Nuovo Masada

maggio 27, 2010

MASADA n° 1144. 27-5-2010. Senza vergogna

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 2:25 pm

Tremonti: “La crisi economica può avere un impatto negativo o anche positivo”.
Ah, non ci sono più le mezze stagioni!

Ma se un tiranno (o un manipolo di deficienti, anche democraticamente eletti) usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge?
(Alcibiade)

Senza vergogna
Viviana Vivarelli

Siamo un paese senza vergogna, dove gli uomini non arrossiscono più del male che fanno ma lo esibiscono e impongono come un trofeo, mentre noi ci vergogniamo per loro e vorremmo, noi, nasconderci.
Siamo un paese dove le ragazzine la danno nei gabinetti per un iphone, e i senatori si fanno comprare insieme ai ministri di Giustizia, e dove si passa dall’estrema sx all’estrema dx come si attraversasse la strada. Un paese dove si è messo un giudice in Cassazione per assolvere mafiosi assassini e dove si candidano pregiudicati o persone sospette per gravi atti di corruzione, o si vota qualunque decreto legge, per quanto infame, solo per mantenere un posto al sole. Un paese dove un leader non si è vergognato a dire che rubava perché lo facevano tutti, e il successivo ha detto che un mafioso pluriassassino e narcotrafficante era suo amico e ha inneggiato all’evasione fiscale, mentre un suo collega, pur giurando fedeltà alla repubblica, ha messo il tricolore al cesso e ha infilato il figlio svogliato in due cariche ben retribuite; un paese dove non si ha vergogna di portare al governo le proprie puttanelle o di premiarle con candidature pubbliche; dove gli elettori non si sono vergognati di dare 55.000 preferenze a una di queste; dove c’è chi non ha avuto vergogna di fare il tifo contro la propria squadra; dove un docente ha imbastito il diritto perfetto e poi è tornato a insegnare a scuola come se niente fosse; dove un governatore scoperto in mutande davanti a un trans e con la coca sul tavolo, chiede di tornare in RAI come il giorno prima; dove chi ha assassinato i propri genitori gode dei beni ereditati; e i giudici mandano ai domiciliari un padre violentatore dei suoi bambini; un paese dove si assolvono o si premiano poliziotti torturatori o assassini; dove si difende un vecchio licenzioso e golpista che ha rubato miliardi, ha fatto carriera con la mafia, ha truffato e corrotto, forse partecipato anche a stragi di stato, e, senza vergogna alcuna intende continuare a fare i propri reati senza pena o danno e cortigiani senza vergogna si divincolano per coprire le sue vergogne e portare nel baratro questo paese. Siamo una nazione in cui è stata presentata una manovra fiscale infame da gente senza vergogna, che prima ha rubato e corrotto, e ora pretende di gettare tutto lo scotto su chi non ha rubato né corrotto e ancora dice, senza alcuna vergogna, che non metterà le mani nelle tasche degli italiani e che sono i cittadini ad aver vissuto sopra le loro possibilità.

La società greca, rispondeva a due principi: la vergogna e la colpa.
La vergogna porta a aderire spontaneamente a modelli positivi di comportamento, perché non farlo produrrebbe perdita di autostima. Nell’Atene di Pericle le leggi erano riconosciuto come promananti dai cittadini e non imposte con la forza dal dittatore di turno. Erano interiorizzate perché se ne riconosceva la sacralità. Vergogna era offendere la legge e attentare alla democrazia. Oggi il merito è traviare la legge e distruggere la democrazia. E partiti che non esitano a chiamarsi democratici fanno quello quell’altro. Senza vergogna.
Nel mondo giapponese la pulsione della vergogna era così forte che il potente che perdeva la faccia poteva solo uccidersi, non tollerando più la vista di se stesso. In questa Italia il reo si presenta in tv come un divo che si pone a modello negativo per tutti. Nel mondo anglosassone il politico sospetto va a immediate dimissioni, nemmeno aspetta di essere licenziato. In questa Italia il senza-vergogna cambia le leggi per continuare a delinquere in pace ed è lui che licenzia i censori.

Questa manovra fiscale è vergognosa, ma tutto ormai lo è.
La perdita di vergogna è anche perdita di giustizia. Giustizia e vergogna procedono insieme. Ma con gli esempi spregevoli eclatanti, abbiamo perso il senso della vergogna e della giustizia e ogni peggio sembra possibile e diventa, pertanto, possibile. Abbiamo perso il senso della misura. Dov’è qui ormai la misura dello Stato?
Hanno erotizzato le merci e hanno mercificato l’eros, per un senso smisurato del potere e della prevaricazione, per un dismisura del proprio ego. E questo ego senza misura e senza vergogna può fare dunque solo il peggio del peggio, senza limite, fino all’annientamento finale.
Questo governo, questi politici, questi partiti, queste istituzioni non hanno più senso del loro compito e ruolo, in una progressiva dismisura. Ma senza misura, senza giustizia e senza vergogna qualunque società civile non può che decadere.

ABOLIAMO GLI ENTI INUTILI !
Viviana Vivarelli

Le Province da abolire erano uno dei temi della propaganda di Berlusconi, ma è una di quelle cose che resteranno nelle parole e anche la Lega è perfettamente d’accordo. Piatto ricco mi ci ficco, e col cavolo che lo riduco per il bene dei cittadini! Bossi ha detto: “Aboliremo le Province, ma non tutte”. Dovranno essere con meno di 220.000 abitanti, non a statuto speciale e non frontaliere. E aveva aggiunto: “E non del Nord. Chi tocca Bergamo muore!” Ma poi anche chi tocca Monza.
Così le Province da abolire da 110 sono diventate 16 e oggi leggiamo che saranno 10. Poi le hanno ridotte a 6: Asti, Massa Carrara, Biella, Vibo Valentia, Fermo e Rieti, che, ovviamente, si sono incazzate: “Perché siamo inutili solo noi? E gli altri? O si aboliscono tutte o nessuna!” Ed ecco che nella manovra non ce ne sarà nessuna. Sulle spese inutili il carrozzone politico ci campa e si ingrassa e non ci rinuncia nemmeno la Lega di Roma ladrona.
Peccato! Perché solo quelle facevano 14 Miliardi! Mezza manovra fiscale!
Hanno detto che ci voleva una riforma costituzionale. Perché, per distruggere la libera informazione e mettere alcuni potenti sopra la legge e la pena, la riforma costituzionale non ci voleva?
I sacrifici li faccia il cittadino (non Briatore ovviamente, o la Marcegaglia, anzi a loro daranno sovvenzioni e premi). I politici si tengono ben strette le loro mangiatoie e guai a chi le tocca!
..
Beppe Grillo

Se Totò Riina e Bernardo Provenzano aprissero un’agenzia di rating sullo sviluppo della criminalità in Italia che risultati produrrebbe? Outlook criminalità zero. Una tripla A per l’Italia, il massimo del punteggio per un Paese civile. Lo stesso avviene per l’OCSE, l’ Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, il cavaliere bianco di ogni crisi economica italiana.
Nel suo “Economic Outlook” l’OCSE spiega che in Italia “la recessione è finita a metà del 2009”, notizia che rasserena gli animi degli italiani turbati dalla Grecia prossima ventura. L’OCSE è finanziata da 31 Paesi, tra cui l’Italia che è uno dei maggiori contribuenti. Ha sede a Parigi, 2.500 DIPENDENTI e un budget faraonico di 320 milioni di euro annui (dati 2009). L’OCSE è un inno alla politica economica di Tremorti: “La politica del Governo ha aiutato a contenere la disoccupazione, che continuerà comunque a crescere lentamente nel 2011 (quindi cresce anche nel 2010, ndr)”. L’OCSE valuta con ottimismo la disoccupazione italiana senza però tenere conto degli scoraggiati (chi non cerca più lavoro perché ha perso ogni speranza) e le rilevazioni a campione farlocche che considerano occupati anche coloro che hanno lavorato pochi giorni durante l’ultimo semestre: “Il tasso di disoccupazione italiano resta comunque inferiore a quello complessivo della zona euro e a quello degli Stati Uniti”. E’ un inno all’Italia che riesce a “mantenere un basso deficit primario, all’interno dei livelli stabiliti(?)” e al governo che “è riuscito a mantenere insolitamente bassa la crescita della spesa complessiva per il 2009”, ma l’OCSE non rileva che l’Italia ha accumulato circa 100 miliardi di euro di debito pubblico nel 2009 e una trentina da inizio anno (“crescita insolitamente bassa della spesa”, e di quanto, allora, doveva crescere per essere insolitamente alta?).
Gli stipendi italiani sono i più bassi d’Europa e ora, dopo il congelamento delle retribuzioni degli statali di Tremorti per il prossimo triennio, spesso cifre di poco superiori a 1.000 euro al mese, gli stipendi si avviano a essere i più bassi del Mediterraneo. In compenso l’Italia ha la tassazione che resta comunque superiore a quella complessiva della zona euro e a quello degli Stati Uniti.
L’Italia, secondo l’OCSE. va, piano, ma va (ma dove va?) . L’Italia che paga parte dei suoi 2.500 dipendenti. L’OCSE, tra gli enti inutili è il più dannoso (dov’era prima del crack economico del 2008, del fallimento della Grecia (Paese membro)? ).
Tremorti tolga il finanziamento all’OCSE, lui e lo psiconano non hanno bisogno di aiuto, a raccontare palle sono inarrivabili.
..
Morire di rating
Viviana Vivarelli

Quando le agenzie di rating ci hanno messi alla pari della Grecia e il giorno dopo ci hanno ripescati, hanno detto che, sì, è vero, abbiamo il 3° debito più grande del mondo, ma siamo anche “abituati a conviverci” e ”che ogni tanto capita anche che lo diminuiamo” (2 Governi Prodi) e che “anzi abbiamo avuto due periodi con avanzo attivo” (sempre due Governi Prodi). E’ sfuggito loro che oggi non c’è alcun Governo Prodi? E che la Finanziarie di Tremonti hanno sempre e solo peggiorato la situazione economica italiana? Forse si intendono di economia (cosa su cui abbiamo più dubbi che nella BP) ma un po’ di analisi di storia politica italiana gioverebbe.
Ecco, tra gli enti mondialmente inutili, e anzi dannosi, perché non mettere anche le agenzie di rating? E soprattutto quell’OCSE e le altre cosiddette Organizzazioni Economiche internazionali tuoi BM o FMI o WTO, che dicono che la crisi italiana è finita a metà del 2009, con grande gaudio di Tremonti e di quei buffoncelli dell’UE che la crisi se la fanno e se ne giovano senza cambiare le carte in tavola o le regole di Borse e banche, senza toccare una cosa sola del grande inganno neoliberista.
Insomma per l’OCSE la crisi ce l’abbiamo alle spalle. E non si capisce, allora, il perché di questi 24 (ma la Finocchiaro dice 36) miliardi di lacrime e sangue. Saranno un tributo alle magnifiche sorti e progressive della ripresa italiana?
Comunque sia, pensare di essere nelle mani di questi improvvisati buffoni mette spavento.
Se il futuro del mondo deve essere segnato da baracconi menzogneri, il cui unico scopo è mantenere se stessi e alimentare un flusso incontenibile di scempio di denaro pubblico da parte di pochi magnati o speculatori, preferiremmo il Neanderthal.

Grida di dolore
Viviana

Siamo straziati dal grido di dolore che sale nella penisola per le sorti dello sfrattato pargolo Natan Falco, che a due mesi si ritrova sfrattato dallo yacht paterno, con 12 persone di servizio, e accessori in platino, mentre aspettava la rilussuriazzazione della sua casa extra lusso. Il pargolo non è sereno come prima nel suo attico parigino extralusso; il pediatra, extralusso anche lui, ha consigliato di ricostruirgli attorno l’ambiente dello yacht, dondolio marino incluso.
I senza tetto d’Italia, gli sfrattati e quelli con avviso di sfratto solidarizzano, anzi, in nome dei due milioni di case abusive, si può fare una sottoscrizione per sanare anche gli yacht.
Per la cronaca, Natan Falco, padre compreso, è tra quelli che per la crisi non pagheranno un euro, né un dollaro, né uno ian, né uno stramaledettissimo niente.

Il ministero dell’Istruismo
Marco Bracconi (Repubblica)

Caro ministro Gelmini, leggo che si dice d’accordo sull’apertura delle scuole il 30 settembre. L’Italia è un paese che vive di turismo, dice, e se le famiglie potranno usare settembre per andare in vacanza, la stagione si allungherà e loro potranno risparmiare.
Capisco che Lei lavora in un governo che sembra si stia sempre in vacanza, e che tende a trasformare il Paese in una specie di luna park permanente. Capisco anche che all’inizio di settembre siete sempre talmente in ritardo con l’assegnazione delle cattedre che tanto vale rimandare e chi s’è visto s’è visto.
Per quanto mi riguarda, mi limito a segnalarle che un ragazzino di terza media, tra vacanze di Natale, Pasqua, ponti, elezioni, assenze dei docenti, campi scuola, breve e fisiologica influenza invernale, quest’anno sarà stato a scuola meno di 200 giorni su 365. Così arriverà agli esami in affanno, e con mezzo programma non fatto, come tutti i ragazzini della sua età in quasi tutte le scuole del paese che Lei governa.
Capisco, come sopra, che c’è un bel pezzo del vostro target elettorale – è statistica – fatto di persone poco scolarizzate, e capisco anche che per il Paese che Lei e il suo premier desiderate cultura, ricerca e istruzione non siano esattamente una priorità.
Però insomma. Lei è il ministro dell’Istruzione, mica del Turismo. E il suo compito è mandarli a scuola, i ragazzi italiani, non in vacanza. A questo lasci che ci pensi la sua collega Brambilla. Può stare certa che meno andranno a scuola e più si iscriveranno, da grandi, ai Promotori della libertà.
(P.S. Le segnalo che in questo Paese ci sono sempre meno soldi, e la maggioranza dei ragazzini, nel suo famoso settembre, non andranno a respirare iodio o a fare trekking, ma staranno a casa davanti a Mediaset o alla Rai, che è lo stesso. Avverta i pubblicitari, che se si sbriga fa in tempo)

Manovra
Frank

Sono d’accordo a togliere le auto blu (solo 630.000) e 630.000 e più autisti, portare la remunerazione dei politici a livello europeo, dare la pensione quando raggiungano minimo 20 anni da parlamentare, abolire tutte le province e tutto il personale che vive bene senza lavorare sulle spalle di chi lavora. Degli appalti ad amici e parenti parleremo un’altra volta. Altro che finanziaria! Si coprirebbe buona parte del debito pubblico!
..
Conti lumbard extraconfine

Nei 7000 conti di evasori rimpiattati nel Hsbc svizzera 2 su 3 sono lombardi.
La Lombardia conta il 63% di evasione fiscale.
Ma i leghisti continuano a sputare su meridionali o migranti quando dovrebbero sputare sulla loro sporca coscienza, che più sporca non si può.
Hanno portato le loro scorie tossiche sul meridione.
Hanno portato i loro soldi tossici all’estero.
Hanno spergiurato la fedeltà alla repubblica quando vogliono solo la morte dell’Italia.
Hanno votato le peggio leggi a favore della criminalità e lo scudo fiscale per premiare l’evasione.
Hanno sostenuto un golpista al potere che faceva strame della democrazia, confezionando la peggiore legge elettorale contro i diritti del cittadino.
Hanno tentato in tutti i modi di prevaricare la volontà popolare che ha già respinto il federalismo.
Hanno in mente una secessione alla Ku Klux Klan che ci porterà negli abissi dei paesi sottosviluppati e integralisti.
Si sono alleati ai peggiori nazisti d’Europa come Heider, e stanno rinverdendo nazismo e fascismo, portando in auge perfino i discorsi di Mussolini.
Hanno fatto diventare parole di stato OMOFOBIA, GINOFOBIA, XENOFOBIA e RAZZISMO.
Hanno messo al cesso tricolore, democrazia, costituzione, diritti civili e del lavoro.
Hanno riproposto le elargizioni pubbliche ai giornali e le sovvenzioni pubbliche alla politica.
Si sono opposti all’abolizione delle Province.
Oggi calpestano lo stato sociale e fanno pagare i loro errori alla parte meno abbiente del paese.
Col federalismo demaniale hanno messo all’asta persino le sorgenti. E potremo dire addio a parchi nazionali, zone archeologiche e paesaggistiche.
Hanno votato gli OGM, la TAV, il Ponte di Messina e il nucleare.

Aspettiamo solo un nuovo scandalo che colpisca le bustarelle di Calderoli & C e i loro intrallazzi.
Prima o poi verrà il loro turno di sputtanarsi davanti ai loro elettori, che sono già analfabeti morali, barbari e cecati, ma non potrà la cecaggine marciare sulla follia del pregiudizio per sempre.
..
Manovra fiscale sui chi non ha, e chi ha gode

Da 2 anni siamo al 23° posto tra i 30 paesi OCSE per stipendi più bassi.
Il salario annuale netto di un lavoratore italiano è di 22.027 dollari, contro i 26.395 della media Ocse, i 28.454 della Ue a 15 e i 25.253 della Ue a19.
Siamo 23esimi, sia che si guardi a un lavoratore single che a uno con coniuge e due figli. Il Rapporto Eurispes dice: «A paragone con gli altri cittadini europei, il lavoratore italiano prende il 44% in meno di uno inglese, 32% in meno di un irlandese, 28% in meno di un tedesco, 19% in meno di un greco, 18 di un francese e 14 di uno spagnolo. I lavoratori italiani prendono retribuzioni medie tra le più basse dei paesi industrializzati.
Eravamo il 7° paese del mondo ma negli ultimi 20 anni il valore dello stipendio è diminuito di quasi il 13% rispetto al Pil, contro una flessione dell’8% nelle 19 economie più avanzate. Sul potere d’acquisto, la riduzione degli stipendi italiani è del 16%, il calo più forte registrato tra i primi 11 paesi più industrializzati, superiore anche alla Spagna (-14,5%).
Il cuneo fiscale (differenza tra il costo del lavoro per l’impresa e la retribuzione netta percepita dal lavoratore medio) pesa negativamente sulle buste paga degli italiani. La trattenuta incide sulle buste paga per il 46,5% (pensate un po’ ai capitali sporchi che sono stati fatti rientrare col 5%!!!).
Ora l’iniqua finanziaria blocca migliaia di stipendi per 4 anni e si ha anche la faccia di dire che non metteranno le mani nelle tasche degli italiani, quando l’impoverimento del paese e l’ulteriore calo degli acquisti sarà mostruoso.
Anche la sfacciata menzogna delle tasse che non sono state aumentate dovrebbe finire. Semmai è il contrario, visto che sono sparite detrazioni di spese, sono stati svuotati i crediti di imposta per ricerca e innovazione, e gli investimenti nel Mezzogiorno, non è stato restituito il fiscal drag degli ultimi due anni ed è stata introdotta una pesante tassa sulle memorie virtuali dei dispositivi elettronici, di 100 € a famiglia ma soprattutto sono aumentati acqua, gas, pedaggi autostradali, treni, aerei, spese scolastiche e assicurazioni.

Scrive Lukas : “La matematica è un’ opinione, Silvio no!
Guardi la busta paga e ti accorgi che le imposte aumentano.
Fai la dichiarazione e ti accorgi che le imposte aumentano.
Fai benzina e ti accorgi che le imposte aumentano.
Paghi la bolletta e ti accorgi che le imposte aumentano.
Fai la spesa e ti accorgi che le imposte aumentano.
Arriva Silvio e ti dice: non è vero, le imposte non aumentano.
O credi a Silvio o credi alla matematica. Fai un po’ te!”

Insomma ci darebbero a intendere che non sono le tasse che sono aumentate mentre gli stipendi sono diminuiti e i servizi sono peggiorati, ma “sono gli italiani che hanno speso sopra le loro possibilità!?”, della serie “Non siamo noi che siamo razzisti, sono loro che sono negri”.

Se sento qualche altro politicante da strapazzo dire che non metteranno le mani nelle tasche degli italiani lo denuncio per vilipendio alla nazione e se me lo trovo davanti gli sputo in faccia.
..
Ripeto stralcio dell’Espresso sulle folli spese della corte berlusconiana

Una vera reggia, dove si moltiplicano dipendenti e sprechi. Con oltre un miliardo di euro l’anno bruciato per alimentare una burocrazia di corte che si allarga a dismisura e conta già 1.400 persone più del previsto. Mentre per allestire i set televisivi degli show del sovrano si spendono cinque milioni e si arriva a pagare 250 euro il noleggio di un computer per una sola giornata. E dove ci sono segretarie con la stessa qualifica e retribuzione dei grandi capi. Una follia, impossibile da immaginare nell’Italia normale dove aziende ed enti pubblici tagliano e licenziano a tutto spiano per fare quadrare i conti.”

laosan.splinder.com/post/22051855/PALAZZO+GRAZIOLI+COME+VERSAILLES+E+LA+SUA+CORTE.+E+AL+POPOLO+INDIGENTE++%22DATEGLI+BRIOCHES..%22

E questo ci viene a dire che bloccherà gli stipendi per 4 anni?!?!
Ma chi vuole prendere in giro?!?
Nemmeno le province sono state tagliate per desiderio di Bossi!
E nella manovra di Tremonti non c’è una sola parola sui tagli della corte di Versailles!!!!
Leghisti e berlusconiani della malora, spero solo che la furia popolare vi ghigliottini!
..
Egr. sig. Sergio Romano,
ho letto dell’intenzione di dedicare una via a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Un atto dovuto direi, invece questa proposta è lanciata come un atto magnanimo di riconoscimento, bontà delle autorità! Il miglior riconoscimento non sarebbe quello di aprire gli archivi segreti e togliere ogni ostacolo alle indagini per chiarire quello che ormai sembra un più che fondato sospetto? queste ipocrisie si ripetono con continuità nella nostra vita politico-sociale: Il governo non aumenta le tasse! Però taglia i fondi agli enti locali i quali aumenteranno loro, le tasse, o a loro volta taglieranno dei servizi che i cittadini dovranno pagare di tasca propria ad un prezzo maggiore di quanto sarebbe potuto essere l’incremento fiscale.
Non crede Lei che la stampa abbia il compito di combattere questo malcostume evidenziando tutte queste ipocrisie, parte non insignificante del malessere politico attuale?
Alberto Albertini
..
Non saranno i pubblici dipendenti lo spreco dello stato
Viviana Vivarelli

Ma quanti sono i pubblici dipendenti?
Alcuni di loro guadagnano poco più di 1000 euro
Come si fa dire idiozie come quella che non si mettono le mani nelle tasche degli italiani e poi si costringono i Comuni ad aumentare le tasse locali e si congelano gli stipendi di migliaia di persone per tre anni, quando poi non si nulla sui redditi più alti? E il Vaticano deve continuare ad usufruire di esenzioni fiscali e 8 per mille e bollette premio?
Come si permettono di dare giudizi sulla manovra per la crisi quando loro non ci rimettono nessuno dei loro lauti compensi?
La Gelmini dice che non fa tagli alla scuola e poi, dopo aver ridotto l’orario e tolto il tempo pieno, medita di sottrarre un mese di scuola agli allievi italiani!?
Perché non scarica le paghe degli insegnanti di religione? O non chiude le sovvenzioni alla ricche scuole private?
Perché attaccare solo Santoro e non dare un taglio secco ai tutti i compensi milionari della RAI? Perché Bonolis deve prendere 1 milione di € per 3 sere a San Remo e Vespa 1,2 milioni l’anno più benefit vari?
Sapete per un solo minuto di trasmissione quando prendono i big?
Vespa guadagna 12 mila € a puntata e 109 € a minuto, Fazio ben 382, la Bignardi 212 € e Santoro 148 €, la Dandini 120 €. A minuto!? Ma sono cifre sostenibili in tempi di crisi??
Se i contratti non si possono variare, si possono però mettere tasse più che proporzionali per redistribuire pesi e pene, e tetti massimi da non superare. Ormai certi compensi fanno vomitare.
Perché attori, presentatori, calciatori, motociclisti.. devono avere ricavi stratosferici e poi trattamenti fiscali di favore? (vd Valentino Rossi)
Cosa che ne facciamo di un carrozzone RAI di 13.248 dipendenti e 43.000 collaboratori, quando poi programmi nuovi non se ne vedono, prodotti targati RAI e vendibili all’estero nemmeno, e per fare un qualunque programma vanno a comprare format da altri?
Perché non si dà un bel taglio a tutti i programmi di quiz pagati in denaro sonante e non si permette che ditte private regalino ai vincitori i loro prodotti a scopo pubblicitario?
Cosa si aspetta a tagliare Rete4 che costa 350.000 € al giorno di multa? Se lo si fosse fatto davvero sentiremmo Fede piangere forte e ciò non accade.
Perché non si danno i domiciliari solo dietro cauzione, commisurata alla ricchezza dell’imputato, come avviene in USA? E con quelle cauzioni ci si paga la giustizia.
Perché non si aumentano le ridicole quote pagate da Mediaset o Lasette per le frequenze? O le quote ancor più ridicole pagate dalle società di acque minerali per lo sfruttamento delle nostre sorgenti? E come si è potuto varare un federalismo demaniale che permette di vendere persino le sorgenti quando nell’immediato futuro l’acqua sarà il bene più prezioso esistente e 800 milioni di persone soffrono già per la sua mancanza?
E le sovvenzioni ai giornali?
E le Province?
E’ stata proprio la Lega a opporsi con tutte le forze all’eliminazione delle Province perché vuole occupare più mangiatoie politiche che può. Solo i leghisti cecati non vedono il suo accaparramento di posti pubblici.
Le ultime province sono state Monza e Brianza e non sono cento di sx. Semmai a sx si è lavorato per l’accentramento, come accade a 7 comuni della provincia di Pesaro e Urbino che sono stati aggregati alla provincia di Rimini.
I leghisti dovrebbero chiedersi come mai Bossi è sempre stato contro l’eliminazione delle Province che costano a noi cittadini ben 14 MLD l’anno che servono solo a pagare 250.000 parassiti.
Proprio la Marcegaglia ha detto: ”Le Province si collocano in cima della classifica ipotetica delle più grandi aziende del pianeta ma sono anche in cima alla lista degli enti inutili. Le Province non realizzano profitti, ma accumulano diseconomie e sprechi, con burocrazie inamovibili che per ereditare se stesse mettono in campo una ingegneria del privilegio senza eguali al mondo
I costi di questo apparato potrebbero essere risparmiati trasferendo il personale, permettendo di svolgere compiti e ruoli essenziali nella PA, dalla giustizia alla sanità, ovunque sia necessario. Ma è stata proprio la Lega nord è ostacolare qualunque riduzione di questi sprechi!”
E’ Confindustria a chiederlo, non Ferrero.
..
“Nelle mani dello Stato la forza si chiama diritto, nelle mani dell’individuo si chiama delitto”.
..
Scudi fiscali ed evasori perenni
Mcginobbi

Se i ricchissimi ladri che hanno potuto “condonare” i loro sporchi soldi esportati all’estero avessero pagato invece del 5% tombale almeno il 30% sugli 80 miliardi non staremmo qui a parlare di manovre pagate dai soliti noti. C’e’ qualche giornalista coraggioso o qualche politico che chieda conto al Tremonti e al Berlusconi di questo ennesimo delitto?
..
Max Stirner cita:

La crisi ecologica che attraversiamo è una crisi sociale, ha le sue radici prima e soprattutto nella dominazione dell’uomo da parte dell’uomo, della donna da parte dell’uomo, dei giovani da parte di vecchi e della società da parte dello stato.”
(M. Bookchin)
..
Un mondo come un suk
Viviana Vivarelli

Dovrebbe essere chiaro a tutti (ma sembra che non lo sia), che lo scopo del neoliberismo è trasformare l’intero mondo in un mercato, e che gruppi di potere tendono costantemente a stravolgere leggi e costituzioni in modo da lasciar spadroneggiare ‘impunemente’ i pochi squali (corporation, spa, o magnati come Berlusconi, che, grazie ai furti sull’Italia, è diventato il 5° uomo più ricco del mondo, mentre 12 anni fa era un fallito che stava per andare in galera).
Lo scopo di costoro non è certo il bene collettivo o il rispetto dei diritti umani o la tutela del pianeta, ma il massimo arricchimento personale e lo ottengono a costo dell’impoverimento generale. E credo che nessuno potrà negare che in Italia, a fronte dell’arricchimento spaventoso di Berlusconi, abbiamo un impoverimento atroce della Nazione con rischio di fallimento.
Che ovunque l’arricchimento di poche canaglie sia stato garantito a costo di una crescita dell’impoverimento mondiale lo dicono le cifre.
Negli ultimi 10 anni il quarto più povero del mondo è diventato ancora più povero, passando dal 1.16% del reddito globale allo 0,92%, mentre il 10% più ricco del mondo è cresciuto di 6 punti e mezzo
L’arricchimento di pochi è stato fatto sulla pelle di molti.
Se questi 6 punti e mezzo fossero stato redistribuiti avrebbero fatto raddoppiare il reddito al 70% degli abitanti del mondo. La povertà sarebbe stata meno povera, la fame scongiurata. Ma il neoliberismo non mira a questo anzi se ne frega.
Qualcuno riesce a capire che l’UE è una società di banche e multinazionali sorta per aumentare la propria ricchezza difendendo i propri interessi?
E che dei nostri beni collettivi e dei nostri diritti umani e civili non importa loro una cicca?
Qualcuno riesce a capire che quando la Lega porta avanti un efferato federalismo demaniale, vuole solo mercificare e vendere i beni di tutti, anche le sorgenti, per sporchi arricchimenti privati?
E che Di Pietro, sostenendo questo piano di scempio del patrimonio nazionale, sta tradendo ogni valore che dice di difendere?
..
Basta con le auto blu!

In Italia abbiamo raggiunto il primato mondiale di 645.000 auto blu e continuano ad aumentare, come le Province, le Comunità Montane, le circoscrizioni, i consulenti inutili o gli enti inutili.
Negli Usa (5 volte più popoloso dell’Italia) le auto blu sono appena 72.000 (9 volte meno dell’Italia), in Francia 61.000, nel Regno Unito 55.000, in Germania 54.000, in Turchia 51.000, in Spagna 42.000, in Giappone 30.000, in Grecia 29.000 e in Portogallo 22.000.
Credete che Tremonti ne abbia tagliata qualcuna?
Qualcuno ha calcolato che costano all’ erario la bellezza di 43 MLD di euro l’ anno.
Basterebbe abolirle o limitarle alle massime cariche, ed ecco trovati i 26 o 29 MLD senza lacrime e sangue!
Se si calcola il costo dell’autista (uno, anche se in molti casi sono due), il deprezzamento del 10% annuo di un’ auto dal valore medio di 50.000 (per stare bassi), l’assicurazione, la manutenzione, su una media di 20.000 km/anno, una macchina costa allo stato intorno i 67.400 € l’anno, moltiplicate per 645.000 e si arriva ad un costo di 43,5 MLD di euro. Come mai dicono che non sanno dove trovare i soldi per creare un welfare da paese civile???

Scene comiche della Lega “all’estero”: la Lega cerca proseliti in Sardegna ma finisce a pesci in faccia

Raffaele Deidda manda:
Pesci in faccia in piazza Costituzione
Nicolò Migheli

Per ragioni anagrafiche ho partecipato a molte manifestazioni politiche. Non mi era mai capitato di assistere ad un comizio dove i potenziali elettori vengono insultati. Domenica 23 maggio a Cagliari si è tenuto un comizio della Lega Nord per l’indipendenza della Padania, a sostegno della diramazione locale Lega Nord Sardinia, che appoggia il senatore Piergiorgio Massidda, dissidente del PDL, candidato alla presidenza della Provincia. Doveva essere la consacrazione dello sbarco dei leghisti in Sardegna, si è risolto in uno scambio di insulti tra gli oratori e i circa 300 contestatori che subissavano per numero i pochi leghisti radunati di fronte alla scalinata del Bastione di Saint Remy.
La contestazione al raduno leghista era partita su Facebook alla notizia dell’arrivo di Bossi, che per altri impegni non è arrivato. E’ stato sostituito dal viceministro Roberto Castelli, dai senatori Fabio Rizzi, commissario di quel partito nell’Isola, Cesarino Monti e Irene Aderenti. Come spesso accade il clima concitato e i reciproci insulti hanno rivelato quel che i leghisti pensano di noi Sardi. Castelli ha cominciato con le blandizie: “Noi siamo qui perché è il popolo che ci ha chiamato”,”C’è una domanda del brand (sic) Lega in tutta Italia” “Noi facciamo paura solo ai parassiti e agli spreconi, i Sardi non lo sono” “I fondi FAS mancano momentaneamente (la Sassari – Olbia si farà) perché servono a ripagare il debito della sanità del Lazio, Campania e Sicilia, mentre voi non siete come loro”, “Il federalismo fiscale sarà un bene per tutti, soprattutto per i Sardi che sono federalisti da sempre”, ” Il grande risultato della Lega è avere federato i movimenti federalisti ed autonomisti, così possono contare a Roma”.
Castelli è un politico abile, nonostante i fischi è quasi riuscito a portare a termine il suo discorso. Ci ha pensato Giorgio Ladu, ex sardista, ex Assessore Regionale al Lavoro, candidato alla presidenza della provincia Ogliastra, a gettare benzina sul fuoco, insultando in sardo i contestatori. Hanno proseguito Marino e Rizzi. Quest’ultimo identificando i contestatori come giovani sardisti, forse perché sbandieravano il vessillo sardo (quello senza i mori bendati): “Perché Giacomo Sanna (leader del PSd’AZ) non è qui in piazza e manda voi? Dovrebbe ricordarsi quando è andato, in un palazzo romano, strisciando da Bossi per impedire che noi fondassimo il partito in Sardegna” ” Noi siamo venuti qui per portare il metodo della buona amministrazione”, ” E’ il vostro atavico complesso di inferiorità che vi fa sentire terroni”, “Il vostro è un fallimento che dura settant’anni”.
Il perché di questa data è incomprensibile, il PSd’AZ ha ottantanove anni, la regione sessantadue. Piergiorgio Massidda cerca di mediare, soverchiato dalla bordata di fischi conclude con un: “Ragazzi, il dissenso potete mettervelo in c….” Questa la cronaca che potrebbe diventare storia. I primi commenti giornalistici comparsi in rete annunciavano il fallimento dei leghisti. Alcuni ritrovano similitudini con lo sbarco dei fascisti in Sardegna nei primi anni venti e con l’accoglienza muscolare che ebbero. Fabio Rizzi nei panni di Asclepia Gandolfo, Piergiorgio Massidda in quelli dell’industriale Sorcinelli e Giorgio Ladu novello Paolo Pili? Il paragone può sembrare azzardato, in realtà non lo è.
Le analogie sono molte. La Lega e il PSd’AZ intrattengono rapporti da più di vent’anni, avevano firmato un tacito patto di non aggressione, Giacomo Sanna è stato candidato alle ultime politiche in Lombardia con la Lega, non risultando eletto. Come il movimento combattentistico e il fascismo degli anni venti, così Lega e movimenti autonomistici hanno elementi comuni, con una differenza non da poco, la Lega è xenofoba i nostri no. La lega è antimeridionale, i Sardi no. Il trapianto di quel movimento in Sardegna potrebbe essere rigettato. Si diceva così anche del Fascismo, però non andò così, una parte dei sardisti aderì al fascismo. L’aver i sardisti scelto il centro -destra, spostando la loro posizione politica dopo sessant’anni, facilita il passaggio del virus leghista.
Il partito di Bossi dalla sua gode di una forte presenza mediatica; si pone come partito che federa le istanze territoriali, nella crisi è facile identificare nelle diversità il capro espiatorio. Propongono un modello di successo (da dimostrare) nella gestione delle amministrazioni. Vendono la categoria della responsabilità come esercitabile solo verso i territori di riferimento. Sirene che possono trovare orecchie attente anche da noi. La loro versione della cosiddetta sardità ha un limite evidente, solo inculcando la loro concezione del mondo possono strapparla a quello che loro considerano “atavico senso di inferiorità”. Loro sarebbero i portatori delle buona novella, quelli che “ci liberano”. Una sorta di attualizzazione del “fardello dell’uomo bianco” nella missione di sviluppare gli indigeni con l’anello al naso.
Nel comizio di Cagliari si sono scagliati anche contro il governo Cappellacci, giudicato luogo delle lobby, dei costruttori, dei padroni del vento, dei parassiti. Le evidenti difficoltà del centro – destra potrebbero portare molti elettori a votare per la Lega. Non c’è da stare per niente tranquilli, l’episodio di piazza Costituzione non sarà che il primo passo. L’assalto è portato al cuore delle rivendicazioni dei Sardi. Per ora maldestramente, in seguito sapranno essere più efficaci e li si potrà contrastare solo se si riuscirà a dimostrare che vogliono imporci una ulteriore schiavitù. Che sono venuti qui solo per difendere i loro interessi, trovare consenso nella rapina delle nostre risorse. Altro che bastare a se stessi.
In piazza Costituzione l’hanno detto, loro amano la Sardegna, come non potrebbe essere altrimenti, molti hanno casa al mare. Sono i Sardi, come sempre, il problema. Per fortuna.

Mirka za
IO COSA SONO AZERBAIGIANA?

Sono una Maestra elementare con 25 anni di servizio circa, questo è quanto il governo mi ruberà nei prossimi 3 anni e per il resto della mia vita, viste le ripercussioni sia nella liquidazione che nella pensione.
Mancanza del rinnovo contrattuale
scaduto nel 2008 fino al 2012.
Perdita media (9,3%) a fine triennio sulla base della piattaforma FLC
-2758 euro circa
Congelamento degli stipendi
• Per il personale docente della scuola gli anni 2010,2011,2012 non sono utili ai fini della
maturazione delle posizioni stipendiali né degli incrementi retributivi
• Per gli anni 2010, 2011, 2012 e 2013 il trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti, ivi compreso il trattamento accessorio, non può superare il trattamento
in godimento nell’anno 2009
-1495
Effetti sulle pensioni: il congelamento degli stipendi, compreso il salario accessorio, avrà effetti anche sul versante previdenziale. L’impossibilità per i pensionandi dei prossimi 3/5 anni di raggiungere la fascia retributiva superiore o di avere l’incremento determinato dal rinnovo del contratto integrativo, produce un danno che può arrivare per le retribuzioni più alte ad una riduzione di oltre il 20% della pensione.
Per il comparto scuola si va da una media di 50 euro al mese in meno di pensione per sempre! (per le fasce più basse) ad oltre 100 euro al mese in meno di pensione per sempre! (per quelle più alte).
Analoghi effetti sulla liquidazione.
Quanto richiede lo stato a tutti i commercianti, agli orefici, ai farmacisti, a tutti gli artigiani, agli idraulici, agli elettricisti, a tutti i liberi professionisti, ai dentisti, agli avvocati, a tutti i camorristi, ai mafiosi, a tutti gli evasori, agli industriali normali e a quelli che delocalizzano, a quei milioni di persone che sono più ricche di me cosa ca..o chiede??

Silvanetta segnala:
Da Il fatto
Bluff Province, Bossi: chi le tocca muore
SOLO 5 DI FATTO SARANNO ABOLITE.
“SALVE” SONDRIO E ASTI, CARE A “SUPERGIULIO”

Abbiamo scherzato. Peccato che il gioco ci sia costato milioni di euro e continuerà a costarci per rimettere le pedine al loro posto.
Questa è in sintesi l’operazione “soppressione delle Province” al di sotto dei 220 mila abitanti prevista dalla manovra finanziaria approvata dal Consiglio dei ministri. Un’abile mossa – demagogicamente parlando – che getta fumo negli occhi dei cittadini ma che porterà ben poche risorse nelle disastrate casse dello Stato visto che di fatto solo 5 province saranno abolite.
Perchè molte tra quelle da sopprimere verranno invece solo “accorpate”.
Cerchiamo di capire perché partendo da una delle ultime nate: quella di Fermo, istituita nel 2004 (entrata in funzione nel 2009) dal governo B per quietare l’alleato leghista che minacciava di uscire dalla maggioranza se la “sua” Monza non fosse a sua volta diventata Provincia. Poco importa se da lì a poco il governo sia caduto proprio per mano leghista fulminata dalla questione morale sulla via dell’avviso di garanzia per corruzione ricevuto da Berlusconi.
Per accontentare Bossi – che ieri ha quasi replicato il diktat avvertendo che “col taglio ci fermiamo qui, se toccano quella di Bergamo sarà guerra civile” – l’allora maggioranza accettò tutto il pacchetto politico clientelare che comprendeva anche Fermo e Barletta.
Come sono stati fissati i criteri? A pensare male diceva qualcuno non sta bene ma ci si indovina quasi sempre. Due delle province che si salveranno sono quella di Asti con 220.156 abitanti presieduta da Maria Teresa Armosino Pdl sottosegretario del ministro Tremonti nel 2001-2006, e quella dove è nato il ministro Tremonti, Sondrio, 182.084 abitanti perché confinante con la Svizzera.
Quanto costa una Provincia tipo con meno di 220 mila abitanti?
Prendiamo ad esempio quella di Fermo l’ultima nata in ordine di tempo che dovrà chiudere bottega tra 4 anni. Lo Stato per l’istituzione degli uffici periferici come Prefettura, Questura ecc… da acquistare o da ristrutturare ha stanziato in tre anni circa 35 milioni di euro.
Il costo per gli organi istituzionali – assessori, consiglieri, revisori dei conti – è di circa 300 mila euro l’anno che incide nel bilancio nell’ordine dell’1,3% delle risorse complessivamente gestite dalla provincia che si aggirano sui 50 milioni di euro. Non compaiono i costi dei dipendenti essendo Fermo stata scorporata da Ascoli Piceno e l’organico suddiviso.
Ora vale la pena ricordare quanto è costato istituire una provincia che ha preso avvio un anno fa che di fatto si rivelerà inutile per i cittadini visto che tra quattro anni non esisterà più. Per 5 anni precedenti all’avvio lo Stato solo per il Commissario e il suo staff ha speso 2 milioni di € a cui si deve aggiungere il costo del dirigente che per la divisione dei bilanci e del patrimonio si è avvalso di 13 collaboratori esterni costati circa 300 mila € l’anno sempre moltiplicati per 5.
Ma a chi sono utili?
La domanda che resta senza risposta è: non sarebbe stato più facile e redditizio sopprimere le società partecipate fiorite come funghi utili solo per ricollocare politici trombati ed essere preziosi serbatoi clientelari?
C’è chi afferma – come il presidente della Provincia di Fermo – che la soppressione è anticostituzionale in quanto viene effettuata da una legge ordinaria. Mentre per il costituzionalista Giovanni Guzzetta “non è necessario il procedimento di revisione costituzionale per sopprimere una provincia anche se il procedimento legislativo richiede il coinvolgimento dei comuni interessati e il parere della Regione seppure siamo in presenza di un decreto legge emanato per ragioni di necessità e urgenza e dunque qualcuno potrebbe sostenere che il parere venga acquisito in sede di conversione. Viceversa è sufficiente un semplice atto legislativo per sopprimere gli organi periferici (Prefettura, Provveditorati ecc… ) dello Stato centrale all’interno della Provincia”.
..
RIDIAMARO : – )

I 100 motivi per cui si deve votare Berlusconi per contrastare i comunisti.
Paolo Agnelli (Non mi chiedete perché li ho messi nella parte comica. Chiedetevi piuttosto com’è che i berlusconiani non ci hanno trovato niente da ridere. V.)

L’intento non è quello di fare un bilancio dell’operato del governo ma di spiegare agli italiani che Silvio ci sta salvando.

Lodo Alfano: approvato il 22 luglio 2008, e bocciato dalla Corte Costituzionale, nota istituzione di sinistra, il 7 ottobre 2009, permetteva alle quattro cariche dello stato la sospensione dei processi per tutta la durata dell’incarico consentendo una maggiore stabilità del governo e impedendo ai magistrati comunisti di mettere a rischio il governo con accuse false e infondate.

Legittimo Impedimento: approvato il 10 Marzo 2010, consente ai soli ministri e al capo del governo la possibilità di astenersi dai processi per 18 mesi, intervento necessario dopo la bocciatura del lodo Alfano da parte dei comunisti.

DDL Sviluppo & Nucleare: il Parlamento il 9 luglio 2009 approva il ddl Sviluppo, in esso il governo inserisce il NUCLEARE per risolvere l’assoluta dipendenza dell’Italia dall’estero per quanto riguarda il settore energetico (le tanto acclamate energie alternative non hanno la stessa sicurezza).

Pacchetto Sicurezza: si introduce per la prima volta in Italia il reato di clandestinità, migrare in Italia diventa reato, finalmente il governo Berlusconi IV è riuscito a risolvere questo grave problema che affligge il nostro paese da quando la sinistra ha aperto le porte ai clandestini. Questa legge è stata fortemente voluta dal nostro alleato fedele, la Lega Nord.

Ronde: grazie al grandioso intervento del ministro Maroni finalmente i volontari della libertà potranno controllare il territorio in supporto alla polizia, magari colpendo qualche comunistone che vivanda per strada o qualche immigrato clandestino che è venuto in Italia per stuprare qualche donna, dato che nel suo paese non è consentito.

I rapporti con i dittatori:grazie a Silvio è stato possibile un accordo con Gheddafi, stimatissimo premier democratico della Libia, uno dei primi capi di stato a chiedere il rispetto dei diritti umani nel mondo, per risolvere l’immigrazione clandestina proveniente dal suo paese.

Taglio dell’ICI per tutti: il governo dei fatti contro il governo delle tasse tra le prime misure ha eliminato la tassa più odiata dagli italiani, l’ICI sulla prima casa.

Riforma anti-baroni: con il decreto legge 112/2008, il governo ha imposto il merito come punto di partenza per la nuova riforma dell’università con l’intento di promuovere il merito, tra le tante cose ricordiamo gli 8 miliardi di euro sottratti ai soliti baroni comunisti delle università.

Scudo Fiscale: tipologia di condono in materia fiscale e tributaria. Esso sana comportamenti illeciti o irregolari effettuati dal contribuente e riguarda, soprattutto, la reintroduzione di capitali illecitamente detenuti all’estero, tramite il pagamento di una tassa minima una tantum. (definizione made in wikipedia). Lo scudo fiscale varato dal governo Berlusconi IV rende finalmente non punibili una serie di reati (omessa e infedele dichiarazione dei redditi; dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture per operazioni inesistenti; falsa rappresentazione di scritture contabili obbligatorie; occultamento o distruzione di documenti; false comunicazioni sociali.

Piano Casa: grazie all’intervento del premier finalmente ogni italiano avrà una casa o potrà ampliare la propria liberamente.

Decreto Bondi: stabilisce il pagamento di una tassa alla SIAE per “la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi” al momento dell’acquisto di qualunque prodotto elettronico, analogico o digitale, in grado di riprodurre e/o memorizzare materiale potenzialmente protetto da copyright. L’obiettivo è quello di ottenere dei compensi da redistribuire agli artisti per la cosiddetta copia privata, cioè la possibilità, da parte dell’utente che ha acquistato un supporto digitale o analogico contenente materiale protetto da copyright, di poterne effettuare legalmente una copia di backup. Una norma che va a colpire coloro che effettuano download illegale tra i quali ricordiamo i pericolosi radicali e i comunisti, che si sentono sempre in dovere di condividere tutto gratuitamente e anche i pedofili, mangiatori di bambini.

Privatizzazione dell’acqua: il ddl 113/2008 art.23bis, la cosiddetta finanziaria triennale da il via alla privatizzazione dell’acqua, si affida “il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali, in via ordinaria, a favore di imprenditori o di società in qualunque forma costituite individuati mediante procedure competitive ad evidenza pubblica”. Ciò al fine – afferma il decreto – “di favorire la più ampia diffusione dei principi di concorrenza, di libertà di stabilimento e di libera prestazione dei servizi di tutti gli operatori economici interessati alla gestione di servizi di interesse generale in ambito locale”. (fonte) La privatizzazione è obbligatoria per tutti i comuni entro un termine ultimo.

Progetti di Legge:
DDL antintercettazioni: in quale paese normale il presidente del consiglio può essere liberamente intercettato?! spendiamo miliardi per pagare le intercettazioni per vedere pubblicati sempre i fatti degli altri con gravi violazioni della privacy.

Processo Breve: presentato il 12 novembre 2009, ha l’obiettivo di fissare un limite massimo di 2 anni per ogni grado di giudizio di un processo, con alcune deroghe. (fonte wikipedia). In un paese dove i processi durano 20 anni questa è una misura di civiltà.

DDL Valentino: disegno di legge presentato dal senatore Valentino del PDL con l’obiettivo di fermare le dichiarazioni dei pentiti di mafia, e ridurre gli incentivi che hanno permesso fino ad oggi ai magistrati di portare avanti le indagini sulla mafia. Il ministro Maroni ha dichiarato che non verrà mai approvato mentre sarà ministro dell’Interno ma questo ddl è necessario per evitare che parlino pentiti come Spatuzza o Ciancimino, pagati (dai magistrati politicizzati) per insultare Silvio.

Decreto e disegno di legge sul testamento biologico: lo stato deve imporre per legge cosa debbono fare i cittadini sottoposti ad alimentazione forzata, la vita è sacra non spetta all’uomo decidere di interromperla.

Reintroduzione dell’immunità parlamentare: la Boniver, insieme ad altri parlamentari PDL, si è fatta promotrice di una nuova iniziativa per la reintroduzione dell’immunità parlamentare, che renderebbe maggiormente difficile le indagini e l’arresto di un parlamentare, sottoposto ad ingiusto processo dai soliti magistrati che vogliono sovvertire il risultato delle elezioni democratiche.

DDL per la privatizzazione della Protezione Civile: la protezione civile e Bertolaso necessitano deroghe alla legge ordinaria per facilitare i lavori per grandi eventi nazionali, come la visita del papa in qualche città o per il G8.

Scandali inventati dalla sinistra:

Scandalo Carfagna: in Italia il gossip attornia solo i poveri cristi, in Argentina invece sono uscite delle intercettazioni italiane in cui il ministro per le pari opportunità parla con delle colleghe di partito di un rapporto orale tenutosi con il presidente del consiglio.

Scandalo Veline alle elezioni europee 2009: Veronica Lario, moglie (ora ex) di S.B. interviene duramente in proposito alla candidatura di “veline”, o avvenenti donne, all’interno delle liste PDL: “ciarpame senza pudore”
Berlusconi sta male?: la stessa Veronica Lario ha dichiarato nel maggio 2009: “mio marito non sta bene”

Scandalo Noemi Letizia: Berlusconi si presenta ad una festa di compleanno di una diciottenne, alle domande poste da alcuni giornalisti dichiara di aver deciso all’ultimo momento di parteciparvi, mentre passava di lì, la polizia stava controllando il locale dalla mattina.

Scandalo Villa Certosa: l’ennesimo party e scandalo fotografico e l’ennesima violazione della privacy del presidente. Uomini e donne nude e in pose inequivocabili fanno il giro del mondo.

Scandalo Escort: Patrizia d’Addario, escort autodichiarata (comunista) fa uscire alcuni file audio, e dimostra di essere andata a letto con Silvio Berlusconi la notte in cui Obama fu eletto alla presidenza degli Stati Uniti d’America. Di seguito si scopre che Giancarlo Tarantini portava escort e droga all’interno delle ville di Silvio Berlusconi, da villa Certosa a Roma. Berlusconi ha ammesso di essere andato a letto con la escort dopo un lungo lavoro di CONQUISTA con il suo charme infallibile.

Scandalo Voli di Stato: dalle immagini risulta che venissero usati aerei di stato e barche dei Carabinieri per portare alle feste di Berlusconi, veline, cantanti e altri personaggi di spicco. il NON doversi procedere è stato deciso dopo brevi indagini, Silvio può portare chiunque sui voli pubblici, deve pur distrarsi ogni tanto.

Lodo Mondadori: la corte di Cassazione ha dichiarato Fininvest colpevole per la corruzione di alcuni giudici di Roma, in sede civile è stata condannata a pagare la somma record 750.000.000 € di danni alla stessa a De Benedettis dal giudice Mesiano, strambo personaggio che va in giro con CALZINI TURCHESI.

Scandalo Protezione Civile: nei primi mesi del 2010 escono le solite intercettazioni di alcuni degli sciacalli della protezione civile, ridevano alle 3.30 del 6 aprile, la notte del terremoto all’aquila, probabilmente sono comunisti che agiscono sempre per nome e per conto dell’opposizione faziosa e dannosa per l’Italia.

Caso Bertolaso: Il 10 febbraio 2010 è stato raggiunto dall’ennesimo avviso di garanzia nell’ambito di un’inchiesta sugli appalti del G8 che avrebbe dovuto svolgersi a La Maddalena e poi spostato a L’Aquila. Secondo l’accusa comunista Bertolaso, insieme a diversi imprenditori e altri membri della Protezione Civile, avrebbe fatto parte di uno scenario di corruzione con favori di svariata natura, anche sessuali, in cambio di appalti. (wiki) Accuse infondate su un grande uomo.

Scandalo Cosentino: Nicola Cosentino, sottosegretario all’economia del governo Berlusconi IV, eletto nelle liste del PDL in Campania, nel settembre 2008 viene pubblicamente accusato di aver un ruolo di primo piano nel riciclaggio abusivo di rifiuti tossici. I magistrati hanno inviato la richiesta di arresto per concorso esterno in associazione camorristica alla Camera dei Deputati che l’ha negata giustamente.

Scandalo MAFIA-FORZA ITALIA: In diverse deposizioni Ciancimino e Spatuzza, pericolosi mafiosi accusano direttamente il presidente del consiglio, tramite il senatore dell’Utri di aver fondato Forza Italia a seguito di accordi stipulati dopo la stagione delle stragi, accuse assurde e assolutamente infondate, Silvio è sceso in campo e l’ha fatto per noi, per l’amore che ha per il suo paese, l’Italia.

Scandalo Di Girolamo: il senatore di Girolamo, eletto nella circoscrizione Estero per il PDL fornendo false generalità (dichiarò di essere residente all’estero), fu già il 7 giugno 2008 accusato e sottoposto a mandato d’arresto con le accuse di aver attentato ai diritti politici dei cittadini, falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla sua identità, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici determinata dall’altrui inganno, concorso in falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, concorso in falsità in atti destinati alle operazioni elettorali, false dichiarazioni sulle sue generalità. (wiki). Il 23 febbraio 2010 viene richiesto l’arresto di Nicola di Girolamo nell’ambito di una inchiesta sul riciclaggio di capitali della ‘Ndrangheta. Le accuse mosse al senatore del PDL sono di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e al reimpiego di capitali illeciti, nonché la violazione della legge elettorale con l’aggravante mafiosa (wiki).
Dalle intercettazioni Di Girolamo risulta essere schiavo di malavitosi e coinvolto nella più grave frode di sempre (secondo la dichiarazione del Gip) da 2 miliardi di euro. Oggi si è dimesso per difendersi DAL PROCESSO e DAI MAGISTRATI COMUNISTI.

Scandalo Mills: il 25 febbraio la Corte di Cassazione, ORGANO FAZIOSO E COMUNISTA, ha dichiarato prescritto il reato di corruzione da parte del Presidente del Consiglio, pur disponendo il pagamento della somma di 250.000 euro per danni. Berlusconi HA CORROTTO Mills. Il tg1 il 26 febbraio nell’edizione delle 13.30 dichiara Mills ASSOLTO per semplificare, effettivamente non dovrà scontare la pena.

Scandalo Corruzione: i soliti furbetti cercano di far cadere il governo prendendo mazzette poi scoperte dalla stampa faziosa, di pietro inizia a fare il moralista ma il governo prontamente approva il DDL anticorruzione, oggi in attesa di essere approvato dalla maggioranza (l’opposizione probabilmente si asterrà perchè normalmente sa solo dire NO)

Scandalo Liste: il Popolo della Libertà non ha consegnato le liste in tempo per la candidatura alle regionali 2010 nella provincia di Roma e dopo 7 ricorsi non sarà presente. Il governo ha approvato un decreto “interpretativo”, che di fatto avrebbe consentito la ripresentazione impedendo ai faziosissimi radicali di impedire fisicamente la consegna delle liste del primo partito in Italia.

Scandalo RAI: Nel marzo 2010 escono alcune intercettazioni che dimostrano come i vertici RAI, l’Agcom, agenzia pagata 66 miliardi di euro l’anno dallo stato per agire con la massima indipendenza, siano stati sottoposti a pressioni per far chiudere trasmissioni scomode, quali Annozero. Berlusconi ha il diritto di far chiudere programmi come ANNOZERO, lesivi della dignità del premier e colpevoli per aver fatto processi in diretta sotto gli occhi di tutti gli italiani senza dare la possibilità di difendersi agli “imputati”.

Promesse

Alitalia: il presidente Berlusconi in campagna elettorale promise la creazione di una “cordata” di imprenditori italiani per salvare Alitalia, soluzione a suo avviso migliore rispetto ad Air France, il risultato è stato la creazione di CAI che ha comprato Alitalia alla fine del 2008. Lo stato nel frattempo ha sborsato 300 milioni di euro per prolungare i tempi della cessione, che verranno restituiti (?). Grazie alle sue capacità di imprenditore riesce a salvare la compagnia, Prodi voleva svenderla ai francesi.

Riduzione delle tasse: Secondo i comunisti “Il «Tax Freedom Day», il giorno della liberazione fiscale (giorno in cui si finisce di pagare le tasse) slitta al 23 giugno, mentre nel 2009 la campanella era suonata il 22 giugno. La corvée fiscale del 2010 durerà, quindi, 173 interminabili giornate, pari a una pressione tributaria che supera il 47%. È quasi un record storico di questa classifica del Corriere. Solo nel 2000 era andata peggio”. In realtà Berlusconi ha tolto l’ICI a tutti gli italiani, il governo dei fatti contro quello delle tasse di Prodi.

Rifiuti di Napoli: uno dei grandi “successi” del governo è stata la rimozione dei rifiuti dalle strade di Napoli accumulatisi per negligenza della sinistra, (qui foto più recenti per vedere come è stato tutto risolto).

Case all’Aquila: Il giorno stesso del terremoto, mentre gli imprenditori che avrebbero dovuto ricostruire ridevano, Berlusconi promise in breve tempo case per tutti, e così è stato.

Promesse in dirittura d’arrivo

Abolizione delle province
Sconfitta sul cancro
..
Mario di Monopoli

La crisi c’è, ma non per tutti. Mentre a Roma il governo varava una manovra da 24 miliardi di euro, ad Ancona è stato varato il nuovo yacht da 37 metri del vicepresidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, un «Custom line 124», da 18 milioni di euro realizzato dai cantieri del gruppo Ferretti. Stando a quanto si è appreso, il figlio del presidente del Consiglio e vice presidente Mediaset non era presente. Nell’imbarcazione sono state predisposte quattro suite per ospiti e una sala fitness fatta inserire al posto di una cabina. Nei mesi scorsi Piersilvio Berlusconi sarebbe stato più volte ad Ancona per seguire l’andamento dei lavori, anche insieme alla compagna, ora in dolce attesa, Silvia Toffanin.
Tre anni fa aveva già scelto i cantieri anconetani per un altro yacht,
Ma MEDIASET le paga le tasse?
..
Aldo manda:

Il professore gli chiede:
“A quanti gradi bolle l’acqua?”
Pronto Renzo risponde: “A 90° !”
Il professore gli fa:
“Guarda, è perché sei il figlio di Umberto che ti ripeto la domanda, su pensaci bene e rispondi.”
Renzo riflette un po’ e poi esclama:
“Mi scusi professore, mi ero confuso….
l’acqua bolle a 100°
è l’angolo retto che bolle a 90°”.
..
Viviana

Riguardo alla crisi
Il motto di tutti i politici ormai è quello di Casini;
“Io c’entro”
Il nostro resta quello di sempre:
“Io pago”

http://masadaweb.org

16 commenti »

  1. Cara Viviana, un tempo c’erano i sindacati , c’erano gli “atunni caldi”, c’era la mobilitazione degli operai, c’era il blocco delle fabbriche !!

    Ora tutto questo è finito , com’è finita la sinistra !!

    I conflitti vengono anestetizzati e stroncati sul nascere e sono riusciti a far sì che la povertà e la miseria vengano vissuti come fatti individuali, isolandoti dal contesto sociale come un appestato e facendoti sentire come un fallito , che non è riuscito ad inserirsi nella corrente dei vincenti ed è stato travolto dalla piena !!

    Ormai trionfa il darwinismo sociale più spietato ed i più deboli ed indifesi vengono abbandonati al loro destino !!

    Il problema non è più solo di tasse che aumentano e di stipendi che diminuiscono. ma il fatto che si è formata e consolidata una cultura che non conosce più solidarietà, coscienza civile , rispetto per gli altri, ma solo e soltanto egoistica, becera, arrogante, razzista, edonistica e furbesca !!

    MaxVinella

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:31 pm | Rispondi

  2. Svegliasi la mattina avere 40 anni ed aver capito di essere stato il solo a lavorare della propria generazione , questo è quello che mi è successo e credo abbia un valore tale da poter esser detto. Ho convissuto per ventanni con gente ignorante dal punto di vista legale , gente che non sapeva nemmeno che esisteva un codice civile , ho che si sentiva persino superiore ad un giudice o ad un avvocato. Ora si viene ha parlare di recupero del livello salariale della classe lavoratrice Italiana quando si ignora persino chi stabilsce che ci devono essere i Contratti Nazionali di Lavoro . La Cgil di questo non è consapevole anche se queste sono cose che ho letto sul loro giornale(Rassegna sindacale) , ma preferisce non affrontare la situazione dal punto di vista legale perche per alzare il tono del consenso mediatico inseguendo la logica del conflitto monetario creando zizzania e niente piu. Oramai nessuno tra i giovani crede più ai sindacati ho vuol sentir parlare di partecipazione al controllo delle risorse se non attraverso la immediatezza dellla remunerazione monetaria. Ha chiedere diritti essenziali (e per il resto nemmeno a presentarsi) solo forza lavoro di scarsa qualita inflessibile e che cioè non pemette l’inserimento di giovani qualificati all’interno della societa civile dove al più si lavora presso la stessa azienda attraverso un rapporto di lavoro che si prolunga nel tempo. L’ammissione della sconfitta storica della flessibilita come mutamento materiale dei rapporti di lavoro non appartiene a nessuno in questa sinistra . Mutano persino le qualifiche del personale più integrato all’interno delle aziende , ma tutto questo non interessa alla triade e nemmeno agli estremisti della avventura della sinistra . Si diceva tanti anni fa “che fare ?” . Direi oggi “è possibie parlare di wellfare state ovvero economia delle risorse umane in siffatto ambiente?” A me pare di intravedere differenti impossibilta come il fatto che oggi in Italia a controllare la classe lavoratrice c’e una suo soprordine gerarchico che sponsorizza la politica per fini personali e di minimo prestigio che quindi non vengono allo scoperto. La classe degli imprenditori non consta ovviamente di molti soggetti personali, ma ha avuto la forza economica di creare deglia addetti al mondo economico funzionali persino a paralizzare lo sviluppo tecnologico che loro stessi auspicano. Per anni i Comunisti e la sinistra hanno inseguito il mito dei rapporti storici come evento di durata della lotta antifascista che scaturi il 68 e gli anni di piombo dove la sinistra operaia ebbe un spazio in cui esistere tale da potersi dare quello che oggi chiamiamo reddito di cittadinanza. Questo oggi non esiste piu se non nella mente di qualche eterno studente che crede approfittandosi della mancanza di volonta di far politica dei giovani (ripeto) . In sintesi e per finire cosa vuol dire alzare il livello dei salari ? E’ la giustizia della fatica fatta finora dove va a finire che vogliamo dare duemila euro e una casa all’Eur (come avrei dato a me stesso tanti anni fà per le mie esigenze ed anche per le mie capacità) al primo borghese che magari si e dato un po da fare?

    Cosimo

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:31 pm | Rispondi

  3. ci andate giù pesante, eh? Indubbiamente siamo un paese strano anomalo sotto ogni punto di vista, incomprensibile per tutti gli altri europei. In Svezia un deputato viene costretto alle dimissioni perchè 20 anni fa non ha pagato il canone tv, in Inghilterra un ministro si dimette perchè il marito ha affittato 3 film porno con la carta di credito del parlamento ( valore 11 sterline) ed un altro perchè ha comprato del cibo per le paperelle( valore 5 sterline).Ma , a scorrere le cronache, è così in Svizzera, in Francia, in Germania, allora perchè non in Italia? Come mai in tutto il mondo cosiddetto occidentale c’è indignazione,schifo, rivolta nei confronti del politico corrotto e non in Italia?Come mai un compotamento incivile ( per es. parcheggiare sugli scivoli per i disabili od in doppiafila) all’estero sollevano vere e proprie rivolte popolari mentre in Italia viene spesso del tutto ignorato e suscita indifferenza se non addirittura comprensione? per me è un mistero!
    michele

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:32 pm | Rispondi

  4. ono un vecchio socialista che, obtorto collo, vota PD. Infondo anche noi siamo stati al governo per circa 7 anni, dal 94 ad oggi, ma non abbiamo abolito nemmeno una sola auto blu. Perché ? Con la mia stima i miei migliori saluti.

    domenico capussela

    dr. domenico capussela tel. 0290755249 cell. 3284231761 fax. 0292276848 Residenza Sorgente 112 Basiglio 20080 (MI3)

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:32 pm | Rispondi

  5. Verissimo quanto dice il Sig. Domenico.

    Ma anche cosa scontatissima per gli utenti abituali di BellaCiao, certo non amanti nemmeno dei governi di centrosinistra che si sono succeduti.

    E’ duro dirlo per chi come me crede ad una analisi marxista e di classe dei problemi economico-sociali e politici e non ama giustizialismi, girotondismi e certi peronismi anche di sinistra, ma mi sembra innegabile che il buon Grillo quando fa il discorso della “casta” ha ragione da vendere.

    Basti vedere gli oggettivi balbettamenti di tanti del Pd di fronte all’enormità dei provvedimenti economici presi ieri dal governo.

    E Napolitano che invita opposizioni e sindacati a collaborare con Tremonti …

    Roba da vomito !!!

    Raf

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:33 pm | Rispondi

  6. Non si capisce come mai un qualunque lavoratore italiano deve pagarsi benzina, parcheggio o mezzi pubblici per raggiungere il posto di lavoro mentre se fai parte dell’”elite” hai DIRITTO all’auto blu( con o senza scorta) e non si parla solo di membri del governo ma di presidi di università, presidenti e vice di asl ed ospedali,presidenti di enti inutili, di comunità montane( esistenti e non), presidenti di mostre, musei ed Expò e persino portavoce di ministri, di sottosegretari e viceministri cioè centinaia di migliaia di persone del bosco e sottobosco politico che per censo potrebbero benissimo pagarsi qualche litro di benzina per giungere al loro sudato(???) posto di lavoro. A quando una bella legge che limiti qusti abusi?
    michele

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 2:33 pm | Rispondi

  7. Sulla Lega
    cara Viviana tu non sai quanto vorrei che queste tue parole fossero un brutto sogno.Invece è la realtà che potrebbe sfociare in un’altra guerra di secessione. Una delle tante in giro per il mondo. Un mondo che tutti sognamo bello,pulito e colorato. Invece un gruppo di persone senza nessuno scrupolo ma solo per le loro manie di onnipotenza lo stanno distruggendo. Ma la cosa che mi fa piu’ male e per cui ho deciso di essere un partigiano è che la gente sembra anestetizzata. Chi pensi che voteranno alle prossime elezioni ? Ancora questa gentaglia. Che tristezza. Un abbraccio

    Partigiano

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 5:05 pm | Rispondi

  8. Perchè siamo un popolo “diverso”? Perchè come diceva Monicelli, il popolo italiano non ha mai avuto una sua rivoluzione, un ruolo attivo. Tutti i cambiamenti politici, sociali e culturali son stati calati dall’alto nella storia italiana (anche quando questi cambiamenti erano “di progresso”, come nel Rinascimento). Con poche eccezioni, ad esempio la Resistenza, che come tutti sappiamo però è stata tradita. Può essere paradigmatico pensare alla Riforma: mentre tutti i popoli europei cominciavano a leggersi la bibbia per conto proprio, qui si continuava a pascolare nelle chiese. Non è che il popolo italiano sia stupido. Il fatto è che nei rapporti di forza il potere ha sempre avuto preponderanza, quindi la gente, chi per paura chi per abulia, non ha mai avuto occasione di evolvere un ruolo attivo.

    Fedele alla linea

    Commento di MasadaAdmin — maggio 27, 2010 @ 5:06 pm | Rispondi

  9. sono pienamente d’accordo con Viviana, sono giorni che mando in giro in rete le mie perplessità sul “federalismo demaniale” e su Di Pietro che con la la Lega lo ha votato. Faranno uno scempio del nostro disastrato paese,questo volerci far credere che è per migliorare il nostro patrimonio è, per me,l’ennesima frottola.Io penso che se il parlamento fosse molto,ma molto ridotto numericamente, noi potremmo avere un maggiore controllo e anche loro si controllerebbero meglio tra di loro,oltre che risparmieremmo un sacco di soldi

    Simo

    Commento di MasadaAdmin — maggio 28, 2010 @ 6:45 am | Rispondi

  10. Se è giusto scandalizzarsi per le auto blù, non capisco come mai nessuno assuma analogo atteggiamento nei confronti dei 15 mld che stiamo spendendo per acquistare dagli USA i cacciabombardieri F35 !!

    MaxVinella

    Commento di MasadaAdmin — maggio 28, 2010 @ 1:21 pm | Rispondi

  11. vorrei darle solo un consigio, e lo cosideri un privilegio solo perchè è una donna, non scriva di cose che non conosce, perchè da come ne parla lei è solo una povera indottrinata, mi riferisco alla Massoneria, da non confodere neanche per sbaglio con un partito ,tanto più col pd. Sia ben chiaro la Massoneria con isuoi principii, con le sue tradizioni e con isuoi regolamenti non ha mai e dico mai, nuociuto all’umanità, se mai è accaduto il contrario, alcuni individui (comunque pochi) hanno dannegiato la massoneria ed i tantissimi Massoni Uomini Liberi e di altissima caratura morale ed etica. sono uno di quei tanti Massoni che lei,mi auguro per ignoranza, ha offeso , non pretendo le sue scuse ma la esorto a riflettere quando scrive , generalizzare è una caratteristica che spesso(quando è in buona fede )denuncia una grave ignoranza ed è degna di poca credibilità. In caso contrio, qualora vi fosse malafede vorrebbe dire che la sinistra italiana , è una malata terminale. Saluti E.C. un Massone.

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:18 am | Rispondi

  12. Mi permetta di avere ogni sorta di dubbi. Immagino che lei abbia un qualche interesse a mascherare la realtà, ma purtroppo l’italia non è il paese migliore per far passare messaggi elogianti la P2

    vivia

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:18 am | Rispondi

  13. Il dubbio è in cima alla catena alimentare di ogni bun massone , impari a cibarsene anche lei nelle giuste quantità e qualità. E la smetta di parlare di P2 altrmenti smetto di dubitare sulla sua malafede. E.

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:18 am | Rispondi

  14. Se è per questo, ci sono significativi indizi che anche il segretario del PdCi Oliviero Diliberto sia massone … ed addirittura massone del filone proveniente proprio dalla P2.

    Ne ha parlato diffusamente anche Marco Rizzo, anche lui ex dirigente del PdCi.

    Però è vero che P2 ed altre logge “spurie” sono diverse dalla Massoneria ufficiale.

    Che non è certo una confraternita di benefattori, certamente nelle riunioni si mediano anche affari e non necessariamente “opere di bene”, ma comunque non più di quanto avviene in un qualsiasi Rotary Club o in qualunque circolo sportivo di lusso …. non mi risulta invece che hanno mai progettato golpes o “piani di rinascite nazionali” ….

    E tra l’altro sono profondamente laici, non a caso onorano Giordano Bruno e Garibaldi … al contrario di P2 e simili che sono stati impicciati in tutti gli affari sporchi di Oltretevere …

    k.

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:19 am | Rispondi

  15. Ma quante stupidaggini si devono leggere! Sono disgustata

    viviana

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:19 am | Rispondi

  16. …mi creda…cara signora Viviana, disgustoso è il suo articolo…e ancor più la sua presunzione di conoscenza…
    mens_informalis

    Commento di MasadaAdmin — giugno 4, 2010 @ 5:19 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: