Nuovo Masada

dicembre 14, 2009

MASADA N° 1047. 14-12-2009. ATTENTATO ALL’ATTENTATORE

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 8:26 am

Il momento è tragicomico.
Micky
..
Sono 16 anni che B governa usando violenza, diffamazione e corruzione.
Ha stuprato le leggi, le istituzioni, la Costituzione.
E ora minaccia di fare un macello di tutto lo Stato.
Che a qualcuno salti la mosca al naso e gli tiri un oggetto contundente è fisiologico.
Poteva capitare anche a uno non sano di mente.
Diciamocela tutta: se l’è andata proprio a cercare. E se continua così si cercherà anche di peggio.
Basterebbe sentire di quanta violenza era intriso il discorso di Milano. Di quanta efferata prosopopea, di quale cieco narcisismo, di quante minacce come cannonate.
E poi si viene a dire che il Tartaglia fa parte di un complotto e ha una fila di mandanti lunga quanto mezza Italia e che a seminare violenza è stato Di Pietro! Ma andiamo! Ce ne vuole di coraggio a vomitare eresie simili!
Vi

La super legge del super boss
Viviana Vivarelli

B è pazzo di rabbia e punta il tutto per tutto.
Butta sul tavolo una superlegge per farsi una supercorazza contro i suoi reati che sbucano dappertutto.
Caduto l’appoggio della mafia, ad ogni momento qualcuno potrà dire qualcosa di orrendo e purtroppo vero per abbatterlo e non saranno le toghe rosse a farlo, ma una delle tante cosche che non si accontentano dei suoi regalini.
Pronta una superlegge abominevole, che ripresenta il Lodo giù bocciato per evitare ogni processo, l’immunità parlamentare, le carriere separate in magistratura per mettere il Pm alla pari con l’avvocato della difesa e controllare le carriere, riforma del CSM per annacquare il veto degli alti organi di controllo. Tutto insieme, disordinatamente, come fa un nemico abbattuto prima di scomparire al largo. La mafia lo stringe al collo. Per cui in Finanziaria saranno tagliati i fondi per le intercettazioni. Niente intercettazioni, niente prove, niente processi. La belva riuscirà finalmente a scampare alla giustizia e a evitare la pena che gli spetta. Si lavorerà a rotta di collo, anche a Natale se serve. Si farà di tutto, anche l’impossibile, ma il reo B deve essere salvato dalla sua cricca, una cricca che sa che se cade B, cadono tutti loro, perché la gente è strastufa di questa marmaglia che ha occupato lo stato e ne fa polpette.
Se si andrà alle elezioni, tutti coloro che rifiutano B faranno fronte comune e B cadrà. Non c’è via di uscita. O l’ultima spallata allo stato o è la fine per tutti.
E’ la conseguenza dell’editto di Bonn. Altro che sfogo nervoso di una persona stressata! È il grande colpo di mano di un tiranno che straccia ogni relazione coi cittadini, ogni rispetto costituzionale, ogni rapporto partitico e impone con violenza un solo volere protervo, bieco, astruso, totalitario. Io contro tutti! Io contro tutto! Io e solo io! Io improcessabile, impunibile, non criticabile, non contestabile! Io assoluto!
Riforme! Riforme! Ogni processo deve essere congelato! La giustizia deve essere ammazzata! La Magistratura deve esser imbavagliata! Non si intercetterà più nessuno perché non ci sarà un euro per farlo! Ogni riforma è una coltellata allo stato, una picconata alla Costituzione, finché della democrazia non resteranno che brandelli.
E se non è violenza questa…

Spero con tutto il cuore che si spunti le corna, che gli crescano le palle, che faccia una caduta così rovinosa da far perdere per molto tempo ogni rigurgito di golpe a dieci generazioni future. Morte al tiranno e a quelli che lo sostengono per il loro bieco interesse!
..
Di Pietro
B è fuori di sé, straparla. Le frasi a Bonn sono un attacco di una violenza inaudita ai maggiori organi di garanzia del Paese, Quirinale, Consulta e Csm. A nulla valgono le giustificazioni avanzate dai suoi. Tentare di sminuire le sue affermazioni, sostenendo che le ha pronunciate durante una riunione di partito, è patetico. Ma sarebbe un errore ridurre tutto a una macchietta da avanspettacolo. E sarebbe riduttivo derubricare le sue esternazioni a quelle di un pazzo. La sua è una lucida follia che nasconde un piano preciso: andare ad elezioni anticipate per un nuovo plebiscito su di sé
B è sempre più solo, si sente assediato, abbandonato da Fini, ricattato dalla Lega. I suoi onorevoli-avv. annaspano, ormai da troppo tempo, alla ricerca di una soluzione per tirarlo fuori dai suoi enormi guai giudiziari. E’ ad un passo dalla galera, sente l’orologio giudiziario che avanza, ha paura perché sa che tutti i lodi, lodini e ddl brevi del mondo stavolta non lo salveranno. E qui scatta il disegno folle. Di fronte ai suoi problemi, che stanno immobilizzando l’attività di governo ormai da tempo immemorabile, invece di pensare al bene del Paese, trascina nel fango le istituzioni. Nutre un fastidio incontrollato per il Parlamento. Lancia strali contro il pres. della Repubblica, invitandolo ad occuparsi delle toghe comuniste che sono comuniste perché lui è comunista e comunisti erano pure i 3 pres. prima di lui. Questo è il vero comportamento criminale di B che non è certo uno statista e mostra totale disprezzo per il bene del Paese e degli italiani. B sta mettendo a rischio la pace sociale e sta massacrando le istituzioni. Invece di occuparsi della crisi economica che mette in ginocchio imprese, famiglie e lavoratori, costringe il Parlamento ad occuparsi delle sue vicende personali. Vuole cambiare la Costituzione ed è disposto a garantire l’impunità a migliaia e migliaia di criminali solo per sfuggire ai suoi processi. L’Italia non può permettersi di rimanere in balia di quest’uomo che, per salvare se stesso, sta sfasciando lo Stato. L’Italia merita qualcosa di meglio.
..
Sancho
B ha trovato la strada spianata da tante condizioni favorevoli, e ciò che appare sorprendente, in effetti, era molto prevedibile.
L’approccio alla politica improntato al culto della personalità, oggi, non riguarda solo i berluschini, purtroppo. Il culto della personalità non è un’ideologia, ma una vera e propria fede religiosa, in cui l’adorato prende il posto di Dio, in tutto e per tutto, nel cuore degli adoratori. In mancanza della fede nel Dio vero, gli uomini si trovano sempre un dio falso da adorare.
B è venuto quando la democrazia era già morta, e adesso sta solo spaccando l’involucro residuo; quando l’immoralità era già vincente, perché tutti si erano scagliati contro la morale, e l’unica morale di cui
disponevamo era la tanto vituperata morale cattolica.
B non è un fenomeno incidentale, ma logico e prevedibile. E personaggi anche peggiori di B ci aspettano nel prossimo futuro.
Bersani non è una controparte. I partiti della “sx” non sono affatto una controparte, anche perché sono stati loro a creare le condizioni perché B potesse fare quello che ha fatto. La loro funzione è quella di apparire diversi da B, ma solo formalmente, in attesa che venga il loro turno di servire lo stesso padrone
.
..
Mauro medeot

..e basta, cazzo!
sempre a dare addosso a B.
non è mica l’unico che ci sta mandando in rovina.
ci sono anche:
il presidente del consiglio
il capo del governo
il miglior presidente degli ultimi 150 anni
il leader direttamente votato dal popolo
il più perseguitato dai magistrati
il re assoluto della maggioranza
l’imperatore adorato del pdl
il presidente vacante del milan
il padrone nascosto della fininvest
il padrone supernascosto della mondadori
colui che tiene per le palle il direttore di libero
colui che tiene per le palle il direttore de il giornale
colui che tiene al guinzaglio il direttore del tg4
colui che tiene al guinzaglio il direttore del tg5
colui che tiene al guinzaglio il direttore del tg1
colui che tiene al guinzaglio il direttore di studio aperto
l’amicone unico di putin
l’amicone unico di gheddafi
l’amicone unico di lukashenko
l’amichetto di noemi
l’amichetto della d’addario
prendetevela anche un po’ con questi altri, vigliacchi!
..
Giulio
CORONA DEL RE
All’uscita del tribunale, dopo la condanna, il personaggio pubblico noto alle cronache per il suo scarso senso dello Stato e per il patologico narcisismo, dichiara di non avere fiducia nella legge e di vergognarsi di essere italiano. Parliamo di Fabrizio Corona. Avevate pensato a qualcun altro?
..
Peppe Sini

Vedendo e ascoltando poche ore fa la farneticante performance del signor B. al congresso del Partito Popolare Europeo a Bonn, in cui col solito compiaciuto turpiloquio e la solita crassa volgarita’ (ma con un surplus di istrionismo grottesco e febbricitante, di psicopatologico dereismo e solipsismo, da restarne stupefatti e quasi umiliati di assistere ad una così degradante esibizione) enunciava senza infingimento alcuno la sua suprema ed ossessiva aspirazione ad assumere la veste di duce legibus solutus, ho pensato che non molto diversamente doveva parlare ai convenuti in quella birreria di Monaco quel mentore, che poi fu artefice dell’abominio“.
E’ tutto.
..
Mariapia segnala
Dopo le minacce eversive da Bonn
Rodotà: Il dialogo con B è un errore. Adesso va isolato
(Il manifesto)

«Siamo al punto: dopo aver praticamente chiuso il parlamento, dopo aver ridotto il Consiglio dei ministri a un comitato di affari del pres. del Consiglio, ecco che B annuncia la sospensione dei diritti costituzionali. Perché è questo il significato dell’attacco alle istituzioni di garanzia». Stefano Rodotà commenta con preoccupazione: «Qualcuno mi aveva detto che ero stato eccessivo a scrivere che in Italia c’era il rischio dell’estinzione dello stato costituzionale di diritto ma è esattamente quello che sta succedendo. Nella cultura di B non c’è la democrazia. È un padrone delle ferriere con l’attitudine a identificare l’interesse generale con il suo interesse personale».
Il voto popolare non scioglie dall’osservanza dalle leggi. È un postulato elementare dello stato di diritto. Viceversa dobbiamo parlare di stato monarchico o assoluto che evidentemente è quello che ha in testa B quando propone le riforme istituzionali. Dunque stiamo attenti. Per lui i poteri indipendenti non esistono. Sono automaticamente opposizione. Ossessivamente comunisti. E così la corte Costituzionale diventa un partito della sx ma B neanche sa qual è la provenienza dei giudici costituzionali, se lo sapesse non parlerebbe così. Il suo discorso è chiarissimo: o si sta con chi ha vinto le elezioni ed è in testa nei sondaggi o si sta fuori. Ecco perché dice che è finita l’epoca dell’ipocrisia: è partito all’assalto delle istituzioni di garanzia.
Gli attacchi ci sono già stati, giusto un anno fa B lanciò il suo affondo contro il capo dello stato a proposito del decreto per Eluana Englaro. Questa da una parte è la conferma di un atteggiamento consolidato ma dall’altra è il segnale gravissimo di una escalation che non si vuole in nessun modo arrestare. E così ieri, dopo aver detto mille volte che non si deve denigrare il nostro paese, in una sede istituzionale all’estero ha denigrato le massime istituzioni di garanzia del paese, il presidente della Repubblica e la Consulta.
E quest’ultimo affondo lo ha travestito da difesa del parlamento. Lì si fanno le leggi – ha detto – e i giudici della Consulta si mettono di traverso. Giudicare le leggi è il mestiere della corte Costituzionale. Se non lo facesse tradirebbe la sua missione. Diciamo pure che la Consulta si muove sempre con grandissima prudenza e se stanno crescendo le sue occasioni di intervento è perché c’è un’escalation nel mettere da parte la Costituzione. Non è la Corte che va sopra le righe ma il parlamento che sta uscendo dal circuito costituzionale corretto.
Di fronte a una situazione del genere la Costituzione non prevede rimedi o garanzie, perché la Costituzione è stata scritta da persone che avevano la democrazia nel sangue. Mentre adesso assistiamo a un’estraneità totale alla dimensione costituzionale. Se B avesse il minimo senso della legalità costituzionale non direbbe queste cose.
In questo momento tutti coloro che hanno un qualsiasi ruolo all’interno delle istituzioni devono prendere una posizione esplicita e pubblica per misurare la distanza tra chi ritiene che le istituzioni siano questo e chi ancora crede che le istituzioni siano il cuore della democrazia. E soprattutto, lo dico senza mezzi termini, con B che segue questa linea devastante di politica istituzionale non si può avere nessun dialogo. Serve un cordone sanitario, fino a oggi l’atteggiamento del cavaliere e dei suoi pasdaran è stato troppo sottovalutato. Pensi alla discussione che si fa ogni volta che viene presentata una nuova legge, è davvero un fatto inedito. La 1a preoccupazione è: «Napolitano la firmerà?». E la 2a: «Supererà l’ostacolo della Consulta?». Non c’è prova migliore di quanto il riferimento alla Costituzione sia ormai fuori dalla logica parlamentare. La maggioranza è un gruppo politico che come il capo B ha da tempo deciso di vivere ai margini della legalità costituzionale. Non parlo di un rischio, parlo di quello che è già avvenuto.

temi.repubblica.it/micromega-online/rodota-un-errore-il-dialogo-adesso-,,
B-va-isolato/

..
Cettina
Gli uomini del presidente

-Alfano, indagato per abuso d’ufficio, caso archiviato.
Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001.
Nell’ottobre del 2009 il pentito di mafia di Racalmuto (Ag) Ignazio Gagliardo ha accusato Alfano di aver chiesto aiuti elettorali alla mafia, per mezzo del padre anch’esso politico.
-Fitto, già Ministro degli Affari Regionali e le Autonomie Locali, rinviato a giudizio per i reati di concorso in corruzione, illecito finanziamento ai partiti e peculato.
-Schifani, amico e socio di soggetti incriminati per associazione mafiosa o concorso esterno in associazione mafiosa, socio di Antonino Garofalo, rinviato a giudizio nel 1997 per usura ed estorsione.
-Cappellacci e il presidente della Regione Masala sono stati indagati per l’indagine Cisi, costola della più importante maxi-inchiesta Fideuram sulla truffa agli enti regionali. Secondo l’accusa, avrebbe firmato tre decreti assessoriali del maggio e giugno 2004 (alla vigilia del voto) con i quali autorizzava il pagamento degli emolumenti a Guida e agli altri membri del consiglio d’amministrazione del Cisi. Compenso per prestazioni che non sarebbero state mai svolte. Cappellacci fu prosciolto perché il fatto non costituisce reato.
Si potrebbe continuare, ma forse non ne vale la pena, s’è bell’è capito di che calibro sono gli uomini del presidente!
..
Carlo
E se B invece di cambiare la costituzione cambiasse lo statuto del PDL!
Art.4 – Ogni nuovo iscritto dovrà esibire un certificato penale dove risulti almeno una condanna o in sostituzione, provvisoria, un avviso di garanzia. Astenersi incensurati.
..
B a Bonn: “Nessuno mi abbatterà. Io sono forte. Io ho due palle così!”

Speaker:
“Interrompiamo la trasmissione
per informare gli italiani
che il nostro amato premier
è morto
schiacciato dal peso delle sue enormi palle.”

Wucik
..
Bomba atomica
Non solo grazie a Striscia la notizia avevano in mano il paese, ma già nel ’94 Graviano aveva comunicato a Spatuzza il sorteggio del mondiale del Sudafrica, «un avversario diventa difficile nella misura in cui lo consideri facile» ha detto il pentito ai microfoni di Rai Sport.
..
Viviana

La situazione è disperata ma non seria.
Moriremo sghignazzando.
Il paese più ridicolo del mondo. La gente si vergognerà anche a dire la parola Italia. Si volterà da un’altra parte come quando uno scoreggia e si fa finta di non sentire. Ma la puzza sarà tutta nostra.
Può una dittatura essere ridicola?
Sì, se quelli che guardano il dittatore che fa macello umano dicono “Poverino!”
Solo un matto duro può dire “Poverino!” a un dittatore, dimenticando le sue vittime.
Spero solo che non moriremo ascoltando l’ennesima ripetizione di una barzelletta ritrita di B, sarebbe una tortura intollerabile. Magari quella di Marx che dice “Scusatemi!” Con tutti i soldi che ha, nemmeno una barzelletta decente riesce a farsi fare. Ma tanto qualunque cosa dice i matti ululano in coro.
Moriremo vestiti di viola. Il viola ormai è un colore non più portabile. Il colore che porta sfiga agli attori, ai clown e ai cabarettisti, specie agli animatori da nave. Da colore funesto è diventato il colore della rivolta. Il colore del No a B. Sarà messo fuori legge. Forse sarà l’ora che ce lo leviamo dalle palle. Il viola come B.
….
Share
Ieri sera 4.897.000 telespettatori hanno seguito la puntata di Annozero dedicata alle “minchiate”, come le definisce Dell’Utri, di Spatuzza.
Con uno share del 20,77% il programma è stato il grande protagonista della serata televisiva, secondo per poche centinaia di telespettatori a Don Matteo, in onda sulla rete ammiraglia Rai.”
Una foto dell’italiano medio, quello che preferisce vedere don Matteo invece di informarsi e quando va a votare vota chi è più presente in tv.
..
Marco Travaglio ad Annozero spiega chi è era ‘l’eroe’ Mangano

www.youtube.com/watch?v=M4chMkCKk6Y&feature=sdig&et=1260630634.77

..
B può vincere ancora ?
Vi

Prima di tutto è tutto da vedere. Fusse che fusse la volta buona che tutta l’opposizione facesse una grande ammucchiata, Rutelli e casini la auspicano, contro di lui. In ogni caso, chiunque vinca o stravinca, le idee di libertà e democrazia non moriranno mai e la lotta non cesserà mai, contro B che è l’occupante eversore del potere di adesso o chiunque altro a lui simile poi.
Non è la vittoria che determina il valore di qualcosa e no è il potere o lo strapotere.
Il Bene c’è o non c’è, indipendentemente dal suo vincere o non vincere.
Non sempre il Bene vince nella storia di uno stato, la Germania di Hitler ne è la prova, ma il Bene vince comunque quando è il suo tempo, perché ciò è scritto.
B ha vinto e può vincere ancora, ma non può vincere per sempre e mai come ora la sua fine è stata vicina. Il suo impero è stato sgretolato. La sua credibilità è a pezzi.
Khamenei dice: “L’opposizione sarà eliminata”
Non è forse la stessa cosa che dice B?
Ma ovunque l’opposizione viene eliminata si entra nella tirannide.
Può riempire le pagine di false autoassoluzioni dicendo che i Graviano non hanno parlato, come non parlò Mangano, ma quanti Graviano ci sono? E quanti Spatuzza? L’Italia è piena di gente che conosce i reati di B, che gli è stata complice e può rivoltarglisi contro, e ognuno è come una spada di Damocle sospesa sulla testa di B così che egli debba tremare in perpetuo.
E quando i mafiosi non parlano, è perché egli cede ai ricatti della mafia e la accontenta. Quanto si può invidiare un uomo così schiavo da dover temere ogni mafioso e da essere legato alla mafia come un burattino che deve ubbidire ai suoi ordini?
Se i seguaci stolti e ciechi di B sono ancora molti, domani spariranno come neve al sole.
Anche sotto il Duce le piazze erano piene di gente osannanti mentre il paese andava in malora, ma poi finì come finì, e il giorno dopo Piazzale Loreto non si trovava più un fascista a peso d’oro.
Così finisce rapidamente la gloria di un impostore.
..
Mariapia manda

Le rivoluzioni pacifiche, quindi il ’68, la grande rivoluzione pacifica dell’India guidata da Gandhi, molte rivoluzioni sudamericane attuali, hanno tempi diversi da quelle cruente del passato. Più che rivoluzioni di possono chiamare “evoluzioni permanenti delle condizioni della vita civile”.
Sono le nuove rivoluzioni dei popoli attuali evoluti, che tentano di risolvere i conflitti cercando la pace: rivolte civili senza guerra, dove, se ci sono morti, sono sempre dalla parte di quelli armati soltanto delle loro parole.
Parole che possono comiche, ironiche, sarcastiche, critiche e cruente, che però non uccidono ma cambiano gli uomini, cambiano il mondo.
Rivoluzioni che cercano di risolvere e rispondere certamente a questioni attuali, di fatto, ma che innanzi tutto cercano una conoscenza per creare un mondo migliore sulla terra.
I partecipanti al No B Day, giovani (tanti) e meno giovani hanno scritto una nuova pagina di questa rivoluzione civile non cruenta che l’Italia deve affrontare per l’incapacità (o molto peggio) dei partiti di centro e di sx
Visto che nessun padrone, nessun dominante ha mai disposto che le ore giuste del lavoro erano 8 per giornata, tali ore sono state disposte dal mondo del lavoro.
“Se vuoi cambiare il mondo, comincia da te” Gandhi
..
Tratto da www.lerane.wordpress
on line
Caro Papi Natale l’instant book per il No B Day con le 101 domande del popolo della rete al Reticente del Consiglio

Caro Papi Natale,
anche quest’anno non ho assunto stallieri, non ho subìto 106 processi, non sono stata nella dacia di Putin e nemmeno nella escort di Tarantini, non ho avuto Capezzone come portavoce, non ho costruito il Ponte sullo Stretto, il Mose e 4 centrali nucleari (se è per quello nemmeno Lei), non ho fatto lifting e tricotrapianti, non ho 6 tv, non mi sono iscritta alla P2, non ho pagato tangenti, non ho evaso il fisco e non me ne faccio nulla di scudo fiscale, lodo, processo breve, legittimo impedimento e immunità parlamentare, non ho creato un milione di posti di lavoro (intendeva dire in meno), non ho raccomandato veline e piazzato velinari alla direzione del Tg1, non ho tagliato le tasse (Lei invece sì?), non ho corrotto avvocati e non ho 100 avvocati, non sono perseguitata dalle toghe rosse, dalla stampa rossa e dalle rosse, non ho fondato un partito insieme a Dell’Utri (che è un organizzatore di 1° grado), non ho tenuto minorenni sulle ginocchia, non sono stata unta dal signore, non mi sono fatta da sola e non mi sono fatta neanche in compagnia, non ho palpato operaie russe, non ho fatto le corna a una foto di gruppo (a dire il vero sì, ma era in 3a elementare!), non sono stata la migliore statista italiana degli ultimi 150 anni, non ho fatto sesso 3 ore a notte (purtroppo) e non ho cantato con Apicella (per fortuna), non ho lanciato editti bulgari, non ho nominato Bondi ministro, non ho messo la Carfagna alle Papi Opportunità dopo un esame scritto (il calendario?) e la Gelmini all’Istruzione dopo un esame orale, non ho rischiato di vincere il Nobel per la Pace (perché, Lei sì?), non ho una squadra di calcio e non prendo a calci la Costituzione…

Non voglio tediarLa oltre: lo so, sono stata una buona a nulla. E non avendo fatto e detto tutto quello che ha fatto e detto Lei non posso aspirare non dico alla Presidenza del Consiglio, ma nemmeno a un posticino di assessore al municipio di Baranzate. Però, siccome Lei è buono, mi permetto comunque di chiederle un regalo per Natale. Qui ci sono 101 domande per Lei. Risponda! Permetterà (forse) a me e a noi tutti di capire come ha fatto a diventare Silvio B e come l’Italia possa essersi consegnata a Lei!

lerane.files.wordpress.com/2009/11/caro-papi-natale1.pdf
..
Rutelli in terapia intensiva
Rosario Amico Roxas

L’esordio di un nuovo movimento proposto da Rutelli ha rischiato di arenarsi nelle spiagge dell’inconsistenza se non fosse intervenuta l’esigenza di salvare l’idea malgrado l’uomo.
Vedremo gli sviluppi di una tale idea che ha assunto i toni di una riscossa nazionale alternativa alle derive populiste, autoritarie, anticostituzionali imposte dal cavaliere in nome e per conto della personalissima esigenza di pararsi le terga dalle conseguenze dei suoi stessi reati.
Rutelli non avrebbe mai ottenuto un credito politico autonomo se non fosse intervenuta una salutare terapia intensiva a base di “tabaccellina” che ha sostenuto le difese funzionali e organiche in grado di fronteggiare la pandemia cavalleresca, che ha toccato il momento culminante dell’ascesa, iniziando l’irreversibile fase dell’immunizzazione. Lo aveva preannunciato Montanelli che il Bsmo sarebbe crollato solo a seguito di una vaccinazione collettiva; la vaccinazione è avvenuta e sta dilagando l’immunizzazione, proprio mentre il cavaliere cerca una personalissima immunità… ma dalle leggi.
L’adesione di Tabacci all’idea/movimento di Rutelli appare come una missione all’estero per dare corpo e credito alla inconsistenza ed evitare di finire dentro la raccolta indifferenziata dei rifiuti politici che il cavaliere sta intensificando. E’ proprio la presenza dell’on. Bruno Tabacci a fornire credibilità istituzionale a questa “Alleanza per l’Italia”, per farne una vera alleanza per l’Italia , scongiurando il pericolo di diventare una sudditanza dell’altra Italia.
..
Dati e fatti

In questi anni il centro sx è stato contagiato dal morbo della corruzione, e specie a livello locale si è sfilacciato nella connivenza con le cosche, negli intrighi di sottopotere, nel clientelismo e nell’affarismo anche personale. Come il centro dx, d’altra parte, che però ha sdoganato tutto questo come criterio fondante della manovra di governo.
Per gli stessi motivi, è indiscutibilmente corresponsabile dello sfacelo del territorio e in Campania ne è stato il maggior responsabile, in quanto forza di governo locale.
Non ha saputo darsi una politica coerente, non ha indicato all’Italia e agli elettori un progetto credibile. Come il centro dx, il quale però dispone di tutti i maggiori mass media e quindi solo per questo è più ascoltato e creduto.
Non è stato nemmeno in grado di rimanere stabilmente al governo. Cosa che invece al centro dx riesce benissimo.
Non ha combattuto con la necessaria determinazione la mafia, la camorra e la ‘ndrangheta. Anche se il centro dx non è stato certo da meno, direi.
Non ha combattuto le crescenti sperequazioni sociali, e non ha saputo dare risposta alla domanda di sicurezza dei cittadini; Sulla seconda questione, come il centro dx; sulla prima, il centro dx allarga sempre più questi fossati.
Si è macchiato, vai a sapere perché, di collusione di fatto con lo strapotere mediatico dell’avversario, utilizzando il conflitto d’interessi in campagna elettorale, ma dimenticandosene al momento di legiferare in materia.
Ma ti faccio notare che il centro sx:
Non ha mai utilizzato le forze dell’ordine per instaurare un clima di intimidazione verso gli oppositori politici.
Non ha mai incoraggiato la formazione di presidi paramilitari del territorio, né con camicie verdi, né rosse.
Nessun leader o politico di centro-sx ha mai dato del Kapò a un avversario politico su un importante palcoscenico istituzionale comunitario; non ha mai introdotto nella diplomazia internazionale le corna nelle foto ufficiali, o gli apprezzamenti volgari su politici di sesso femminile.
Non ha mai incoraggiato il razzismo, né implicitamente né esplicitamente.
Non ha mai cercato di attaccare il diritto di sciopero o lo Statuto dei Lavoratori.
Non ha mai incoraggiato o giustificato il ricorso all’evasione fiscale, che invece ha sempre combattuto.
Non ha mai peggiorato il bilancio dello Stato.
Non ha mai messo in discussione l’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea e all’area Euro, anzi il nostro diritto alla moneta unica è frutto dei governi di centrosx, mentre tutto il centro dx faceva il tifo contro.
Non ha mai nemmeno proposto di svendere il patrimonio artistico nazionale o le spiagge d’Italia.
Non ha mai svenduto la SME, ma nemmeno l’ALITALIA, come invece è avvenuto con il centro dx (che adesso chiede il conto a te).
E soprattutto, sappi che se ti illudi di astenerti per “dare una lezione ai nostri”, spiani solo la strada al potere degli altri, infatti, solo per fare un esempio, il centro sx
Non mai ha cercato il colpo di stato attribuendo a colpi di maggioranza poteri dittatoriali al presidente del consiglio, anzi quando Prodi ha sostituito B (maggio 2006) la sx ha appoggiato massicciamente il referendum per abrogare la sedicente riforma costituzionale, anche se in quel momento avrebbe blindato – forse per sempre – il suo stesso potere.
Non ha mai raccolto dossier artefatti con indizi falsi su avversari politici, né tanto meno li ha divulgati alla stampa, non ha mai cercato di violare la tua privacy servedosi della Telecom..
Non ha mai cercato di limitare la libertà di stampa o di espressione.
Non ha mai cercato di taroccare i risultati di una libera elezione politica.
..
Spettatore
Siamo un paese alla deriva è il nostro premier disegna mutande in un incontro internazionale, per poi prendere in faccia una statuina che lo manda all’ospedale , dopo un discorso che è un delirio di idiozia. Ogni tanto vado in rete su un noto motore di ricerca digito il suo nome, e non passa un giorno dove non ci sia una sua nuova notizia una sfilza di interminabili situazioni tra dichiarazioni di onnipotenza ,prese per il culo (comunisti) e figure di merda a ripetizione , un record assoluto che nella storia non ha eguali. Molti continuano a difenderlo ma io ho smesso di incazzarmi , ho deciso di essere più furbo tanto ragazzi questo film lo abbiamo già visto , ho deciso di sedermi e guardarmi lo spettacolo , del resto da questo cinema non si può uscire , io non ci volevo venire me sapete ,tutti volevamo guardare questo capolavoro ,convinti che la trama fosse diversa ….. Io NO.!! so come finirà , d’altr’onde il cattivo fa sempre una brutta fine … Guardo e Godo… 🙂 Saluti.
..
ATTENTAT ! ATTENTAT !!
Viviana

Video dell’attentato
tv.repubblica.it/dossier/aggressione-berlusconi-ferito/milano-berlusconi-ferito-al-volto/40209?video

Milano, B in piazza Duomo.

Dopo aver ripetuto le solite stronzate sui suoi indici di gradimento e sulla tv in mano ai rossi, mentre scendeva dal palco gli è arrivata in faccia un oggetto contundente, sembra un souvenir, forse il Duomo o la Madunina, che lo ha colpito al labbro e allo zigomo facendolo sanguinare. Si parla di due denti che traballano.
Fermato l’aggressore.
Il ministro La Russa: “Fermata e identificata la persona che ha ferito il premier”.
Tg: la polizia ferma immediatamente l’aggressore per evitare il linciaggio della folla. Esagerati!
..
Pietro Ancona
Una violenta e pericolosa speculazione

Anche se è stato subito chiaro che l’aggressore ha problemi psichiatrici ed è persino elettore di B (tutta la famiglia vota PdL), la dx ha subito strumentalizzato l’evento per una campagna di odio e di attacco non solo all’opposizione ma anche a quella parte di cdx che mostra dubbi sulle violenze verbali di B contro la magistratura, il Capo dello Stato, la Costituzione.
Formigoni e la Moratti ne hanno profittato per criminalizzare le manifestazioni avvenute ieri in occasione del 40°anniversario della strage di Piazza Fontana e tutti sono stati messi sotto lo stesso tritacarne, da Spatuzza a Di Pietro, a chi non è in aperta adorazione del Grande Unto del Signore che la Provvidenza Divina ha regalato all’Italia. Il ferimento sarà sfruttato intensamente nei prossimi giorni e già tutti i pennivendoli embededd del regime sono mobilitati a trasmettere paura per una sx che fa scorrere il sangue sul volto di B e che è un ostacolo alla realizzazione della pax sociale economica e politica della dx. La campagna della Grande Vittima dell’Odio della Sx è cominciata da quando B ha mostrato piuttosto che nascondere il sangue che gli imbrattava la faccia e tutti i giornalisti-fotografi hanno pubblicato la sua faccia devastata.. L’amplificazione data all’episodio è inquietante e prelude a brutti eventi. L’evento non è ascrivibile alla politica. La politica non c’entra. C’entra l’impatto mediatico della strabordante ossessiva figura di B che da 16 anno usa tutte le sue tv e tutto l’apparato informativo per imporre ossessivamente la sua figura. Il gesto folle di Tartaglia è frutto di questa ossessione massmediatica. Si vuole a qualsiasi costo arruolare il signor Tartaglia alla sx e all’intera opposizione. Lo scopo è tappare la bocca. Uno scopo di stampo fascista.

medioevosociale-pietro.blogspot.com/ www.spazioamico.it
..
Viviana

Qualche volta giova essere un paese turistico
Quali altri souvenir abbiamo?
Lupe capitoline in ferro battuto.
Cinghiali di Firenze in bronzo pieno.
Gondole di San Marco con remi e tutto.
Ma ci sarebbero anche busti del Duce in piombo fuso.
O Davidi di Michelangelo in alabastro.

Attento B, un treppiede ti inseguirà sempre!
Dovresti preferire i discorsi in teatri chiusi con 30 file di amici degli amici.
Contentati, che è meglio una statuetta del Duomo oggi che un colpo di lupara domani

Mussolini fu ferito al naso
Garibaldi ad una gamba
B sul labbruzzo
Ma cose da poco così la storia non la fanno
..
Le mutande di Berlusconi
Vi
Bruxelles. La discussione è seria, si parla di crisi climatica in vista del summit di Copenhagen e della possibilità di aiutare il terzo mondo che sarà il più colpito con aumento indicibile della miseria, ma B disegna fitto fitto. Cosa disegna? Qualche espediente per le energie verdi? Un nuovo modello di pale eoliche? Niente di tutto questo, B disegna culi di donna, la sua fissazione, e li ingabbia in mutande d’epoca, mutande egizie, vittoriane, slip francesi, tanga..
Poi passa la sua rassegna di culi agli altri premier sghignazzando.
Alcuni ridono, altri no.
Ci sono Gordon Brown, Angela Merkel, Nicolas Sarkozy, il premier irlandese Brian Cowen e la baronessa Cathy Ashton, nuovo ministro degli Esteri della Ue.
Brown ignora i disegnini porno.
Il fatterello disegna alla perfezione il tanghero italiano. Il Mail pubblica la cosa. I commenti dei lettori inglesi sono sferzanti: “Che buffone di leader hanno gli italiani!”, “E’ ora di costringerlo a fargli fare delle docce fredde”, “Poveri italiani, che leader imbarazzante!”
Forse è stato sbagliato tirargli una statuina del Duomo. Un water in grandezza normale sarebbe stato più idoneo.
..
B ferito ad un labbro.
come fa a suonare il piffero,adesso?
Spinoza.it
..
Berlusconi fu ferito
Fu ferito sulla bocca
Berlusconi che t’imbocca
E che fotte i suoi soldà

..
Ora gli toccherà andare in giro come Ratzinger, sulla “Papimobile”....
harry haller
..
Chi semina vento, raccoglie tempesta.
Per me oggi è giorno di festa.
Al nano poco tempo gli resta.
Se è furbo, fa le valige e scappa con bassa la testa.

rivoluzionariocazzeggiatore.blogspot.com/2009/12/B-aggredito-nella-piazza-del.html
..
Mauro medeot
comunque gli è andata bene!
a Milano gli hanno tirato la Madonnina….
certo che se a Roma gli tiravano il Colosseo….
..
..dite quello che volete, condannate quello che volete ma rimane il fatto che alla prima uscita pubblica per un bagno di folla la folla gli ha spaccato la faccia
bloggher
..
Viviana

a parte la ferita visibile…
ma ora gli sarà andato in pezzi tutto il lifting?
e per restaurarsi avrà bisogno di un lungo periodo in Svizzera? Ci sarà una tregua istituzionale?
lo speriamo veramente
può sempre fare gli editti di Ginevra
per fortuna che il cerone era così spesso che ha tenuto insieme tutti i pezzi di Frankestein sennò si disfaceva e la folla avrebbe visto cadere pezzi di faccia da ogni parte, il che non è una cosa che fa stare bene, specie durante la cena serale, e se ci sono i bambini

Ha un cerone così cementizio che lo vogliono usare per il Ponte di Messina
o per murarci gli infami. Al momenti ci sta dentro lui
..
Nicolai Caiazza
Messa in scena quasi perfetta.
L’aggressione a B bisogna dire che é arrivata al momento giusto. Proprio quando la macchina della giustizia si stava chiudendo.
Una situazione del genere gli da la possibilitá di caricare le batterie per fare passare al contrattacco il personale a suo seguito. Poter apparire proprio nella parte della vittima. É una tattica vecchia usata dai tiranni quando vogliono far passare delle misure repressive contro le masse.
La scena comunque é stata montata bene. B senza cadere nell’overacting é uscito dall’auto dopo che vi era montato. Si é certo reso conto che i riflettori erano ostacolati dai corpi degli agenti per cui l’immagine non era certamente chiara. Cosí é uscito di nuovo dall’auto si é bene messo in mostra per essere ripreso dalle telecamere. Cosí tutti hanno potuto vedere le macchie di sangue sul muso. Naturalmente tutti gli uomini della sua cricca si sono precipitati a dare la propria solidarietá a quest’uomo che viene “perseguitato’ . Piccante particolare é quello che si riguarda l’aggressore. Guarda caso si tratta di qualcuno che é in cura psichiatrica da 10 anni. Quindi una persona facilmente manovrabile per “montarla” e spingerla a fare quest’atto. Se si fosse trattato di un vero attentatore, avrebbe usato una pistola o un coltello. Invece l’ordine era quello di procurare una ferita che facesse uscire il sangue, giusto per impressionare. Quante guardie del corpo sono schierate intorno a B per proteggerlo? Vediamo se qualcuna di loro sará redarguita per aver aperto un varco cosí da permettere il contatto dell’aggressore con B.
La conclusione di tutto é che B dopo il “legittimo impedimento”per partecipare a Copenhagen, avrá ora un altro “impedimento”, questa volta di ordine sanitario. Viene alla mente quando ai tempi della scuola, prevedendo di essere interrogati in una materia dove si era impreparati, si restava a casa “ammalati”.
..
Dopo il gobbo di Notredame
la cieca di Sorrento
e il muto di Gallura..
Signore e signori.
Ecco a voi…
lo slabbrato di Arcore
!

Viviana
….
Bloggher
La bocca ha una ferita aperta ma tranquillo Silvio adesso te la cuciono…
..
Chi di bocca ferisce
di bocca perisce

Viviana
..
Duello Di Pietro-Berlusconi
Il sanguigno contro il sanguinolento
..
E chi poteva colpire un pazzo
se non un altro pazzo?

Viviana
..
Sembra che il Tartaglia prima dell’atto fatale abbia detto:
“Ti vuoi mangiare tutta l’Italia, o mangiati questo!”

..
Visto che i sani di mente
non ci vogliono salvare,
ormai riponiamo fiducia
sui disabili.
Infinite sono le vie
della Divina Provvidenza
.

Viviana
..
Eroe
Viviana

Chi sfidando la mitraglia
nel fragor della battaglia
all’assalto ci conduce?
E’ Tartaglia contro il Duce.

Gli iracheni tirano le scarpe
I Lumbard il Duomo
Vedi la superiore civiltà occidentale
..
Gatta in calore

agenzia pansa:
e dopo Paolo Brosio anche B ha visto la Madonna
..
Bersani si è vistosamente scollegato dal gesto del Tartaglia
Ha detto: “Noi di pazzi di quel tipo lì non ne abbiamo”
..
Impagabili i commenti sulla bocca del Berlusca fatti da Bocchino
Sempre l’uomo giusto al momento giusto
Come al varietà
..
Reazioni istituzionali
Vi
Fede, sconvolto, ha attaccato la mappa del corpo ferito di B e ha piantato bandierine dappertutto.
Stanotte su ogni davanzale berlusconiano brillerà un cero di compianto
Vespa sta febbrilmente preparando un plastico della bocca di B, ma non ha abbastanza cerone
Aspettiamo trepidanti l’editoriale di Minzolin. Comincia così: “I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti rossi del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza”
..
Per carità, io sono una pacifista, non vorrei né morti né feriti. Solo fuggiaschi.
Se poi si imbarcano a Brindisi o scappano da Ciampino, per me fa proprio lo stesso.
..
Per un istante, così sanguinolento, lo avevo scambiato per il conte Ugolino

La bocca sollevò dal fiero pasto
quel peccator
forbendola ai capelli
del capo
ch’egli avea di retro guasto
..
Piero c
Un volto nuovo per la politica italiana?
..
Calamity Jane
B offende l’intelligenza di tanti italiani ogni giorno (i 42 milioni che non lo hanno votato), per il solo fatto di essere premier.
B offende con nonchalance le donne, anche se dice di amarle.
B offende l’avversario politico.
B offende la magistratura ed il presidente della repubblica.
B offende anche i suoi alleati, quando lo contestano.
B offende ai comizi e grida “vergogna” quando il popolo protesta.
B racconta barzellette quando gli altri parlano seriamente di mafia.
B disegna mutandine da donna quando i leader della UE parlano di cambiamento climatico, e poi compiaciuto passa i bozzetti per farli apprezzare, tra l’imbarazzo e l’incredulità generale.
B si fa cantare la canzone “meno male che silvio c’è”
B si autoproclama il miglior premier degli ultimi 150 anni.
Beh, io sono felice che gli abbiano rotto i denti (rifatti, pure quelli….) così per un po’ non vedremo quel sorriso ebete e malefico nello stesso tempo.
Mi dispiace solo che per almeno 18 milioni di rincoitaliani lobotomizzati delle sue TV diventerà un “martire della libertà”
..
Sorriso etrusco

Quindi uno psicolabile ha colpito
uno psiconano ex psi,
protetto dalla psicopolizia
nonostante fosse circondato
dai suoi psicopatici elettori ?
Io l’ho sempre detto che
l’Italia è da psicoanalizzar
e…
..
13 dicembre 2009 Massimo Tartaglia santo laico !!
Kasap Aia
..
Harry Haller
Ma dai, ometto, ti è andata di lusso: per i massacrati del G8 di Genova è andata molto peggio…..
Per una volta il nano aveva la faccia di quelli che si prendono le manganellate dalla polizia.
O le percosse dalle guardie carcerarie.
Anche i poliziotti della macelleria messicana di Genova avevano, inevitabilmente, problemi psichici.
E gli è andata anche bene.
E’ l’ottimismo che lo salva.
La “giustizia” ha molte forme, la migliore, con tutti i suoi difetti, è quella che si celebra nei processi, lo capirà ?
E non sono ancora arrivati i bisonti.
Tra gli indiani d’america i pazzi venivano considerati dei visionari che anticipavano l’animus degli altri uomini, che impersonificavano lo spirito attuale di tutti gli uomini.
..
Mauro Maggiora

O MIA BELLA MADUNINA
B colpito da una madunina a Milano
1.L’unto dal signore scivolato sull’unto.
2.Il giuoco delle belle statuine sanguinanti.
3.13 dicembre, festa del B sanguinante.
4.Di un folle l’insano gesto: convinto di essere il duca di Wellington, ha intravisto il cappello di Napoleone nella folla ed è esplosa la violenza.
5.Finanziata con i proventi dello scudo fiscale la grande opera di ricostruzione maxillo facciale
6.Ufficiale: l’architetto Calatrava si aggiudica l’appalto per la ricostruzione del ponte dentario di B.
..
adesso il Tartaglia è finito o andrà in un reality show…?
..
Cettina
Invece dei 20 giorni di prognosi io gli avrei dato due ergastoli.
..
Cettina
Durante i 20 giorni di prognosi non potrà presentarsi ai processi.
..
Luca Popper
Il suo sogno, come quello di tutti i piu’ grandi statisti degli ultimi 150 anni, è quello di passare tra due ali di folli.
..
Beppe
Tra poco annunceranno la prognosi..
che sarà sciolta allo scadere della prescrizione del suo processo più recente.
..
Ciccio
Occorre avere un po’ di caos in sé per partorire una stella danzante. (Friedrich Nietzsche)
..
Salvatore
MASSIMO TARTAGLIA:
IL MIGLIORE LANCIATORE DI STATUETTE
DEGLI ULTIMI 150 ANNI!
..
Duello Di Pietro-Berlusconi
Il sanguigno contro il sanguinolento
Vi
..
Antonio
Lo sapevamo già che uno dei due protagonisti di questa vicenda ha dei gravi problemi psichici
..
Silvanetta
Ieri mi son scordata di leggere il Giornale…
Per caso, dava già la notizia?

..
Aldo
Sembra che alla notizia dell’attentato, Emilio Fede abbia tentato il suicidio .
Due piccioni con una fava.
..
Per la precisione
Spatuzza ha dichiarato in processo di aver saputo dell’accordo con B e Dell’Utri da Giuseppe Graviano. Il quale ha rifiutato di deporre e ha detto che parlerà solo quando sarà venuto il momento di parlare. Chi invece ha detto di non aver mai conosciuto Dell’Utri e tanto meno B è il fratello Filippo Graviano, del quale Spatuzza non ha mai parlato.
(Eugenio Scalfari – La Repubblica)

Solo per questa truffa perpetrata dai suoi giornali, B meriterebbe che gli fossero spaccati altri due denti.
..
Sorriso Etrusco
Tartaglia in cura da dieci anni
B prognosi di venti giorni
Italiani in coma
.
..
W Tartaglia
Basta perbenismo, fatti un giro su facebook e osserva quali sono gli umori del “pueblo”…i fan di Tartaglia sono 26000 in poche ore e il loro numero continua a crescere. Parlare di non-violenza quando abbiamo uno stato che manda militari in guerra (e nelle strade) mi sembra molto ipocrita.
..
VARIE

Spinoza.it

Nel dubbio anche Dell’Utri dice di non conoscere Berlusconi
Ioguido
..
La manifestazione di Roma

Purple haze
No B-Day, i telegiornali dedicano ampio spazio. A tutto il resto.

La Rai ha negato la diretta della manifestazione. Poi ha negato la manifestazione.

L’affluenza è stata talmente alta che Minzolini è stato costretto a parlare di Spatuzza.
(Un milione per gli organizzatori, 90.000 per la questura. Non è che in questura fanno anche dei mutui?)

Il Pd non ha partecipato alla giornata contro B. Ha una reputazione da difendere.

No B-Day, Veltroni si schiera. Questa è la notizia.

L’ex segretario: “Non capisco le esitazioni del Pd”. Certo, quando c’era lui la verve si sprecava.

(Veltroni sta tornando alla carica. È ancora convinto che il V-day fosse a suo favore)

Repubblica diffonde un fuorionda di Fini: “B confonde la leadership con la monarchia, il consenso con l’immunità”. E lo scolo con la scarlattina.

Mafia

Il fatto risale al mese scorso, durante una cerimonia intitolata a Borsellino. Si parlava di mafia, poi chissà perché il discorso è finito su B.

B ha replicato immediatamente convocando i giornalisti per un suo fuorionda.

Fredda la reazione del premier alle parole di Fini: per principio non dà credito alle dichiarazioni dei pentiti.

Le testate Berlusconiane al contrattacco. Il Giornale: “Fini si è tradito, si dimetta”, Libero: “Fini ormai è fuori onda”, Auto Oggi: “Quanto resiste la tua auto?”.
Italo Bocchino sminuisce la deposizione di Spatuzza: “Impossibile che B si sia messo a trattare con la mafia”. Che bisogno c’era se erano già d’accordo su tutto?
“B mafioso? Impensabile”. A breve l’elenco completo delle cose pensabili.
(In verità B ha sempre combattuto la mafia. Spesso nascondeva le ciabatte a Mangano)

Obama

Obama ritira il Nobel per la pace. Sarà la mascotte delle prossime truppe.

Altri trentamila soldati Usa in Afghanistan: i talebani detassano gli straordinari.

Anche l’Italia invia mille nuovi soldati. Contiamo di completare il ritiro dall’Europa entro tre anni.
.
http://masadaweb.org

8 commenti »

  1. Aggiungo:
    Attacca i giudici oggi, scippa 5 miliardi di euro dal tfr dei poveri lavoratori domani e alla fine un duomo di milano tra i denti mi pare il minimo, la prossima tappa e’ venezia e onestamente non ho idea di cosa possano farci col campanile
    Vicolo stretto

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 8:44 am | Rispondi

  2. La violenza, sempre esecrabile, nasce da un terreno di cultura fatto di ingiustizia e di menzogne a danno dei cittadini. Questo terreno è stato ampiamente concimato dall’ attuale governo.

    Io condanno il gesto violento contro Berlusconi, ma lui e i suoi uomini spargono violenza verbale a 360°. Si raccoglie quello che si semina.

    Abbassare i toni, sì, ma da parte di tutti, soprattutto da chi è capo del governo che fa delle esternazioni incredibili e gravissime.

    Franco BORGHI

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 8:45 am | Rispondi

  3. Sapete perché Berlusconi è uscito subito dalla macchina?
    Voleva porgere l’altra guancia

    Però è impensabile che si sia fatto l’attentato da solo
    E’ troppo vanesio e alla sua faccia ci tiene troppo
    Piuttosto avrebbe fatto fracassare la faccia a Bondi

    viviana

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 8:52 am | Rispondi

  4. Aggiungo

    COLPIRNE UNO PER EDUCARNE 100

    Mark Kaps

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 8:57 am | Rispondi

  5. Aggiungo
    da oggi il nostro premier ha un sorriso..statuario.
    Stefano

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 8:58 am | Rispondi

  6. Aggiungo

    Comitia periculosissima.

    Italia:
    statua Ecclesiae Duomi Milanis contra facciabronzis Berlusconi spiaccicavat.
    De timore medici dentarii.

    latinolatinorum

    e gli è andata anche bene che non è passata la legge leghista che voleva tutti i cittadini armati. Libere armi in libero stato

    vi

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 12:14 pm | Rispondi

  7. Il Tartaglia è di famiglia Pdl
    lui stesso vota Pdl perché in Italia l’insanità mentale non è di ostacolo al voto come non lo è l’insipienza
    Era andato in piazza a sentire B come ogni buon berluscone
    però non ci sta con la testa
    e quando si è trovato B davanti, qualcosa di insano è scattato in lui e lo ha colpito
    Avrebbe potuto colpire allo stesso modo qualunque altra persona di qualunque altro partito o persino una capra o un asino o un tram
    Manca qualsiasi motivazione politica
    Manca qualsiasi motivazione. Punto
    E’ stato un atto totalmente irrazionale che cade sotto le categorie cliniche
    Epperò abbiamo dovuto assistere a questa pietosa sceneggiata in cui tutti urlano al complotto, alla violenza comunista, ai mandanti
    E’ diventato comunista persino Di Pietro che di sx non è stato mai
    E’ comunista anche Bersani che ha espunto accuratamente ogni parola comunista dal suo lessico e dalla sua strategia e che più che un oppositore sembra un socio in affari
    E’ dovuto andare anche lui oggi al San Raffaele a porgere omaggi a Sua Maestà ferita e vilipesa
    Magari lo avrà ricevuto Letta
    Mi domanda se la toppata in faccia l’avesse presa lui se B sarebbe andato a omaggiarlo
    Oggi abbiamo assistito alla scena pietosa di Schifani, 2a carica dello stato, che delirava come da copione su complotti, mandanti e violenza seminata contro B
    L’incredibile Scajola, che è peggio dell’incredibile Hulk, ha detto addirittura che il mandante dell’aggressione a Berlusconi ERA LA ROSI BINDI!! Ora uno che accusa la Rosy Bindi di essere la mandante di un attacco omicida come minimo sta peggio di Tartaglia e sarebbe da neuro
    Poi ci sono quelli che dicono che Tartaglia è stato messo su dal clima di odio espresso nei blog
    E magari è uno che il pc nemmeno ce l’ha
    Noi qualche pazzo sul blog lo abbiamo avuto ma era ed è religiosamente di dx
    Alla fine la ciaffata in bocca diventerà come le 2 torri, alibi per persecuzioni politiche e bavagli vari
    però la violenza a sentir loro sarà sempre da un’altra parte

    viviana

    Commento di MasadaAdmin — dicembre 14, 2009 @ 2:39 pm | Rispondi

  8. Ho avuto la pazienza di ascoltare il comizio di B in piazza Duomo trasmesso sul tardi domenica sera e come
    al solito era di una violenza verbale incredibile, bisognerebbe che gli autori di BLOB facessero un collage di questo suo e non solo suo modo di rapportarsi con gli avversari politici, dileggiando, insultando e via dicendo. Poi i risultati inevitabilmente sono questi,un malato che lo ferisce e lo fa santo senza avere il benchè minimo merito e ancora lui che si chiede perchè lo odiano, ha ragione Michele Serra quando scrive che B non accetta che metà del paese non lo ami. Angelo

    Commento di angelo — dicembre 15, 2009 @ 9:12 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: