Nuovo Masada

marzo 5, 2010

MASADA 1099 Carpe diem, trote gnam

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 8:30 am

(Titolo di uno spettacolo di Vasco Mirandola)

Di liste disonorevoli, onorevoli disonorati, potentati sputtanati, fiumi neri di vergogna e altre amenità italiche

RIDIAMARO : – )

Intrattenimenti televisivi

“Non urlare che mi rovini il prezzemolo!”(Vasco Mirandola)
..
BAVAGLIO AI PROGRAMMI DI INFORMAZIONE DELLA RAI IN NOME DELLA PAR CONDICIO
LA RAI SI SCUSA PER L’INTERRUZIONE.
LA LIBERTA’ DI INFORMAZIONE
RIPRENDERA’
NON APPENA TORNEREMO
IN UNA DEMOCRAZIA LIBERALE. (L’espresso.it)
..
Il Giornale difende Minzolini: “Nessuno avrebbe capito la parola prescrizione”. È la loro linea editoriale: notizie false, però semplici (spinoza.it)
..
La televisione è lo specchio dove si riflette la sconfitta di tutto il nostro sistema culturale. (Federico Fellini)
..
La vecchiaia di un uomo può portare un eccesso di minzione.
Quella di un sistema a un eccesso di Minziolinite. (Viviana)
..
Battuta involontaria.
Uno studioso parla del fascismo e dei postriboli di Stato.
Ad Augias scappa detto: “Come le tv di Stato!” Postriboli pure loro? (Viviana)

Il Ministro Zaia protesta perché al festival c’era una canzone napoletana ma non padana. La par condicio è tutto. Per il prossimo diremo a Salvini di presentarsi.
(Viviana)
..
Censure elettorali
Va bene che Prodi aveva saputo in una seduta medianica che fine aveva fatto Moro….ma censurare Medium!?!? (Viviana)
..
Bersani: “Il partito va dove la gente soffre”.
Per questo è andato a San Remo? (Viviana)
..
Accanto ai lavoratori.
Bersani chiederà che il prossimo San Remo lo facciano direttamente sul tetto. (Viviana)
..
A San Remo quest’anno non c’erano fiori.
Solo mazzette. (Viviana)
..
Tutto coerente
Candidati del Pdl si presentano al tg1 leggendo pizzini. (Viviana)
..
Uomini di potere

Balducci e i balletti gay
Gli escort uomo si chiamano sempre escort
Non potremmo chiamarli Volvo? (Viviana)
..
Berlusconi: “I nuovi ladri? Solo birbantelli!”
Craxi: “I tangentari? Solo mariuoli!”
La coincidenza è quasi impressionante.
Il resto è fuffa. (Viviana)
..
L’unica cosa che Bertolaso ha fatto per il Lambro è arrivarci due o tre volte con l’elicottero per farsi intervistare alla tv. Tipo ‘Linea verde’. Ci ha tranquillizzati perché ha detto che dall’alto ha visto che il Po va verso il mare! (Viviana)
..
tranquilli padani
nessun disastro ambientale
ora il lambro va a diesel euro5
in fede bertolaso (Fly and fly)
..
Preservativi Bertolaso
Si autoeliminano da soli (Viviana)
..
Bertolaso story
In elicopter sul Lamber ner
..e gira gia l’elica
romba il motor
Questa è la bella vita
del trombator (Viviana)
..
Onda verde
Onda nera
Onda azzurra
Onda viola

Il mar mi ha portato qui
Ritmi, canzoni
Donne di sogno, banane, lamponi
Mi sono ambientato ormai
Il naufragio mi ha dato la felicità
Che tu
Non mi sai dar (Viviana)
..
Governo

Speravo di morire prima di vedere la Santanché sottosegretario.
jena@lastampa.it
..
Candidato del Pdl spende 90.000 euro visitando siti porno. Voleva capire dove aveva già visto una sua collega. (saintbull85) da spinoza.it
..
Tremonti è andato in Grecia
A pensare come sarà la prossima Finanziaria? (Viviana)
..
Xenofobi al terzo posto in Olanda
Un futuro europeo anche a Renzino Bossi (Viviana)
..
Berlusconi, mi piace tutto di te, dall’A alla Z, specialmente la F.
Come la parola Figa?
No, come la parola Fine. (Viviana)

La Russa minaccia la marcia su Roma
Con 300.000 schioppi leghisti? (Viviana)
..
La destra xenofoba avanza in Olanda
Napolitano: «E’ un segno preoccupante». Da noi hanno già la maggioranza. (ella) da spinoza.it
..
Il motto del Pdl
Melium abusare che deficere. (Viviana)
..
Il partito del fare.
Fare o imbrogliare è tutto un lavorare. (Viviana)

Cercasi ricercatore in grado di modificare cocaina a fini antinquinamento. Offresi politici. (Viviana)
..
Petizione popolare per mettere i fumi del potere tra le sostanze tossiche. (Viviana)

Vedere un Senatore del Pdl (Di Girolamo) in carcere interrogato dai Carabinieri del Ros dopo una notte passata nella sua cella a Rebibbia non ha prezzo!! Per tutto il resto c’e’ Mastercard!!!! (Michele)
.
Attila chiede a Berlusconi i danni di immagine.
Dietro a lui l’Italia è rimasta molto meglio. (Viviana)
..
Basta contese sul lavoro!
Gli arbitrati li deciderà Ghedini. (Viviana)
..
Renzino Bossi: Meglio vivere un giorno da trota che cento da lavoratore comune. (Viviana)
..
Nozze contro natura
-Ma la Santanchè non era quella che aveva detto che non la dava a Berlusconi?
-Sì, ma lui ha detto che darà il suo nome alla patata OGM. (Viviana)
..
Una volta sulle magliette c’era scritto “Forza prostata!”
Ora ci leggo: “Avanti ictus!” (Viviana)
..
Ultima spes. Anche i nani muoiono. (Viviana)
..
Liste disonorevoli

(Alfredo Milione che aveva l’incarico di presentare la lista per il Lazio della Polverini (Pdl) ha tardato nella consegna (la Polverini è quella sindacalista che ha fregato due case popolari e ha mentito anche sulle tasse). Dice che era andato a mangiare un panino. Ma sembra che all’ultimo alcuni nomi siano stati sbanchettati per cambiarli con altri. Quali? Il gentiluomo del papa che va a gay, oppure il caro amico pro Telecom che si è fottuto due miliardi? E con chi sono stati scambiati? Con due veline di B o l’ultimo rappresentante della mafia? La lista, dopo vari tiri e molla, è stata accettata dai giudici. In Lombardia, invece, la lista di Formigoni, candidato per la quarta volta contro la legge che ammette solo due candidature, presenta una lista gravemente inficiata da trasgressioni di ogni tipo, mancanza di bolli, firme di morti, assenza di provenienze. Secondo i radicali, le alterazioni dalla legge riguardano ben 914 nomi su 3500. I giudici cercano di metterci varie toppe, ma avanzano ancora 500 nomi con anomalie. Formigoni si dichiara tranquillo. Per quanto liste radicali siano state eliminate in passato per molto meno, ove non basteranno i giudici, Berlusconi ci metterà una ‘leggina’.
Così questa primavera è all’insegna del ‘tormentone del panino’)

Una cosa è da dire: queste liste non sono state a orologeria (Viviana)
..
Padova: sono morti, ma firmano per il Pdl. Almeno loro hanno una scusa. (spinoza.it)
..
Diventa sottosegretario la Santanchè, quella che diede di pedofilo a Maometto: quel che ci voleva per un governo equilibrato e di respiro internazionale) (spinoza.it)
..

Formigoni e Polverini, non sono riusciti a presentare liste in regola. Turisti della democrazia! (Viviana)
.

Formigoni si è appellato a Schifani
Si è appellato a Berlusconi.
Si è appellato a Napolitano.
Gli manca la Madonna di Lourdes.
E poi ha fatto poker. (Viviana)
..
Ormai non ci resta che sperare che anche Berlusconi si ripresenti fuori tempo massimo. (Viviana)
..
Bossi ha chiesto che i candidati non li mandino più alle Regionali ma direttamente alla Corrida.

Madunina e lista Formigoni
“Miracolo a Milano!” (Viviana)
..
Io queste liste le farei benedire! (Viviana)
..

Il diavolo fa le pentole ma non le liste. (Viviana)
..
Non gli si poteva dire di farsi le pere ’dopo’ aver presentato le liste e non prima?
O se l’erano fatte ’durante’? (Viviana)
..
Berlusconi arriverà anche primo.
Ma Formigoni e Polverini sono arrivati ultimi. (Viviana)
..
Eppure per sveltire la Polverini bastava poco: abbinare la candidatura a un paio di case popolari! (Viviana)
..
Esclusa la lista della Polverini..
Escluso oggi, esclusa domani…ce la farà la squadra a vincere con un giocatore solo? (Viviana)
..
Se Berlusconi non sarà accontentato
scatenerà la procure di Roma e quella di Perugia,
farà mettere altre prove false da Taormina alla villetta di Cogne
farà togliere alle veline anche il tanga
metterà il coprifuoco al tg3
… e se non basterà ancora, resusciterà Carnevale!
Tutto, purché la giustizia trionfi! (Viviana)
..
Questa sì che è garanzia!
B ha detto che proteggerà le liste regionali. Con i militari (Viviana)
..
Verosimile.
Per permettere ai Candidati del Pdl di rimettersi in pari, il Governo ha deciso di rimandare le regionali alla data delle Comunali per il sindaco di Bologna.
Nel frattempo le regioni saranno commissariate da lui personalmente. (Viviana)
..
Ma se vogliamo un oppositore a queste fuffe, dove andiamo a cercarlo? A San Remo? (Viviana)
..
Escalation
Anno 2030:
Formigoni presenta una lista a unico firmatario
Ma ha sbagliato a scrivere il suo nome. (Viviana)
..
Coerenza
Una legge dello Stato vieta una 3° candidatura a governatore di Regione.
Una legge regionale non può derogarla.
Nel caso lombardo manca anche la legge in deroga.
Per fortuna sono in deroga anche le firme. (Viviana)
..
Formigoni candidato per la quarta volta (contro la legge che gli vietava anche la terza). E’ per non aver mai fatto il depuratore a Milano? (Viviana)
..
La Russa ha detto che se non ammettono la lista Pdl è pronto a tutto.
Si taglierà i baffi? Smetterà di baciare le signore? (Viviana)

Invece Bossi lancerà il terribile kamikaze-trota?
..
Il ricorso di Formigoni al Tar è stata respinto per francobollo non valido. (Viviana)
..
Anno 2030
Formigoni si presenta ancora. Ma non ricorda più chi è. (Viviana)
..
Il panino della Polverini
Galeotto il panino e chi lo fece.
Quel giorno più non candidammo avante. (Viviana)
..
Ma possibile che i massaggi siano l’unica cosa dove arrivano puntuali? (Viviana)
..
E ora, vi prego, andata a votare un minuto prima che chiudano le urne. Ma prima di entrare.. mangiatevi con calma un panino! (Viviana)
..
Grande raccolta! Berlusconi e le sue figurine Panini. (Viviana)

Fabrizio Cicchitto: “Ci sembra evidente che è in atto un attacco mirato alla presentazione delle liste del PdL in modo da modificare anche per quella via i rapporti politici”.
L’attacco dei paninari. (Viviana)
..
Il problema non è mettere le persone in Parlamento.
Il problema è togliercele. (Viviana)
..
E poi gli italiani non hanno senso civico…?
Firmano pure da morti! (Viviana)
..
Il mio regno per un panino.
E poi negano che sia il partito dei magna-magna. (Viviana)
..
Che cosa c’era scritto sui manifesti della Polverini?
Celerità onestà ed efficienza? (Viviana)
..
Pure il ricorso han presentato in ritardo quelli del PDL Lombardia.
Facciamo una colletta….. regaliamo un orologio. Non vedono l’ora. (Girasole)
..
Scuole di pensiero
Bonelli fa il digiuno della sete
Milioni si strafoga di panini
Digiunatori contro strafogatori
Dove penderà la bilancia? (Viviana)
..
Se le danno il replay, la Polverini starà attentissima:
‘Che ore sono?’
‘Quasi mezzogiorno’
‘Vorrei qualcosa di più preciso’
‘Quasi mezzogiorno, idiota!’ (Viviana)
..
Bisogna che i giudici si organizzino ad attaccare tra un panino e l’altro. (Viviana)
..
Tanto andò la gatta al lardo
Che si perse anche il panino. (Viviana)
..
Dichiarazione su tre reti del Presidente del Consiglio:
” Qua capitano ad astronave azzurra
Allarme rosso!
Allarme rosso!
PANINI STOP!” (Viviana)
..
Il Partito degli sbianchettatori non perdona.
Anche le pornodive escono vergini. (Viviana)
..
Esclusa lista del PDL a Roma. La Polverini si appella a Napolitano: “Violato il nostro diritto a fottercene delle regole”. (Mario Masala)
..
Guerre stellari
Il panino sia con noi! (Viviana)
..
Due candidati del Pdl si bruciano da soli
La mafia si morde le mani. Era meglio se facevamo di persona. Questi sono da cemento, altro che panino! (Viviana)
..
Essendo scaduti tutti i termini per le liste, Berlusconi ha dichiarato il calendario azteco. Nel frattempo terrà una reggenza provvisoria. (Viviana)
..
Troll
Di CHARLES BUKOWSKI

Un troll fa parole crociate e chiede aiuto ad un collega.
-4 lettere: Termine volgare dell’organo genitale femminile.-
-“Forse lo so: Orizzontale o verticale?-
-Orizzontale-
– No allora non lo so.
..
Troll fa parole crociate:
2 lettere, sei romano:
NO
..
Il figlio di un troll torna a casa da scuola e chiede al padre
-Papà oggi siamo andati in palestra e il maestro ci ha detto di fare dei giri intorno al campo e io sono stato quello che ha fatto più giri.
è perchè sono il figlio di un troll ? –
-Sì, figliolo-
-… E poi siamo andati a fare la doccia e io avevo il pisello più lungo di tutti,
è perchè sono figlio di un troll?-
-No perchè hai 22 anni e fai ancora la seconda!-

E ora passiamo alle notizie serie

Daniele Sensi

Non abbiamo sofferto abbastanza
Il settimanale Jeune Afrique proprio non riesce a spiegarsi come Berlusconi possa ancora godere del consenso del 48% degli italiani nonostante “una crescita disperatamente lenta, una grave recessione che minaccia le piccole e medie imprese, gaffe a go-go, problemi giudiziari, scandali sessuali e derive xenofobe”.

Il problema è che non abbiamo sofferto abbastanza. Se la dittatura si fosse protratta più a lungo, se, anziché emigrare, per decenni fossimo stati trascinati in America o in Australia con le catene ai piedi, se per secoli fossimo stati trattati come bestie da potenze straniere che, a confronto, le truppe erule, ostrogote, bizantine, longobarde, franche, normanne, angioine, aragonesi, spagnole, francesi e austriache sarebbero parse come un unico, premuroso esercito di crocerossine, se la dignità nostra, dei nostri figli, dei figli dei nostri figli e dei figli dei figli dei nostri figli ce la si fosse fatta ingoiare assieme al sangue di guerre fratricide che realmente avessimo provato ad innescare, oggi quel 48% di italiani sarebbe forse più consapevole. Ed invece di ridere col Buffone riderebbe di lui.
..
Da Il fatto

“Il Ministro dell’Economia non è stato capace di evitare che la recessione colpisse l’Italia più duramente di molti altri paesi europei.
La produzione è tornata ai livelli del 1986.
Il Pil è crollato del 5% nel 2009, peggio di ogni attesa.
Il debito pubblico non ha smesso di crescere arrivando a 1800 miliardi.
Molti dei progetti di Tremonti contro la crisi, dalla social card ai bond per le banche fino alla Banca del Mezzogiorno non sono serviti a niente.”
..
Marco Bracconi
Gli uomini dello strafare

“Siamo ai limiti della decenza”, dice Fini a proposito dei deputati col doppio (o triplo) incarico. Parole pesanti, che stasera faranno fischiare le orecchie a tutti quelli che temporeggiano per mesi prima di lasciare lo scranno, quando invece le regole glielo imporrebbero da subito.
Ma non solo.
Perché il j’accuse della terza carica dello Stato, tra l’altro pronunciato in un contesto in cui si parlava di questione morale, non è indirizzato solo all’ubiquità hard del leghista Molgora (onorevole, sottosegretario e presidente di provincia) e agli altri undici “fantuttoni” di Montecitorio.
E’ una precisa valutazione politica che riguarda tutti.
La sostanza, dietro e tra le righe del discorso alla Luiss, è che anche laddove la legge non lo vieta esplicitamente sarebbe meglio che i politici facessero meno ma meglio. E se questo è vero, allora le orecchie che fischiano stasera sono tante altre.
Quelle di Renato Brunetta, per esempio, che vuole essere ministro e sindaco di Venezia. O quelle di Lucio Stanca, che somma lo stipendio di deputato a quello di ad dell’Expo 2015.
La bulimia dei politici italiani, passata indenne dalla prima alla seconda repubblica, non è un problema di una o l’altra carica da poter sommare oppure no. E’ un problema di cultura politica.
Come insegna la vicenda Bertolaso, quando vanno di moda gli uomini del fare è breve il passo a quelli dello strafare.
..
Marco Bracconi
Tondo o quadrato, che sarà mai

Le Corti d’Appello bocciano i ricorsi sulla liste, il Pdl insorge e parla di ”democrazia a rischio”.
Ieri, la nientemeno seconda carica dello Stato aveva detto “si badi alla sostanza e non alla forma”. Oggi i vertici del Pdl dicono che “non si deve decidere in base a un timbro tondo o quadrato”.
La discussione si potrebbe chiudere rapidamente ricordando che in democrazia – e solo in democrazia – la forma è sostanza.
Ma forse vale la pena di inserire un corollario.
Se chi governa un paese dice che non conta se un timbro è tondo o quadrato, se una firma c’è o non c’è, se si arriva in tempo o in ritardo, chi glielo spiega poi ai cittadini che è loro dovere pagare le tasse nei tempi fissati, presentare le domande per le badanti entro la scadenza, conciliare la multa entro i 60 giorni previsti?
..
Tristi conti dal mondo

Il costo di 25 ospedali in Africa con autonomia per 3 anni è pari a 8 ore di guerra in Iraq.
E negli Stati Uniti si spende molto di più per dimagrire di quanto si spenda in Africa per mangiare.

“Se pensiamo che tre miliardi di persone vivono con meno di due dollari al giorno mentre una vacca europea costa due euro e mezzo al giorno e una vacca americana 5 dollari al giorno, allora viene in mente che sia meglio rinascere vacca”.
(Zanotelli)
..
Patata transgenica? E’ solo l’inizio.
Viviana Vivarelli

La legislazione italiana è piena di norme che non hanno ratificato le direttive della Comunità Europea o che le hanno ratificate ma non applicate. I governi finiscono sempre per fare quello che vogliono e sopra i governi sono i magnati che comandano.
Noi non applichiamo le norme europee in fatto di CO2 o di giustizia, di razzismo o di omofobia, di cluster bomb o di corte di giustizia, di paradisi fiscali o di lotta all’evasione, e poi le applichiamo per una patata?!?
E comunque il Trattato di Lisbona non è il plus ultra dei nostri sogni. L’Europa, non dimentichiamolo, è il club delle banche maggiori e delle multinazionali più potenti. Non è mai stata né mai sarà l’Europa dei popoli.
E dunque gli OGM che aumentano i capitali delle multinazionali era nei patti che prima o poi sarebbero passati, come sono passati i polli americani alla varechina o le merci cinesi in cambio di delocalizzazione delle grandi imprese in Cina, come passerà la privatizzazione dei servizi e beni fondamentali, in pretta linea ultraliberista, o l’esercito comune, armato dagli USA, per attaccare guerre di predazione a favore delle stesse multinazionali, e passerà la pena di morte comminata ai popoli che si ribellano a governi oppressori.
Inutile farsi le pippe sulla Comunità Europea!
Le santificazioni lasciamole a Prodi.
..
La forza delle cifre
Max Stirner

In Italia ci sono 115.000 carabinieri, 105.000 poliziotti e 55.000 finanzieri, in totale 275.000 uomini di forze dell’ordine, contro 254.000 politici eletti per amministrare 20 regioni, 103 province, e 350 consigli circoscrizionali. Questi rappresentanti politici, costano ai contribuenti oltre 3 miliardi di euro l’anno. In pratica l’esercito di politici costa più di Arma e Polizia messi insieme. In Campania ogni cittadino, bambini compresi, spende 38,14 euro euro all’anno per mantenere i politici, mentre è più consistente il contributo della Lombardia 50,98 euro all’anno e del Veneto 44,33 euro. Nel conteggio non sono calcolati i contributi per i partiti e gli innumerevoli portaborse. Le tangenti, per ovvi motivi non sono conteggiate.
..
Aggiungici l’esercito, 700.000, ed ora anche i vigili urbani, 250.00 di cui 150.000 armati.
..
e pensa che la percentuale di polizia per abitante in Italia è maggiore di quella che c’era in Iraq al tempo di Saddam! E malgrado ciò…
..
Si calcola che la mangiatoia politica nutra un milione di bestie.
In pratica 59 cittadini servono alla pancia di un politico. (Viviana)
..
Record
Viviana Vivarelli

Il magnifico Nord: Record. Nelle leucemie infantili Biella e Sondrio vengono subito dopo l’Irak inquinato da Saddham che bruciò i pozzi petroliferi.
I Casalesi sono arrivati a interrare scorie tossiche accanto a scuole dove andavano i loro bambini.
L’avidità del guadagno supera l’amore per i figli. In questo siamo peggiori delle bestie.
Poi c’è chi sulle teste dei figli persino ci giura.
..
Grandi notizie dall’economia!
Rosario

Il Pil diminuisce del 5%, è il dato peggiore dal 1971…
E’ il dato peggiore praticamente da sempre, ovvero almeno dal 1971, quando è cominciata la rilevazione statistica.
Vola il debito pubblico – Nel 2009 il rapporto tra il deficit e il Pil dell’Italia è stata pari al 5,3%, superiore a quello registrato nell’anno precedente (pari al 2,7%).
Il debito pubblico è salito a quota 115,8% al termine del 2009.
Negativo anche il saldo primario … per la prima volta dal 1991, e pari allo 0,6% del Pil, inferiore di oltre tre punti rispetto al livello positivo raggiunto nel 2008 (2,5%).
Diminuite le entrate totali, pari al 47,2% del Pil, diminuite dell’1,9% rispetto all’anno precedente. Nel 2008 erano cresciute dell’1,1%.
Aumentata la pressione fiscale – La pressione fiscale complessiva … nel 2009 è risultata pari al 43,2%, superiore di 3 decimi di punto rispetto al valore del 2008 (42,9%). (da notizie.tiscali.it)
..
Come disse Archimede: “Datemi un governo di incapaci e affosserò il vostro mondo
..
Condannato il tg1 che disse che B era stato “assolto” e non che si era prescritto.

Avvocaticchi

Luca Popper a un avvocato che disquisiva di diritto per dimostrare che B è innocente (il che equivale ad arrampicarsi sulla pertica senza la pertica):

Buongiorno Avvocato.
Lei non mi credera’ ma la sua analisi meticolosa sul diritto di cui ci fa gentile omaggio, secondo me, traccia in modo preciso le modalità con le quali una legge si può applicare, ma anche NON applicare nei confronti di un determinato imputato. Lei si arrovella nel cercare giustificazioni giuridiche nel tentativo di dimostrare che, grossolanamente parlando, se non vi è condanna non vi è colpa, e a portare tutte quelle argomentazioni che stanno fuori dal codice sul piano del chiacchiericcio del bar o delle competizioni sportive.
Nel frattempo, tra assoluzioni, prescrizioni, processi mai iniziati o mai terminati e fatti che non sussistono, i capitali si spostano come per incanto. I corrotti dilagano, le aziende passano di mano, le tasse vengono evase, i ricchi si arricchiscono e i poveri impoveriscono. Lo stato è svenduto, le proprietà cannibalizzate e la nostra società si avvia alla decadenza morale e culturale, ancor prima che economica. Con schemi consueti, lapalissiani e naturalmente legalmente concessi, messi in pratica dalla solita classe dirigente, che gode di quei privilegi legali che Lei difende.
Stia pure lì, gentile Avvocato, nei meandri dei suoi commi, dei suoi paragrafi e dei suoi articoli. Quando avrà voglia di alzare la testa dal Codice, Le apparirà un mondo nuovo e molto meno piacevole di quello che il suo Codice Le dovrebbe garantire.
..
You are the world for Polverini
Un video comico supergettonato, che è stato visto da un sacco di persone e che ora il potere sta cercando di oscurare dappertutto.
Questo è ancora salvo.
Guardatelo e ascoltatelo prima che oscurino anche questo

www.youtube.com/user/dajelazio1000
..
Nemmeno sulle liste la legge è uguale per tutti
Viviana Vivarelli

Ormai lo Stato non tutela più le leggi. Ma le trasgressioni.

La legge è uguale per tutti. Per i candidati del Pdl no? Le regole sono regole. Nella legge la forma è sostanza. Inscindibili! Se in tribunale presento documenti scorretti o non li presento, perdo la causa. E ora questi vorrebbero appellarsi a Napolitano o fare ‘una leggina’!? La faranno, la faranno.. ormai l’impudenza ha superato tutto.
E’ chiaro che ‘Qualcuno’ ha voluto sostituire qualche candidato all’ultimo minuto. Di qui scuse ridicole: figli in macchina, panini (ve lo figurate in una causa “Vostro Onore, non ho presentato prove a mio favore perché ero a mangiare un panino!?)
Lo sanno gli italiani che cambiare un candidato qualche minuto prima della presentazione delle liste è reato? Lo sanno che le firme raccolte sono collegate al candidato e cambiare il nome o mettere le firme di persone non vive o non individuabili significa truffare gli elettori?
Fatto sta che erano le 12 del termine ultimo e Alfredo Milione, incaricato della consegna delle liste, non era in Tribunale né aveva presentato niente. Pressapochismo, delirio di onnipotenza, arroganza e spregio alle regole.
In passato ogni volta che una lista è mancata dei requisiti di legge è stata esclusa. Qua abbiamo addirittura una lista non presentata! E poi.. lacrime di coccodrillo di incompetenti? Peracottari!
Ora si chiede una ‘leggina’ per salvare capra (B) e cavoli (Polverini). A chi? Al lettone di Putin?
..
Una tv col bavaglio
Viviana Vivarelli

Unico paese al mondo, l’Italia imbavaglia i programmi di informazione un mese prima del turno elettorale, fulgido esempio di trasparenza e democrazia, e lo fa affinché il Governo non sia sputtanato nelle sue menzogne, con la collusione di una RAI che da servizio pubblico è diventata scendiletto privato.

-La Crisi è finita!
Non è vero! La disoccupazione è arrivata al 10,5% senza segni di ripresa. Il deficit con Tremonti è aumentato paurosamente al 104 del Pil ed è il maggiore d’Europa. Migliaia di imprese chiudono. E la domanda è bassa mentre aumentano incomprensibilmente bollette e tariffe.

-L’Aquila è ricostruita!
Non è vero! L’Aquila è morta. Dopo un anno non si sono nemmeno rimosse le macerie. E la popolazione insorge.

-L’inquinamento è vinto!
Non è vero! 35.000 persone muoiono ogni anno e 500.000 finiscono in ospedale. Mentre Berlusconi si diverte a depenalizzare gli inquinatori e manda a puttana i processi.

-La Mafia è stata debellata!
Non è vero! La Mafia ha visto al suo interno una lotta tra bande in cui lo Stato parteggiava per una delle bande. La Mafia è dentro le Istituzioni e occupa un terzo dello Stato.

-Il Governo lotta contro la corruzione in politica!
Non è vero! La corruzione non fa che aumentare e aumenterà sempre finché il primo corrotto siederà al Governo del paese.

Ma questo, in televisione, non si doveva dire.
Massima indicazione: su uno dei programmi tolti va inonda “Dittatura!”
..
Lombardo petroli
Viviana

Se io dichiaro che non pago più il canone perché non possiedo più televisori, lo Stato mi manda una perquisizione in casa per vedere se mento. Ma se Lombardo petroli dichiara di non avere più petrolio per avere benefici di legge, l’ARPA che fa? Nemmeno una verifica! Poi 3000 tonnellate di petrolio finiscono nel Lambro, inquinano il Po e rovinano l’Adriatico. E ora il proprietario, calmissimo, dice che non ne sa nulla, non pagherà, e anzi verrà premiato e, mentre prima la bonifica della sua impresa dismessa doveva pagarla lui, ora la spesa se la abbarcherà lo Stato, cioè noi.
Intanto Bertolaso sorvola in elicottero la zona del disastro e dichiara che è tutto sistemato, e il disastro è stato scongiurato. E come? Col suo passaggio in elicottero? E che è? La madonna di Lourdes?
..
Il sacco d’Italia
FLAVIO AMERIGHI

Paese di barocchi e di tarocchi
d’anime senz’anima,
beati stelloni italiani di poco cuore
e tanto improvvisare.
Paese che rimbalza mentre affonda
di baldracche e madonnine,
che mamma ce n’è una sola
e molti nani, pochi i giganti
malgrado aumenti la statura.

Nanismo la metastasi
che ci divora dall’interno
vero sacco d’Italia,
stato nello stato, paese in deroga
che molto scrive,
assai poco legge.
Dove si guarda sempre
con occhio riguardoso senza vedere
e senza interpretare.

Paese di balocchi e compitini
tanto diligenti quanto disarmanti,
la cornice dorata di stralusso
una tela repellente di sporcizie,
e siano conforto mafia, mamma
chiesa e chiosa pontificare,
quando la rabbia si spegne
per autocombustione.

..
Le Monde
Il lato nero dell’Italia
Jacqueline Risset

Scivolamento, liquefazione… Il tessuto cede silenziosamente, la palude si allarga…
Già sono visibili i danni che si estenderanno senza limiti: ritorno fascista, episodi razzisti contro gli immigrati – adesso ridotti in schiavitù come lo si è visto in Calabria -collusione con la mafia diventata sempre più centrale ed evidente.
Il Paese è arrivato all’ ”anestesia totale”, alla ”sonnolenza collettiva”, alla ”narcosi” – termini apparsi qualche giorno fa con grandi giornalisti dell’opposizione, di un’opposizione peraltro praticamente impotente, perché l’87% degli italiani ricevono tutte le loro informazioni dalla televisione – da una televisione privata, ma anche pubblica, sempre più in mano al governo.
Lo scopo originario dell’installarsi di B (scriveva la Rossanda ”una capitolazione del Paese davanti all’azienda pura e semplice) sembra ormai raggiunto, anche se oggi, per la prima volta, sintomi di ribellione. L’ultima realizzazione del governo italiano, che si chiama “Protezione civile”, è un’organizzazione destinata all’intervento rapido in caso di “catastrofi naturali” (ma a poco a poco estesa ad avvenimenti dei quali l’urgenza e il carattere naturale sono sempre meno dimostrabili). Essa procede mediante interventi urgenti, che si effettuano al di fuori e al di sopra delle leggi. Da qui la nascita di un potere assoluto che sfugge a qualsiasi controllo e di un’incredibile fonte di corruzioni di ogni genere. Qualche membro della coalizione di governo prende a poco a poco le distanze, Fini, presid. della Camera, Pisanu, ex ministro dell’Interno: ”L’orizzonte dell’interesse generale è chiuso, si sono aperte le cateratte dell’interesse privato”.
Ogni giorno scoppia un nuovo scandalo. Forse si prepara una miscela esplosiva – stanchezza, esasperazione dei cittadini davanti a una classe dirigente ”non solo corrotta, ma decrepita”, scrive Curzio Maltese: crudeltà della crisi (migliaia e migliaia di operai e ricercatori scacciati dai loro posti di lavoro e ridotti alla povertà assoluta), vittime in rivolta del terremoto dell’Abruzzo (“Dopo un anno qui tutto muore”), desiderio di un futuro per il momento inimmaginabile.
..
Antonio Padellaro

Prendiamo un ventenne che provi a farsi un’idea della politica italiana. Negli ultimi mesi ha visto di tutto. Il governatore di una importante regione ricattato da un gruppo di carabinieri per le sue frequentazioni trans. Il capo della protezione civile indagato per corruzione e che, nel migliore dei casi, non si è accorto che intorno a lui si mangiava a tutto spiano su grandi opere ed emergenze umanitarie, terremoto compreso. Un senatore della repubblica “schiavo” del crimine organizzato. Due imperi telefonici coinvolti nell’inchiesta sul riciclaggio di denaro sporco e colossale frode di fatture false. Il premier accusato di corruzione giudiziaria che evita la galera grazie alle leggi personali approvate da una maggioranza parlamentare al suo servizio. Il principale tg che falsificando la realtà annuncia l’assoluzione, e dunque l’innocenza del suddetto premier (che intanto insulta a tutto spiano la magistratura). Ce ne sarebbe già abbastanza per indurre un qualunque giovane desideroso di un futuro normale (non circondato cioé da delinquenti e mascalzoni) a cambiare paese. Se poi sono ancora decine di migliaia quelli che, malgrado tutto, corrono a riempire piazza del Popolo a Roma per dire basta (in sintonia forse non casuale con il Capo dello Stato) significa che qualcosa da salvare ancora c’è. Qualcuno scriverà che l’altra volta il popolo viola si presentò molto più numeroso, ed è vero. L’importante è che la parte più viva di una generazione maltrattata mostri di volere ancora scommettere su se stessa. E sull’Italia.
..
La presa della Bastiglia RAI
Paolo De Gregorio

La questione di riportare la RAI sul terreno di “pubblico servizio”, e quindi indipendente dai partiti politici e dalla pubblicità, per avere un ruolo di contrappeso al potere delle TV private, con la carica di Presidente plenipotenziario affidata a una personalità indipendente da partiti, economia, religione, eletto direttamente dai cittadini azionisti che pagano il canone, non è mai stata affrontata da tutti quei movimenti che, peraltro, sanno bene che anche Rai1 e Rai2 sono in mano a uomini del Cavaliere di Arcore, realizzando così un monopolio asfissiante.
Qualche generico appello di Grillo vi è stato, ma non seguito da una sistematica campagna organizzativa.
La rinuncia a pagare il canone come atto individuale non porta a nulla, e qui dobbiamo cominciare a parlare di una strategia che coinvolga tutti i movimenti che trovano scandaloso lo stato della informazione televisiva e pericoloso per la democrazia.

Dobbiamo fare una cosa: costituire una associazione, con garanti di assoluto prestigio e indipendenza, compatibile giuridicamente con un ruolo di “class action”. Tale associazione deve far arrivare, attraverso il lavoro dei volontari, un “appello delega” nelle cassette della posta dei cittadini, in cui si dichiara che l’abbonato (nome, cognome, numero di abbonamento) delega la predetta associazione a rappresentarlo in giudizio e anche in una proposta legislativa, impegnandosi a sospendere il pagamento del canone, fino a quando non viene eliminata l’attuale situazione di illegalità, in cui il “servizio pubblico” è diventato servizio ai partiti, con stipendi folli ad una classe dirigente corrotta e lottizzata, e fino a quando non si ottiene il diritto di votare per un presidente indipendente, in elezioni ufficiali.
Tale modulo è un documento, e ogni persona che intende unirsi alla iniziativa, lo deve imbustare firmato e spedirlo all’indirizzo della associazione.

Solo così si può rappresentare, con speranza di successo, coloro che hanno visto la tirannide mediatica arrivare dall’etere nelle proprie case, dove il servizio pubblico è diventato un Minzolini, direttore del telegiornale più importante, che onora Craxi, un delinquente condannato dai tribunali della Repubblica, e fa apologia di reato.
E’ una campagna che richiede molti piccoli gruppi che sul territorio spieghino la necessità democratica di avere un contrappeso mediatico al pensiero unico del monopolio, e spingano più gente possibile, anche con tavoli per la strada, anche nei giorni festivi, a firmare l’impegno alla sospensione del pagamento del canone e la delega all’associazione di “class action”.
Si tratta solo di volerla fare, questa battaglia, con questo metodo, e i numeri saranno verificabili da chiunque e determineranno il risultato.
Finora Grillo è stato tiepido, altri movimenti non sembrano aver capito che questa è la madre di tutte le battaglie per riportare la democrazia nel nostro paese e la palestra dove si formerà una nuova classe dirigente politica.
Spero proprio che qualcuno mi ascolti!
..
Giorgia Vezzoli

Questa sera mi cullo fra dita
che non conoscono il volgersi dell’alba.
Il mio corpo sa di sangue
e odori che non si annusano.

Ho visto le mani tingersi di buio
aspettando il loro tepore
e so cos’è il male,
so cos’è l’ombra che lo tiene al riparo.

So cos’è l’onda e il pianto che l’ha incominciata
e so molte, molte cose senza un’origine
di cui sono principio
e una fine che non pretendo.

..
Libelli

«L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio» di Berlusconi Silvio, Edizioni Mondadori, 2010. Prezzo: € 15.00
Qualcuno l’ha letto?
M. Mazzini

Io ho letto solo la prefazione di Bertolaso che inizia con: “l’importante è che alla fine qualcuno faccia sparire i preservativi“…
N’meriggio scellerati…
Maurizio Spina
………………
DA REPUBBLICA.IT
Cibi truccati e scarsi controlli quando il pericolo viene dal piatto
Esce il libro- inchiesta “Così ci uccidono”, del giornalista Emiliano Fittipaldi
Un atto di accusa che si estende anche ai prodotti a marchio controllato
ANTONIO CIANCIULLO

Le bonifiche truccate, la pioggia di fibre di amianto, il disastro della Valle del Sacco, gli inceneritori che seminano malattie, i disastri ambientali pianificati dalla camorra. C´è tutto questo nelle 272 pagine di Così ci uccidono, il libro inchiesta di Emiliano Fittipaldi, giornalista dell´Espresso, pubblicato da Rizzoli. Ma soprattutto c´è una denuncia allarmata del pericolo derivante delle frodi alimentari che sommandosi, scrive l´autore, arrivano a prefigurare «un self service degli orrori, un pranzo che prevede insaccati preparati con carne di animali malati e pane tossico come antipasto, seguiti da pasta alla salmonella e maiale o pollo toscano alla diossina. E per finire, dolce al miele carico di cloramfenicolo e frutta secca alle aflatossine».
Un quadro a tinte molto fosche, costruito pennellata su pennellata elencando problemi: dal sistema di connivenze con i veterinari pubblici all´olio di semi tinto con la clorofilla, dall´acqua all´arsenico alle partite di carne infetta. Il tutto con una salda cabina di regia in Campania dove la camorra è riuscita anche a speculare sulle misure antidiossina importando clandestinamente bufale di basso costo dalla Romania e sostituendole ai capi infetti da eliminare: così intascavano i rimborsi pubblici per gli abbattimenti continuando a produrre mozzarelle contaminate. Tra gli affari della cupola del bestiame figurano anche i traffici di carni di cavalli dopati con dosi massicce di viagra e trasformati, dopo l´ultima corsa, in bistecche al veleno.
L´atto di accusa di Così ci uccidono si estende ai prodotti a marchio controllato: «L´autentica bontà dei tesori dell´alimentare made in Italy fa acqua da tutte le parti, non solo perché le ispezioni sul rispetto delle regole di produzione e sui pericoli per la salute sono poche, ma anche a causa della mancanza di indipendenza degli organismi che assegnano gli agognati bollini di qualità».
Dunque doc, dop e Igp sono marchi inutili e la riscossa del made in Italy alimentare poggia su una faglia sismica? «Non direi proprio», risponde Mauro Rosati, segretario della fondazione Qualivita che edita l´Atlante dei prodotti europei a marchio territoriale. «Il fatto che gli episodi di frode vengano denunciati è positivo perché dimostra che il sistema dei controlli funziona e sa reagire anche alle pressioni potenti della criminalità organizzata. In Italia ci sono singoli casi di truffa, ma quando l´Europa è stata scossa da ondate di problemi sanitari che hanno messo in ginocchio il settore food l´epicentro era in altri paesi, di solito a Nord. Noi abbiamo oltre 100 mila aziende attive in campo agroalimentare: che qualcuna non righi dritto è inevitabile. Ma allora cosa dovremmo dire dei controlli nel mondo della finanza, con tante aziende marce che hanno ottenuto un rating altissimo il giorno prima di crollare?».
..
Protesta Tv

A vedere i tg sembrava che 4 gatti facessero un sit in davanti alla RAI per protestare per l’oscuramento delle tv voluto da Berlusconi
Praticamente sembrava che ci fossero due incazzati, Santoro e Floris con i loro staff
Poi leggo su Il fatto che migliaia di persone erano inferocite contro la Rai di Masi e Minzolini
Davvero un bel servizio pubblico!
Davvero merita di pagare un canone!
..
Improvvisamente realizzo
Paul Olden

La decadenza, le cortigiane ovunque (oggi le chiamano escort), la ricchezza sfrenata e oscena, il sopruso sistematico, l’illibertà, il controllo costante tramite paure indotte, la precarietà della vita dei nuovi servi della gleba, una religione soffocante (il consumo, i brand) che totalizza e nega l’intelletto. E’ il potere che deborda, tornando ad essere l’osceno Circo Barnum
..
OGM

La Commissione Europea ha legalizzato la commercializzazione e quindi la semina di numerosi organismi geneticamente modificati, fra cui la patata Amflora (creata nei laboratori BASF, una volta dedita alla fabbricazione dei nastri per registratori vocali) e il mais MON 863.
Il colpo di mano (perchè di questo si tratta) è opera del commissario capo Barroso, appena riconfermato (non dagli elettori) ad un secondo mandato. Barroso si è fatto forte del consiglio della Agenzia Europea della Sicurezza Alimentare (AESA, o EFSA in inglese) che ha decretato che gli OGM non pongono alcun problema per la salute.
Ognuno può giudicare l’indipendenza di giudizio della AESA dal seguente fatto, rivelato nel gennaio scorso dal benemerito «Corporate Europe Observatory»: la direttrice dell’AESA per gli OGM, tale Suzy Reckens, si è licenziata di recente per andare a lavorare, profumatamente pagata, presso la Syngenta, suo vero padrone e produttore di OGM. E’ stata proprio la Reckens a convalidare alcuni dei prodotti che Barroso ha autorizzato. Del resto, come si sa, a testare la sicurezza delle sementi modificate sono le stesse aziende produttrici. Non esiste in Europa un ente indipendente per condurre le prove in modo trasparente. (Head of European Food Standards Agency GMO panel moves to Syngenta: Letter to Barroso)
Uno dei rarissimi test condotti da enti pubblici, avviato nel 2008 a spese del governo austriaco, ha mostrato che alimentando con mais OGM i topi di laboratorio per diverse generazioni, si ottenevano individui infertili, con affezioni renali congenite, e alterazioni del metabolismo coinvolto nei processi infiammatori, nell’accumulo di colesterolo e nell’assorbimento proteico.
La pratica di Paesi che già ammettono la coltivazione OGM (USA e Canada) mostra ampiamente che la coesistenza sui campi di sementi naturali e modificate è impossibile: in USA un riso OGM coltivato per un solo anno in campi sperimentali ha già contaminato il riso naturale e le sementi.
..
Facebook condanna Minzolini

Una valigia piena di firme. E’ quella che Arianna Ciccone consegnerà venerdì mattina alle 10 ai vertici della Rai. Una valanga di fogli e di faldoni per dare forza alla sua richiesta nei confronti del Tg1 di Augusto Minzolini: “Rettificate, avete dato notizie false sul caso Mills: la prescrizione non è un’assoluzione”. E con sé Ciccone porterà anche un computer. Per mostrare cosa è diventata la pagina Facebook aperta sabato scorso: un luogo d’incontro virtuale dove 125mila cittadini in carne e ossa sostengono la sua battaglia contro una manomissione della verità. “Se Garimberti e Minzolini non mi riceveranno salirò negli uffici e lascerò pacchi di firme alle loro segreterie e ai giornalisti”. Un atto dovuto “alle tante persone che hanno sottoscritto il mio appello”.
Con Arianna Ciccone ci sarà una piccola delegazione. Una “decina di persone”, alcune di loro conosciute grazie al gruppo su Facebook. Tra queste anche i membri della “Società Panunzio per la libertà d’informazione”, che, per la stessa vicenda, hanno denunciato Augusto Minzolini all’ordine dei giornalisti del Lazio. E dopo il picchetto alla Rai, il gruppo raggiungerà proprio la sede dell’Odg laziale per consegnare una parte delle firme. “Lì la mia presenza sarà soltanto simbolica, e servirà a dar man forte all’esposto”, dice la Ciccone. Che è intenzionata a proseguire la sua battaglia anche dopo la consegna delle firme.
“In questi giorni ho avvertito un vero deficit di rappresentanza. Nessuna parola dall’Ordine nazionale, nessuna parola dai partiti”, continua Ciccone. Eppure la “vicenda è gravissima, non ha precedenti: si è occultato il fatto che Silvio Berlusconi ha corrotto David Mills”. Quello che bisogna auspicare è “una battaglia culturale che finalmente ci liberi dal problema di fondo, quello dell’occupazione della Rai da parte dei partiti politici”. E il gruppo Facebook può “essere una piattaforma per iniziare un percorso maggiormente strutturato”. Ma per adesso l’attenzione è tutta rivolta alla consegna di venerdì. “Documenteremo tutto, con foto e video”.
Intanto, proprio sulla denuncia della Società Panunzio si è aperto un nuovo versante della contestazione. Nell’esposto, depositato il 28 febbraio scorso, si legge: “Riteniamo che sia stato compiuto non un involontario errore (che peraltro non è stato seguito da alcuna rettifica) ma, dolosamente, una gravissima lesione della deontologia professionale e quindi chiediamo un’immediata apertura di un provvedimento disciplinare contro Augusto Minzolini e quanti altri siano riconosciuti corresponsabili della medesima truffa”.
Alla denuncia è seguita una prima risposta dell’Ordine che, riservandosi di adottare i provvedimenti del caso, ha sottolineato come nell’edizione delle 13,30 di venerdì scorso, “il Tg1 ha dato notizia del processo Mills, sottolineando nei titoli che la Cassazione aveva assolto l’avvocato inglese accusato e condannato in primo e secondo grado per corruzione. La realtà è un’altra, come è noto”. E ancora: “l’Ordine dei Giornalisti del Lazio stigmatizza l’episodio anche e soprattutto perché il direttore Augusto Minzolini è un nostro iscritto”.
..
L’imitazione di Minzolini cantata

tv.repubblica.it/copertina/parla-con-me-l-imitazione-di-minzolini/43330?video
..
…a proposito di leggine fatte ad hoc…

Lambro. Depenalizzati gli scarichi inquinanti appena un mese fa

Il 2 Febbraio (un mese fa) il Governo aveva approvato una norma che prevede appena una multa per chi sversa sostanze inquinanti nei fiumi. Una modifica al codice ambientale (la legge delega voluta dal precedente governo B, la 152 del 2006) indebolisce le sanzioni, prevede infatti che può essere perseguito penalmente solo chi scarica inquinanti ad altissima tossicità, come mercurio, cadmio e gli stessi idrocarburi “oltre i valori limite” consentiti dalla legge. Gli altri – quelli sotto i valori limite dei veleni- se la cavano con una multa che va da 3.000 a 30.000 euro, così come quelli che scaricano sostanze meno tossiche anche se inquinanti.
Mentre tutta la Rete suggerisce metodi di punizione esemplare per i misteriosi inquinatori di Lambro, Po e Adriatico (mezza Italia, in pratica), tipo legargli una pietra alla caviglia e costringerli a ripulire centinaia di chilometri di fiumi, i suddetti criminali dormono invece sonni tranquilli. Non solo probabilmente non verranno beccati mai, ma anche qualora fosse se la caveranno con qualche migliaio di euro di multa. A voler essere un po’ maliziosi, c’è da pensare che abbiano approfittato della depenalizzazione; a voler essere di molto maliziosi, che la depenalizzazione sia stata implementata proprio per dare una mano a chi doveva risolvere certi noiosi problemucci.
Intanto la ministra Prestigiacomo smentisce indignata, ma non si vede come si possa smentire l’esistenza di una norma. Semmai si può discuterne le sfumature, ed è quello che fa GreenReport, per gli appassionati di codicilli.
(petrolio.blogosfere.it)
..
Anche Berlusconi sarebbe stato in eleggibile

La legge 361 del 1957 impedisce infatti l’elezione a ogni livello (parlamento, comune, eccetera) di persone che a vario titolo potrebbero sfruttare la loro posizione (in buona sostanza, una forma rudimentale di controllo del conflitto d’interesse). Fra questi i concessionari di pubblici servizi, gli alti funzionari dello stato, ecc.
La legge c’era. Ma il bizzarro e transgenico D’Alema non l’ha applicata.
..
Salatissima multa

La Corte Europea ha condannato l’Italia per i rifiuti in Campania e ha congelato i fondi europei per 500 milioni di euro, perché Bassolino (Prodi) non aveva adottato tutte le misure necessarie allo smaltimento dei rifiuti mettendo in pericolo la salute umana e recando pregiudizio all’ambiente.
Con De Luca, il Pd si è portato avanti. Ha già una condanna in primo grado per smaltimento illecito e pericoloso.
..
A Tetris Stark presenta spinoza.it, guardatelo perché merita.
L’argomento era Par condicio
blip.tv/file/3296476

Checchicca! Grande Stark, sembri Maximilian Schell in Vincitori e vinti!
Belpietro manifestava una rigidità petrigna di chi non capisce né dentro né fuori. Non gli è arrivata una sillaba. Praticamente: una rupe tetragona e incamponita. Fai conto: la kaaba di Castenedolo. L’impenetrabilità di un vuoto marziano. E’ stato detto: “lo sguardo perso dei dinosauti in sala”.
Chi si sguarava invece era Freccero, intelligenza a ramengo, assolutamente sprecata nel panorama squallido della RAI, ma abbastanza vivace da godere come un coniglio.
Bellissimo intervento! Di genere unico. La televisione non merita tanta altezza.
Come ha scritto una certa Marissa: “un ringraziamento speciale a Belpietro. Che con il suo sbrocco ha reso una serata bella davvero perfetta!”.
770.000 spettatori. Chissà quanti erano ingrifati come Belpietro e quanti hanno strabuzzato gli occhi, davanti a questo nuovo genere di televisione: “Eppure vive!” e dunque non tutto è perduto.
..
http://masadaweb.org

2 commenti »

  1. Travaglio denuncia De Luca per minacce
    il cronista ha piu’ volte scritto dei processi a carico del sindaco di salerno
    Il candidato Pd aveva detto al giornalista del Fatto:
    «Spero di incontrarti qualche volta al buio»
    Il giornalista Marco Travaglio ha dato mandato ai propri legali per denunciare per minacce il candidato del Pd Vincenzo De Luca. «Spero di incontrare Travaglio di notte al buio», aveva detto De Luca, durante un’iniziativa con i candidati del Pd nelle regioni meridionali. Travaglio ha più volte scritto delle pendenze giudiziarie del sindaco di Salerno.
    La frase esatta è : “Ho sentito quel grandissimo sfessato di Travaglio. Spero di incontrarlo di notte al buio”.
    E’ il suo abituale modo di esprimersi e sapessi i salernitani come ridono soddisfatti di queste sue uscite! :(((
    «Travaglio è scorretto, perchè parla in tv su cose che non conosce» ha detto De Luca. «Sono tutte stupidaggini – ha concluso riferendosi alle sue vicende giudiziarie – e da questo punto di vista useremo la spada in campagna elettorale».

    http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/politica/2010/4-marzo-2010/travaglio-denuncia-de-luca-minacce-1602598359061.shtml

    Serena giornata Viviana 🙂
    Emanuela

    Commento di MasadaAdmin — marzo 5, 2010 @ 8:39 am | Rispondi

  2. Grazie per la Campania : nessuna legge e Inceneritore di Acerra non funzionante

    Ringraziamo la Corte Europea per la sentenza: non vi è alcuna legge che punisce chi invia TIR TOSSICI in Campania , anzi vengono sequestrati e qui rimangono ! L’inceneritore di Acerra non funziona e se funziona inquina ! Polveri sottili, diossina, nell’aria , nelle acque, negli ortaggi e formaggi ! UNA ROVINA ! GRAZIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Graziella

    Commento di MasadaAdmin — marzo 7, 2010 @ 3:55 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: