Nuovo Masada

settembre 17, 2010

MASADA n° 1195. 17-10-2010. Di Masi in peggio

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 7:54 am

La scuola è finita. L’italia pure.

Insegnanti si uccidono – Vecchi mostri: Miglio – Nuovi mostri: Stracquadanio – Nei sondaggi B in picchiata – Bordello Italia – La sciagura della Lega – Compro tutto – La scuola dell’odio

Il suicidio di Norman
Viviana Vivarelli

Un giovane insegnante precario, Norman, di fronte alla cancellazione del suo futuro si è ucciso buttandosi dalla finestra.
Scuola e suicidi è una triste accoppiata che non fa altro che crescere. E se non è il suicidio è la depressione, la distruzione interiore della persona.
Quattro suicidi in meno di dieci anni. Il triste primato è della Facoltà di Lettere e filosofia di Palermo, sconvolta dalla recente scomparsa di un dottorando ventisettenne, Norman Zarcone, che si è gettato dal settimo piano.
Era un brillantissimo ricercatore universitario, 27 anni e moltissimi attestati a certificare uno spirito brillante e meritorio, ma a che serve avere dei meriti oggi in Italia? Mentre una sciagurata Gelmini continua a blaterare proprio di scuola del merito, così come Berlusconi continua a blaterare di presunta democrazia o Tremonti continua a mentire sui dati della crisi e a negare che o suoi misfatti si portano quasi fuori dall’Europa.
Il padre di Norman ha parlato di omicidio di stato. Gli assassini sono Berlusconi, Tremonti e la Gelmini, quelli che per mantenere i vizi della Casta e la predazione di Berlusconi spingono alla crisi una classe di giovani a cui hanno tagliato il futuro. Ormai lo stato di abbandono del paese, accompagnato da una totale incapacità politica finalizzata solo agli interessi del gruppo dominante sta distruggendo qualunque speranza nei giovani. Si arriva al cinismo di proporre loro come alternativa all’impegno e al merito solo la prostituzione, la mafia, la P2. Ci può essere qualcosa di peggio di uno Stato le cui massime cariche spingono i giovani alla prostituzione e al crimine? Io credo di no, e la Lega che sostiene questo inferno è totalmente colpevole della dissoluzione di un paese le cui istituzioni hanno dato prova di una deriva verso il basso inqualificabile che macchia tutti di colpevole egoismo e di oscena incapacità politica.

Che la morte di Norman come la sofferenza di tanti lavoratori ricada si coloro che ne sono stati causa e governano il paese con un cinismo e un egoismo mai visto, fregandosene dello sviluppo di questo paese e della vita della gente!
L’indecenza è fatta costume e ammorba la Repubblica.
Questa manica di criminali ormai non amministra più lo Stato ma lo tiene in ostaggio.
Ci hanno cacciato all’ultimo posto nell’Europa dei 7 e minacciano di mandarci agli ultimi posti nelle classifiche mondiali, per inettitudine e immoralità.
Auguro a questa combriccola di vigliacchi di pagarla cara per la loro malvagità!
Meritano tutti i mali del mondo.
E con loro anche quegli elettori che, per difendere qualche osceno interesse personale, sostengono col loro voto questo che è sicuramente uno dei peggiori governi italiani, contrassegnato solo dall’interesse personale, dalla brutalità, dalla volgarità e dalla corruzione.
Ci chiediamo quando in questo disgraziato paese si comincerà a parlare di sviluppo, di crescita, di provvedimenti contro la disoccupazione, di bene comune.
Non basta che un’intera generazione di giovani sia stata rovinata e vaghi tra precariato, disoccupazione e lavori indecenti. Lo Stato doveva anche licenziarne a migliaia pur di mantenere i vizi di una corte dissoluta e sciagurata, mentre il deficit corre all’impazzata e di provvedimenti contro la crisi non se ne vede, con una casta che ormai se ne frega dei lavoratori, dei giovani, della scuola e della ricerca… ed è impegnata solo a tutelare se stessa nel modo più osceno, permettendo la distruzione di ogni tutela del lavoro, di ogni diritto dei lavoratori.
E mentre queste cose gravissime accadono, l’esempio di immoralità che ci viene dato da Berlusconi e i suoi rischia di far franare anche le deboli difese etiche di giovani e meno giovani, con l’assuefazione graduale e micidiale ad ogni sorta di immondizia comportamentale, con una classe politica che non solo impone i propri vizi ma li presenta anche come morale corrente, aiutata da media che sono ormai solo di incitamento alla corruzione.

200.000 licenziati nella scuola. Quella malnata della Gelmini ha avuto la faccia di dire che lei non poteva “farsi carico” dei precari che erano “da ascrivere” al precedente governo!!
Questa non solo non sa come si pensa ma nemmeno come si parla.
E’ una analfabeta globale dei diritti e della realtà.

Maria Pia Caporuscio

Ieri sera ho visto un vecchio film di Monicelli “Compagni” ambientato nella Torino di fine ottocento e sono rimasta senza parole nel constatare quanto quegli operai assomiglino agli attuali. Lavoratori calpestati da industriali assatanati e senza scrupoli, diventati ricchi col loro sangue, ma che continuano ancora adesso, a considerare rifiuti umani. Lottavano a fine ottocento per la riduzione dell’orario di lavoro, scioperando per mesi spartendosi il cibo e vivendo nella più desolante miseria. Oggi, tutti istruiti e consapevoli dei propri diritti, si è incapaci di tener testa a questi rinnegati della vita e ci si lascia spaventare dai ricatti di questa oscena classe dirigente. In un Paese gestito da questa feccia come ci si può illudere che riconoscano i diritti sacrosanti di ogni essere umano, se umani costoro non sono? Si DEVE TORNARE A LOTTARE altrimenti il ritorno al passato continuerà con la velocità della luce!
..
Ballarò. Crozza. “Vendola! D’Alema ha detto che non vincerai mai! Lo sai, vero, che questo ti avvantaggia?”
Risate omeriche. E per tanto….ma D’Alema, detto “noneindovinouna”, che rimane a fare?
..
Ma davvero un terzo degli italiani vuole essere governato da troie, papponi, evasori, ladri, truffatori, venduti, voltagabbana, mentitori, pazzi fanatici, mafiosi e golpisti… insomma tutta la feccia del popolo italiano??
Sarò ottimista ma stento a crederlo.
Viviana
..
Mario di Bari
Nucleare, la Puglia non ci sta e impugna la legge sul nucleare, la legge «Scellerata»
Da Bari stop al nucleare deciso dal governo senza l’intesa con le amministrazioni regionali. La Regione Puglia ha oggi avviato l’iter per impugnare la legge n.129 del 2010 sul nucleare. Lo fa sapere una nota dell’ente regionale.

Al lupo
E ci mancherebbe altro, visto che la Puglia esporta l’85% dell’energia prodotta e quei 1000 Megawatt che voglio produrre col nucleare li stiamo già producendo con l’eolico! Se il progreditissimo nord vuole il federalismo fiscale, io rilancio con il federalismo energetico: che ogni regione si produca da se la propria energia come meglio crede; se vuole importare il petrolio piuttosto che uranio la scelta va lasciata ai cittadini.
..
Federico segnala

Il Guardian ha pubblicato ieri una lettera di 55 intellettuali laici contrari al carattere di “visita di Stato” attribuito al viaggio di Benedetto XVI nel Regno Unito. I firmatari si sono dichiarati “concordi” nel ritenere che il papa non meritasse tale onore, perché ritengono che, nonostante come cittadino europeo e come leader di una religione sia ovviamente libero di entrare e visitare il paese, in quanto capo di stato e responsabile dell’organizzazione di cui è capo è stato ed è responsabile di “essersi opposto alla distribuzione di preservativi alle famiglie numerose dei paesi poveri, incrementando così anche la diffusione dell’AIDS; di promuovere la segregazione; di negare l’aborto anche alle donne più vulnerabili; di opporsi alla parità dei diritti per lesbiche, gay, bisessuali e transessuali; di non aver affrontato adeguatamente i molti casi di abusi su bambini commessi all’interno della sua organizzazione”.
Dopo aver criticato la mancata sottoscrizione di molti trattati sui diritti dell’uomo e di aver invece stipulato concordati che discriminano i diritti umani dei cittadini di quei paesi, i sottoscrittori hanno “rifiutato il mascheramento della Santa Sede come uno Stato e del papa come un capo di Stato”, in quanto sarebbe una “semplice finzione utile per amplificare l’influenza internazionale del Vaticano”.

Tra i firmatari, Stephen Fry, Richard Dawkins, Philip Pullman, Ken Follett, AC Grayling, Simon Blackburn, Harold Kroto, Jonathan Miller, Peter Tatchell, Lewis Wolpert, ma anche parlamentari, baronetti e Lords.
..
Sondaggi al 16 settembre 2010

Berlusconi è in forte calo e batte il suo record negativo. Al momento non ha alcuna maggioranza parlamentare, e non si sa se riuscirà a mettere insieme una ventina di assenteisti e merce di scarto, che compera a caro prezzo ma che, al momento, non gli hanno ancora dato garanzia di appoggio certo, intanto nel paese sta colando a picco
Demos, Ispo, Mannheim e Crespi il 16 settembre sono d’accordo per dargli il 29,7%
che fa un terzo dell’elettorato e non il 68% di cui fanfaluca.
Fini dovrebbe stare al 6,3%
Solo Euromedia Research del Giornale lo schiaccia al 3% per odio preconcetto.
La Lega sembrava stesse aumentando e invece è diminuita, ma è comunque all’11,5%.
Il Pd è al 24,6% elle preferenze.
Udc di Casini al 6,5%
La SEL di Nichi Vendola ottiene il 4,7% dei consensi secondo Demos
Il Movimento 5 stelle, stando ai dati pubblicati da Demos su Repubblica per una generosa forma di ottimismo è al 3,6%, batte dunque i tre partitini della sx extraparlamentare che proprio non si aggiudicano.
E teniamo conto che chi risponde così ai sondaggi spesso poi a votare nemmeno ci va. Per cui tutte le cifre sono da rivedere al ribasso.
..
Al 16 settembre il sondaggio de Il fatto su chi può fermare Berlusconi dà questi risultati:

Antonio Di Pietro (33%, 36.181 Voti)
Beppe Grillo (29%, 32.552 Voti)
Nichi Vendola (19%, 21.007 Voti)
Pier Luigi Bersani (6%, 7.010 Voti)
Nessuno di questi. Indica un nome nei commenti. (5%, 5.507 Voti)
Gianfranco Fini (4%, 4.376 Voti)
Marco Pannella (4%, 4.146 Voti)

Ad aprile la proposta di De Magistris era accogliere e unire l’antiberlusconismo duro e puro: da Nichi Vendola a Beppe Grillo, dall’Italia dei Valori al Popolo Viola.
De Magistris non era indicato nel sondaggio, ma molti pensano sia la persona nuova che potrebbe fare il miracolo di riunire tutti gli antiberlusconiani in un esercito solo che almeno:corregga le tare più grosse del berlusconismo e riportai il paese su una rotta di legalità, civiltà, sviluppo e progresso.

Gianni Cerruti segnala

Bordello Italia, il nostro Paese visto dall’autorevole Foreign Policy

La rivista americana ha pubblicato un articolo di James Walston, prof. di relazioni internazionali all’American University di Roma, che dipinge il nostro Paese corrotto nei costumi e passa in rassegna la crisi della politica e la vicenda della motovedetta libica
Un’Italia trasformata in “Bordello State”, in cui non solo “alcune donne arrivano in Parlamento attraverso una camera da letto”, ma soprattutto “donne e uomini, giornalisti e professionisti, hanno dato via le loro menti e i loro principi, anziché i loro corpi”: così scrive sull’autorevole rivista americana “Foreign Policy” James Walston, professore di relazioni internazionali all’American University di Roma.
L’articolo si apre con “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!” Dopo aver ricordato che la stessa profezia era contenuta in un libro di Paolo Sylos Labini, passa ad analizzare le ultime vicende politiche, sottolineando come “ci sia stata una mancanza di leadership dalla fine di luglio, ma nelle ultime due settimane la mancanza di una direzione è arrivata al parossismo”..
Dopo svariate fughe in avanti e marce indietro sulle elezioni, ora si attende un voto sul piano dei “5 punti”, su cui la questione più controversa resta la “Giustizia”. Intanto la politica estera di cui il premier va fiero, cioè l’amicizia con Putin e Gheddafi, non è riuscita a evitare l’episodio “imbarazzante” di una motovedetta italiana ceduta ai libici che ha mitragliato un peschereccio italiano.
..
Gianni Cerruti segnala:
Da: africa-request@peacelink.it]
Motovedetta libica spara su peschereccio italiano

FRANCESCO VIVIANO
Sparare è l’ultima ratio, in casi di enorme pericolo. Ma di certo un peschereccio non poteva rappresentare un pericolo. Volevano bloccarlo? Ci sono tecniche che lo permettono, senza l’uso delle armi. Ma sa qual è la cosa più triste? Mentre i libici sparavano i miei colleghi a bordo erano impotenti. Perché non potevano fare nulla, non potevano intervenire.
Abbiamo le mani legate: il nostro unico compito è di insegnare ai militari di Tripoli a governare quelle motovedette di 28 m che il nostro governo ha ceduto a quello libico. Ho parlato con i miei colleghi a bordo e le posso assicurare che sono, a dir poco, sconcertati e non vedono l’ora di rientrare in Italia. Anche perché nei nostri confronti i libici non si comportano certo bene. Siamo sistemati in un albergo, ma è tutto recintato, è una sorta di prigione dalla quale usciamo soltanto per andare in mare con loro per le attività programmate”.
Chi parla è un luogotenente della GdF, 45 anni, oltre la metà trascorsi in mare in servizi di pattugliamento nel Canale di Sicilia.
Tante esperienze vissute in mare. Vita dura perché è ancora impegnato nei servizi di respingimento degli extracomunitari che vengono bloccati fuori dalle nostre acque territoriali e ricondotti in Libia. “Quel che è accaduto l’altro ieri è davvero incredibile, purtroppo noi siamo comandati a fare quei servizi e siamo costretti a salire a bordo di quelle imbarcazioni, perché gli accordi tra il governo libico e quello italiano lo prevedono”. L’ufficiale racconta che su ognuno di quei mezzi salgono cinque o sei italiani. “Ognuno di noi ha un preciso compito: occuparsi dei sistemi di comunicazione, della condotta della motovedetta, dei propulsori e di altri aspetti tecnici. Non possiamo interferire per nessuna ragione. A bordo, come a terra, i libici si comportano da “padroni”, spesso arroganti e scostanti. E noi dobbiamo sopportare. I soldi in più che guadagniamo in queste missioni non valgono proprio il gioco. Soprattutto quando, com’è accaduto l’altro ieri, dobbiamo assistere impotenti a un tentativo di abbordaggio con l’uso delle armi, le nostre armi, contro dei connazionali indifesi. Tutto ciò non si può sopportare”.
I finanzieri tentano, quando hanno sentore che si salpa per operazioni particolari, di non salire a bordo. “Proprio per evitare di assistere a episodi come quello di domenica. Ormai i militari libici li conosciamo un po’ e sappiamo che quando si salpa verso certe direzioni si va incontro a dei guai. E quando abbiamo qualche dubbio, per un motivo o per un altro, ci rifiutiamo di salire a bordo con loro. L’altro ieri evidentemente i miei colleghi non hanno sospettato nulla”. I nostri militari che svolgono servizi di pattugliamento anti immigrazione si trovano tra due fuochi. Da un lato ci sono gli ordini “e gli ordini devono essere, volenti o nolenti, rispettati”.
Ma da quando la Procura di Siracusa ha indagato alcuni militari della Guardia di Finanza per avere “respinto” in mare extracomunitari intercettati in acque internazionali, sono ancora più in difficoltà.
“Cosa dobbiamo fare? Se non li respingiamo incorriamo in provvedimenti disciplinari, se li respingiamo veniamo indagati. Ed allora come uscirne?
Questa storia dei respingimenti è uno dei servizi più crudeli che svolgiamo.
E da molti mesi si registrano casi di “ammutinamento” nel senso che molti pattugliatori, che dovevano salpare dai porti liguri o toscani per darci il cambio, non partono proprio. I nostri colleghi, giustamente, si rifiutano di svolgere questo servizio “infame” che non ci fa dormire la notte. Ma per non salpare ci vuole un motivo plausibile e quindi spesso il comandante o qualche ufficiale indispensabile si “ammalano”. Oppure sull’imbarcazione si verifica un “problema tecnico””. Anche in mare si trovano delle scorciatoie per non eseguire i “respingimenti”. “Questo, come detto, è un servizio ‘infame’, ed allora ognuno di noi si assume delle responsabilità, dei rischi. Per cui se possiamo appigliarci a qualcosa lo facciamo, trasferendo a bordo gli extracomunitari che incontriamo in mare, per motivi di sicurezza e soprattutto per motivi sanitari. Ma anche questo lavoro non è facile perché molti dei clandestini sono disposti a tutto, hanno paura che li riportiamo in Libia ed allora minacciano di uccidersi davanti a noi. Anche donne con in braccio i loro bambini, che ci pregano di salvarli. Ci dicono che sono pronte a lasciarsi annegare insieme ai figli. Davanti a queste situazioni, cosa fai? Io sono un militare, ma soprattutto un uomo, un padre.
E a costo di rischiare provvedimenti disciplinari, non lo farò mai più. Un giorno o l’altro dovrò rendere conto a qualcuno ed io voglio avere la coscienza pulita”.
..
La Lega, rovina d’Italia
Viviana Vivarelli

Dareste voi il controllo della vostra casa a chi si dichiara guastatore della stessa, giurando di odiarla e disprezzarla e di volere solo il suo male?
La Lega avrebbe diritto solo ad essere una setta extraparlamentare, tenuta sotto controllo in quanto eversiva e pericolosa.
Visto che una scuola pubblica dipende da un provveditorato che è un organo pubblico, mi chiedo cosa avverrà alla scuola di Adro qualora venisse nominato dal Provveditorato un insegnante siciliano o napoletano? Si sentiranno in diritto di allontanarlo dalla ‘loro’ scuola ‘padana’?
Ma lo capiamo almeno a quali rischi va incontro la Gelmini quando chiude tutti e due gli occhi davanti a questo abominio?
Vuole legittimare una situazione secessionista ‘di fatto’? E per di più in un contesto razzista e xenofobo che fa vergogna all’Italia intera?
E queste stato repellente di cose viene perpetrato da gente che ha la moglie siciliana (Bossi) o è di origine pugliese (Cota)! E che aspira a governare quella stessa Italia di cui non si sente cittadino né figlio, rubando i soldi e i ruoli agli italiani veri!??? Ma vergognatevi!
Chiediamo una democrazia partecipata, che veda aumentare i diritti dei cittadini contro lo strapotere micidiale delle cricche affaristiche, assistiamo invece, grazie a Berlusconi e alla Lega, a violenti colpi contro la democrazia che la riducono a una cosa grottesca.
Un colpo gravissimo è stata la legge elettorale di Calderoli, costruita a tavolino solo per far vincere Berlusconi, che ha eliminato in un colpo solo la democrazia parlamentare, schiantando la sovranità popolare e togliendo agli elettori il diritto costituzionale di scegliere i loro rappresentanti, mentre una repubblica parlamentare era trasformata in modo anticostituzionale in un regime oligarchico ristretto in totale spregio alle più elementari norme di democrazia. Ora B e Lega dichiarano che la porcata non si tocca e questo dice chiaramente che sono due nemici del popolo italiano.
Il 2° colpo gravissimo è stato l’orrendo federalismo demaniale, voluto anch’esso da B e dalla Lega, che allarga le possibilità di privatizzare beni collettivi come le sorgenti, i fiumi, le coste, i parchi protetti, le montagne.. togliendoli alla collettività e rimettendoli ai capricci di una giunta partitica che può farne merci da mercato.
I diritti di una democrazia partecipata comprendono il diritto dei cittadini di decidere sui beni comuni, come l’acqua pubblica o i beni demaniali. Allargare le privatizzazioni in nome di un indecente liberismo che favorisce solo multinazionali, spa o imprenditori senza scrupoli è sempre stato letale per i cittadini. Purtroppo il decreto Ronchi privatizza la gestione dell’acqua e la affida a società private, quando è lampante che ogni volta che ciò è avvenuto i risultati sono stati nefasti: bollette più care anche di 10 o 20 volte, scadimento della qualità dell’acqua fino alla presenza di colibatteri e alla non potabilità, riduzione delle ore di disponibilità dell’acqua, assenza di controlli sulle aziende di gestione, deterioramento degli impianti di purificazione, impossibilità legale di protesta. Il federalismo demaniale voluto dalla Lega affida a qualunque giunta (che può essere corrotta o mafiosa) il potere di vendere beni pubblici. In base a tale esecrabile legge, una giunta del Trentino può vendersi un pezzo delle Dolomiti, una giunta piemontese le sorgenti del Po, e una giunta siciliana, magari a infiltrazione mafiosa, può mettere sul mercato quel che resta della Valle dei Templi o la spiaggia di Taormina.

Ci chiediamo cosa ne sia delle promesse della Lega di rispettare l’autonomia dei popoli, i diritti del territorio e l’amore per la propria terra..

-quando essa ha voluto e votato l’abolizione della sovranità elettorale cassando il diritto costituzionale dell’elettore di scegliere il proprio rappresentante

-quando ha voluto ogni sorta di legge antidemocratica che divideva il paese in una casta intoccabile di ricchi con abuso di potere e una massa di non ricchi privi di qualunque potere

-quando ha sancito che nepotismo fosse l’unico criterio di meritocrazia funzionante

-quando ha accettato e votato la costruzione di Centrali Nucleari pericolosissime per un territorio a forte densità abitativa come l’Italia, per di più altamente sismico, soggetto a frane e alluvioni e in cui ogni sorta di opera pubblica, ormai, è nelle mani di cricche affaristiche senza scrupoli, se non addirittura mafio-camorristiche dedite solo a degradare le opere stesse senza alcun scrupolo, decuplicando i costi e agendo al di fuori delle leggi di protezione di persone e territorio

-quando ha accettato di vendere l’acqua pubblica

-quando ha accettato di vendere ogni sorta di bene demaniale, mettendone la disponibilità nelle mani di giunte corrotte o affaristiche che giù in passato si sono dimostrate nemiche del popolo italiano e di questa terra

-quando ha con forza voluto il mantenimenti dei enti inutili come le Province che costano 17 MLD allo Stato “per non perdere i denari sul territorio” come ha detto Bossi, facendo ben intendere che non ha nessuna intenzione di eliminare abusi e sprechi per mantenere di fatto qualunque razzia di denaro pubblico veda percettrice la Lega.

La discrasia tra quanto la Lega predica nelle piazze o nelle ridicole sagre paesane con ciò che realmente viene fatto contro questo paese è talmente grande che mi chiedo che razza di idioti siano quelli che ancora intendono votarla.

Il cittadino italiano non è un suddito, per quanto Berlusconi e Lega tentino di farlo diventare proprio questo, negandogli i diritti fondamentali: il diritto di scelta elettorale, il diritto di informazione, il diritto a una scuola e a un lavoro, il diritto a una giustizia equa e uguale per tutti, il diritto di veder rispettato il proprio territorio, il diritto sui beni comuni, il diritto a veder osservati dalle istituzioni quei principi fondamentali che sono racchiusi nella Costituzione.
Senza questi diritti noi cessiamo di essere una democrazia e diventiamo un sultanato. Ma questo sultanato non sarebbe una minaccia tanto incombente se la Lega non avesse dato il suo cieco e sciagurato appoggio a questo turpe progetto.
Essa ha venduto la nostra primogenitura per un piatto di lenticchie. Ha venduto tutto il popolo italiano per avere in cambio delle bazzeccole: la ronda di Varese, la scuola di Adro, i 900.000 euro alla scuola padana della moglie di Bossi, il posto del Trota in giunta e all’Expo, il mantenimento delle inutili Province che da sole valgono mezza manovra fiscale, gli sputi sul tricolore.. sono questi i grandiosi premi che la Lega ha guadagnato in cambio della distruzione di un intero paese nelle mani di un mafioso corrotto golpista. Davvero una miseria, in cambio di un appoggio lunghissimo criminoso e ormai intollerabile a un golpe mafio-pidduista. 17 anni di promesse da parte di Berlusconi che si sono quantificati in un pugno di mosche per la Lega, mentre illegalità, corruzione, spregio del territorio, distruzione dei diritti civili avanzavano senza alcun ritegno. Di tutto questo sarà responsabile per la storia la Lega, il peggiore dei partiti italiani, il più venduto, cinico e irresponsabile che si sia mai visto sulla scena di questo paese, un soggetto insensato sorretto da idioti criminali.
..
LA DEGRADAZIONE DI QUESTO GOVERNO
Viviana Vivarelli

Oggi i due peggiori nemici dell’Italia sono Berlusconi e la Lega e non è ammissibile che i danni da loro inferti al tessuto democratico di questo paese possano protrarsi ulteriormente, visto che siamo arrivati ad essere l’ultimo paese economico e civile d’Europa e stiamo continuando a scendere in tutte le classifiche mondiali con grave sofferenza di tutte le categorie di cittadini che non siano fra i corrotti e gli opportunisti di potere.
Questo stato di cose è troppo degradato per poter continuare!
B è un imprenditore che non è mai diventato un politico e men che mai un pubblico amministratore, ma è restato un imprenditore per giunta corrotto e pericoloso per il sistema democratico, il quale ha continuato, a spese di un intera nazione, una strategia personalistica meramente imprenditoriale di predazione, finalizzata solo ai propri interessi, al proprio arricchimento, al proprio potere, alla propria salvaguardia, senza guardare in faccia né i diritti dei cittadini, né i doveri verso la comunità, né gli obblighi verso la Costituzione.
E per di più le sue spregiudicate operazioni di solo e personalissimo vantaggio hanno alle spalle l’ombra inquietante di due organizzazioni criminali, assolutamente fuori legge, come la mafia e la P2, con l’intento della prima di infiltrarsi in tutti i gangli decisivi dello Sato e anche nelle massima istituzioni, e della seconda di operare un golpe anticostituzionale.
Come imprenditore fortemente immorale, B ha battuto per disonestà il peggio del peggio, egocentrismo, dispotismo, distruzione di ogni strumento democratico nel partito e nelle istituzioni, furto ai danni della collettività, truffa, evasione fiscale, uso strumentale della legge a fini privati, collusione mafiosa, falsi in bilancio, concussione, stragismo…
Ma la Lega è anche peggio, perché ha supportato questa disonestà con un appoggio, senza il quale la corruzione di B non avrebbe potuto dispiegarsi producendo i danni economici, legislativi e sociali che ha prodotto.
Questa sciagura deve finire!
..
Abbiamo un premier accusato di corruzione, falso in bilancio, appropriazione indebita, frode fiscale, incitamento alla prostituzione minorile, corruzione di giudice e di testimone, collusione con la mafia e stragismo.
Fini, a parte l’accanimento demoniaco della campagna scandalosa di Feltri, non è accusato di nulla.
Chi dei due dovrebbe andarsene?
Come scrive Travaglio “Un intero paese è appeso ai processi di Berlusconi. 60 milioni di scudi umani presi in ostaggio in cambio della sua impunità”
Grazie a questo campione del male, (Paolo Flores d’Arcais)”L’Italia è una colonia della Libia, tenuta in ostaggio dalla Lega” che precipita verso l’inferno, sdoganando ogni sorta di reato e proponendo come modello ogni sorta di assassino.

I pescatori Siciliani, vanno a pescare nel canale di Sicilia, presso le coste libiche, perché lì, ci sono tanti pesci, e belli grassi.
C’è una “pasturazione” abbondante e continua.
I cadaveri dei clandestini mitragliati.
Antonio
..
L’on Nucara è stato incaricato da Berlusconi di comprare 20 onorevoli che gl diano quell’appoggio che la defezione di Fini potrebbe fargli mancare. Ma per ora il tentativo è andato in buca. Stranamente il groppuscolo non è stato chiamato, com’era doveroso ‘i vendutiì’, a ipocritamente ‘ i responsabili’. resonsabili di che’ Di non fare andare a picco Berlusconi?

Agghiacciante!
Anche ieri sera a Ballarò il turpe e intollerabile Lupi, che ha la faccia di presentarsi come cristiano di CL, declamava il calo dei migranti per mare.
I clandestini dalla Libia sono passati da 29 mila dell’agosto 2008-luglio 2009, ai 3.499 di fine luglio 2010. Anzi, le cifre di Lupi erano anche maggiori e portavano a poche centinaia.
Bisognerebbe chiedere al ‘tanto cristiano’ Lupi della ‘tanto cristiana’ Cl, che sostiene Berlusconi e la Lega, come si concili il suo trionfalismo fatto sulla pelle dei disgraziati con le parole del Papa e col messaggio cristiano, e cosa penserrebbe di lui il Cristo, se fosse presente oggi, di queste cifre allucinanti sbandierate come un trofeo sui cadaveri, mentre il Mediterraneo è pieno di corpi di morti, si è visto benissimo in qual modo le motovedette italiana date a Gheddafi adempiano al loro compito, e i deserti africani sono pieni di scheletri di morti.
Se la religione è questa, è meglio l’inferno.
Viviana

Sì, il grottesco della situazione è che su ogni motovedetta italiana ci sono 8 guardie di finanza italiane con funzione di ‘osservatori’, ma, in caso di operazioni della stessa motovedetta, hanno l’obbligo di scendere sotto coperta.
Che cosa osservano? Le proprie scarpe?

Compro tutto…!
Rosario Amico Roxas

Il cavaliere non conosce il significato di “valore” e lo confonde con “prezzo”, per cui ogni portatore di un valore porterebbe con sé, appiccicato come una etichetta, il prezzo di vendita.
Ha deciso di vincere il campionato di calcio per accaparrarsi i voti dei tifosi del suo Milan, e non ha trovato di meglio da fare che comprare tutti i giocatori di maggior prestigio per formare una squadra che dovrebbe risultare imbattibile. Così non è stato e il Milan le ha buscate nere.
Ora ha interesse a governare per portare a termine i suoi affari con Gheddafi e con Putin. Affari miliardari, essendoci coinvolti interessi energetici, petrolio, finti piani eolici in Sardegna. Malgrado un avvio di legislatura con oltre 100 deputati in esubero, gli è venuta a mancare la maggioranza, per cui torna al suo metodo, peraltro già ben identificato anche dalla magistratura, di identificare il prezzo di taluni deputati per comprarli e fingere di avere una maggioranza per portare a termine i progetti truffaldini.
In realtà una maggioranza gli serve, innanzitutto, per ottenere il voto favorevole a qualche altra legge ad personam a titolo di protezione… contro se stesso, perché se non avesse commesso reati, non avrebbe bisogno di scudi protettivi in grado di neutralizzare i processi a suo carico.
L’acquisto dei vari calciatori è stato facilitato dai “finanziamenti” del 1° Ministro degli Emirati arabi; finanziamenti, ma non gli è andata bene: il Milan perde, malgrado i pagatissimi calciatori (ma con l’accusa all’arbitro di essere comunista !)
Ora compra parlamentari, per giocare una partita molto più importante….
Ma l’esempio del suo Milan è fin troppo esplicito.

LA SCUOLA DELL’ODIO
Viviana Vivarelli

Ma i leghisti chi vogliono prendere in giro? Si sono messi d’accordo per dire che alla scuola di Adro non c’è il simbolo della Lega ma una runa celtica antica di 500 anni che mostra il sole delle Alpi. La scusa è grottesca!
Diciamo piuttosto che hanno marchiato con un segno proprietario di partito, una scuola, così come i ladri di bestiame, nel Far West, marchiavano cavalli o buoi, per impossessarsene, cosa che per un edificio pubblico non è affatto lecita.
Allora sarebbe lecito anche riempire qualche altra scuola di simboli nazisti, visto che la svastica è un simbolo ancora più antico, risale al neolitico e indica l’astro solare nella sua corsa. Come non è accettabile la seconda operazione, così non lo è neanche la prima. E resta solo di ordinare al sindaco di Adro di eliminare tutti i simboli celtici o leghisti che siano, a proprie spese.

La scuola di Adro, dedicata al secessionista Miglio, piena di simboli leghisti, coi crocefissi imbullonati, e la cui mensa ha l’ordine di servire carne di maiale, è la scuola dell’odio. E’ incostituzionale, come lo sarebbe una scuola bolsceviva dedicata a Stalin e piena di falce e martello, o una scuola fascista dedicata a Mussolini e portante i simboli del Littorio.
L’art 34 della Costituzione dice che la scuola è aperta a tutti senza differenze di censo, nazione, partito o religione.
La scuola pubblica è una scuola democratica, non può tollerare forme di apartheid. Non è compatibile con un aizzamento all’odio.
Un sindaco dovrebbe giurare come un Ministro fedeltà ai valori della Costituzione e, se va contro di essi, dovrebbe essere rimosso, non ha diritto a essere un pubblico amministratore.
E’ anticostituzionale predisporre un tipo di scuola pubblica che ostacoli l’accesso di una parte degli scolari in quanto li emargina come indesiderati.
Lo spregevole e razzista sindaco di Adro dovrebbe essere costretto dalla legge ad eliminare, a spese proprie, qualsiasi simbolo di partito che non ha ragione di essere in una scuola pubblica, e a ritirare le direttive antiislamiche che ha ordinato per la mensa.
In uno Stato civile questi comportamenti razzisti e xenofobi disonorano tutti e non sono tollerabili.

Un lettore
“È opportuno che in un edificio scolastico pubblico vengano posti i simboli di un partito politico? E’ mai capitato a qualcuno di voi di entrare in una scuola e vedere dipinti sui banchi piccoli simboli di UDC, PDL, PD, IDV, sinistra o destra extraparlamentare? Falci e martelli, svastiche? Sono curioso: se visitaste un edificio scolastico i cui zerbini, i posacenere sui cestini dell’immondizia, ed ogni banco riportassero inciso in modo indelebile il simbolo della Lega Nord, quale sarebbe la vostra reazione?”
Che si sappia, è la prima volta che un partito politico griffa un’istituzione pubblica in modo così smaccato e volgare dopo il fascio.
.
A favore della scuola dedicata a Miglio, c’è chi ha opposto le mille vie titolate a Stalin.
Non so che storia abbiano studiato quelli che riescono a equiparare un Miglio a uno Stalin. Voglio dire, anche a livello di spessore fattuale, se non fosse che Bossi si è messo in testa di riesumarlo, Miglio era morto e sepolto, dopo essere stato fatto fuori proprio dalla Lega! Non riesco a capire che razza di storia si insegnerà agli alunni di Adro, ma se la Lega riesce a falsificare in questo modo, oltre alla storia d’Italia, anche la propria, andiamo bene!
Per la serie ‘piccoli elettori crescono’ o ‘ non è mai troppo presto’, la leghizzazione della scuola di Adro è un dispotismo assoluto di stampo cinese, una imposizione proprietaria che impone la propria propaganda addirittura nell’infanzia, peggio di quanto avveniva negli asili al tempo di Mao.
Nella vergognosa scuola di Adro il simbolo leghista è ripetuto ossessivamente 700 volte. L’unica è sperare che I bambini ne ricevano una tale overdose da odiarlo per sempre con conati di vomito e il verde in ciò aiuta. Se la cromoterapia insegna che il colore che stimola l’appetito ed è digestivo è il salmone, che sta all’opposto nella scala cromatica al verde, spero che il verde ossessivo degli arredi provochi la stitichezza.
Il fatto promuove una sottoscrizione per la cancellazione di questi simboli secessionisti a http://www.ilfattoquotidiano.it
In nome di una repubblica una e indivisibile, contro i nuovi barbari che (bastava sentire i leghisti a Venezia) per questa Italia nutrono solo odio e desiderio di distruzione.

Immaginate che una scuola francese fosse intitolata a un secessionista corso, o una scuola inglese a un membro dell’IRA, o una spagnola a un personaggio dell’ETA. Quel che accade alla scuola di Adro non è molto diverso.
Una sola aggiunta avrei da fare: non avrei chiesto solo la cancellazione dei simboli della Lega dalla scuola pubblica di Adro, ma anche la cancellazione del Ministro Gelmini, che tollera tanto orrore, da questo consiglio dei Ministri. Le chiedo: è un Ministro della Repubblica italiana o è un Ministro della fantomatica Padania? A chi ha giurato fedeltà? Alla Costituzione italiana o a Bossi?
E chiedo, insieme a Il fatto, come intende muoversi il Prefetto di Brescia? Cosa ha intenzione di fare il Provveditore agli studi? Qui non si sta solo demolendo la scuola italiana, si sta edificando la scuola leghista. Ma in che paese viviamo?
La Costituzione ordina chiaramente una scuola aperta a tutti senza discriminazioni e qui si costruisce una scuola che una discriminazione vivente’!?
Cosa fa il Presidente della Repubblica di fronte a una simile eversione?
Una scuola non è una sede di partito. E’ un luogo adibito all’educazione secondo principi universali. E dovrebbe essere intitolata a un personaggio che onora il suo paese o il mondo per aver applicato nella sua vita principi universali. Se vi sono tante scuole intitolate a Martin Luther King è perché ha lottato per affermare il principio di uguaglianza tra gli uomini senza discriminazioni.

Ma cosa si è onorato di rappresentare uno come Miglio?
Riprendo da un articolo di Gianni Barbacetto alcune frasi storico di Miglio:

“Il linciaggio è la forma di giustizia più alta”

“I moti rivoluzionari popolari sono legittimi, è il popolo che si riprende il suo pieno diritto di potere”

“E’ necessario mantenere la distinzione tra schiavi e liberi”

“La politica è solo la prima tappa di una guerra. La seconda è impugnare il fucile”

Perché non si attaccano anche questi bei motti sulle pareti della scuola di Adro?
Non si fa che invocare l’eversione pura. Alleveremo una classe di terroristi.
Ma c’è di peggio. Miglio non si sognava nemmeno di parlare di una fantomatica Padania. Voleva dividere l’Italia in 3 cantoni: Nord, Centro e Sud. Aveva fatto un piano che piaceva a Riina come a Gelli. Gli imprenditori del Nord avrebbero avuto uno stato separato. La mafia del Sud avrebbe avuto il suo stato sotto pieno controllo.
I pm Ingroia e Scarpinato già nel 96 trovarono riscontri di questo tipo con un finanziaria della Lega connessa a Miglio, alla p2 e alla mafia.
Ma qui quel che dichiara Miglio è delirante: “Io sono FAVOREVOLE – diceva- al mantenimento della mafia e della ‘ndrangheta. Il Sud deve darsi uno statuto poggiante sulla personalità del comando. Bisogna pensare che mafia e ‘ndrangheta sono manifestazioni tipiche del Sud, e non si deve combatterle ma “costituzionalizzarle!” ”
Vogliamo scrivere anche questo nella scuola di Adro? Che Miglio voleva costituzionalizzare la mafia?!
“Alla mafia deve essere affidata la gestione del Sud”

E’ questo che la Lega vuole che sia insegnato ai bambini di Adro?
Ma allora Maroni dovrebbe piantarla di combattere la mafia e fare con essa un patto come quello con Gheddafi! In cui, allo stesso modo di come avviene con Gheddafi, lo Stato si mette prono davanti alla mafia.
Ma Bossi non aveva rotto con Miglio? E ora lo rivaluta?
Non gli aveva urlato: “Minchione!” “Arteriosclerotico!” “Poveraccio”? Non lo aveva chiamato “Scoreggia spaziale!”?
E Miglio non gli aveva risposto insultandolo come “teppa!” “Pigmeo” Analfabeta” “Ubriaco” “Robespierre da barzelletta” “Botolo ringhioso” “Contaballe” “Comiziante arabo” “levantino menzognero”?
Vogliamo attaccare anche questi insulti sulla scuola di Adro?
Miglio diceva che amava I bambini perché “vedeva in loro ciò che sarebbero stati domani”. E cosa vedeva? Dei terroristi? Degli eversivi? Dei mafiosi? Dei piduisti?
Non sarebbe doveroso che il Provveditore prendesse in mano la situazione e cancellasse questa vergogna? E il Prefetto che ci sta a fare? La forza pubblica serve solo a prendere i documenti a chi sventola il tricolore, tacendo di fronte a uno sputo sulla Repubblica?
Non sarebbe meglio che questa scuola fosse intitolata a Borsellino o a Vassallo, morti per mani della mafia, piuttosto che a uno che predicava l’eversione e dichiarava che la mafia doveva essere costituzionalizzata?
..
Persino Raisi, di fronte alla scuola leghista, marchiata con 700 simboli della Lega ovunque, persino sui cessi, ha detto: “Una roba vista solo con Hitler e l’Unione Sovietica!”
..
Cristo si è fermato ad Adro.
Definitivamente.
Come sul Golgota.

..
Ma sapete poi qual’è stato il colmo? Il sindaco di Adro ha iscritto suo figlio a una scuola privata!
..
Assurdi. Alla festa padana a Venezia, i poliziotti hanno chiesto i documenti a un gruppetto di grillini che portava il tricolore. Il fatto è stato considerato ‘provocatorio’.

I NUOVI MOSTRI: STRACQUADANIO
Viviana Vivarelli

L’uomo che umilia la politica, come se la politica non si fosse ancora svergognata abbastanza. Stracquadanio ha un concetto della politica degno di un pappone. Per la serie: “facciamo un po’ quel che cazzo ci pare”. Insomma uno faccia pure quel che gli pare, basta che voti Berlusconi o faccia carriera!
Di fronte a queste dichiarazioni aberranti, qualcuno potrebbe ricordare all’onorevole Stracquadanio che in Italia la prostituzione è reato? E che lui sta facendo apologia di reato? Non bastava Berlusconi a sbeffeggiare le donne disoccupate dicendo loro: “Sposate uno ricco!” ci si doveva mettere anche il suo deputato a dire: ”Volete fare carriera? Datela via!”?
Che il paese sia nelle mani di gente senza coscienza e senza scrupoli, lo vediamo ogni giorno, ma che costoro abbiano anche la spudoratezza di elogiare i propri indecenti costumi non pensavamo di vederlo. Eppure accade anche questo. Il Cavaliere fa la sua campagna di compravendita di deputati sotto gli occhi di tutti senza la minima vergogna, come se far cambiare gabbana agli onorevoli dietro compenso facesse parte dei costumi della Repubblica, e una lingua ignobile come Stracquadanio arriva a giustificare anche la prostituzione dei corpi come se anch’essa facesse parte di giusti modi per far carriera.
Lilli Gruber gli chiede se anche in ambito universitario è accettabile che si faccia carriera con la prostituzione. Ma il discorso è estensibile ovunque,
Non è sparito solo il bene, è sparita anche la faccia, la forma, la decenza dell’apparire nel bene, per cui resta almeno la vergogna del male. Nel mondo berlusconiano i confini tra bene e male sono estinti. Ormai non si nasconde più nulla. Siamo all’esibizione del marcio. Vale solo l’utile da raggiungere con ogni mezzo possibile. Siamo al machiavellismo più bieco e privo di pudore. Il diavolo che esibisce se stesso e si fa modello di vita.

Stracquadanio è famoso per le sue battute del peggiore berlusconismo:

Ieri su Fini disse: “Parliamoci chiaro. Fini va destituito dalla presidenza della Camera, punto. Dovrà lasciare. Gli faremo fare la fine di Boffo!” e parlò bello chiaro delle tecniche di convincimento che i parlamentari PDL ed i media di proprietà di B avrebbero messo in atto per ‘convincerlo’. Sistemi mafiosi: calunnie, diffamazioni, invenzioni su di lui e sulla sua famiglia. Qui arrivò alla legittimazione della calunnia.

Per Stracquadanio, e B attraverso lui, ciò che è illegittimo diventa fattibile. L’indecenza non esiste. E quando scompare anche l’apparenza del bene, siamo arrivati oltre la feccia del mondo.
Oggi su Carfagna e socie, dice che è legittimo darsi via. Almeno Fini un po’ di forma l’aveva salvata, chiedendo alla Napoli di scusarsi. Lui nemmeno quella!
..
Scrive Pa 83:
Oggi son andato dal macellaio e ci ho provato anche io con questa moda: “Senta, se le do il culo di una mia amica lei poi mi da tre etti di culatello?”
Con il culo degli altri son bravo anche io.
Ma quanta ingiusta acredine. Le ministre di questo governo mica sono arrivate lì col culo degli altri: hanno fatto carriera solo grazie al proprio.

Flatqui
Quindi, fuori i nomi di chi ha concesso le proprie grazie a Stracquadanio.
O peggio, di chi ha usufruito delle grazie di Stracquadanio in cambio di un seggio.
Secondo me ci stiamo sbagliando tutti in questa storia. In realtà è Stracquadanio che si è concesso in cambio di un seggio.
Qualcuno intervisti Bondi.
..
Frasi storiche di Stracquadanio:

“Un partito dev’essere monolitico per definizione. Se uno non è d’accordo con Berlusconi se ne va”

Alla domanda “Non è giusto che gli elettori scelgano gli eletti?” risponde: “Certo che no. Si illudono che le persone contino qualcosa”.

“Va detto in modo chiaro: noi siamo a favore delle leggi ad personam. Sono serissimo. Non servono a difendere il cittadino B, ma il suo ruolo politico, scelto dagli elettori”

Il clonismo perfetto: “Le gaffe di B sono straordinari momenti di comunicazione“

L’elogio della piaggeria: “L’unico problema di Minzolini è che dovrebbe dire più esplicitamente che Raiuno sta con il Governo”

E allarghiamoci! Sull’editto bulgaro: “Non l’ho condiviso. La lista doveva essere più lunga”

Durante una conferenza stampa di Denis Verdini su caso P3, interrompe ed insulta Claudia Fusani, giornalista dell’Unità al grido di: “Cazzate, lei dice cazzate”

Da nonleggerlo.blogspot.com
Per le strade di Roma i manifestanti abruzzesi venivano presi a manganellate dalla polizia. In aula era appena stata sedata l’aggressione dei Deputati Pdl all’Onorevole Barbato (Idv). E’ in questo contesto che prende la parola il groupie berlusconiano Giorgio Stracquadanio, ieri, alla Camera. Col Betulla a fargli da spalla, e ad applaudirlo, a fine intervento. “Noi abbiamo offerto a L’Aquila una vocazione che non aveva più, che aveva perso, era una città che stava morendo indipendentemente dal terremoto, e il terremoto ne ha certificato la morte civile … il Governo avrebbe voluto fare una nuova università, una Harvard Italiana, e ci è stato detto che volevamo cementificare … quindi siamo noi, ‘il Governo’, che deve andare a protestare a L’Aquila, non loro”. (video a http://videos.apnicommunity.com/Video,Item,145174468.html)
Il Terremoto dell’Aquila del 2009 ha provocato un totale di 308 vittime[7]. Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente ha sporto querela.

Intervistato su Rai3 sul caso della crisi industriale della Vynils, ha risposto ad un cassintegrato che aveva criticato l’inattività del governo: “Macché, la colpa è del fatto che fate lavorazioni troppo care”. La conduttrice Bianca Berlinguer l’ha richiamato: “Ma lei sa di che parla?”

A seguito della denuncia di Angela Napoli sulla prostituzione di alcune colleghe politiche in cambio di cariche pubbliche[ dichiara: “È assolutamente legittimo che per fare carriera ognuno di noi utilizzi quel che ha, l’intelligenza o la bellezza che siano. È invece sbagliato pensare che chi è dotato di un bel corpo sia necessariamente un cretino. Oggi la politica ha anche una dimensione pubblica. Ci si presenta anche fisicamente agli elettori. Dire il contrario è stupido moralismo”.
“Se anche una deputata o un deputato facessero coming out e ammettessero di essersi venduti per fare carriera o per un posto in lizza non sarebbe una ragione sufficiente per lasciare la Camera o il Senato”. Insomma prostituirsi sarà anche reato, ma farlo per carriere elettorali diventa legittimo!

Contro gli insegnanti che giustamente scioperano per i 27.000 nuovi disoccupati grazie ai tagli della Gelmini:
“Con l’inizio dell’anno scolastico la sx puntualmente ricomincia con i suoi fallimentari tentativi di agitare la piazza contro il governo. I sedicenti precari che stanno attuando un falso e pretestuoso sciopero della fame davanti Montecitorio non hanno a che fare con la scuola, ma hanno con la provocazione e speculazione politica” La Gelmini applaude.”

Ed è con questa gentaglia che B vuole restare al Governo?
..
Dopo un premier che addita come eroe un mafioso assassino, Mangano e tiene come consigliere un mafioso condannato a 7 anni in 2° grado per associazione mafiosa, il quale ha sdoganato lo stragismo additando Mambro e Fioravanti come modello ai giovani azzurri, ci mancava giusto un deputato che sdoganasse la prostituzione che resta reato nel paese ma diventa legittimo mezzo di ascesa politica in parlamento e nel Governo.
Chi difende costoro è proprio pazzo!
..
ONOREVOLI COME LE VACCHE AL MERCATO
Lalla di Arezzo

Ex PD, assenteisti, inquisiti e del Sud: ecco quelli che salvano Silvio
Tra i 23 deputati (quasi tutti meridionali) che appoggeranno la maggioranza spuntano politici arrestati per truffa e associazione mafiosa, super-assenteisti, ex segretari provinciali del partito di Bersani.
4 campani, 4 pugliesi, 3 calabresi, ben 8 siciliani. Sarà il partito del Sud a
salvare il partito del Nord. E’ un paradosso. Tranne qualche piccola eccezione è tutto meridionale il gruppo dei 23 deputati che viene oggi viene considerato in procinto di votare a favore della fiducia all’esecutivo guidato di B, aggiungendosi ai voti di Popolo della Libertà e Lega e consentendo, quindi, alla maggioranza del Cavaliere di superare la fatidica soglia dei 316 deputati (tanti ne servono per continuare la legislatura senza sottostare necessariamente ai veti dei finiani di Futuro e Libertà). Poi c’è anche il super assenteista della Camera, Antonio Gaglione (Noi Sud), deputato pugliese che, stando ai dati diffusi dal sito OpenParlamento, che monitora le attività di deputati e senatori, avrebbe partecipato solo al 10% delle votazioni di Montecitorio, nonostante nessuna partecipazione alle missioni.

http://www.giornalettismo.com/archives/81554/ex-pd-assenteisti-inquisiti-meridionali-gruppo-berlusconi/
..
Kasap Aia

Sembra che il nano abbia presa oramai solo sui boy scout della Meloni.
Alla domanda di un boy scout se non era il caso di non candidare indagati e condannati (condita dagli applausi convinti degli altri) il nano risponde che è sacrosanto ma che non può essere la magistratura “comunista” a decidere ma una commissione interna al PDL.
Applausi dei boy scout.
L’Italia è questa miseria qui perfettamente rappresentata dai boy scout o dai ragazzi della parrocchietta.
Se questi sono i fedeli non mi stupisce che Cristo sia stato crocifisso e che ancora adesso facciano mea culpa.
E’ proprio “culpa” loro.
Tra Barabba e Cristo il più furbo era certo Barabba.
Un iscritto al popolo della libertà.

E’ ridicolo sparare a zero sui finanziari della GdF che hanno il compito di fare i controllori sulle motonavi date a Gheddafi secondo un patto stipulato da Maroni che pr4evde che, in caso di attività, stiano rimpiattati a sottobordo
Ma che cavolo di patto ha firmato Maroni con la Libia?
Il bieco e insostenibile Lupi ieri sera a Ballarò ha avuto la faccia di dire che questo patto con Gheddafi si deve a ‘molteplici’ governi italiani! Ma quali ‘molteplici’ governi? se questo patto ha due anni di vita e Berlusconi ci ha imposto anche che ne festeggiassimo l’anniversario prendendosene piena responsabilità?
Lupi, non ce la facciamo più a reggere le tue indecenti stronzate! ma quanto lo farai durare questo scaricabarili per cui, appena ci sono grane in vista, le scarichi su Prodi?
Tutta da vedere poi la posizione di Gheddafi che si appropria di zone di mare aperto tacciando i pescatori di pesca abusiva. Ci sarebbe da capire cosa dicono le regole internazionali e seè stato veramente abuso da parte dei pescatori di Mazzaro. E da quando in qua i pescatori abusivi prima venivano cacciati per mesi nelle terribili carceri libiche e ora addirittura si devono veder sparare addosso, col consenso di un ministro italiano? In quale altro mare europeo ci sono motovedette che sparano addosso ai pescatori o ai clandestini? E’ questa la civiltà portata dalla Lega?
..
Dopo la cacciata dei rom…

RIDIAMARO : – )

Il trota, l’unico pesce privo di fosforo!
Vergassola
..

Vadelfio
Mari generalmente poco mossi a parte qualche amichevole mitragliata di qua e di là dal canale di Sicilia
..
Silvanetta
Berlusconi a Scajola:
“Molla tutto e vieni qua che ho bisogno!”
Vuoi vedere che lo rinomina ministro a sua insaputa?
..
Marco della Sardegna

Un giornalista: In Italia è aumentata la
spesa pubblica!
Tremonti: l’avevo previsto!
Un giornalista: Come mai!
Tremonti: Se spegne il registratore gli e
lo dico in confidenza!
Un giornalista: Va bene!
Tremonti: Con Berlusconi e la Brambilla;
tra feste e ricevimenti, era scontato!

Carlo Carli
PDL: Pompini della Libertà
..
Il mandi
Venezia:
ero al ristorante.
ho chiesto un piatto di penne al pomodoro e basilico.
è passato un poliziotto e mi ha chiesto i documenti.
mi ha detto che i colori del primo erano provocatori.
..
luttazzi.it

Guardiacoste libico donato dall’Italia spara contro peschereccio siciliano. Ancora ignoti gli altri punti del patto d’amicizia siglato tra Berlusconi e Gheddafi. (Augusto Rasori)

Fao: “Diminuiti gli affamati.” Per forza, sono morti. (Augusto Rasori)
..
luttazzi.it (autori vari)
è uscita un’edizione più moderna della Bibbia. Talmente moderna che…
la Maddalena viene chiamata escort
Gesù trasforma l’acqua in spritz
Gesù eviterà il processo appellandosi al legittimo impedimento
Gesù riscatta l’umanità dal peccato facendo balconing
la ricostruzione del tempio di Gerusalemme è affidata a Bertolaso
i romani sono in missione di pace in Palestina
nell’ultima cena Gesù ha spezzato un cheeseburger
Adamo ed Eva si son conosciuti su Facebook
i Romani comprano la croce all’IKEA
i 30 denari saranno intascati da Anemone
non convince la casa di Giuda a Montecarlo
Gesù viene battezzato nel Po con Rito Celtico
Gesù è condannato a morte da giudici di sx
Maria muore durante il parto per una lite tra i medici
nelle tavole della legge c’è il processo breve
Mosè ha i 10 comandamenti scritti sull’iPad
Ponzio Pilato indossa calzini turchesi
Barabba è difeso da Ghedini
Maria dice di esser rimasta incinta a sua insaputa
Gesu’ intesta i suoi miracoli al fratello per non finire sulla croce
e si chiama PierDio
“date a Cesare quel che è di Cesare” lo dice uno della loggia P3
Lazzaro risorge dalla tomba gridando: “ITALIA UNO!!”
quando Pilato lascia al popolo la scelta di liberare Gesù o Barabba, Gesù è sostenuto dal Pd
Lazzaro viene ripescato col televoto
Giuseppe chiede l’esame del DNA
il serpente offre a Eva un posto in Parlamento
l’arca di Noè viene affondata da una motovedetta libica
Mosè spiega che i Dieci Comandamenti non valgono per le quattro più alte cariche dello Stato
Andreotti dice che Gesù se l’è cercata
Gesù tenta di far spostare il processo a Brescia
Dio non vuole pubblicare con la Mondadori
la strage degli innocenti è fatta con le bombe al fosforo
Minzolini dice che Gesù è stato assolto
Caino viene proclamato eroe
Gesù nasce in una capanna di Propaganda Fide
i due ladroni non vengono più crocefissi. Il primo per intervenuta prescrizione, mentre il secondo perché il fatto non costituisce più reato
..
Ad Adro realizzata una scuola pubblica leghista: è intitolata a Gianfranco Miglio, ha finestre e arredi decorati con il Sole della Alpi e bagni forniti di bandiera italiana. (Andrea Michielotto)
..
Costruita una chiesa dentro un centro commerciale. Si chiama San Pietro. (Rosanna Bellucci)
..
P3: “Quel Cesare era Berlusconi”. Un riferimento così vago che non ho capito se si tratti di Paolo o di Piersilvio (Peppe Clemente)
..
Berlusconi: “Gli arbitri sono di sinistra”
2. Giornalista: “Ha attaccato i magistrati, la Costituzione, i giornalisti, la Rai, i professori, gli studenti, il Presidente della Repubblica, il Pd, Casini, Fini, Di Pietro, i sindacati, i comici e persino sua moglie… Manca qualcuno?” (Giancarlo Gismondo)
.
Ancora quattro morti sul lavoro.
Brunetta: “Pur di fare un cazzo non sanno più cosa inventarsi”. (Domenico Troncato)
..
Bossi: “Il federalismo è fatto.” Ora si tratta di fare i federali.
http://ilpeggio.wordpress.com/2010/09/13/swifting/
..
Il PD oramai ha dato un taglio netto col passato. Una sola cosa rimane della tradizione comunista: non riuscire ad andare al governo. (davide cericola)
..
Ho visto una intervista a Rnzo Bossi, veramente non pensavo che l’ictus fosse genetico (mnplov)
..
Venti nuovi deputati con Berlusconi. Generazione spontanea della vita dalle carcasse 1-Spallanzani 0.
http://ilpeggio.wordpress.com/2010/09/14/caccia-e-pesca/
..
Chissà se Capezzone oltre che essere bisessuale non sia anche ricchione (Thepirate)
..
Dinamite
Secondo la FAO il numero di quelli che soffrono la fame è in calo
VERO, VERO: ad Haiti 600.000 in meno, in Pakistan 150.000 in meno, in Iraq 90.000…
..
Alessio Di Michele
Scontri tra credenti, con morti: d’ ora in poi sulle copertine di Bibbia e Corano sarà scritto: “Attenzione, fumare Bibbia e Corano nuoce alla salute di chi ci crede
..
“The butterfly effect”: un deficiente dice una cazzata in Florida e 13 persone muoiono in India.
(E lui non si sloga nemmeno la caviglia)
J.Wilson
..
Sdoganamenti
Dopo la battuta di Stracquadanio forte incremento nei numeri del Pdl per i voti delle puttane.
..
Bagdavav
La FAO “Nel 2009 diminuiti gli affamati nel mondo” Gli studiosi stanno analizzando se c’è una relazione col dato secondo cui i morti per fame sono aumentati esattamente della stessa cifra nello stesso periodo.
..
http://masadaweb.org

11 commenti »

  1. BUONGIORNO VIVIANA,
    PER LA PRIMA VOLTA SONO IN DISACCORDO CON UN TUO POST:DE MAGISTRIS E’ STATO PERFINO CAPACE DI DIVIDERE IL BLOG,SI E’ ADAGIATO SULLA SUA POLTRONA E HA DISATTESO QUELLO CHE CHE DA LUI IL BLOG SI ASPETTAVA.
    E’ STATO ELETTO CON IL GROSSO CONTRIBUTO DI GRILLO E A SETTEMBRE HA PRESO LA TESSERA IDV !!!
    SECONDO ME UN INGRATO.
    LO HA ELETTO IL BLOG !
    IL M5S CONTAVA SU DE MAGISTRIS…
    PAZIENZA,MORTO UN PAPA SE NE FA UN’ALTRO.
    CHARLES BUKOWSKI

    Hank Bukov

    Commento di MasadaAdmin — settembre 17, 2010 @ 8:10 am | Rispondi

  2. De Magistris non ha disatteso nulla.
    E’ stato eletto eurodeputato e ha un posto di grande responsabilità nella Comunità Europea in quanto vigila che i fondi europei non finiscano in mani sbagliate, dopo decenni di abusi italiani da parte di tutti i partiti, cosa che dà parecchia noia a tanti che ci hanno speculato da dx a sx, basti pensare che è stato cacciato dal suo lavoro di giudice (anche s epoi è stato pienamente riabilitato) proprio per avere indagato su 20 MLD di fondi europei spariti in Calabria, e questa cacciata è stata voluta dai giudici dell’alta Corte di ogni schieramento, anche di RC, il che la dice lunga sulle ramificazioni della corruzione in Italia.
    De Magistris non sta con le mani in mano e non divide nessuno, sono gli sciocchi che dividono se stessi e spargono maldicenza anche su un personaggio così alto.
    Semplicemente fino adesso De Magistris ha detto di essere vincolato alla sua carica europea, del resto non vedo all’orizzonte nessuna seria candidatura italiana..
    Mi pare che quando Santoro lasciò il suo posto di eurodeputato per tornare a quello che più gli premeva (e che era la politica attraverso l’informazione), la condanna fu unanime e Santoro fu accusato di avere tradito il voto e il mandato degli italiani per buttare via tutto a piacer suo. Ora mi pare di capire che vorrreste la stessa abiura del voto popolare anche da parte di De Magistris! Mi pare incoerente!
    Io spero vivamente che prima o poi questo personaggio austero e nobile venga a salvare la politica italiana, ma vedo pochissimo chiara la condotta dei partiti e mi pare che De Magistris i partiti non se li fili proprio, a cominciare dall’IdV, in cui ha espresso il suo parere contrario più di una volta, per continuare col PD che non ci pensa nemmeno a candidare un De Magistris, che sarebbe il primo a censurare certe candidature e che non avrebbe esitato, come PM in Calabria, ad accusare Loiero e soci di furto di fondi pubblici.
    De Magistris è un out sider, unica spes in questa era.

    Viviana

    Commento di MasadaAdmin — settembre 17, 2010 @ 8:11 am | Rispondi

    • Condivido completamente il giudizio di Viviana su De Magistris-Ce ne fossero di persone come lui al posto delle primedonne arroganti che si ritengono grandi statisti,all’interno del PD-

      Commento di luigi savadori — settembre 18, 2010 @ 11:27 pm | Rispondi

  3. Sulla scuola di Adro
    …Mi permetto di aggiungere anche la Tunisia di Burghiba e la Jugoslavia di Tito.
    Tito te lo trovavi anche al cesso del ristorante davanti alla turca !!
    Il totalitarismo in genere vive di simboli iterativi e di facce sovraesposte.
    “La barbarie dal volto umano” per stare con Bernard Levy.

    Kasap Aia

    Commento di MasadaAdmin — settembre 17, 2010 @ 12:14 pm | Rispondi

  4. Ormai c’è solo una sola cosa da fare: sostituire i fischi con pietre e forconi! E non mi venissero più a parlare di Fini! Io non gli ho mai creduto. Se fosse stato quello che vuol far credere, avrebbe fatto cadere il nanaccio, invece, come profetitizzavo io…Ormai Di Pietro farebbe bene a correre da solo, alleandosi magari con Vendola e cercare altre soluzioni. Se Grillo cedesse, tra grillini, Vendola e Di Pietro, si riuscirebbe ad avere un bel partito per far cessare questa corsa al massacro, al potere e alle poltrone. Chiederò anche al FQ di non inserire più i blog di granata e della napoli. Ogni volta che ho commentato quello che scrivevano (sempre sul FQ), ho letto con rabbia commenti di lettori che inneggiano fini e il suo partito come salvatori dell’italia ed anche ieri sera, nonostante i contenuti del discorso del fascista siano chiari a chi vuole intendere, lo inneggiavano egualmente. E considera che è quasi tutta gente che ha sempre votato pd.
    Ma perchè, Viviana, Di Pietro è inviso da tutti? Me lo sai spiegare tu? Eppure è l’unico che dice le cose come stanno, che parla senza timore e che fa davvero opposizione…
    Povera italia. Chissà se si riuscirà a recuperarla…
    Serena giornata Viviana
    Emanuela

    Commento di MasadaAdmin — settembre 17, 2010 @ 3:08 pm | Rispondi

    • beh, non siamo più nell’800.
      pietre e forconi forse oggi sono solo un appassionato ricordo.
      oggi il nemico è armato fino ai denti….non ti puoi più nascondere neanche dentro un bosco….
      pittosto c’è un’altra possibilità:
      visto che sono tutti attirati dalla “mangiatoia”, non possiamo fare altro che toglierlela!
      immagina se per un anno tutti si astenessero dai consumi e dai redditi….
      basta prepararsi prima, scorte di farina, ortaggi ovunque. e tanta solidarietà.
      questa sarà la nuova vera guerra, quella fatta dalle nuove coscienze.
      saluti a voi, pensateci bene.

      Commento di leonardo — settembre 17, 2010 @ 4:37 pm | Rispondi

  5. Mi piacerebbe svegliarmi da questo incubo; fosse un incubo !!
    Mi viene in soccorso il pensiero di Giuseppe Prezzolini “SENZA LA LIBERTA’ DI PAROLA,
    SAREBBE MOLTO DIFFICILE RICONOSCERE GLI IMBECILLI”
    In Italia diminuiscono le nascite e sono in aumento gli imbecilli ? A cosa si deve questo fenomeno, inteso come anomalia e non come genialità.?
    Gigliola Mazzali

    Commento di MasadaAdmin — settembre 18, 2010 @ 5:38 am | Rispondi

  6. IL CONSUMO del SUOLO…

    in Italia ogni anno 500 Km quadrati cementificati ma anche migliaia di Km quadrati ricoperti di MUNNEZZA ! A Napoli un solo INCENERITORE che si è pure ROTTO ! non funziona più !

    Graziella Iaccarino

    Commento di MasadaAdmin — settembre 18, 2010 @ 8:11 am | Rispondi

  7. La situazione è tragica ma non è seria.
    Vorrei sapere come si fa a denunciare il sindaco di Adro ,chiedendogli anche i danni oltre alle dimissioni.
    Visto che violano della leggi vigenti non dovrebbe essere automatico un intervento della forza pubblica?
    Se non lo è e ci vuole una denuncia ,facciamola.Petizione lettera querela o altro,io ci sono.

    Commento di Paola Lombardo — settembre 18, 2010 @ 2:10 pm | Rispondi

  8. Abbiamo la classe politica peggiore al mondo.Se è vero che questi figuri ci rappresentano volenti o nolenti siamo fregati.Ma il resto del mondo non è messo meglio.Penso che stiamo vivendo un periodo di follia collettiva,considerando che anche l’unico regime comunista-maoista rimasto ha abbracciato il capitalismo.Ho letto una saggia considerazione di Massimo Fini sul FQ:l’economia e il profitto è stato messo al centro dello sviluppo dei popoli.Il fallimento di questa opzione è la globalizzazione che ha smascherato la scellerataggine di questa scelta che sta facendo regredire i paesi del primo mondo al livello del terzo mondo,senza beneficio alcuno per il resto dell’umanità.E’ l’uomo e tutti gli esseri viventi che devono riprendere il ruolo centrale su cui ruotano tutte le politiche di sviluppo compatibile.Forse abbiamo superato il punto di non ritorno,ma i pochi saggi che indicano la giusta via restano inascoltati….

    Commento di pier — settembre 18, 2010 @ 11:22 pm | Rispondi

  9. Sono incompleto accordo con Viviana e vorrei che la mia petizione per cacciare masi e minzolini fosse portata davanti da tutti coloro che la pensano come me. Muoviamoci altrimenti ci troiveremo le truppe della trota e i compagni di merenda del piccoletto ci sommergeranno di tutti gli escrementi che che defecano.Salviamo l’Italia e la Costituzione appellandoci a tutti coloro che vogliono esprimere liberamente le loro opinioni senza le imposizioni dettate dai servi

    Commento di giuliana tamarri — settembre 19, 2010 @ 1:09 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: