Nuovo Masada

settembre 27, 2009

MASADA n° 998. 27-9-2009. Turisti della democrazia

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 5:13 pm

Il sonno della ragione genera mostri (immagine mandata da Mariapia)

(Mariapia: Questa immagine presa da ElPais, ora censurata sul viso, mostrava Berlusconi.
Io capisco la liberta’, ma un uomo pubblico, uno dei primi rappresentanti di un paese,
deve avere maggiori attenzioni anche nella sua proprieta’ privata.)

Appello contro lo scudo tombale – Obama: la democrazia non si impone – Isole di resistenza – Manifestazione antirazzismo – Il Giornale – Annozero – Il BIL – Perche’ mi lascia freddo Franceschini- Culturame – Le norme antifannullone di Brunetta abrogate perche’ anticostituzionali

Citava Martinazzoli la storiella di quel cittadino che incontro’ un villano e gli chiese: “Vado bene per Londra?”. “Benissimo, basta che ti giri, perche’ tu non vai a Londra ma ne torni”.
Intendeva Martinazzoli riferirsi a quel federalismo di Cattaneo, tanto citato dai leghisti coglioni, e lui, che Cattaneo lo aveva letto e non sentito sulla bocca di Calderoli, diceva che, per Cattaneo, il federalismo era quello europeo, e qualunque frammentazione italiana che se ne allontanava gli faceva cattivo gioco.
Cosi’ e’ per la nostra democrazia, che molto si aggira sulle bocche dei nostri politici che vieppiu’ se ne allontanano.

Viviana Vivarelli

APPELLO

Presidente Napolitano,
il Senato ha approvato l’emendamento Fleres alla legge che ha istituito lo scudo fiscale. Se anche la Camera lo approvasse, Lei sarebbe l’ultima nostra difesa, di fronte a una legge iniqua che premia l’evasione e il malaffare e vede lo Stato dalla parte di chi delinque.
Questa legge offre uno scudo fiscale e penale, permettendo per la terza volta, in forma anonima, il rientro dei capitali esportati in nero nei paradisi fiscali, dei capitali evasi al fisco e provenienti da attivita’ illecita, non solo malaffare ed evasione, reati finanziari e tributari ma anche attivita’ della criminalita’ organizzata, come il narcotraffico o il racket e attivita’ di terrorismo.
Questa legge non solo premia col piccolo scotto del 5% questi capitali non dichiarati che dunque non hanno pagato e non pagheranno mai il 45% di tasse come i contribuenti onesti, ma addirittura ne favorisce l’anonimato, diventando una sanatoria di tutti quei reati finanziari e tributari, di terrorismo o criminalita’, che in tal modo vengono lavati e non sono piu’ perseguibili.
Signor Presidente, con questo emendamento una legge gia’ odiosa diventera’ uno strumento di illegalita’ e favorira’ l’evasione, il malaffare, la corruzione, la mafia, la camorra, la ‘ndrangheta e tutta la criminalita’ comune o organizzata.
I beneficiati dallo scudo non potranno essere perseguiti per reati tributari e di falso in bilancio. Il falso in bilancio che in USA viene punito con 30 anni di carcere, in Italia sara’ legalizzato. I contribuenti infedeli saranno incentivati a evadere il fisco, a fare dichiarazioni false, a truffare clienti e creditori, e a portare soldi all’estero per farli rientrare col premio. E tutto questo svuotera’ le casse dello Stato permettendo al Governo di approfittarne per tagliare servizi e e occupazione.
La legge e’ gravissima, anche perche’ vi’ola gli impegni che l’Italia ha preso con le organizzazioni internazionali in materia di antiriciclaggio e terrorismo, offrendo l’omerta’ e la complicita’ dello Stato a ogni sorta di reati

Sottoscrivi l’appello. E fai girare

antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578

(Allo stesso indirizzo trovate tutti gli articoli de Il fatto di ieri)
..
Il saccheggio delle casse statali
Viviana Vivarelli

Ce ne vuole di faccia per dire che lo scudo fiscale di Tremonti e’ uguale a quello di Obama!
Qui siamo all’opposto dell’equita’ fiscale! Siamo allo spregio al buon cittadino e al premio al corrotto!
Obama insegue gli evasori,li costringe a rendere il maltolto, lotta contro i paradisi fiscali per recuperare 210 miliardi di dollari in 10 anni
Vuole che l’esportatore di capitali dichiari la sua identita’, lo vuole scoprire e tener d’occhio
Attacca la banca svizzera costringendola a dare i nomi dei conti piu’ grossi, minacciandola di una causa miliardaria
E noi? Dovremmo farci dire di quanto evade B? Farci rendere tutto il mal tolto?
Obama fa pagare all’evasore scoperto le tasse dovute e gli interessi maturati
B protegge l’anonimato degli evasori e dunque anche il suo e fa perdere allo stato italiano le tasse non pagate che gravavano per il 45% premiando con un modesto 5 che poi diventera’ un 1% e insieme condona tutta una serie di reati finanziari che pertanto sono lavati come mai esistiti, anche i propri. Non e’ anche questa una legge ad personam?
Lo scudo di Tremonti rispetta l’anonimato!! Butta 500 miliardi di tasse evase! Le butta!! Impedisce ogni altra contestazione da parte del fisco. Crea un condono tombale! Fa tornare legale un capitale che e’ illegale! Dunque da’ una mano alla mafia e al malaffare! Aiuta il narcotraffico, il racket, ogni sorta di sporco reato! Lo premia!!
In Usa perfezionano una lotta all’evasione, qua legalizzano comportamenti criminali!! E’ pazzesco!
Per di piu’ i primi 2 rientri tremontiani di capitali neri hanno dato un gettito molto inferiore al previsto consolidando la pratica dell’evasione, invece di combatterla
Se Tremonti va avanti cosi’, allentando le maglie della lotta all’evasione, recuperando solo l’1%o dell’evasione scoperta, condonando reati fiscali e finanziari e facendo altri condoni per far rientrare col premio all’1% un po’ dei capitali esportati, marceremo dritti alla rovina

Ogni giorno questa gentaglia si inventa una scusa per giustificare l’obbrobrio appena compiuto, oggi e’ una legge unica al mondo che regala ad evasori e corrotti un premio in depenalizzazione e bassezza fiscale, un vero insulto ai cittadini e un premio ai disonesti, un condono penale e fiscale ai capitali sporchi e ai reati tributari e finanziari, che Tremonti e Berlusconi hanno congegnato per quegli evasori e corrotti che hanno fondi neri nei paradisi fiscali,63 ne ha la Finivest!
Una legge ad personam con cui B riporta in Italia qualche briciola del suo patrimonio immenso, quello che ha rubato allo stato italiano, a noi cittadini, frodando le tasse, nelle in cui nel contempo ha depenalizzato tutta una serie di reati tributari e finanziari, falso in bilancio in testa, come non fossero mai esistiti
Allora, per giustificare questo obbrobrio, ci dicono di tutto: che questi soldi servono ai terremotati, che saranno messi in una politica di incremento ai consumi, che ne faranno ammortizzatori sociali.. ieri sera quella bella faccia della Gelmini ci viene a dire che serviranno ad accogliere nelle scuole i bambini extracomunitari, a cui intanto viene messo un bel tetto del 30% (Chissa’ cosa ne pensa l’Europa?), mentre lei taglia ben 86.000 posti di lavoro agli insegnanti!
Ora ci manca che l’ultima faccia di tolla del Governo ci venga a dire che i soldi rientrati col condono fiscale fatto alla mafia e alla corruzione serviranno per la lotta alla mafia e alla corruzione e siamo a posto!
Fa bene Michelle a tenere B a distanza di braccio!
Se va avanti cosi’, il premier sputtanato, per incontrare Obama, dovra’ fargli un appostamento in aeroporto come ha fatto col Papa
Credevo facessero cosi’ gli amanti respinti e i rompicoglioni, vederlo fare a un premier avra’ prodotto qualche titolo sui giornali, ma non ha certo giovato alla sua reputazione! A questo e’ arrivato? A rimpiattarsi negli aeroporti come un ladro per fingere un incontro di convenienza che finora gli e’ stato negato?

Le foto proibite da Berlusconi. EL PAIS mostra in esclusiva le immagini … Tutti, tranne quello di Berlusconi. Il suo fotoservizio mostra qual’e’ …

..
Obama: la democrazia non si impone
Paolo De Gregorio

Nel massimo consesso mondiale, l’ONU, Obama ha capovolto la tradizionale politica estera USA, basata su criminali interventi “preventivi”, ossia mano libera di intervenire in qualsiasi scenario, per mantenere l’egemonia imperiale su buona parte del pianeta.
Ma la svolta non vale niente se non si parla di ritirare immediatamente i 130.000 soldati americani ancora in Iraq e i 50.000 in Afghanistan.
Dalla fine della seconda guerra mondiale ai nostri giorni, tutta la politica estera americana si e’ concentrata nel creare le condizioni affinche’ in America Latina, in Africa, in Asia e nella stessa Europa, si affermassero governi a lei favorevoli, intervenendo pesantemente con finanziamenti occulti,consiglieri militari,ideazione di colpi di stato, installazione di basi militari, provocazioni orchestrate dalla Cia, il tutto con l’alibi di ferro di voler fermare il comunismo, sostituito poi dopo il 1989 dall’altro alibi: fermare il terrorismo.
In Europa i finanziamenti alla DC anticomunista, l’appoggio al colpo di stato dei colonnelli fascisti in Grecia, fino ai recenti fiancheggiamenti delle “rivoluzioni arancione” nell’Est europeo, le centinaia di basi militari, testimoniano la feroce volonta’ di determinare l’evoluzione politica di altri paesi, con metodi che nulla hanno a che fare con la democrazia, creando anzi risentimenti e reazioni che spesso nel tempo si trasformano in terrorismo.
Gli Usa lo hanno sempre saputo. Infatti sono loro a creare la reazione terroristica, per poi intervenire contro questo “cancro che minaccia la sicurezza di tutti”.
Fino a adesso ha funzionato cosi’: fabbricano i terroristi (Bin Laden compreso), e poi arrivano i nostri, come salvatori del mondo a combatterli.
Non c’e’ una sola voce nella “libera stampa” che riconosca una semplice verita’, come la storia ci insegna, ossia che cio’ che viene definito terrorismo non e’ altro che l’unico modo possibile di reazione di chi vede invasa la propria terra da truppe straniere, e a cui sia stato imposto un governo “democratico” (fantoccio), come in Iraq o in Afghanistan.
I partigiani italiani erano terroristi per i tedeschi, i partigiani algerini erano terroristi per i francesi, i partigiani vietnamiti erano terroristi per gli americani, i partigiani ceceni sono terroristi per i russi, i palestinesi sono terroristi per gli israeliani che gli hanno rubato la terra, e continuiamo con l’ingannare la gente e a fare le guerre con la favola della lotta al terrorismo.
Per capire fino a che punto possa far comodo il pericolo terrorista, non vi e’ dubbio che gli Usa abbiano consentito (non preparato) che l’11 settembre vi fosse l’attentato alle torri gemelle (tanto e’ vero che gli ebrei quel giorno non andarono al lavoro negli uffici delle torri), sapendo che poi sarebbero stati autorizzati dalla opinione pubblica a qualsiasi ritorsione in qualunque parte del mondo, meglio se con obiettivi petroliferi.
Se veramente volessimo capire in buona fede quale e’ l’origine del terrorismo, dovrebbero essere ritirate tutte le truppe straniere presenti nel mondo, Cecenia compresa, e vedremmo che il fenomeno si scioglie come neve al sole.
La frase di Obama “la democrazia non si impone”, se fosse seguita coerentemente, sarebbe la frase piu’ pesante di tutta la STORIA, la fine degli imperi, delle ingerenze, la chiusura di tutte le basi militari fuori dai confini nazionali.
Magari si innescherebbero guerre locali, regolamenti di conti, come fu per gli Usa che fecero una sanguinosa guerra civile tra sudisti e nordisti, ma sarebbero guerre di assestamento, brevi, se non alimentati dall’esterno.
Ci sarebbero stati 50 anni di guerre tra palestinesi e sionisti senza l’appoggio americano in armi e politica a questi ultimi?
Spero che il cancro dell’imperialismo che Obama vuole estirpare non gli costi la vita. Circoli militaristi e degli interessi del blocco industriale-militare hanno negli Usa una potenza smisurata, e se vedono minacciati i loro affari o il loro ruolo, sono in grado, insieme a parti dei servizi segreti, di far uccidere anche un presidente. Democraticamente s’intende!
..
Mariapia manda:
A questo indirizzo di youtube e’ registrato un video con un ancor giovane e vivo Michel Foucault e un pure giovane Noam Comski.
Ci sono i sottotitoli in italiano e il breve video riguarda il futuro dell’uomo.
Foucault parte da “chi siamo” per capire cio’ che accade all’uomo e Chomsky enumera i beni spirituali, morali e materiali che possono fare della creatura uomo un essere veramente umano.

www.youtube.com/watch?v=nhr6cNHyHfE

Donne italiane che continuano ad amare tanto
Doriana Goracci

“Chissa’ se hai letto l’ultimo messaggio” . La curiosita’ mi spinge avanti: “Dopo lo strazio dei funerali, la fidanzata di Giandomenico Pistonami, Zueca Pizzo, come riporta il “Corriere di Viterbo”, ha affidato il suo saluto in una lettera che sara’ pubblicata, insieme ad altri documenti simili dei parenti delle vittime, sul mensile “Panorama” che sara’ in edicola questa mattina.”Mi hai comprato una tv enorme che avremmo messo nella nostra casa dopo il matrimonio, ha scritto Zueca nella lettera affidata al settimanale – Da quella tv ho sentito i telegiornali che annunciavano la tua fine. Ti abbiamo parlato l’ultima volta il 15 settembre. Il 16 sera non c’era campo, ho mandato un sms. Chissa’ se l’hai fatto in tempo a leggerlo quella mattina del 17 settembre, quando tutto e’ finito”
L’ ho letto su un quotidiano online, Viterbo Oggi.
La pagina della buona cronaca si arricchisce di un altro contributo: “Donna soldato in servizio a Viterbo vince un concorso di narrativa.Il tenente Carla Brocolini con un racconto durante la missione di pace in Afghanistan
Il tenente Carla Brocolini, pilota di aereo in servizio presso il Comando aviazione dell’Esercito di Viterbo, ha vinto il primo premio del “Concorso di Narrativa” organizzato dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia (Unuci) presso la Scuola di telecomunicazioni delle Forze armate di Chiavari. Il tenente Carla Brocolini ha vinto il premio con un’intensa pagina di diario che racconta della morte di un collega e amico durante la missione di pace in Afghanistan. Il concorso era riservato a chi abbia prestato o presti servizio nelle Forze Armate o nei vari corpi di polizia, oltre a Croce Rossa Italiana, Vigili del fuoco e Penitenziaria”.
Aggiungo io un’altra pagina, forse non ugualmente intensa, scritta da Franca Caliolo che il 30 settembre prossimo assistera’ alla prima udienza preliminare del processo penale dopo tre anni, per accertare le responsabilita’ dell’incidente mortale accaduto negli impianti dell’ Ilva di Taranto al marito Antonino Mingolla.
“Amore mio, e’ passato un anno da quando non ci sei piu’. Quante volte mi sono chiesta se non sentivi lo squillo della mia chiamata, se proprio in quel momento cadevi, se pensavi a noi. Di quel giorno posso ricordare tutto, posso anche rivivere lo straziante dolore di una realta’ dura da accettare, cosi’ dura da far crescere in un attimo i nostri ragazzi, proiettati improvvisamente davanti alla morte, quella del loro adorato papa’. Voglio credere che quel giorno il Signore ti abbia fatto cadere tra le sue braccia, per portarti a vivere una felicita’ mai provata prima. Voglio credere che tu sia qui tra noi, che continui a proteggerci col tuo amore e la tua tenerezza. Dev’essere cosi’, altrimenti non saprei spiegarmi perche’ continuo ad amarti tanto e ad avere la forza di vivere senza di te”.
Franca non ha vinto nessun premio letterario, Franca non e’ stata e non sara’ pubblicata da nessun Periodico illustre. Franca Caliolo aspetta solo la data del prossimo 30 settembre. “Ovvero, tre anni, cinque mesi e dodici giorni dopo la tragica scomparsa di Antonino Mingolla. L’appuntamento e’ quello dell’udienza preliminare del processo penale per accertare le responsabilita’ dell’incidente mortale occorsogli negli impianti dell’Ilva di Taranto. Antonino era dipendente della CMT, ditta appaltatrice per lavori di manutenzione all’interno del cantiere Ilva. Nel pomeriggio del 18 aprile 2006, durante la sostituzione di alcune valvole sul condotto principale del gas “afo”, utilizzato come combustibile per fondere l’acciaio, Antonino mori’ avvelenato a 46 anni da esalazioni circa venti volte superiori il livello tollerabile. Era, a detta di chi lavorava con lui, «esperto, attento, prudente». Ilva e CMT hanno violato le prescrizioni sulla Sicurezza? L ‘Ilva non ha mai presentato le sue condoglianze ai familiari delle numerose vittime cadute nel corso degli anni, neppure per telegramma. La CMT ha dichiarato fallimento nel 2007. Portavoce di entrambe le aziende hanno in qualche modo dichiarato che la morte di Antonino e’ avvenuta per sua responsabilita’”.
A dicembre del 2008, iniziavo un articolo dedicato a Franca Caliolo e a quanti sono morti sul lavoro, come adesso lo concludo: “Forse e’ gia’ passato una anno da quando mi trovai a leggere una strana lettera, dapprima appariva scritta da un uomo, poi capii che era una donna a scrivere e lui era morto, all’Ilva. E cosi leggo che non ha scritto solo una lettera… Inizio dalla fine, il 6 dicembre di quest’ anno, per arrivare alla sua testimonianza, la fine del suo amore e l’inizio di un altro tipo di amore che cammina e lotta e non vuole viverlo da sola”.
Sono storie di donne, molto diverse tra loro, che continuano ad amare tanto, anche nella loro lotta contro il silenzio, anche nel vestito o nella divisa che indossano e di cui sono fiere, dei loro amori morti per alcune, vivi per altre, non so per quali assurde cause di pace o di lavoro sul Fronte dell’Esistenza.
Ritornando al primo messaggio letto sulla cronaca locale, Viterbo Oggi o chi per esso, facendo emergere questi messaggi li descrive come “Sentimenti che continuano ad intrecciarsi e che in questo momento fanno di Zueca quella voce, estremamente presente, dove invece il silenzio del dolore invoca solitudine”.
Scusateci se non ci sono donne, non siamo Anno Zero, ma facciamo di tutto, credeteci,
per intrecciare Legami d ‘Acciaio, mettere insieme il pranzo con la cena fosse pure una ribollita, scrivere per certe invisibili, forse analfabete, che viaggiano verso la terraferma, approdano in Case D’accoglienza e Protezione, definite anche Cpt prima, oggi Cie e scusateci sopratutto, perche’ zitte non ci staremo mai.
Doriana Goracci
«L’elaborazione di un lutto non e’ mai facile se riguarda una persona che si amava molto ma, quando le cause della morte portano ad affrontare un processo, allora tutto diventa piu’ difficile. Cio’ perche’ infinite volte se ne devono ripercorrere le circostanze, riesaminare i particolari. E quanto piu’ a lungo il processo si trascina, tanto piu’ e’ difficile riappacificare i ricordi».
Franca Caliolo
..
Isole di resistenza

In Emilia Romagna (amministrata da quelli che il Ministro Brunetta chiama, con gentile eufemismo, “sx di merda”):
-la Regione rifiuta le ronde di Maroni e ricorre alla Corte Costituzionale. Della sicurezza si occupi la polizia senza inutili interferenze e sovrapposizioni. La Regione ha gia’ una legge sulla sicurezza, la legge regionale del 2003, e accoglie associazioni di cittadini, senza cani, armi, divise o anfibi, volontari pacifici che civilmente fanno gia’ un’opera di presidio soft del territorio. Di questi nessuno si e’ iscritto nel registro del Prefetto (anche la Toscana si e’ aggiunta a questa protesta contro le ronde)

-la Regione Emilia Romagna rifiuta le Centrali Nucleari. Non basta chiedere alle Regioni un permesso non vincolante. La materia del nucleare, per la sua pericolosita’ per l’ambiente e la popolazione, non puo’ essere decisa autonomamente dall’alto ma deve essere discussa tra Stato e Regioni. Anche l’Emilia Romagna fa ricorso alla Corte Costituzionale. La legge vi’ola una competenza specifica della Regione e un dovere di tutela del territorio.

Speriamo solo che questi esempi siano imitati.

-l’Ospedale Rizzoli di Bologna e’ la prima struttura pubblica della Regione autorizzata alla produzione di staminali per la medicina rigenerativa
ma esse non si iscriveranno nel registro del Prefetto.
..
Luigi Stefanini scrive:
Costituzione

Art. 3 “Tutti i cittadini hanno pari dignita’ sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali o sociali.”
(invece “lodo Alfano” )

Art. 9 “ La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.”
invece sempre tagli alla Scuola … e cervelli in fuga )

Art. 21 “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non puo’ essere soggetta ad autorizzazioni o censure.”
(invece legge sulle intercettazioni e informazione imbavagliata)

Art. 54 “Tutti i cittadini hanno il dover di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore…”
(invece si va contro la Costituzione … e a puttane)

Dlla nuova riforma Costituzionale di S.B
Art. 1 L’Italia e’ una Repubblica…delle Banane. La sovranita’ appartiene al popolo…della Liberta’.
Art. 3 Tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge, tranne me.
Art. 9 La Repubblica boccia lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Art. 10 Lo straniero non ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica.
Art. 21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il mio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa puo’ essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Art. 54 Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservare le mie leggi.
..
CONTRO IL RAZZISMO

Grande partecipazione alla fiaccolata contro l’intolleranza svoltasi a Roma su iniziativa del presidente della provincia, Nicola Zingaretti. In corteo per manifestare la loro protesta dopo gli episodi di omofobia e razzismo, esponenti politici di entrambi gli schieramenti dal sindaco Gianni Alemanno a Walter Veltroni.
“Se non sopporti chi e’ diverso da te: clonati”, lo slogan della Provincia.
Alemanno si mette dalla parte di chi protesta contro razzismo, omofobia, ecc. Benvenuto nella schiera della persone civili. Alemanno e’ una persona intelligente e furba. Ho idea che il nuovo corso di Fini e compagnia sia questo, ma per qualunque motivo lo facciano, se marciano insieme alla civilta’, fosse pure per distinguersi dalla Lega forcaiola e assassina e farsi una reputazione migliore, mi va bene.
..
Il Giornale
Viviana Vivarelli

Il Giornale giura di essere il quotidiano piu’ venduto d’Italia, vende invece pochissime copie, ha il bilancio in rosso, perde 32 milioni di € l’anno, per quanto riceva 2.582.00 € dallo Stato, cioe’ da noi
B, in premio dei buoni servigi (resi secondo accordi aggredendo la Cei e Fini) vuol regalare al pitbull Il giornale facendone l’editore
E’ questa la cultura che Brunetta intende sovvenzionare?
Inutile replicare che B non e’ proprietario de Il giornale, di cui risulta editore il fratello Paolo. Sappiamo tutti benissimo che non fa nulla Paolo che Silvio non voglia e che la proprieta’ ‘di fatto’ dei beni di B va ben oltre le sue proprieta’ formali (e l’ubbidienza vile di Mauro Masi lo conferma. Quando il direttore generale della Rai si mette a libro paga della concorrenza, non siamo in una hp da recessione in tronco per tradimento?)
La cessione de Il giornale permetterebbe a B di sembrare piu’ credibile quando dichiara di ‘dissociarsi’ dagli articoli infamanti del pitbull, il quale lavorerebbe comunque per la stessa banda
Peccato che, economicamente, l’operazione presenti molti problemi. Il pitbull infatti, non vuole un giornale in perdita. Lo vuole gratis e con ricca dote. Al momento si e’ buscato l’esorbitante cifra di 15 milioni di €, piu’ 3 milioni l’anno di stipendio. E 5 milioni l’anno vanno a Belpietro per Libero!
Lui ha smentito, ma cio’ risulta dalla Federazione Nazionale della stampa
Non c’e’ che dire che B la ‘sua’ cultura la sovvenziona!
E c’e’ chi si scandalizza se Grillo guadagna un tot coi suoi spettacoli!?
Consideri ogni precario, specie della stampa, che Fe prende ogni giorno che passa in terra 8.219 €!!
E, se consideriamo anche il bonus, becca 49.300 € al giorno, per scrivere quello che scrive, fanno 98 milioni delle vecchie lire! !!
Ma e’ inutile parlare col pitbull, abbiamo visto ad Annozero qual’e’ il livello della sua corenza, ogni frase finisce smentendo quello che aveva affermato all’inizio, un problema gravissimo di sconnessione semantica.
..
L’iter delle querele di B e’ perlomeno tortuoso
Viviana Vivarelli

Si querelano in blocco 5 giornaliste dell’Unita’ che si sono permesse di riferire le frasi di Feltri che aveva definito B ‘impotente’ ma non si querela Feltri per aver detto che B e’ impotente, anzi gli si danno 15 milioni (milioni!!!!) di premio!
Si querelano i giornalisti che hanno scritto che utilizza un numero impressionante di escort (che fino a prova contraria sono prostitute a pagamento) ma non si querela Ghedini che ha definito B un utilizzatore finale.
Si querela Repubblica per aver riferito frasi pronunziate dalla D’Addario e da Noemi ma non si querela ne’ la D’Addario ne’ Noemi.
L’intorcinato e mentalmente disturbato. Feltri ha la faccia di dirci ad Annozero: “Non ho mai detto che B e’ impotente (peccato che l’abbia scritto), ma, ovviamente, uno che ha 73 anni e che gli e’ stata tolta la prostata non puo’ fare tutto quello che gli attribuiscono. Se riesce a fare qualcosa…”
Il meglio pero’ e’ B che querela chiunque faccia del gossip sulle sue prodezze sessuali e non perde occasione per reclamizzare le sue prodezze sessuali.
Che voglia querelare se stesso?
Ma un premier che porta le escort a letto barattando prestazioni sessuali estenuanti in cambio di un seggio europeo o amministrativo o le fa addirittura Ministro, come fa a essere creduto quando dice che lui le donne non le paga ma le conquista? Non dovrebbe suscitare sghignazzate e schifo generale? Si rendono conto questi del Pdl di quanto sono inverosimili e ridicoli?
La Carfagna tre anni prima di essere fatta Ministro era una show girl di Piazza Grande.
Le candidate al Parlamento europeo sono state scelte da book di veline solo per la loro avvenenza e disponibilita’ sessuale e, se poi B si e’ ridotto a presentarne solo 3, e’ stato perche’ lo scandalo montava e i suoi collaboratori hanno forzato B all’ultimo minuto affinche’ ritirasse la squadra al completo, senno’ lui portava in Europa tutte le bellone in offerta che poteva. Oggi fanno a gara per fingere di dimenticarlo e mentono spudoratamente, ma nella scelta delle bellegnocche c’erano pure due ministri! E se non era per Veronica che ha chiesto il divorzio, l’intrallazzo sarebbe dilagato senza freni trasformando ogni incarico pubblico in marchetta sessuale.
Dice Franceschini: “La qualita’ del proprio comportamento dovrebbe avere un rigore piu’ alto della sua rilevanza penale!”
E credo che per un uomo politico questo valga molto di piu’.
Ma se B crede di pagare tutti con qualche intervista a Chi o da Vespa, insistendo con le menzogne e una politica sciagurata, sara’ proprio la sua condotta sessuale, a parte di tutti i suoi reati contro la Costituzione e la legge e la democrazia, ad affondarlo.
..
Strepitoso rientro di Annozero

Rapido e incalzante malgrado i tentativi di rissa di Belpietro.
Lo hanno visto 5.592.000 telespettatori, share 22,87%, contro il misero 13% , 3 milioni e 200.000 spettatori, che segno’ la forzatura di B a Porta a porta. (minimo di ascolti relativi), scalzando Annozero e Matrix per non avere concorrenti (vinse la fiction di Garko).
..
Di Pietro
Travaglio va in onda come ospite “abusivo” di Annozero.
La Rai segue B e perde soldi. Solo con la comparsata di B a Porta a Porta ha perso audience con una rimessa superiore ai 500 mila euro, qualcuno afferma anche oltre il milione. Le responsabilita’ di questo autolesionismo deve essere vagliato da un tribunale per accertarne le responsabilita’ della dirigenza Rai.
I disoccupati crescono esponenzialmente, 400 mila in piu’ negli ultimi tre mesi, l’erario si presenta a casa loro per incassare il canone Rai che in parte finisce nelle tasche di gente come Masi. Tra lui, Minzolini e Vespa non saprei scegliere chi dei tre brilla per maggior faziosita’ e servilismo politico. Dove passano loro crolla lo share, non crescono piu’ talenti e si perdono soldi.
La triade deve essere radiata dalla televisione pubblica poiche’ affetta dal “vizietto”, un insano comportamento con sfumature da delirio di onnipotenza, per cui le tivvu’ di Stato sono uno strumento di cui disporre per fini politici a dispetto dei contribuenti piu’ che un bene pubblico di cui hanno la responsabilita’ transitoria della buona gestione. Con il “vizietto” si spiegano le decisioni della dirigenza Masi che preme per cancellare programmi di punta, rimandarne l’avvio o boicottarli togliendo l’assistenza legale alle redazioni. E nel frattempo i dirigenti Rai bruciano milioni di euro pubblici mentre il suo CdA “bipartisan” rimane a guardare. In regia Confalonieri e B si fregano le mani e riempiono i conti di societa’ off-shore.
Tra qualche mese non ci sara’ bisogno di invitare i contribuenti a dare disdetta del canone RAI, ci penseranno da soli schifati da questo teatrino e la responsabilita’ di questo degrado sara’ ancora una volta politica e delle sue logiche spartitorie.
..
Scricchiola, scricchiola, oh come scricchiola!
E’ cominciata la transumanza?
Tremate, tremate le streghe son tornate!

..
Luca Telese passa a Il Fatto

Scrive Luca Landoni
Sono quelle notizie che ti lasciano di stucco, eppure e’ tutto vero. Una delle firme piu’ intelligenti del giornalismo italiano, quel Luca Telese di cui abbiamo imparato ad apprezzare la versione televisiva in Tetris – uno dei piu’ originali e liberi programmi della tv italiana – cambia parrocchia, se mi passate il termine. E lo fa nel modo piu’ clamoroso passando direttamente da una parte all’altra della barricata, ovvero dal Giornale di B al Fatto di Travaglio e Padellaro.
Il motivo lo spiega lui stesso in un editoriale sul suo sito personale, autodefinendosi giornalista di sx in un giornale di dx. Vediamone alcuni stralci.
“Dopo dieci anni passo dal Giornale al Fatto, non per fare un salto mortale, ma per il piacere di un gesto atletico. Ci vado dopo dieci anni trascorsi a scrivere una posizione di certo particolare, per alcuni addirittura “sospetta” (l’eterna sindrome dell’infiltrato), quella del “giornalista di sx” che lavora in un quotidiano di centrodx.”
.
Povero Facci!
Viviana Vivarelli

Licenziato! E non se lo aspettava! Effettivamente faceva un po’ pena ad Annozero
Gli si era completamente distorta la bocca, ma, viste le insolenze che quella bocca e’ stata capace di dire, la compassione lascia il posto a un: “E che se ne frega? Ben ti sta! Chi di laidume ferisce, di laidume perisce.
Finiscano cosi’ tutti gli altri alleati laidi di B! A cominciare da Minzolini, Masi e Vespa!
L’unica ammucchiata che riuscire a capire e’ una ammonticchiata fatta da costoro, giornalisti della carta e della tv, portavoce e pseudopolitici, che si sono venduti al golpe pidduista e mafioso, il laido Capezzone in testa.. e poi dargli fuoco!
..
Il BIL

News da quella che Brunetta chiama “elite della sx di merda”. Dalla Romagna:occorre abbandonare il metro del PIL, prodotto interno lordo, e instaurare come nuovo metro il BIL = Benessere interno lordo. Da questo punto di vista e’ la Romagna la terra del benessere.
Il BIL e’ il metodo di calcolo elaborato dalla commissione dell’economista Stiglitz (spesso citato da Grillo) e da Sarcozy.
Forli’-Cesena-Ravenna sono capintesta con 170 punti, 70 piu’ della media.
Bologna ne perde 22 (grazie al malgoverno congiunto di Guazzaloca e Cofferati) e si pone come 24° su 103 province, tutt’altro che il fiore all’occhiello della sx, ma che era un fiore nella polvere lo si era visto dal tempo di Vitali.
Rimini e’ ottava.
Roma perde 74 punti.
Milano e’ all’84° posto.
Il BIL calcola non le spese (anche un funerale o un terremoto o una guerra o una epidemia sono spese), ma le condizioni di vista materiali, salute, istruzione, rapporti sociali, partecipazione politica, ambiente, sicurezza economica o fisica ecc.
Come disse Robert Kannedy: «Il Pil misura tutto, eccetto cio’ che rende la vita veramente degna di essere vissuta».
Ovviamente a B del Bil non gliene puo’ importare di meno, valendo per lui il Pinp: Prodotto interno netto personale.
Potete vedere qui la classifica di 103 citta’ italiane in base al Bil, Benessere interno lordo

www.centrostudisintesi.com/javascript/scribite_editors/xinha/plugins/ExtendedFileManager/demo_images/49.pdf

La classifica e’ stata stilata da Sole24 ore (e non dalla sx cattiva)in base a 8 indicatori.
Potete cercare la vostra citta’ e misurare di quanto Bil godete.
Sembra evidente che le citta’ dominate dalla criminalita’ e dal malaffare finanziario e partitico (che sono le stesse governate dalla dx eccetto Napoli non si schiodano dal fondo del malessere) e sono:
Vibo Valentia
Ragusa
Agrigento
Taranto
Catania
Palermo
Caserta
Brindisi
Napoli (grazie Iervolino-Bassolino!)
Caltanisetta
Siracusa
.
Perche’ mi lascia fredda Franceschini
Viviana Vivarelli

Non ce l’ho con Franceschini ma gli chiederei alcune cose:
-come pensa di aumentare in Italia la democrazia partecipativa uscendo dal feudalesimo delle caste politiche
-cosa propone per il conflitto di interessi e le doppie cariche
-come pensa di regolare le frequenze tv
-quanto deve aspettare ancora Europa 7 per avere le frequenze a cui ha diritto
-e cosa si aspetta a oscurare rete4
-che intende fare circa la separazione delle carriere dei magistrati e la salvaguardia della magistratura
-come intende rispettare e migliorare i referendum popolari
-che pulizia intende prendere circa i pregiudicati in parlamento e persone alquanto infamate come Bassolino nelle amministrazioni locali
-qual’e’ la sua posizione sul divieto delle intercettazioni, il bavaglio alla stampa e quello al web
-davvero intende continuare la guerra in Afghanistan
-davvero intende lavorare insieme a B per cambiare il nostro stato e farlo diventare da repubblica parlamentare uno stato presidenziale con un capo del governo a poteri forti e direttamente eletto dal popolo
-che intende fare per eliminare il porcellum di Calderoli, annullare le candidature decise dall’alto e tornare a un sistema democratico che rispetti la sovranita’ popolare
-come intende migliorare la perversione dei 3 gradi di giudizio dei processi italiani, rendendo la pena tassativa e certa
-come intende modificare l’attuale sciagurato sistema fiscale italiano per un sistema all’americana con carichi e scarichi che renda trasparenti tutte le transazioni e permetta non solo una vera equita’ democratica ma anche la lotta alla mafia e al malaffare
-che intende fare per tornare a una equa meritocrazia, annientando clientelismi, nepotismi, lottizzazioni, appalti truccati, concorsi falsi, nomine interessate e simili

Per tutte queste cose il minimo che si puo’ dire e’ che il povero Franceschini non ha grinta nemmeno per un centesimo di quel che occorre.
..
RIDIAMARO : – )

Povera patria
Leopoldo Onorato

La candidatura della D’Addario e’ il classico esempio di democrazia che parte dal basso, dei pantaloni. Primarie sulla Salaria (per lei), proporzionale con sbarramento ai 24 centimetri (per lui). Rappresentano solo alcuni canoni di selezione all’interno del Pdl.
La Questione Morale sollevata da Berlinguer, ha lasciato il posto alla Questione Ormonale. Meno rigida e piu’ istintiva della prima. B, che ne e’ il primo sostenitore, si sta sbattendo per portarla nel Parlamento Europeo. Il nostro, fra qualche mese, sara’ vietato ai minori di diciotto anni. Il Vaticano ha chiesto al Premier chiarimenti: numeri di telefono, indirizzi e costi delle ragazze.
Il Pdl, Popolo della Libidine, arrivera’ al 75%. Cio’ significa che o noi, o almeno uno dei nostri familiari, ha avuto rapporti sessuali con il presidente del Consiglio. E’ chiaro ad esempio che tra D’Alema e Silvio la luna di miele e’ finita. Probabilmente D’Alema si e’ lasciato trasportare da un raptus di gelosia. La stampa europea guarda allibita. Quella italiana parla della stampa europea che guarda allibita ad un Paese occidentale del Mediterraneo, che non puo’ essere l’Italia. L’Italia delle Liberta’.
..
CULTURAME

Delirio di Brunetta a Gubbio contro il Festival di Venezia
«C’e’ una parte di questo paese, il 20-30-40%, che non rischia nulla. E’ l’Italia della rendita, dei furbi, dei fannulloni… l’Italia peggiore, opaca, sporca… I parassiti dei teatri lirici, i finti orchestrali, i finti cantanti, i finti scenografi… cui stiamo sulle scatole perche’ gli stiamo facendo un mazzo cosi’. E io mi onoro di essere il distruttore di questa rendita parassitaria infame»
E’ caratteristica dei regimi piu’ retrivi, fascista o comunista, attaccare la cultura come parassitaria e priva di valore
Uno dei piu’ “alti” rappresentanti del nostro regime in fieri, Brunetta, lo fa (una nota squisita che ancora ci mancava)
Dopo l’attacco a magistrati, giornalisti e insegnanti, l’attacco agli uomini di cultura aggiunge una nota in piu’ a questo governo cialtrone, inefficiente, incolto e depravato

www.youtube.com/watch?v=ENcAPbd4nKM

Anatemi ed invettive feroci contro i registi, parafondellati con un sarcasmo degno del peggior Bagaglino.
Con odio compiaciuto Brunetta ripete la parola CULTURAME agli intellettuali, che considera oziosi mistificatori, essendo per lui la cultura priva di alcun valore e utilita’
Si riappropria di una parola dello Scelba degli anni piu’ bui e chiede a Bondi di chiudere il FUS, che finanzia l’industria culturale italiana, l’Arena di Verona come il Teatro Fenice di Venezia, la Scala come la Biennale.
“Esiste un culturame parassitario che spunta sentenze contro il proprio Paese: ed e’ quello che si vede in questi giorni alla Mostra del cinema. Esponenti, di un’Italia leggermente schifosa”.
Poiche’ l’unica indicazione finora venuta dal governo per la cultura e’ quella schifosa di finanziare film a luci rosse, consigliare attrici tipo Noemi, abbassare a bordello la tv pubblica, finanziare convegni di Dell’Utri, e, vedendo di che tipo di KULtura si circonda il premier e quale consiglia alla tv, comprendiamo la minorita’ di Brunetta e il suo odio per un mondo a cui non appartiene.

Come B ha sposta il mite Giordano preferendogli una iena da soluzione finale, potrebbe spostare Brunetta al Ministero dell’educazione, obice prezioso in quella distruzione della scuola italiana che la Gelmini non compie in modo abbastanza truculento. Basta con le timidine, avanti i dissennatori!
Le sciagurate ovazioni a Gubbio sui suoi vaneggiamenti inconsulti spiegano perche’ siamo all’80° posto nella liberta’ di stampa nel mondo, a livello della Tailandia, al 24° posto per connessione a internet, primi nel mondo per patrimonio culturale e per eccellenza dei cervelli, ma costretti a dimettere i nostri beni d’arte e a cercare lavoro all’estero.
Brunetta valuta un settore da quanto rende in dane’. Da questo punto di vista le scuole sarebbero da chiudere in quanto a fondo perduto, il Parlamento pure, senza contare il milione di parassiti della casta politica. Ma sarebbe da licenziare subito anche un Ministro come lui che porta solo discredito e umiliazione al nostro paese.
Ripetendo il gesto dell’iracheno che lancio’ la sua scarpa contro Bush chiamandolo ‘Cane’ inviterei i miei connazionali a lanciare sul ministro, nano anche in senso culturale, un dizionario, in nome di una cultura da salvare contro la barbarie che avanza, una cultura di cui l’Italia e’ sempre stata prima nel mondo e che rimane, ancora, malgrado i Brunetta, i B e i Bossi, l’unica perla che ci onoriamo di portare alla storia della civilta’.
..
Beppe Giuglietti
Siamo certi che il “culturame” evocato da Brunetta sara’ tutto in piazza del Popolo a Roma il prossimo 3 ottobre, quando non si parlera’ soltanto di liberta’ dell’informazione, bensi’ anche dei saperi, della cultura, dello spettacolo. Esattamente di tutto quello cui la dx vuole mettere il bavaglio. La nostra solidarieta’ a Michele Placido e a tutto il mondo del cinema e delle diverse attivita’ culturali e’ scontata e doverosa. Ma e’ anche un appello sincero e forte perche’ la risposta avvenga attraverso una straordinaria mobilitazione delle coscienze.
..
A Bologna, ‘Teatri di Vita’ propone tre tipi di abbonamento: 99 euro intero, 49 ridotto, 2184 euro abbonamento Brunetta per chi condivide la tesi di Brunetta ed e’ giusto che paghi ogni spettacolo per quello che realmente costa.
Ma se, al contrario, pagassimo anche Brunetta per quello che effettivamente vale?

Brunetta versione rambo

Da www.1×100.net/blogzine/2009/09/12/cara-brunetta/
Cara Brunetta,
se non fossi la zappa che sei, proverei a spiegarti cos’e’ e a cosa serve quello che definisci il “culturame parassitario di merda”, di cui mi pregio di far parte. E non parlo dei cortigiani che lustrano i vostri festini, dei servetti da salotto che affollano le vostre tv, ne’ dei prodotti da carrozzone che finanziate con i soldi pubblici, amici di enti e fondazioni amiche. Mi riferisco a quella classe -senza classe- di gente che della cultura e della creativita’ ne ha fatto un mestiere e ci campa. I loro prodotti sono il punto piu’ avanzato di ricerca che il Paese ancora riesce ad esprimere, nonostante le zappe come te che ci governano fingano di non accorgersene. Sono i saltimbanchi dei contratti a progetto, il popolo dei 1.300 euro – quando va bene- del lavoro inventato prima ancora di essere fatto. Sono quelli che non provengono da nessun avanzo di cricchetta massonica, come te e il tuo padrone, avanzi da Prima Repubblica, che da venti anni saltano da un partito ad un consiglio di amministrazione, senza aver – per usare le tue stesse parole da scaricatore di water “lavorato un giorno in vita loro”.
Siamo noi ad alimentare l’industria dei media che ha consentito al tuo padrone di “scendere in campo” e circondarsi di cortigiani da ossequio e da voti. Siamo noi i subappaltatori delle sue redazioni, delle sue agenzie di comunicazione, i ricercatori dei botulini del tuo Capo sempregiovane. Siamo quelli che lavorano senza ferie ai “numeri zero”, siamo i numeri dei database delle vostre agenzie, che ballano, suonano, recitano, fanno ridere e piangere il vostro auditel. Per quelli come noi il Fus ha il numero chiuso da sempre, siamo onlus per costituzione. Siamo ricercatori a vita, abbiamo imparato la litania dell’impegno prima di tutto, della passione, dell’autopromozione. In una cosa, cara Brunetta, mi sento di darti ragione: siamo un popolo di merda, questo si’, altrimenti tu non staresti li’.
Tu sei esattamente il prodotto del “culturame parassitario di merda” che ti messo li’, causa e conseguenza del regime di zappe che rappresenti.

A.Pizzola – il parassita.
..
Se Brunetta ha un conto aperto con la natura perche’ se la prende con la cultura?
L.O.
..
LA MIA SCARPA PER...
Il blog de Il Musico Impertinente ha indetto il premio La mia scarpa per… assegnato mensilmente. Ecco la “September top 5”, ossia la classifica dei primi 5 bersagli del “metaforico” lancio della mia scarpa:
Et voila’!

5° classificato …
Bruno Vespa!
Perche’ volersi ostinare a tutti i costi ad esercitare la professione di giornalista nella tv pubblica (teoricamente pluralista), quando svolge ottimamente quella di Ministro per la Propaganda, cosi’ come non si vedeva in Italia dal Ventennio?

4° posto
Maria Stella Gelmini!!
“I carceri” non sono istituti di pena detentiva per soli uomini! Quindi, gentile Ministra, il plurale de “il carcere” e’ “le carceri” (sia per uomini che per donne). Per Lei, amante di grembiulini, fiocchi, maestri unici etc. come premio speciale un cappello con la scritta “asina” di collodiana memoria e la possibilita’ di poter ripetere l’esame di V° elementare. A Reggio Calabria? Non se ne parla nemmeno! L’esame lo terra’ presso la scuola elementare di Pacentro (AQ) per anni risultata essere una delle migliori scuole della provincia aquilana e che adesso rischia di scomparire, come tutte le scuole di montagna, grazie alla sua lungimirante riforma.

3° posto
Maurizio Sacconi!!!
Il Tar del Lazio ha sentenziato che «a nessuno puo’ essere imposta l’alimentazione forzata se esprime la volonta’ di interrompere terapie giudicate inutili», e inoltre che «la volonta’ del paziente prevale su tutto, sia che la esprima a voce sia che sia espressa per iscritto o in altre forme».
Come far capire al Ministro che la legge sul testamento biologico in discussione in Parlamento e’ anticostituzionale perche’ alimentazione ed idratazione sono terapie a tutti gli effetti ed imporle ad ogni costo lede la liberta’ dell’individuo di decidere della propria vita? Ma lo so, il buon Sacconi non vuole dispiacere qualcuno oltretevere.

Piazzamento d’onore con grande merito e’…
Renato Brunettaaaaaaaaaa!!!!
Con l’invasato exploit contro il “parassitario culturame italiano” e’ andato molto vicino ad essere lui il vincitore, se non fosse che il 1° classificato e’ un vero fuoriclasse irraggiungibile. La giuria comunque ha deciso per una scarpa un po’ speciale, n° 27, proporzionata alla statura… morale del nostro protagonista.
P.S. Caro Brunetta, cantare sulla gondola “sul mare luccica l’astro d’argento…” non equivale proprio ad essere un musicista!

The winner is… Il vincitore del premio “La mia scarpa per…” non poteva essere che lui,
Silvio Biiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!, il miglior presidente dall’epoca di Cesare Augusto (allo stesso periodo risale l’ultimo unto del Signore! Noi invece oggi li abbiamo raccolti in un’unica persona, unto + miglior statista!).
La doverosa motivazione e’ molto legata al gesto del caro Muntazer al-Zaidi, di cui farebbe la felicita’, perche’ la “giuria” del premio ha assegnato la palma d’oro al papi nazionale per la saggia decisione di intervenire nella guerra d’invasione in Iraq a fianco di Bush, tacendo che la questione irachena era un’impostura perche’ in realta’ si trattava di una guerra a tutti gli effetti e non di una missione di pace. Soprattutto senza mai chieder scusa al popolo iracheno, ai soldati e ai civili italiani morti in quella finta missione di pace. Cosa che il piu’ grande demente della storia degli Stati Uniti ha avuto almeno il coraggio di fare. In Afghanistan la storia si ripete?
Un pensiero affettuoso ai familiari delle vittime dell’attentato a Kabul.
Irachenamente (alla Muntazer al-Zaidi) impertinente,
Paolo
dimodica-micromega.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/09/
..
…e ricordiamoci sempre:
“Fatti non foste a viver come bruti”
Ma, anche Dante, secondo Brunetta, non fu altro che un parassita, per non parlare di San Francesco, patrono d’Italia, ma forse oggi sarebbe miglior patrono Pietro Bernardone, il ricco mercante suo padre.
..
Le norme di Brunetta antifannulloni sono state abrogate perche’ incostituzionali

E tutte le altre norme idiote e antiumane di Maroni o Bossi contrarie alla Costituzione, al diritto europe e al diritto internazionale, seguiranno la stessa sorte. E quando saranno abolite anche le norme ad personam con cui B depenalizza se stesso, si rende improcessabile e si arricchisce a spese dello stato italiano, o le norme che premiano i furbi di stato e i criminali mafiosi, o quelle che incaprettano i diritti civili dei cittadini, del governo B non restera’ che un ricordo infame
Doveva essere la ‘rivoluzione’ del Pubblico Impiego la normativa ‘antifannulloni’ che prevedeva disposizioni penalizzanti per gli impiegati pubblici, tra le quali indennita’ di malattia ridotta, e fascia di reperibilita’ per i dipendenti in malattia estesa praticamente a tutta la giornata (con un’unica ‘ora d’aria’ dalle 13 alle 14)
Le fasce orarie di reperibilita’ sono tornate 2 di 2 ore ciascuna, la certificazione medica e’ stata nuovamente affidata al medico convenzionato, e sono state abrogate alcune delle norme che prevedevano penalizzazioni economiche.
Tutto sparito ma questa volta non ci sono state “fanfare”.
E i poveri ‘gnurant del Pdl continueranno a credere che tutto va bene e che l’assenteismo e’ stato sconfitto
Brunetta non rilascia nemmeno una misera dichiarazioncina alla stampa. Come mai?
..
Paolo
Meno ministri, piu’ orchestre: con quel che ci costano questi politici, tra annessi e connessi, basterebbe tagliarne un po’ per far rinascere la Cultura, l’Arte e l’Istruzione nel nostro paese.
«La rendita fa male e soprattutto produce mostri», come quei parlamentari abusivi non eletti dal popolo, ma beneficiari di rendita a vita. Che provino loro a confrontarsi col mercato!
..
B candidato al premio Nobel per la pace…eterna.
Lo voto.

Bloggher
..
IG NOBEL
Viviana

Il premio Nobel a B e’ ovviamente una richiesta indecorosa.
Ci siamo fatti ridere dietro da tutto il mondo, ci manca anche che chiediamo un premio per il maggior promotore dell’ignominia dell’Italia nel mondo!
Non gli darebbero nemmeno il premio Sant’Agata de Goti sulla vignetta satirica perche’ una vignetta autosatirica vivente ovviamente non partecipa.
Pero’ due o tre settimane prima del Nobel viene dato il premio IG NOBEL,
e per darlo a B ci farei la firma pure io.
Vero e’ che finora questo premio e’ stato dato a ricerche scientifiche di dubbia utilita’ tipo le obbligazioni spazzatura o le melodie del meteorismo intestinale, ma tra la defecazione dei pinguini e i rapporti sulle guerre stellari, il mostro nostrano ci starebbe bene.
Titolo della proposta:
studio di come un animatore turistico da piano bar possa diventare uno statista assoluto, senza animare turismo ne’ imparare a suonare il piano di un bar, ma estrapolando consensi finanziari dalla mafia e dalla P2, veline permettendo.
Nessun dubbio sulla scientificita’ della cosa.
In quanto alla sua inutilita’, sarebbe un gentile eufemismo fermarsi al genere solo inutile.
Dal che si vede che anche le peggiori teppe di uno Stato possano avere talento artistico, unendo al loro utile il suo dilettevole.
..
MALCOSTUME
Viviana

La Gelmini ha detto: Basta col malcostume!
Le raccomandazioni non s’hanno a fare.
Da ora solo bei costumi: da coniglietta, da ministrina, da porno star, da escort, da velina dei camionisti, da lesbica del Grande Fratello….
.. ma no, hanno detto che per la festa di Halloween fa la zucca
praticamente le basta la candelina
Pero’ questo e’ accanimento.. non ci basta Gasparri?
ci credete che quando la vedo mi viene una pena..!
Ma se ognuno seguisse le proprie vocazioni naturali..
Lei la zucca
Gasparri lo zuccarolo..
..
Ma cosa coltivava ad Arcore il giardiniere che ha raccomandato la Gelmini?
Papavero da oppio?
Come diceva la canzone: Dopo di me nessuno…
..
Per passare dall’australopiteco all’homo abilis ci sono voluti 2 milioni di anni
Quanti ce ne vorranno per passare dall’homo votans insipiens al cittadino?

..
ANSA
Il presidente della Repubblica ha manifestato la sua ”profonda emozione” per l’importante risultato che il PARLAMENTO ITALIANO ha ottenuto, dopo anni di studio, di consultazioni a livello mondiale e che, con la collaborazione dei piu’ noti giornalisti di mediaset sara’ reso noto al prossimo G8.
Stando alle prime indiscrezioni, i nostri onorevoli sono riusciti a risalire al padre di QUI,QUO e QUA.
Questo grande enigma,che ha tolto il sonno per anni ai nostri parlamentari,e’stato risolto..!!!
-GRAZIE ,GRAZIE, GRAZIE A TUTTI INOSTRI GRANDISSIMI PARLAMENTARI PER LO SFORZO COMPIUTO,IL MONDO INTERO VI SARA’ GRATO…-
Cosi’ha concluso il suo discorso il presidente della repubblica italiana Giorgio Napolitano.

Charles Bukowski
..
Viviana
non mi dire che sono risaliti a Berlusconi anche qui
Ma allora non erano farfalle e tartarughine, come dicevano i maldicenti! Erano paperelle!
……
VAURO
Da Annozero

Mica potevamo fare la manifestazione per la stampa nella settimana in cui c’era la manifestazione
per i caduti!
Perche’?
Due funerali nella stessa settimana parevano troppi.
..
B:
Perche’ dare tanta importanza alla liberta’ di parola?
Tanto voi dite quel che volete e io faccio quel cha cazzo mi pare!
..
ABORTI
Franceschini:
“Penso che la coscienza civile di questo paese si sta spegnendo”
In qualcuno non e’ nemmeno nata.
..
A chi sta parlando Napolitano?
A nessuno, pare. Napolitano parla a se stesso.
E’ un soliloquio che sta diventando un vaniloquio.
E’ un caso limite anche per Brunetta.. praticamente il parassita della PA piu’ costoso d’Italia.
..
S’e’ dimessa la giunta di Taranto
Non aveva neanche una velina
Eppure, volendo, B avrebbe potuto fare uno sforzino…
..
22 domande a B
Viviana Vivarelli

-Come mai il 12 settembre 1936 non era con nessuna escort?
-Poiche’ in Libia si pratica spesso la fellatio senza guardare al sesso del proprio partner, ha avuto o no quale brivido retrospettivo entrando nella tenda di Gheddafi?
-Stessa domanda per la taiga di Putin
-Feltri e’ stato scelto perche’ lo batte in contraddizioni verbali? Si sa infatti che lei si contraddice tra una dichiarazione e l’altra, ma Feltri lo fa nella stessa
-Cosa pensano dei suoi exploit sessuali le zie suore?
-Topolaiev e’ caduto perche’ ne faceva meno di B?
-Quando Noemi e’ andata sulla costa Smeralda, ha avuto qualche attimo di tentazione?
-Ci spieghi, perche’ ci preme saperlo, ha attentato o no anche alla verginita’ di Rosy Bindi?
-Come mai Minzolin, quando ha mandato in onda il suo intervento al G20, non ha messo, come si usa, la folla plaudente di un altro oratore, ma ha mostrato solo Frattini e la Prestigiacomo in delirio?
-Se il Papa decidesse di invitarla, chiederebbe questa volta, oltre alla comunione per i divorziati, anche quella per i puttanieri?
-Quando ha scelto Brunetta, cosa esattamente ci ha visto di sessuale?
-E’ vero che l’unico testimone rimasto a suo favore che giura sulla propria testa e’ Bondi?
-Alle cene di Arcore, quali bocconcini sceglieva per Mangano?
-Come mai le sue escort somigliano tutte a Veronica? Il 90° amore non si scorda mai?
-Gliel’hanno finalmente detto che in inglese il lei non esiste?
-Va bene che la storia la ignora, ma quanto deve ancora passare prima che le dicano che il comunismo in Italia non esiste?
-E’ vero che ha eliminato l’Istat per fare i sondaggi guardando che macchine passano al Gran Premio di Monza?
-E’ vero che ha dato 15 milioni a Feltri perche’ parlasse e altri 15 perche’ tacesse?
-E’ vero che Brunetta ha messo tra le prove di attaccamento al lavoro dei dipendenti pubblici il torcicollo?
-E’ vero o no che nella Finanziaria aveva chiesto ingenti rimborsi per il silicone, il parruccone, taccone e il cerone?
-Se quando era nel cuore degli italiani aveva 700 guardie di scorta, quante ne ha ora che gli e’ sceso ai testicoli?
-Perche’ le fanno solo 10 domande e non un milione?
..
Sembra che in Italia la febbre suina non esista, abbiamo la febbre tartarughina, instillata dal suino di turno.
..
Povero Zapatero, quando ha incontrato B era esterefatto e livido in volto mentre avveniva lo sconcertante tete a tete con un giornalista di El Pais e Berlusconui replicava avendo bene in mente il suo pubblico italiano, si parla a nuora perche’ suocera intenda.
Zapatero gode di un consenso calante nel suo paese e l’incontro con B non gli ha giovato, e’ stato molto criticato anche per aver incontrato B a Villa Certosa, si e’ scusato dicendo che quando riceve l’invito di un capo straniero non puo’ decidere il posto e subdolamente B ha proposto Villa Certosa per riqualificarla, per quanto resti spregevole questo suo vezzo di usare le sue ville private per funzioni di rappresentanza pubblica.
Anche B ha dovuto accettare l’invito di Gheddafi nella sua tenda, ma un conto e’ una tenda, un conto un bordello.
Tra le ultime scelte di Zapatero c’e’ stata la riduzione della pubblicita’ nella televisione pubblica (in Spagna non esiste canone), la concessione di abortire anche alle ragazze di 16 anni, l’aumento di pensioni e salari, una legge contro la discriminazione dei gay, il crocefisso tolto dalle scuole pubbliche…
..
Vignetta di Bucchi
Pace subito
Prontamente allontanato dalla sicurezza l’uomo che lo aveva gridato in Chiesa
(Si vedono due agenti che portano via un quadro col Crosto in croce)
..
http://masadaweb.org

2 commenti »

  1. Brunetta dovrebbe avere almeno il buon gusto di tacere visto che se in Italia c’è una persona che campa di rendita quella è proprio lui!Sono almeno venti anni che fa il ” consulente” del ministero e grazie a quella qualifica ha comprato decine di case dai ministeri e dagli enti pubblici a costi di assoluto favore, ha vinto il concorso di professore universatario non si sa come ( o meglio si sa benissimo)poichè non aveva uno straccio di pubblicazione e tuttora ne ha meno di uno scalcinato assistente volontario, è ministro perchè ….già, perchè? In pratica si becca una marea di stipendi pubblici solo perchè in televisione ha sempre fatto la parte del nanetto livoroso ed isterico ed osa parlare di rendite quando si sa benissimo che chi deve ringraziare per le “consulenze” sono Craxi e De Michelis che ora ha assunto, (mutasis mutandis) come consulente del suo ministero. Ministro, ci faccia il piacere, taccia!
    Michele

    Commento di MasadaAdmin — settembre 28, 2009 @ 3:32 am | Rispondi

  2. Cara Viviana,
    Mi permetto di dissentire su Franceschini.
    Mi sia consentito sperare che il PD prenda le distanze nettamente da chi effettivamente a fatto di tutto perché la legge sul conflitto di interessi non venisse attuata……mi riferisco a D’Alema.
    Berlusconi c’è perché D’Alema ed il suo esercito hanno fatto di tutto perché ciò avvenisse.
    Oggi mi dispiace ma non posso dare fiducia a quella parte della Sinistra (non è una parola sporca!!!!!) che mi obbliga a rompere dalla rabbia una televisione al giorno, che diventeranno due quando il Cavaliere della sfiga nominerà i vertici della “terza rete”.
    Franceschini è l’unico che apertamente ha ammesso l’errore imperdonabile del PD, diamogliene atto.
    E poi…..per favore non potendo per il momento resuscitare Berlinguer…speriamo nell’aiuto del Dottor Marino…..confrontiamo Franceschini con gli uomini e le donne che stanno di là…senza fare ne nomi ne cognomi….chiudiamo gli occhi ed immaginiamoli, ovviamente riapriamoli prima dei conati.
    Se c’è qualcosa da sapere che non so, a parte la grinta che parrebbe mancare, sono grato di conoscere.
    A presto
    Ugo Arcaini

    Commento di ugo arcaini — settembre 30, 2009 @ 7:55 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: