D – PD)
40 – Fiorello PROVERA ( EFD – Lega Nord)
41 – Licia RONZULLI ( PPE – PdL)
42 – Oreste ROSSI ( EFD – Lega Nord)
43 – Potito SALATTO ( PPE – PdL)
44 – Matteo SALVINI ( EFD – Lega Nord)
45 – Amalia SARTORI ( PPE – PdL)
46 – David-Maria SASSOLI ( S&D – PD)
47 – Giancarlo SCOTTÀ ( EFD – Lega Nord)
48 – Marco SCURRIA ( PPE – PdL)
49 – Sergio Paolo Francesco SILVESTRIS ( PPE – PdL)
50 – Francesco Enrico SPERONI ( EFD – Lega Nord)
51 – Salvatore TATARELLA ( PPE – PdL)
52 – Iva ZANICCHI ( PPE – PdL)
..
(11 su 52 sono della Lega nord, la metà sono Pdl)

La Lega e la caccia in deroga

La Lega voleva la caccia a 741.000 uccelli migratori protetti, fra peppole, fringuelli, frosoni, pispole e storni, nonostante l’annullamento da parte della Corte Costituzionale degli articoli della precedente legge regionale sulla caccia in deroga, nonostante il parere negativo della Commissione Europea e addirittura nonostante il parere negativo dell’ufficio legale della Giunta Regionale. La pregiudiziale è stata presentata dopo che a luglio la Corte di giustizia europea aveva sanzionato l’Italia per un analogo provvedimento approvato lo scorso anno.
“Finalmente dopo 10 anni la legalità è rispettata”, ha commentato Stefano Zamponi, capogruppo dell’IdV, che nel suo intervento in aula aveva detto che non potesse essere consentito “di approvare una norma in netto contrasto con quella nazionale e europea, una legge che sfida l’Unione europea, la Corte europea e che sarebbe stata senz’altro sanzionata”. “Formigoni ha in più occasioni invitato il Consiglio regionale a non legiferare più sulla caccia in deroga, ma nonostante questa indicazione la maggioranza sembrava voler sfidare ancora una volta la Corte Costituzionale, l’Unione europea, il Parlamento nazionale e il segretario della Giunta regionale che pochi giorni fa aveva giudicato inopportuno questo progetto di legge”. Una vittoria per il fronte ambientalista, che proprio stamattina aveva organizzato un presidio di protesta davanti alla sede della Regione. Oltre a sottolineare il danno in della caccia, le associazioni rilevavano “la gravità soprattutto in questo anno, dove gli incendi in Russia e le alte temperature estive della Finlandia hanno portato sofferenza e squilibri alle popolazioni di uccelli che da quelle zone migreranno presto verso l’Africa attraversando il nostro territorio. Proprio quegli stessi uccelli (peppole, fringuelli, frosoni, pispole, storni) che in Europa sono protetti, diventano il bersaglio principale a cui mirano i cacciatori bresciani e bergamaschi”. Il Consiglio Regionale ha dimostrato grande senso di responsabilità, rifiutandosi di approvare una legge palesemente illegittima. Una buona notizia che arriva nell’anno della biodiversità, tematica molto sentita anche dall’amministrazione regionale.
“L’esito del voto segreto sulla pregiudiziale di illegittimità della proposta dimostra che finalmente tra le fila della maggioranza nascono dubbi sulla una difesa ad oltranza della caccia, ormai ridotta a tragico ed anacronistico passatempo di una sparuta minoranza in una regione che è andata incontro a cambiamenti immensi ed è ormai pronta a rigettare almeno le più indifendibili forma di distruzione della Natura”.
..
Il ringraziamento della LAC (lega abolizione caccia) va ai consiglieri di Sinistra Ecologia & Libertà (Vendola) e di IDV, che hanno saputo giocare le carte scarse dell’opposizione illuminata.
Formigoni, si sa, è contro la caccia.

La Lega e il voto anticipato
Beppe Grillo

I sostenitori del voto anticipato, uno dopo l’altro, hanno fatto un passo indietro. Boss(ol)i addirittura tre. Il motivo è uno solo, la paura del default che produrrebbe l’effetto di uno tsunami sulla classe politica. Sarebbe azzerata nel migliore dei casi. Entro l’anno scadono più di 150 MLD di euro di titoli, se non saranno acquistati non si potranno pagare le pensioni e gli stipendi pubblici che verrebbero decurtati. Di quanto? Del 10, 20, 30%? Un Paese senza governo e con 1800 MLD di debito sarebbe come un tonno in una tonnara. La crescita del PIL italiano è inoltre tornata negativa (-0,3%). In queste condizioni chi decide se e quando ci saranno le elezioni non sono i partiti in Parlamento, ma i nostri creditori, le banche internazionali, la UE, i singoli Stati che hanno comprato centinaia di MLD di nostri titoli di Stato, come la Francia. La sovranità economica e politica di un Paese coincidono, senza la prima non c’è neppure la seconda.

I DOPPI INCARICHI
Mario di Bari

Al primo posto tra i doppioincarichisti, la Lega Nord, quelli del grido di battaglia “Roma ladrona”, sì, proprio loro. E più in generale c’è chi non si accontenta della seconda poltrona in un Ente locale: 8 parlamentari ne hanno tre.

Siedono su uno scranno in Parlamento, ma ricoprono anche incarichi a livello locale. Si tratta di 122 parlamentari, 81 deputati e 41 senatori, il 12,9% del totale. È quanto rivela un’inchiesta esclusiva del settimanale “Il Punto”. In particolare: i presidenti di giunta provinciale sono 9, i consiglieri provinciali 16, i sindaci 35, i vice sindaci 4, gli assessori comunali 7 e infine i consiglieri comunali 55.
E le sorprese non mancano. In barba al loro grido di battaglia “Roma ladrona”, sarebbero proprio i leghisti i più numerosi specialisti del doppio incarico.
A guidare la classifica dei partiti con più deputati e senatori impegnati anche a livello locale è infatti proprio la Lega Nord: su 86 parlamentari leghisti, ben 38 sono amministratori comunali o provinciali (pari al 42,2%). Seguono l’Udc con il 17,6%, il Pdl con il 12 E c’è chi fa peggio, ovvero chi non si accontenta del “secondo lavoro”: 8 parlamentari hanno addirittura tre poltrone. Di questi, 4 onorevoli sono stati eletti in Parlamento e hanno anche due incarichi in Enti locali: Antonello Iannarilli (Pdl), Giovanni Fava (Lega Nord), Cesare Marini (Pd) e Cesare Monti (Lega Nord). Altri 4, invece, occupano uno scranno nelle aule parlamentari, oltre a uno in un Ente locale e un altro al governo: sono Altero Matteoli (Pdl), Mario Mantovani (Pdl), Paolo Romani (Pdl) e Daniele Molgora (Lega Nord). Proprio a questi 4 parlamentari, il settimanale Il Punto dedica la copertina del prossimo numero con il titolo “Li chiamavano trinità”.
“In Italia, se un dipendente pubblico con famiglia monoreddito, figli a carico e magari l’affitto o il mutuo da pagare, si trova un secondo lavoro”, ha commentato Alessandro Cicero, direttore editoriale de Il Punto, “viene giustamente punito ai termini della legge vigente. Viceversa, se un qualsiasi parlamentare, che riceve uno stipendio cospicuo, che dovrebbe rispettare le leggi e magari dare anche il buon esempio, ha due o addirittura tre incarichi contemporanei, nessuno protesta.
Come mai, ci chiediamo in questa inchiesta esclusiva, per una parte le regole valgono e per un’altra no?”.
CHI HA TANTI LAVORI E CHI è DISOCCUPATO!!!!
..
Un lettore: oggi la Lega marchia la scuola.
Domani può farlo la Coca Cola?

UNA SCUOLA PLURALISTA

Bruno Tinti: La Corte Suprema ha dichiarato che in una scuola pubblica deve essere rispettata la libertà di non subire alcun condizionamento, e l’ambiente scolastico deve rispettare il pluralismo educativo.
Come può essere se si installano simboli di un solo partito?
..
Ma, al posto di Napolitano ci metteranno la foto di Bossi?
Imbulloneranno anche quello?
..
Prima che la squadretta di calcio del Bobbio scenda in campo, il sindaco fa suonare “Va pensiero”, inno della Lega. Come per Lancini, il sindaco leghista si esime dalle sue responsabilità e dice che si tratta solo di un bel pezzo di musica, e che non c’è nessun riferimento al partito.
Piano piano, rosica rosica…
..
Sotto l’ondata nazionale di proteste, sembra che la Gelmini stia intimando alla scuola di Adro di rimuovere il simbolo leghista.
Se Lancini si oppone, gli manderanno contro gli Alpini o i parà?
..
Il sindaco di Adro: “Smantellano la mia scuola!”
No, pirla, correggono la tua scempiaggine!
..
Taliesin
Panico fra gli alunni della scuola leghista: sembra che la maturità dovrà essere sostenuta tre volte.
..
Oggi l’Italia è sotto Silvio Berlusconi e Umberto Bossi.
Domani sarà sotto la Marina Berlusconi e Renzino Bossi.
Se penso che potrebbe esserci anche il figlio del sindaco di Adro, non so se mettermi a piangere o a ridere.
VV
..
Contro la Scuola di Adro

Raccolte da ilfatto.it 35.000 firme di protesta.
Via i simboli di partito dalle scuole! Rispondono in 5000 su face book.
Si noti che la pagina è nata ad Adro.
Gabriele Sola dell’IdV lancia la campagna: “Depadanizziamo il Nord!”
185 genitori su 750 bambini della scuola di Adro (ma ci sono genitori con più bambini) hanno firmato un nobile documento contro il simbolo padano.
La figlia dell’ex sindaco di Adro ha ritirato dalla scuola le sue due bambine.
Alcuni insegnanti hanno chiesto il trasferimento.
La CGIL ha mandato una diffida alla Gelmini chiedendole conto dell’offesa alla Costituzione.
Intanto l’azienda dell’emerito sindaco Lancini è stata condannata per evasione dell’ICI.
Il sindaco Lancini è quello che voleva tagliare la mensa ai bambini poveri per un deficit di 5000 €, però la scuola padana della moglie di Bossi ha avuto 800.000 € dallo stato per coprire un deficit di 500.000 €, con la cosiddetta ‘legge mancia’.
Dopo l’intimazione della Gelmini di smantellare i simboli leghisti, il sindaco di Adro, già in difficoltà per i pagamenti della scuola, sembra non abbia i soldi per eseguire l’ordine. Niente paura! C’è già la fila di volontari che non vedono l’ora di spaccare i simboli padani.
..
Il sindaco Lancini si rifiuta di ottemperare all’ordine del Ministro e dice che farà quanto richiesto solo se lo dice Bossi.
Sarebbero consigliabili le sue immediate dimissioni dalla Repubblica italiana da cui dipende e che gli paga lo stipendio. Potrebbe restare in attesa di diventare sindaco della presunta futura Padania, ma qui, ora, è solo uno che rifiuta di obbedire a un ordine di Stato (e per Stato si intende l’Italia).

Altre frasi famigerate dell’eversore Miglio

-sui migranti: “Non vanno mischiati gli schiavi e gli europei”
-a favore dell’astensionismo: “Le Costituzioni ‘libere’ più rispettate sono quelle dei paesi nei quali elevato è il numero dei cittadini che disertano le urne,”
-sulla mafia “Io sono per il mantenimento anche della mafia e della ‘ndrangheta. Il Sud deve darsi uno statuto poggiante sulla personalità del comando. Che cos’è la mafia? Potere personale, spinto fino al delitto. Io non voglio ridurre il Meridione al modello europeo, sarebbe un’assurdità. C’è anche un clientelismo buono che determina crescita economica. Insomma, bisogna partire dal concetto che alcune manifestazioni tipiche del Sud hanno bisogno di essere costituzionalizzate”.
-per la rivolta armata: “Le rivolte dei cittadini prima si fanno con la politica poi coi fucili”.

Rosa e Olindo

Nichi Vendola
“Abbiamo contato fino a diecimila per avere una parola di buon senso dal Ministro Mariastella Gelmini. Come si può immaginare che la discussione oggi sul tappeto sia quella della prospettiva del federalismo solidale, mentre frammenti di scuola pubblica diventano frammenti di scuola padana? Vuol dire che è una presa in giro. Vuol dire che si chiama federalismo quello che in realtà è un processo di separazione e di secessione. Il problema non è solo il tappetino leghista sulla scuola padana, sotto quel tappetino c’è una semina di cultura regressiva: l’idea che il Nord si può salvare se manda alla deriva il Sud. Hanno seminato veleni in questi anni. A noi toccherà fare una lunga bonifica di questa terra avvelenata”.
..
Luigi De Magistris
“Il ministro Gelmini è intervenuta in modo debole e fuori tempo massimo. Prima ha cercato di sminuire il caso, di fatto avallando una scelta antidemocratica da parte del sindaco Lancini, poi timorosamente e in ritardo ha deciso di suggerire un ritorno alla normalità democratica. E lo ha fatto, per altro, soltanto perché costretta dalle proteste dei genitori e della società civile di Adro, oltre che dalle critiche piovute dall’opposizione. La trasformazione di una scuola pubblica in una sezione della Lega è un atto contrario alla Costituzione, che trova origine nel fondamentalismo razzista e delirante del partito di Bossi che tiene sotto scacco questo governo. Gelmini compresa”.

Dalla giustizia alla vendetta
Rosario Amico Roxas

”Noi abbiamo reso durissimo il carcere duro. E nel carcere duro ci stanno tutti i boss che le fiction e i tg hanno reso famosi, tutti stanno al carcere duro e quegli ergastoli noi non li intiepidiremo mai e moriranno la’, poveri perche’ gli abbiamo anche sequestrato i beni”. E’ un passaggio dell’intervento del ministro della Giustizia Angelino Alfano, dal palco della kermesse del Pdl Veneto a Cortina.(ANSA)

Le parole del ministro guardasigilli documentano la fragilità di uno Stato, retto da un governicchio, che vuole dimostrarsi sempre più autoritario, fino ai limiti della vendetta.
I capi mafia in carcere non sono altro che l’anello debole della catena mafiosa, i perdenti, gli sconfitti, verso i quali è giustissimo che vengano comminati tutti i rigori previsti dalla legge; ma il guardasigilli di questi rigori non può farne un leit motif della continua campagna elettorale che agita questo disgraziatissimo paese.
Con gli accenti di un Savonarola vorrebbe farci dimenticare la strategia di questo governo che si sta adoperando in tutti i modi per sostituire i capi della vecchia mafia con i nuovi capi dei colletti bianchi, quelli della P2 e della nuovissima P3, i truccatori di appalti, gli speculatori che ridono sulle disgrazie altrui, i componenti della vasta beccati con le mani nel sacco, ma oggetto di una strenua difesa corporativa e mantenuti nel loro posto e nel loro rango, malgrado meritevoli delle patrie galere. La guerra alle varie mafie è stata trasformata da questo governo in una lotta interna, in uno scontro fra cosche, dove le vittime più numerose sono rappresentate dalle fasce più deboli della popolazione che assiste attonita allo scontro e vede trascurati i legittimi interessi della nqazione. Il rigore di Angelino non impressiona nessuno, si tratta solo del medesimo ministro che si batte come uno… sciacallo (non merita il paragone con il nobile leone) per produrre leggi in difesa del suo signore e padrone, una difesa dai proc4ssi stant5e il fatto che la medesima difesa esercitata nella sede legittimata sarebbe fallimentare.
La frase che maggiormente sconcerta è: “e moriranno la’, poveri perche’ gli abbiamo anche sequestrato i beni”, vorrebbe farci dimenticare il tentativo governativo di vendere all’asta i beni sequestrati, per rientrare dalla finestra ciò che era uscito dal portone; vorrebbe farci dimenticare che mentre i mafiosi al carcere duro “moriranno poveri”, le espressioni della nuova mafia dai colletti bianchi, si arricchisce sulla pelle dell’intero popolo, sfruttando tutte le normative studiate ad arte dal medesimo ministro per favorire tutti gli illeciti fin ora emersi, che rappresentano, appena, la punta dellì’iceberg.

EVASIONE FISCALE: 300 mld
Viviana Vivarelli

Hanno appena pubblicato gli ultimi dati dell’evasione fiscale presunta: 300 MLD!
E’ il centro studi di Confindustria a dirlo. E’ rimasta attonita la stessa Confindustria che pure la propria evasione dovrebbe conoscerla bene.
Un grazie anche a Tremonti che ha abolito gran parte delle leggi contro l’evasione del csx ed è evidente che nemmeno il regalo dello scudo fiscale ha frenato la voragine evasiva. Se Visco fosse rimasto al suo posto, questo furto grande come un buco nero non ci sarebbe. Ha ripreso a lievitare appena eletto Berlusconi, il 1° evasore d’Italia!
E non è che costui abbia diminuito le tasse, anzi! E non è che il lavoro sia pagato meglio o che il lavoro dipendente sia stato sgravato di tasse così come i datori di lavoro hanno sgravato allegramente e impunemente se stessi!
In ogni paese d’Europa il lavoro temporaneo viene pagato di più. Noi contiamo anche questo paradosso: che il precario che è anche meno garantito è anche meno pagato!
Vorrei portare un es: in Inghilterra un informatico assunto per poche settimane prende 250 sterline al giorno (la sterlina è più di un euro). 4 giorni lavora, il 5° paga le tasse, da cui risulta che paga il 20% di tasse contro il 58% italiano. Se lo stesso informatico lavorasse in Italia, sarebbe pagato per un mese quanto a Londra per una settimana, dovrebbe pagare più del 50% in tasse ma probabilmente non pagherebbe nulla in quanto assunto in nero.
Quando Confindustria parla di crisi e di produttività, li fa questi paragoni?
Il paradosso più grottesco è questa Confindustria che protesta contro la sbalorditiva evasione. Cacceranno da Confindustria anche i grandi evasori? E a proposito, quanti ne hanno cacciati per aver pagato il pizzo alla mafia? O faranno il pareggio tra pizzo ed evasione?

Paolo Berlusconi

Nel 1990, siccome la legge Mammì vieta ai proprietari di reti tv di avere giornali. Silvio cede al fratello Paolo Il giornale e la Paolo B Finanziaria s.r.l. acquista dal gruppo Fininvest anche le attività edili (Italcantieri) ed immobiliari (Edilnord), oltre a quelle commerciali del Girasole, attive nella distribuzione tessile (Zambaiti).
La PBF srl (con la figlia Alessia) ha il 51% della Solari.com srl che dal sito risulta essere in liquidazione dal 2008. Socio di minoranza, con il 49%, Giovanni Cottone su cui gravano pesanti sospetti di appartenenza alla mafia. La Solari.com vende i decoder per il digitale terrestre e lancia Mediaset Premium., poi compra il marchio Garelli e ci vende gli scooter cinesi della Baotian Motorcycle Industrial Company.
Nel 2002 Paolo B, socio di maggioranza della Simec (società di gestione della discarica di Cerro Maggiore, di cui era già stato proprietario il fratello Silvio) è indagato per vari reati come falso in bilancio, truffa e corruzione; l’inchiesta si chiudea con il patteggiamento di una condanna ad un anno e nove mesi di reclusione ed il relativo pagamento di 49 milioni A fine Giugno del 2009 la decima sezione del Tribunale civile di Milano condanna Paolo B e la S.E.G. (Società Europea Golf) a risarcire in solido 4 milioni e mezzo al Comune di Pieve Emanuele, più 150mila di spese legali, con una causa civile che segue di molti anni l’inchiesta penale sfociata in diversi patteggiamenti.
Il 12 gennaio 2010 è condannato in via definitiva a altri 4 mesi per false fatturazioni. La pena complessiva (due anni e un mese) supera il limite per avvalersi della sospensione condizionale, ma viene sospesa grazie all’indulto
Davvero una brava persona!

Il sorriso e la risata
Rosario Amico Roxas

Tanto il sorriso che la risata sono espressioni “positive” che stanno a significare un, sia pur breve, stato di compiacimento, ma quante differenze tra un sorriso spontaneo e una risata forzata come manifestazione di piaggeria e servilismo anche intellettuale.
Il sorriso nasce sulle labbra, ma si manifesta negli occhi con tutta una gamma di espressioni che vanno dalla gratitudine al compiacimento, dalla serenità alla condiscendenza; il sorriso non può mai essere falso o falsato, essendo una manifestazione interamente e solo spontanea che dona senza attendere di essere corrisposto.
Ben diversa è la risata, specialmente quando viene sollecitata come segno di approvazione e consenso; è la risata che il potente, non conoscendo l’arte di stimolare un sorriso, si adagia nella banalità di stimolare la risata, prontamente eseguita, come uno spartito obbligatorio, dai “plaudatores” che hanno scoperto la nuovissima professione che consiste nel compiacere il potente per ottenerne le prebende.
I mezzi per sollecitare la risata sono molteplici e vanno dal “cucù settete” che vuole dimostrare alla platea una confidenza con altro potente, ma che tenta di nascondere il proprio convincimento di latente superiorità; poi c’è la barzelletta che non sempre riesce ad essere originale, ma non importa, i plaudatores di prima si sbellicheranno anche se non l’avranno capita.
Basti dire che i sovrani della risata sono i pagliacci del circo, che pateticamente ripetono le medesime battute e i medesimi gesti per ottenere un applauso e una risata, sempre meno convinta; c’è del tragico in quei pagliacci, costretti a far ridere anche quando la depressione li sovrasta.
Stimolare il sorriso di un bambino è certamente, il miglior dono che gli si possa fare, perché dentro quel sorriso si affaccia la sensibilità innocente che non sa esprimersi se non con quel sorriso che include tutti i sentimenti.
Chi fa ridere per ottenere compiacimento, non sarà mai capace di stimolare un sorriso… si tratta di un dono che non ha prezzo e non è barattabile
..
Le minacce di un disperato
Rosario Amico Roxas

Berlusconi: Lodo Alfano … a qualunque costo

Cioè: O mi permettete di essere improcessabile, inattaccabile, impunibile, oppure sfascio tutto. Ora esigiamo l’intervento del Presidente della repubblica, perché si tratta di minacce apertamente profferite contro le istituzioni repubblicane e costituzionali.
Ha taciuto e sopportato fin troppo il presidente Napolitano, ora è il popolo italiano che esige e pretende che svolga il suo alto ruolo di garante della Costituzione.
E’ chiaro, dal tenore della minaccia, che sente di essere alle corde; sente che lo tzunami che fin qui ha scansato, sia pure di poco, si sta abbattendo sull’intera costruzione che ha abusivamente edificato e trascinerà con sé tutti i suoi residui sogni.
Non gode più dell’appoggio mimetizzato del Vaticano, perché sembra che oltre Tevere abbiano finalmente capito di non potere andare oltre con l’accoglimento dei ricatti da parte del cavaliere, ivi comprese le nomine di comodo come “Gentiluomini del pontefice” a personaggi che si sono dimostrati molto scomodi.
Quali minacce ?
Nel 1970 Dario Azzaletto, figlio di Giuseppe (fiduciario di Andreotti in Sicilia) , diviene socio della banca Rasini. Sempre nel 1970, il procuratore della banca Luigi Berlusconi (padre di cotanto cavaliere) ratificò un’operazione destinata ad avere un peso nella storia della Rasini: la banca acquisisce una quota della Brittener Anstalt, una società di Nassau legata alla Cisalpina Overseas Nassau Bank, nel cui consiglio d’amministrazione figurano nomi destinati a divenire famosi, come Roberto Calvi, Licio Gelli, Michele Sindona e monsignor Paul Marcinkus. E’ chiaro quali minacce ?
Quando il giornalista del New York Times, Nick Tosches, chiese a Sindona (poco prima della misteriosa, ma non troppo, morte di quest’ultimo): «Quali sono le banche usate dalla mafia?». Sindona rispose: «In Sicilia il Banco di Sicilia, a volte. A Milano una piccola banca in Piazza dei Mercanti». L’unica banca presente a Piazza dei Mercanti, al tempo, era inequivocabilmente la Banca Rasini. La Banca Rasini risulta, inoltre, anche nella lista di banche ed istituti di credito che gestirono il passaggio dei finanziamenti di 113 miliardi di lire (equivalenti ad oltre 300 milioni di euro nel 2006) che ricevette la Fininvest, il gruppo finanziario e televisivo di Berlusconi, tra il 1978 ed il 1983, da ignoti benefattori, per cui il cavaliere, interrogato in proposito al processo Dell’Utri come persona informata dei fatti, si avvalse della facoltà di non rispondere: OMERTA’:
Il giornale inglese The Economist cita ripetutamente la Banca Rasini nel suo noto reportage su Silvio Berlusconi, sottolineando come, ad avviso dei recensori del reportage, Berlusconi abbia effettuato transazioni illecite per mezzo della banca. È stato invece accertato che Silvio Berlusconi ha registrato presso la banca ventitré holding come negozi di parrucchiere ed estetista. Anche per fare chiarezza su questi fatti nel 1998 l’archivio della banca è stato messo sotto sequestro.
I timori che atterriscono il cavaliere non riguardano le piccole operazioni truffaldine dalle quali si è salvato con prescrizioni, oppure “per intervenuta modifica della legge sul falso in bilancio”, oppure con sanatorie, condoni o perdoni acquistati (Previti fu molto attivo in quegli anni); i timori riguardano ben altri intrecci dove si incontrano mafia, politica, affari, Vaticano e P2; lì dentro ci sono morti, dispersi, scomparsi, banda della Magliana, il bandito De Pedis sepolto in Sant’Apollinare. La coincidenza vuole che in tutti questi affarucci, che dozzinali non sono, appare sempre e ripetutamente l’ombra del cavaliere. Lo scivolone in un processetto di pochi miliardi di corruzione, come nel caso Mills, aprirebbe varchi nella difesa dai quali uscirebbero moltissimi dei segreti di Stato che ancora incombono sull’Italia come irrisolti oppure coperti dal segreto di Stato.

RIDIAMARO : – )

LA CHIAVATA
Viviana

Leggendo Travaglio
Poco tempo fa Giorgino LaMalfa, detto il figlio degenere di suo padre, aveva detto a Nucara: ”Dobbiamo entrare nel Pdl e inseminarlo di cultura laica!” Al che il povero Nucara aveva risposto: “Giorgio, a 70 anni io non mi sento di inseminare nessuno!” E invece eccolo qua l’arzillo vecchietto che spinge per la fecondazione assistita! Fa il galoppino ridens per “racimolare una ventina di voltagabbana disposti a votare l’impunità a B al posto dei riottoso finiani” che gliel’hanno promessa ma non si sa mai. Ormai Fini è la bella Camilla che tutti la vogliono e nessuno la piglia.
Purtroppo con Nucara è stato un disastro. Sono finiti i tempi d’oro, Dov’è più quella bella ressa a Palazzo Grazioli per vedersi corpo e voto? Girano alla larga anche i venditori di coca. Un tempo cani e porci pullulavano vendendosi aggratis. Ora non basta la rielezione e l’estinzione del mutuo con vista Colosseo. E non serve nemmeno che uno come Stracquadanio si precipiti a dichiarare urbi et orbi che prostituirsi è legittimo (vedete il sottile nesso?)
Povero Nucara! Si rallegra di essere famoso e lo fermano per strada, pensa di portare a nuova gloria il Partito Repubblicano. A quale gloria? Quella dei postriboli? La Malfa padre straccerà la tessera.
Non era meglio incaricare Capezzone che è più sveglio e ha più pratica? Nucara a momenti si perdeva anche quel Calearo che fu uno degli uomini ‘nuovi’ pescati da Veltroni (ora ci riprova!), e che Veltroni mise addirittura capolista nel Veneto, per poi sentirsi dire che non era di sx (del resto non lo è nemmeno Veltroni!)
Quante persone ci saranno che attendono “LA CHIAMATA”?
Annunciaziò, annunciazio’ Se Berlusconi annunciava LA CHIAVATA forse era meglio!

Paola Bassi
Berlusconi a Taormina ospite della Destra di Storace accolto tra gli applausi..
Ultima trasformazione:
“il Berlusconi camerata”
..
Il Mandi

previsioni del tampax:
28 settembre 2010:
TG1
in america un cane ha partorito tre cuccioli sani
in cina si parla il cinese mandarino
la luna è sempre al suo posto
a cesena ieri durissimi scontri tra la polizia e dei facinorosi del m5s, 7386 poliziotti ricoverati, arrestati tutti e quattro i partecipanti alla manifestazione.

TG2
in america un cane ha partorito quattro cuccioli sani
in cina si parla il cinese arancino
la luna è sempre al suo posto, ma spostata di due cm
a cesena ieri durissimi scontri tra la polizia e dei facinorosi del m5s, 386 poliziotti ricoverati, arrestati tutti e cinque i partecipanti alla manifestazione.

Studio Aperto
in america un cane ha partorito tre cuccioli di gatto sani
in cina si parla il ticinese
la luna è sempre al suo posto grazie ad un decreto “ad selenium”
a cesena ieri durissimi scontri tra la polizia e dei facinorosi del m5s, 24596 poliziotti ricoverati, arrestati tutti e tre i partecipanti alla manifestazione.

TG4
in america un cane ha partorito ventisei cuccioli di gatto sani grazie all’intervento del cavaliere, altrimenti sarebbero stati ventidue cuccioli di etiope respingimentati
in cina si parla il bergamasco
la luna è sempre al suo posto, cioè tra arcore e la maddalena, questo per un intervento diretto del nuovo ministro alla stratosfera pierferdinando incasinando.
a cesena ieri durissimi scontri tra la polizia e dei facinorosi del m5s, centinaia di migliaia di milioni di miliardi di poliziotti ricoverati, arrestato l’unico partecipante alla manifestazione comunista che con preponderanti forze offensive cercava di sovvertire il giusto ordine dittatoriale presente sulla penisola isolata.

SKYTG24
svoltosi ieri a cesena il Woodstock organizzato da Beppe Grillo.
alla manifestazione hanno partecipato migliaia di persone che non hanno creato nessun problema, nonostante lo stato italiano abbia inutilmente fatto confluire nella zona migliaia di poliziotti e carabinieri.

Il Pd

Bersani ha scritto: “Ci rimboccheremo le maniche”
e poi: “E suoneremo le nostre campane”
Li aspetta un futuro da campanari?
viviana

Da Il fatto:
Il Pd, come lo chiama Travaglio? Il carrello dei bolliti

Furio Colombo: Il corpo del Pd è in coma, però ogni tanto ha dei brevi soprassalti. Il che vuol dire che non è morto.

Paolo Flore d’Arcais: Il Pd è uno zombi. Difficile che restasse vivo dopo il trattamento D’Alema-Veltroni.

Massimo Fini: La vera forza di Berlusconi è la sinistra. Il suo unico oppositore è Bossi. Esisterà ancora il Pd bel 2011? Spero proprio di no.

Luca Telese: Il Pd? Non esiste. La guerra feroce tra D’Alema e Veltroni ha sterminato ogni forma di vita. Quando saranno accompagnati all’ospizio, la sinistra tornerà a vivere.

Berlusconi ha detto che i deputati comprati stavano comunque nel cdx.
Se ci stavano, che necessità c’era di comprarli?
Paolo Oietti: “Si suppone che ci stessero in comproprietà, mezzo deputato è mio e me lo gestisco io”. Arriveremo anche alle multiproprietà come le case al mare? Da gennaio a marzo vota per me, da aprile a giugno vota per te…
Ma se il voto è a metà, lo danno mezzo o intero?
viviana
..
Ma lo spaccio dei parlamentari dove lo fanno?
Alla buvette?
C’è pure un listino prezzi?
Sarebbe di legge negli spacci pubblici.
O vanno tutti in privato a Palazzo Grazioli’? Come le puttane?
viviana
..
Ora Stracquadanio ci spiegherà che la compravendita degli onorevoli è ‘morale’’.
Io non ho niente contro Stracquadanio, ma siccome è alquanto bruttino, si potrebbe sostituirlo nella illustrazione della ‘morale’ berlusconiana con una spogliarellista hard?
viviana
..
Claudio Croci
Londra, arrestati 5 netturbini: volevano spazzare il papa.
..
Marco dalla Sardegna
Nanni Moretti: Massimo, di qualcosa di sinistra!
D’Alema: Siamo, con Marchionne!
Nanni Moretti: Ti ho detto, di dire qualcosa di sinistra, non
di dire qualcosa di sinistro!
..
Confusione
Nella sua gita a Londra, il Papa ha esecrato i preti pedofili
Poi ha proclamato San Pedofilo, il santo dei bambini!
VV
..
Papa
Svanita l’ipotesi dell’attentato,
E’ il solito tentativo del persecutore di passare per vittima.
VV

Berlusconi nega che vi sia stata una compravendita forzata di deputati.
Gli onorevoli che sono stati indotti a voltare gabbana si sentivano già berlusconiani dentro.
E sennò come avrebbero accettato il compenso così facilmente?
viviana
..
Non si è ancora capito perché Fassino dovesse invitare alla festa dell’Unità un consulente della mafia.
Forse per poterlo consolare per essere stato fischiato.
Lo dobbiamo prendere come un’apertura benevola nei confronti della mafia?
E’ una di quelle aperture di cui parla anche Veltroni?
Viviana
..
STAINO

-Veltroni: “Scendo in campo”
-Sollievo in Africa
..
Gasparri ha detto che i 700 simboli padani della scuola leghista sono una manifestazione di folklore
Ragassuoli! La sagra è finita! Ripiegate i banchetti e cancellate i formaggini!
VV
..
La Gelmini ha detto che le scuole italiane sono piene di simboli di partito.
Non è solo scema, ha anche le allucinazioni.
Scambia la bandiera italiana per un simbolo di partito.
Fors’anche i libri di testo.
O forse si riferiva ai writer
Ma noi non li facciamo sindaci!
VV
..
Sabina
Anche i fascisti iniziarono con atti cosiddetti folkloristici e poi sappiamo come sono andati a finire.
..
La Gelmini ha fatto tagli micidiali alla scuola e ha detto di averla migliorata.
Tremiamo all’idea che voglia migliorarla ancora.
VV

Mario di Bari
Sotto palazzo grazioli c’è una gran confusione di gente.
Arriva il maresciallo dei carabinieri e chiede a uno dei suoi: “Appuntato, ma che succede?”
“Una cosa grave, maresciallo. Hanno sequestrato berlusconi, tremonti, gelmini, bossi, ed altri esponenti del governo e se entro due ore non paghiamo 5 milioni di euro, hanno detto che daranno fuoco a tutti e tutti!!!”
“E voi che state facendo?”
“Abbiamo organizzato una colletta!”
“E fino ad ora quanto avete raccolto?”
“Cinque o sei accendini e 1500 litri di benzina!!”
..
Mario di Bari
TRADIMENTO PER POLITICA.
Marito e moglie, felici, festeggiano le nozze d’argento con una cenetta intima. Verso la fine, lui si sente finalmente pronto a chiedere qualcosa che lo tormentava da tempo.
Lui: Cara, mi hai mai tradito?
Lei: Oh, caro, ma perché chiedi questo?
Lui: E’ importante, lo DEVO sapere
Lei: OK, allora. Sì, ti ho tradito. Tre volte
Lui: Tre volte? Quando?
Lei: Caro, ti ricordi quando avevi bisogno di tutti quei soldi per lavorare in proprio, e nessuno te li siede finché un giorno il direttore di banca venne da noi e li consegnò personalmente?
Lui: Non avevo mai capito cosa fosse successo. E quand’è stata la seconda volta?
Lei: Caro, ti ricordi quando avevi bisogno di quella operazione al cuore, ed era troppo rischiosa e nessun chirurgo voleva farla? E che poi improvvisamente uno di loro cambiò idea?
Lui: Oh, cara, hai fatto questo per salvarmi la vita? Ah, mi sento risollevato dal vedere come ti sei sacrificata per me! E dimmi, quand’è stata la terza volta?
Lei: Caro, ti ricordi quando eri in campagna elettorale, e ti mancavano 14700 voti per essere eletto?…
..
http://masadaweb.org

5 commenti »

  1. Patrimonio del Comune REGALATO !

    Leggi più severe se la P. Amm. a Napoli è diventata un’associazione a delinquere ! regalano fitti di case panoramiche a tutti ! Invalidità a tutti, appalti su tutto: buche (che rimangono) topi, (che rinascono) e Napoli è piena di LAVORI INTERMINABILI ! traffico impazzito ! Il Ministro Brunetta elimini tali ass. a delinquere !

    Graziella Iaccarino

    Commento di MasadaAdmin — settembre 21, 2010 @ 8:44 am | Rispondi

  2. Foto in classe: BOSSI col dito medio alzato!

    in ogni aula ?!

    Graziella

    Commento di MasadaAdmin — settembre 21, 2010 @ 9:46 am | Rispondi

  3. Centrale nucleare abbandonata con scorie in Campania !

    Iacona non ha parlato della Centrale Nucleare abbandonata da decenni in Campania ; può fare una trasmissione su “MUNNEZZA” Inceneritore rotto di Acerra e Nucleare della Campania ?

    Graziella Iaccarino

    Commento di MasadaAdmin — settembre 22, 2010 @ 5:34 pm | Rispondi

  4. affitti d’oro della Camera : la Corte dei Conti che ci dice ?

    Se la Camera spende milioni per fitti la Corte dei Conti non può agire ?

    Graziella

    Commento di MasadaAdmin — settembre 23, 2010 @ 5:07 am | Rispondi

  5. …lo sterminio dei Nativi ?? Sin dai primi giorni dopo Cristoforo Colombo comincio’ il genocidio, ma questo e’ il frutto dell’uomo bianco cristianizzato che ha sempre massacrato chi non si assoggettava al loro dio unico, sin dalla fine dell’Impero Romano quano comincio’ a prendere piede la “cristianita’ ” cominciarono guerre e massacri, i romani politeisti erano piu’ interessati alle tasse e alla pax romana che alle conversioni. Negli ultimi 2000 anni lo sterminio di razze non “uguali” e’ sempre stato il gioco preferito dei cristiani, dall’Africa, all’Asia all’Australia al sudamerica : “Che facciamo di queste donne e bambini ??” chiese il capitano spagnolo al prete gesuita al seguito: “Uccideteli tutti dio dividera’ i buoni dai cattivi !!”.

    Ancora Ciao !

    Juan Miranda

    Commento di MasadaAdmin — settembre 23, 2010 @ 6:43 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: