Nuovo Masada

luglio 12, 2009

MASADA n° 954. 12-7-2009. A forza di parole

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 7:18 pm

Parole, paroline, parolacce, parolette…un mondo di parole, ma nessuna e’ una parola seria.

Anche sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perche’ ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, ne’ il male stesso, quanto chi lo nomina. In modo che piu’ volte, mentre chi fa male ottiene ricchezze, onori e potenza, chi lo nomina e’ strascinato in sui patiboli, essendo gli uomini prontissimi a sofferire o dagli altri o dal cielo qualunque cosa, purche’ in parole ne sieno salvi.” (Giacomo Leopardi)
..
Silvanetta cita:
Il potere delle parole

Un giorno un maestro illustrava agli allievi la notevole efficacia psicologica delle parole e come gli uomini soggiacciano a tale potere come in stato d’ipnosi.
«Le parole, in se stesse, non hanno importanza, sono solo fattori secondari, non fatti reali. Eppure gli uomini si cibano esclusivamente di parole anziche’ di realta’.
Reagiscono positivamente o negativamente in base a parole amabili o ingiuriose».
«Non sono minimamente d’accordo!», ribatte’ un allievo alzatosi improvvisamente in piedi,
«Le parole non hanno un tale potere su di noi!».
«Lurido schifoso cane rognoso!»,
lo ingiurio’ il maestro preso da un violento raptus,
«Chi ti ha detto di alzarti! Rimettiti subito a sedere o ti faccio cacciare via a pedate!».
L’allievo, cianotico in volto dall’ira, ribatte’:
«Ma come, proprio tu, un maestro che reagisce in questo modo indegno?
Mi meraviglio di un tale comportamento! Vergognati!».
«Chiedo umilmente perdono», rispose pacato il maestro, «Non so cosa mi e’ successo.
Non era mia intenzione ne’ offenderti ne’ umiliarti.
Ti prego ancora di scusarmi».
A quelle parole l’allievo si rassereno’ e torno’ tranquillamente a sedersi.
A quel punto il maestro disse:
«Potete ora osservare il potere delle parole? Poche parole ingiuriose hanno ferito una persona e hanno provocato in lui un uragano d’ira.
Poche parole amabili lo hanno gratificato e reso tranquillo.
Qualche parola puo’ significare ira o tranquillita’!
Le parole sono solo fattori secondari, non realta’ effettive.
Eppure l’uomo non riesce a scrollarsele di dosso e, come imprigionato, soggiace al loro potere».
da Il Dito e la luna di Gianluca Magi

Rebecca riporta
Io conosco il segreto per far credere all’americano medio tutto cio’ che desidero. Datemi soltanto il controllo della televisione… mettete qualsiasi cosa in televisione ed essa diventa realta’. E se il mondo esterno alla TV contraddice le immagini, la gente iniziera’ a modificare il mondo per adeguarlo alle immagini della TV...”

(Hal Becker, “esperto” di media e consulente del management per The Futures Group, intervista del 1981)
..
Marco Travaglio – Zorro

Fra le tante parole che han perso il loro significato, anzi hanno assunto quello contrario, c’e’ “liberale”.
Ieri Ostellino, che ogni due per tre ricorda di essere un “liberale” (forse per convincere se stesso), scrive sul Corriere che Di Pietro e’ “autoritario” perche’ chiede al capo dello Stato di non firmare leggi incostituzionali, e “ha un certo seguito in quella parte dell’opinione pubblica che, negli anni 20, ingrosso’ in buona fede le file del fascismo”.
“Nelle democrazie liberali – spiega Ostellino – i politici non sono legibus soluti, ma sottoposti essi stessi alla Legge. Che e’ ‘uguale per tutti’”. Ben detto.
Peccato che le critiche al Quirinale riguardino proprio la firma sulla legge Alfano che rende “legibus solutae” le quattro alte cariche dello Stato, trasformandole in cittadini piu’ uguali degli altri.
Ma, anziche’ prendersela con quella legge e con chi l’ha voluta e avallata, Ostellino, liberale in crisi di identita’, attacca chi la contesta dandogli del fascista autoritario.
Altri noti liberali, come gli avvocati affiliati alla setta delle Camere penali capitanata da Oreste Dominioni, gia’ difensore di Dell’Utri, denunciano penalmente Di Pietro per “offesa all’onore e al prestigio del capo dello Stato” (art.278 Codice penale) a proposito delle pacatissime critiche rivolte a Napolitano in piazza Farnese. In qualunque altro paese i liberali difenderebbero il diritto di critica, tanto piu’ nei confronti di un’alta carica dello Stato che da sei mesi non e’ piu’ soggetta alla legge penale.
In Italia i “liberali”, quando qualcuno dissente, chiamano la Celere.
..
Manuela riporta
Il significato della parola uguaglianza e’ diventato omologazione.” (Sabina Guzzanti)
.
Vi
Ieri nani e ballerine
Oggi puttanieri e zoccole
(i nani sono aumentati)
Bel progresso!

..
Sara’ un segno?
Sembra ieri che Silvio e Mike mangiavano il minestrone insieme
E ora Murdock ha comprato Mike Bongiorno
Che sia l’inizio della fine?

Vi

Beppe Grillo si candida come segretario del Pd
Bene Beppe
Se non li puoi convincere da fuori
li puoi espugnare da dentro
Sarai sempre piu’ democratico di D’Alema
sempre meglio di Bassolino e di Cofferati
e piu’ preparato di Occhetto
meno subdolo di De Maria
e piu’ serio di Napolitano
e sicuramente meno obliquo di Violante
Ora pero’ io volevo votare Marino
Se ne possono votare due?


Beppe Grillo si candida al Pd

Il 25 ottobre ci saranno le primarie del PDmenoelle. Votera’ ogni potenziale elettore. Chi otterra’ piu’ voti potra’ diventare il successore di gente del calibro di Franceschini, Fassino e Veltroni. Io mi candidero’. Dalla morte di Enrico Berlinguer nella sinistra c’e’ il Vuoto. Un Vuoto di idee, di proposte, di coraggio, di uomini. Una sinistra senza programmi, inciucista, radicata solo nello sfruttamento delle amministrazioni locali. Muta di fronte alla militarizzazione di Vicenza e all’introduzione delle centrali nucleari. Alfiere di inceneritori e della privatizzazione dell’acqua. Un mostro politico, nato dalla sinistra e finito in Vaticano. La stampella di tutti i conflitti di interesse. Una creatura ambigua che ha generato Consorte, Violante, D’Alema, riproduzioni speculari e fedeli dei piduisti che affollanno la corte dello psiconano. Un soggetto non piu’ politico, ma consortile, affaristico, affascinato dal suo doppio berlusconiano. Una collezione di tessere e distintivi. Una galleria di anime morte, preoccupate della loro permanenza al potere. Un partito che ha regalato le televisioni a Berlusconi e agli italiani l’indulto.
Io mi candido, saro’ il quarto con Franceschini, Bersani e Marino. Partecipo per rifondare un movimento che ha tolto ogni speranza di opposizione a questo Paese, per offrire un’alternativa al Nulla.
Il mio programma sara’ quello dei Comuni a Cinque Stelle a livello nazionale, la restituzione della dignita’ alla Repubblica con l’applicazione delle leggi popolari di Parlamento Pulito e un’informazione libera con il ritiro delle concessioni televisive di Stato ad ogni soggetto politico, a partire da Silvio Berlusconi. Temi troppo duri per le delicate orecchie di un Rutelli e di un Chiamparino. Ci sono milioni di elettori del PDmenoelle che vorrebbero avere un PDcinquestelle. Con questo apparato affaristico e venduto non hanno alcuna speranza. Il PDmenoelle e’ l’assicurazione sulla vita di Berlusconi, e’ arrivato il momento di non rinnovare piu’ la polizza. Arrivederci al 25 ottobre!
..
Parole inglesi: ‘Catering’
Vi

Conclusioni del G8: il catering di B e’ stato molto apprezzato
Abbiamo eletto Presidente del Consiglio un organizzatore di catering
Giusta conclusione della politica dei magna-magna
.
Parole ormai desuete: G8
Vi
Visto che non e’ un organo decisionale e che le sue promesse sono solitamente disattese, non si potrebbe moderarne sprechi, sbafi e pompa? E considerarlo un noioso strumento di lavoro ordinario, da tenere all’ONU ogni settimana come promemoria di servizio, magari in videconferenza, senza famiglie, spettacoli, parate e doni? E soprattutto senza il servitorame mediatico e gli apparati di sicurezza che lo accompagnano? E che costituiscono uno spreco ormai non piu’ sopportabile di risorse che potrebbero esser meglio spese altrove?

Ronde antifumo
Vi
Grande novita’, di quelle della Lega di cui si vive meglio anche senza: ci saranno ronde nelle stazioni per beccare chi fuma. E nemmeno spinelli, ma normali sigarette. Incredibile! Le stazioni sono luoghi malfamati dove succede di tutto: spaccio, prostituzione, furti, accoltellamenti, accattonaggio… ma dove ora ci saranno le ‘ronde antifumo’ (Veneto leghista in testa!) con multe fino a 550 euro!
Verona e Treviso docent. L’antesignana Verona anzi aveva gia’ vietato il fumo nei giardini pubblici. Gli amministratori leghisti, che teste! Votano un mafioso ricattato da Provenzano ma guai a chi fuma! Questa si’ che e’ sicurezza! Particolare severita’ per chi fuma accanto a donne incinte.
(Sentita nella stazione di Treviso. “Scusi, signora, ma lei e’ incinta?” “ Solo da venti minuti ma sono tanto stanca, cio’!”)
.
Scudo fiscale piu’, scudo fiscale meno
Viviana Vivarelli

Intanto che la Lega si preoccupa del fumo, Tremonti legalizza per la terza volta l’evasione fiscale e il rientro dei capitali sporchi
Se sei onesto e denunci al fisco quello che prendi sei tassato al 33%, ma se sei disonesto, freghi il fisco e porti i soldi in Svizzera, li puoi tranquillamente rientrare al 2,5% ! E poi uno si meraviglia che c’e’ chi vota B!
2001 = scudo fiscale, 2003 =scudo fiscale, 2008 = e ridai con lo scudo fiscale!
E’ la famosa etica capitalista! I dodici capisaldi per un mondo piu’ onesto e trasparente!
Coi primi due rientri hanno pulito un malloppo di 78 miliardi di soldi sporchi con un recupero dell’erario di 2 miliardi. Alla faccia del riciclatore! Sara’ che Berlusconi i rifiuti urbani non sa riciclarli, ma quelli finanziari li ricicla benissimo!
E cosi’, mentre in USA chi frega soldi allo Stato e’ messo in carcere, da noi il Tremonti, tanto etico e solidale, quello che vuole dare una finanza pulita al mondo, gli evasori li premia. E a forza di premi abbiamo all’estero 550 miliardi che mancano nelle casse dello Stato e che da soli sanerebbero un terzo del debito! Una immensa fortuna sottratta al fisco, cioe’ a noi tutti. Grazie a questa gente tanto etica da fare lezione al pianeta, abbiamo l’evasione fiscale piu’ alta del mondo (300 miliardi l’anno) e anche il deficit pubblico piu’ alto del mondo. Ma c’e’ chi continua a dire che Tremonti e’ un grande Ministro e che Berlusconi e’ un grande statista. Insomma si va a fondo, ma contenti !
Dopo tutto nel 2001 B vinse le elezioni con lo slogan: “Meno tasse per tutti!”, per gli evasori certamente! Nel 2009 l’evasione, grazie a B e’ stata superiore al 2008, e’ cresciuta del 6,8% ma Tremonti giura di aver fatto di tutto per arginarla. E per fortuna!
Lo slogan di Berlusconi era addirittura che evadere le tasse era una lecita necessita’, essendo le tasse troppo alte, ma ripete questa storia da 15 anni e siamo al suo terzo governo e mai una volta che queste tasse le avesse abbassate per permettere a tutti di pagare il giusto!
Quando si chiede a Tremonti come mai ha allentato i controlli fiscali, lui nega, qualcuno ci spieghi allora come mai la meta’ dei contratti di affitto a Porto Cervo sono intestati a pensionati nullatenenti con la sociale card e abbiamo in Italia i maggiori acquirenti di panfili e affini come di macchine di gran lusso?
Possibile che l’unico problema di furto al paese che la Lega vede siano i migranti mentre il piu’ grande disinteresse copre questi che sono ladri pubblici e privati?
Ma allegri! Che’ il gaio porcellone con un colpo di coda ha depenalizzato tutti i reati finanziari!
La Fininvest ha cacciato soldi neri in 63 paradisi fiscali. B ne ha comprato addirittura uno! Noi votiamo per un ladro che frega i nostri soldi e mentre taglia lo stato sociale, le pensioni, gli ospedali e le scuole perche’ non ci sono soldi in cassa, tiene i milioni che ha rubato agli italiani in paradisi fiscali privati e, se mai l’Europa facesse sul serio vietandoli, vedrete una bella legge per cui chi li riporta precipitosamente in Italia, invece di pagare il 2,5%, lo ricevera’ dallo Stato, sempre dai soldi nostri, ovviamente!
Ma il comico e’ che B aveva assicurato che avrebbe fatto lo scudo fiscale solo in accordo agli altri paesi europei. Questo non c’e’. E chi se ne frega?
Ma noi dormiamo tra due guanciali, perche’ per fortuna ci sono le ronde anti-fumo!
..
Marino e lo stupratore
Viviana Vivarelli

Scandalo nel Pd, perche’ lo stupratore romano coordinava un circolo Pd e Marino ha richiesto con veemenza una moralizzazione delle cariche e il certificato del casellario giudiziario. Che altro aspettarsi da gente che abbracciava Bassolino e Loiero e venerava Fazio di Bankitalia come socio di utili scalate?
Guardassero invece lo scandalo delle tessere false! Utili per dare la scalata alla presidenza. Vi pare possibile che un terzo dei tesserati Pd sia di Napoli? E che se le dividano tutte tra Bersani e Franeschini? E delle tessere di Rutelli meglio non parlare! Se il potere si basa sulle correnti e queste si basano sulle tessere, e le tessere sono un tale scandalo, su cosa si basa il Pd? E’ la famosa questione morale che ogni tanto torna a gola strangola quelli che sulla sua dimenticanza ci campano da decenni.
Marino dice che troppi militanti lo hanno tampinato affinche’ non si passasse sotto silenzio la storia dello stupratore, di cui si poteva sapere che era gia’ reo di un tentato stupro. Marino chiede che chi ricopra una qualsiasi carica pubblica in parlamento o nel partito sia pulito. Il che e’ di piu’ di quello che chiedeva Grillo per il Parlamento e meno di quel che si chiede in ogni paese civile. Dov’e’ dunque lo scandalo? Ma se il Pd non trova scandalo nel veto alle intercettazioni, nel bavaglio all’informazione, nel Lodo Alfano e nelle depenalizzazione dei reati finanziari, com’e’ che trova tanto scandalo nella richiesta di moralita’ di Marino o nella Serracchiani che dice che Franceschini e’ ‘simpatico’? Cos’e’ oggi che crea pubblico scandalo? Se la percezione del Pd e’ questa, e’ meglio che sia disintegrato da Beppe Grillo!
..
Un G8 di successo
Viviana Vivarelli

Il grande successo di B al G8 e’ consistito non nel progresso che il G8 portera’ al mondo ma nel fatto… che B ne e’ uscito indenne. Quasi un miracolo! E ora se gli riesce l’appuntamento col Papa mette la palla in buca! In fondo l’apparenza e’ tutto.
Titolo del New York Post: “From peep show to pope-show” “Dallo spettacolo del buco della serratura a quello del Papa”.
I doni sembra siano stati offerti da varie aziende a titolo gratuito, frase che nell’affarismo italiano vuol dire esattamente il contrario. Ma anche i libroni del Canova di oro e marmo da 24 chili l’uno?
Intanto la caserma di Coppito viene aperta al guardonismo italiano: si guarda e si frega, fregate anche le saponette di Bulgari, coperte, asciugamani e i loghi del G8 smontati dalle auguste sedie.
I sindaci tentano di mettere le mani sui doni degli 8 Grandi.
Sono passati 90 giorni. Sotto le tende ci sono 50.000 persone. Le case poco lesionate non sono state nemmeno toccate. Le persone piu’ vecchie sono allo stremo, la sofferenza degli anziani e’ indicibile. 40 sono gia’ morti solo presso l’Aquila.
Ma il tema del giorno e’: com’e’ stato geniale far sentire alle first ladyes la pedana sismica e gliel’avranno data o no alle auguste signore la coda alla vaccinara?
..
La sexual addiction
Viviana Vivarelli

Ma di cosa parlera’ B dal Papa? Forse di sexual addiction? Perche’, da quanto emerge, il caro maialone e’ preso da attacchi violenti di satiriasi, e quando gli tira, tira, e deve avere presto e anzi subito carne fresca e chi c’e’ c’e’. Altro che impotente come aveva detto Feltri! E altro che il grandce amatore che ama il piacere della conquista, come dice lui stesso! Tanto che il povero Tarantino, per quanto bene attrezzato in bordelli e in contatto permanente con le piu’ grandi puttanone d’Italia, non riesce in tempi cosi’ brevi a saziare le auguste voglie e deve proprio, come si dice, raccatta’ su’ viali.
“La sexual addiction di Berlusconi e’ compulsiva e la sua satiriasi indiavolata”, come scrive D’Avanzo. “Telefona anche dieci volte nello stesso giorno a Tarantino (secondo le intercettazioni). Gli chiede di mettere insieme le ragazze per la sera anche con un anticipo di poche ore. Giampi fa quel che puo’ ma a quel ritmo non riesce a invitare le meglio. Deve raccatta’ come puo’, povero fijo.
Che non si capisce perche’ il premier non tenga un serraglio in permanenza come fa uno che ci ha il pollaio perche’ vole l’ovo sempre fresco. Ma un harem fisso non si conviene alle voglie, compulsive si’ ma con varieta’, del sessuomane assatanato.
Ma B ha anche la mania dell’estetica, per questo ha l’ipocrisia di non chiamarle escort, cioe’ puttane, ma farfalle, e chiama se stesso non cliente ma utilizzatore finale, alla Ghedini. Posto questo, la legge che il Pdl dice di volere che punisce cliente e prostituta non lo riguarda. Precisione del linguaggio, innanzitutto, se la legge non e’ precisa si puo’ anche fraintendere. E’ come il migrante che e’ ladro per antonomasia, e deve essere cacciato dalle ronde come una bestia, mentre l’evasore che porta miliardi all’estero e’ considerato una brava persona che deve anche avere l’aiutino del Ministro delle Finanze!
..
L’epitaffio ed il “coccodrillo” per il caimano (che gioco di parole!) e’ gia’ confezionato:

Qui giace l’arrivista
che volle farsi statista.
Con il pelo sul ventre,
deceduto mentre …
… a caccia di farfalle
con il “vermino” in mano
fotteva anche il Vaticano

Pasquino
..
Michele Serra

Dopo l’amico Bush ecco l’amico Obama. La differenza politica tra i due e’ tra le piu’ rilevanti mai registrate in democrazia. Il secondo, quasi in ogni campo, sta facendo l’esatto contrario del primo. ma il signor B si dichiara entusiasta di entrambe. Se ne deduce che e’ favorevole alla guerra ma anche alla pace, al liberismo ma anche al welfare, alla destra religiosa ma anche alla sinistra laica, alla sanita’ solo per i ricchi ma anche alla mutua per i poveri, ai petrolieri texani ma anche ai liberal bostoniani, ecc. Si scopre infine che il “ma anche” satiricamente rinfacciato a Veltroni conosce il suo vecchio trionfo in B, per il quale la politica e’ a malapena un pretesto per contrarre amicizia con capi di Stato assortiti: le cui idee sono una trascurabile parentesi, non tale da poter guastare il clima a cena.
La deplorevole brevita’ dei tempi storici gli impedisce di inserire nella sua collezione di amici anche un imperatore atzeco e un capo unno (tra gli antichi) e un re vyborg (tra i posteri). Sarebbe stato un buon amico di Churchill ma anche di Hitler, di Stalin, ma anche di Roosevelt, di Robespierre ma anche di Luigi XVI, se il dottor Scapagnini avesse trovato la maniera di allungargli la vita anche a ritroso.
.
Promozioni
Vi
Deo gratias! Gioiamo! Il Renzino Bossi, il figlio somaro di Bossi e bocciato tre volte alla maturita’, ce l’ha fatta. O per forza o per compassione ha trovato una commissione che lo ha promosso con 69/100, proprio il minimo. Ora e’ aperta la fulgida strada al futuro Ministro d’Italia! Una strada tutta in discesa per meriti, come sembra.
..
CSM

Il Consiglio Superiore della Magistratura e’ un organo costituzionale di autogoverno della Magistratura civile e penale che ha lo scopo di garantire l’autonomia e l’indipendenza della Magistratura dagli altri poteri dello Stato, in particolare dal Governo. Ha le competenze in materia di assunzioni, assegnazioni e trasferimenti, promozioni e provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati ordinari. I suoi componenti sono eletti per i 2/3 da tutti i magistrati ordinari tra gli appartenenti a tutte le componenti della magistratura (membri togati) e per 1/3 dal Parlamento riunito in seduta comune tra i professori universitari in materie giuridiche e avvocati che esercitano la professione da almeno quindici anni (membri laici).
Ora B, dopo aver proposto di annullare il Parlamento facendo votare solo i capigruppo e aver tolto alla Corte dei Conti il potere di sindacare le spese dello Stato, propone allegramente di eliminare l’ elezione interna del CSM e di tirare a sorte, come a una tombolata, magari con qualche broglio. Se passa questa stronzata, faremo a testa e croce: se esce testa comanda lui, se esce croce comanda lui. E la chiamano democrazia.
Beh, dopo tutto ci va anche bene. La Lega aveva proposto che i giudici fossero eletti dai cittadini sul territorio. Vi immaginate in Sicilia che belle elezioni verrebbero!
..
Resistiamo! Anche nel basso impero romano dicevano anche ai cristiani che la loro setta era bruciata. Ma vedi te poi che successo! La fortuna aiuta i resistenti
..
Beppe Grillo

La parolina, la ricerca della parolina. E’ come la ricerca del Santo Graal. La ricerca in un discorso di una parolina inopportuna, sgarbata, scorretta. Di uno schizzo di fango. Si annulla il senso del discorso, ci si attacca alla parolina. Se la Serracchiani, giovane figlia di partito ignoto, definisce “simpatico” Franceschini (l’unica in Italia…), la sua denuncia contro il Cancro della sinistra, la Trimurti D’Alema-Violante-Fassino (Veltroni e’ ormai salito in cielo), passa in secondo piano. Il PDmenoelle, partito delle tessere e delle primarie decise a tavolino, e’ salvo. La Serracchiani spernacchiata… se avesse detto Franceschini “coglione” nessuno le avrebbe rimproverato nulla. Vitaccia cavallina, ci scappa sempre la parolina.
“Zoccola” ad esempio. 350.000 italiani (tre volte gli abitanti della Valle D’Aosta) chiedono una nuova legge elettorale. Che prevede l’elezione diretta del candidato, come avviene in ogni democrazia. E l’espulsione dei condannati dal Parlamento. Tengo un discorso in Commissione Affari Costituzionali. L’unica parolina riportata dai media e’ “zoccola”. Se avessi detto “diversamente vergine” sarebbe stato meglio.
Kriptonite Di Pietro ottiene l’otto per cento alle Europee e zero tituli sui giornali. Per denunciare lo schifo di membri della Corte Costituzionale a cena con il noto psiconano corruttore che non vuole farsi processare e’ costretto a comprare una pagina sull’Herald Tribune. Qui la parolina non la trovano, ma riempiono di parolacce Di Pietro. Le piu’ gentili sono del Corriere della Sera, ritornato ai fasti della P2 di Rizzoli e Tassan Din. Ostellino nell’editoriale in prima pagina scrive: “(la denuncia sull’Herald Tribune, ndr) e’ una manife¬stazione di sfiducia nelle istituzioni repubblicane alle quali, come parla-mentare, ha giurato fedel¬ta’”. Posso permettermi una parolina a Ostellino? “Vaffanculo”.
Le paroline sono l’ultima difesa della Presidenza della Repubblica. Qualunque critica e’ trasformata in una “grave offesa al Capo dello Stato”. “Morfeo” ad esempio non si dovrebbe dire. E allora cosa si puo’ dire? Recordman di firma del Lodo Alfano? O e’ proibito anche chiamarlo “recordman” per aver firmato in un’ora il Lodo Alfano, una legge anti costituzionale?
Simpatico, zoccola e Morfeo sono parole politicamente scorrette. Mangano stalliere, escort (ndr. puttana) e cocaina invece si possono dire. Vitaccia cavallina, mi scappa sempre la parolina.
..
Vi
Neologismi: ‘Utilizzatore finale’

Secondo l’elegante eloquio di Ghedini trattasi di persona che corrompe magistrati e testimoni, guardie di finanza e giudici costituzionali, per utilizzare il vantaggio finanziario, depenalizzante o immunizzante per reati di mafia e camorra, comportamenti suini, operazioni di evasione fiscale, leggi antidemocratiche e contro ogni senso comune e pratiche di arricchimento altamente illecite, ma, essendone l’utilizzatore finale ‘non dovrebbe essere perseguito’, sempre secondo la strana etica di Ghedini, altrimenti detta ‘the ethics of the cayman’ o “the etics of the brothel”, ‘l’e’tique du bordel’. Secondo tale etica da bassifondi, anche Provenzano e Riina sarebbero eroi sociali, come Mangano e Berlosconi, e probabilmente usufruirono anch’essi dei suoi probi consigli.

Vengono fuori gli animali piu’ strani, la notte:
puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati,
spacciatori di droga, ladri, scippatori.
Un giorno o l’altro verra’ un altro diluvio universale e
ripulira’ le strade una volta per sempre
“.

Robert De Niro (Travis Bickle) in Taxi driver
..
Armando Di Napoli

ma ma ma-fia
l’informazione e’ imbavagliata
e le televisioni sono
tutte occupate dal dittatore operatore
ma ma ma-fia
firmare il lodo alfano e da servetta
sotto c’e’ puzza di cessi mazzette e gabinetti
ma ma ma-fia
il nuovo ordine mondiale
i soci godono come maiali
guardando il mondo in distruzione
e la miseria che sbrana i lavoratori
ma ma ma-fia
colletti bianchi bilderberg
microchip ma ma ma-fia
casta banche 41 bis
carcere duro per i parlamentari puri
ma ma ma-fia
appalti truccati soldi riciclati
tangenti e corruzione
e tu servo lavori da garzone
ma ma ma-fia
aipac droghe a lugano
con la lega che ti apre la mano
ma ma ma-fia
rifiuti intossicati
che dal nord prendono
l’autostrada
ma ma ma-fia
i nostri patrioti
sono figli di mignotta
con un pizzico di ricotta
ma ma ma-fia
impregilo ligresti benetton
montezemolo moratti e tanti
magistrati son distratti
ma ma ma-fia
mancino contrada dell’utri
esplosivo misurato nell’imbuto
ma ma ma-fia
il presidente del consiglio andreotti
e cossiga e voi che fate parte della casta
aspettando il rimpasto
con la bocca piena di paste
ma ma ma-fia
expo 2015 il ponte sullo stretto
inceneritori e centrali nucleari
costruzione dell’abruzzo
sotto c’e’ solo un puzzo
di marcio e calcestruzzo
ma ma ma-fia
privatizazzione dell’acqua
tatuare i migranti
speculare sul cibo
non abbondante e schedare
tutti come briganti
ma ma ma-fia
bambine chiuse
nei bordelli vendute
come fette di mortadella
a politici zitelli
ma ma ma-fia
le elezioni son truccate
e tu coglione sei
di nuovo cascato
ma ma ma-fia
falcone e borsellino
con le scorte e tanti altri assassinati
e voi ancora litigate
per quattro infami mercenari…

..
Lalla M
Nelle grandi aziende a lavorare non sono uomini e non sono donne. Nelle grandi aziende ormai lavorano speciali coltivazioni biologiche, complessi filamenti elicoidali di DNA chiamati risorse umane. La parola risorsa evoca la parola sfruttamento. Una volta c’erano le risorse minerarie, quelle idriche, quelle energetiche… Alla Bocconi tutt’al piu’ si parlava di risorse finanziarie. Oggi invece qualsiasi attivita’ imprenditoriale estrae ed accumula esseri umani, un po’ come un’azienda agricola acquista batterie di polli, mucche e maiali. Parti da casa la mattina che sei un marito, un fratello, un figlio… Arrivi in ufficio e diventi un pomodoro. Insieme alle altre concrezioni di amminoacidi che ogni giorno hanno 5 minuti per la macchinetta del caffe’ e mezz’ora per il pranzo, sei parte del cosiddetto capitale umano. Come tale, sei prezioso. Lo Human Resource Manager ci tiene a te, e non vuole che ti accada nulla di male.
Alla Sirti sono amorevoli come mamme apprensive. Se ti fai male diventano ansiosi. Il loro dolore e’ il tuo dolore. Se inciampi e cadi, si arrabbiano tanto, ma lo fanno per te. Ti rimproverano per il tuo bene.
Il 2 luglio una risorsa umana, un pomodoro, mentre indietreggiava dopo aver prelevato un pacco da un corriere inciampava in un gradino e cadeva a terra. Trauma lombosacrale. Allo Human Resource Manager, porello, quasi gli prende un colpo! Tanto si e’ spaventato, che la prima reazione e’ stata di rabbia, come una mamma arriverebbe a schiaffeggiare un figlio che attraversa la strada senza guardare. Ecco il perche’ della seguente comunicazione disciplinare, scritta di getto in evidente stato di shock.
byoblu risorse umane
..
Antonio Amati

Il sindaco de l’Aquila, Cialente: «Hanno tagliato la corda»
«Perche’ si sta accumulando un ritardo insostenibile. E tra i cittadini serpeggi la sensazione di essere stati abbandonati, l’incertezza che uccide».
«Non ho mai considerato il summit un punto di svolta. E’ stato qualcosa d’importante, Obama in maniche di camicia, Carla Bruni, la simpatia di Clooney e Murray. Molti bei ricordi e il piacere, certo non l’orgoglio, che tutto il mondo abbia visto la nostra condizione.
L’ha capita pero’ nella sua complessita’? Per gli aquilani il G8 e’ sempre stato un flash abbagliante. A noi serve una luce di attenzione costante nel tempo».
«Uso l’immagine della corda tagliata: quando si sale in montagna ci si lega insieme per sorreggersi l’un l’altro. Se pero’ qualcuno taglia quella corda da un certo punto in poi, chi sta sotto perde l’equilibrio, cade e quasi sempre muore».
«Quando il governo chiede a una citta’ chiusa per terremoto da tre mesi di ripagare le tasse a partire da gennaio, 514 milioni in 24 rate, vuol dire non aver capito quasi nulla. Le attivita’ commerciali, piccole e medie, il tessuto della citta’, sono tutte ferme, stiamo cercando spazi dove farle riaprire ma non e’ semplice. E soprattutto non sara’ mai come essere nel centro storico. Di fronte a questa prospettiva, un commerciante va via. Questo per noi e’ un altro terremoto».
..
In un corso per essere assunti in IBM, gli anziani facevano scherzi alle matricole. Proposero dunque un falso test a cui i tremebondi dovevano rispondere bene, nella speranza di essere assunti. Uno dei quiz diceva: “Il presidente della IBM ha dichiarato la seguente frase: “Le macchine si aggiustano, gli uomini si buttano”. Siete d’accordo con questa frase?” Gli sciagurati risposero di si’.
Vi
..
Beppe Grillo

“Zoccola”, “Piduista”, “Pedofilo”, “Corruttore”, “Fottere”, “Mafioso” se corrispondono VERAMENTE a una zoccola, un piduista, un pedofilo, un corruttore, un vecchio porco, un criminale sono parole che non si devono pronunciare. La verita’ deve salvare la forma. La forma deve coprire la verita’. Le parole dei servi. Il perbenismo di regime. Escort, ammiratore di minori di 18 anni, utlizzatore finale, senatore in attesa di giudizio, ma anche Lodo Alfano, sono parole che rassicurano. Lodooooooo Alfanoooooo, sembra una messa cantata. Non si colpisce piu’ la sostanza di un’affermazione, ma la sua forma. La sostanza non si puo’ smentire. La verita’ e’ ormai palese, quasi sempre volgare. E, per occultarla, per negarla, si giudicano le parole che la esprimono. Piu’ queste parole corrispondono nel sentire comune alla verita’, piu’ chi le pronuncia e’ colpevole. Non della verita’, che non e’ mai menzionata, ma delle parole per dirla. La menzogna, al contrario, puo’ utlizzare ogni parola, ogni immagine. Il seno di Veronica Lario puo’ essere esibito come un trofeo da Feltri su Libero, un giornale vicino al suo ex marito. E, allo stesso tempo, il direttore del TG1 Minzolini, puo’ cancellare un’inchiesta della procura di Bari e un rapporto con una prostituta a Palazzo Grazioli la notte dell’elezione di Obama. La ripetizione e la diffusione del messaggio attraverso le televisioni rende vero il falso, universale la menzogna. In ogni luogo, su un traghetto, in un bar, alla stazione, nelle proprie case si afferma con la sua presenza il contrario del vero. Quando il vero si affaccia alla superficie di questa melma vischiosa satura del nulla, chi lo afferma diventa un bersaglio. Gasparri, Capezzone, Bonaiuti, Mimun, Fede, Vespa, Ferrara, Giordano e mille altri sono un immenso coro, una cacofonia cialtrona e ossessiva. Un rumore di fondo e di fogna che stordisce e che da’ assuefazione. Gridare “zoccola” o “piduista” o “corruttore” e’ testimonianza di verita’. Zavattini sdogano’ per primo alla radio la parola “cazzo”. Ci sono mille parole ridotte al silenzio e alla schiavitu’ del giudizio di parte. Parole che aspettano di essere liberate. In un comizio, alla radio, in un dibattito. Il comune senso del pudore si e’ trasformato in una rappresentazione indecente del potere. Del potere fare e dire il cazzo che vuole.
..
Mark Kaps
UNA PAROLINA, ANZI DUE:
SIAMO FOTTUTI

..
Parola ossimorica: ‘Coerenza’
La coerenza per certuni e’ essenzialmente incoerente, non ne possono fare a meno
Ultime parole di Tremonti e B per il G8 (il G8 e’ di ieri, non di 10 anni fa
“Porremo l’economia su nuove basi etiche. Il nuovo mondo richiede un nuovo capitalismo, basato sul “legal standard”, ovvero uno standard etico-giuridico internazionale a cui tutti gli Stati dovranno aderire”
Tremonti, alfiere della nuova etica capitalista, prepara le 12 tavole per un’economia piu’ giusta e sostenibile. E infatti, detto fatto, oggi annuncia che chi riportera’ i soldi in Italia beneficera’ di una sanatoria per falso in bilancio e bancarotta
Ecco il nuovo scudo fiscale:condono sui capitali che rientrano, colpo di spugna sui capitali all’estero e su molti reati societari e tributari. Lo scudo fiscale-ter per evasori e corrotti
Sanatoria crassa, condono generalizzato per chi ha costituito o esportato somme all’estero fino al 31 dic. 2007, “esclusione di punibilita’” per una nutrita serie di reati penali di carattere economico: dal falso in bilancio alla bancarotta fraudolenta, dall’emissione di fatture false a tutti i reati tributari. Per chi ha costituito fondi nero all’estero c’e’ l’opportunita’ di farla franca
Vero e proprio condono non solo dei reati valutari ma anche di quelli fiscali, societari (come il falso in bilancio) e fallimentari (come la bancarotta fraudolenta)
La lista dei reati – tributari, societari e fallimentari – per i quali lo scudo consente di farla franca e’ lunga e articolata
Colpo di spugna anche sui reati societari, a partire dal celebre 2621 del Codice civile, che riguarda il falso il bilancio, reato depotenziato, perche’ si puo’ procedere solo per querela di parte, ma pur sempre passibile di una pena fino a 5 anni. Inoltre l'”esclusione di punibilita’” riguarda molti reati degli amministratori societari.
Le dodici tavole erano vaghe indicazioni etiche che facevano riferimenti all’integrita’, alla legalita’, alla trasparenza sotto l’occhio vigile della politica, impegnata a monitorare di continuo gli assetti regolatori della finanza e dell’economia. Grandi riferimenti all’etica, alla giustizia, alla responsabilita’ e il giorno dopo Tremonti se ne esce con un bel terzo scudo fiscale per premiare gli esportatori di denaro sporco e gli evasori!
Il crimine gongola
B pure.
..
Parole obsolete: Coscienza

Si deve essere se stessi, fare le proprie scelte morali…
anche quando richiedono vero coraggio.
Altrimenti si e’ come robot, o lucertole
“.
Caimani?

Leonard Zelig in Zelig
..
Parolacce: ‘premier’

“Devi stare attenta perche’ e’ come un cane!
Se vede qualcosa prova a scoparla,
se non riesce a scoparla prova a mangiarla
e se non riesce a mangiarla ci piscia sopra
“.

Malcolm Bench in Vertical limit
..
Paroline fuori moda: ‘intelligente’

For B
La capacita’ di parlare non ti fa essere intelligente”.

Qui-Gon Jinn in Star Wars – Episodio 1: La Minaccia Fantasma
..
Parole: ‘duro’

For B allways
Quello e’ il duro piu’ duro che abbia mai incontrato in vita mia.
Avete visto che faccia di cuoio?
Se non fosse per gli occhi sembrerebbe un mocassino
!”

Billy Crystal (Mitch Robbins) in Scappo dalla citta’
..
Parolacce: mafioso
sempre per Berlusconi

Che io mi ricordi, ho sempre voluto fare il gangster.
Per me fare il gangster e’ sempre stato meglio
che fare il presidente degli Stati Uniti
“.

Ray Liotta (Henry Hill) in Quei bravi ragazzi
..
Citazione per Berlusconi

Oh, mia Lolita,
io non ho che le parole da far giostrare sulla scena!”

James Mason (Professor Humbert Humbert) in Lolita
..
Per me

Devo tenermi la mia angoscia. La devo proteggere.
Perche’ mi serve: mi mantiene scattante, reattivo,
come devo essere”
.

Al Pacino (Vincent Hanna) in Heat – La Sfida
..
Nando
Non odiare il nemico, ti si annebbia la vista

Viviana
Ma non lo sottovalutare, ti si annebbia il cervello
..
Una lettura da consigliare a B
Un romanzo di fatiscienza
Vi
..
Ci sono campi,
campi sterminati dove gli uomini non nascono,
vengono coltivati
“.

Morpheus in Matrix
..
Tu sei uno schiavo Neo!
Come tutti gli altri sei nato in catene,
sei nato in una prigione che non ha sbarre,
che non ha mura, che non ha odore,
una prigione per la tua mente!

Morpheus in Matrix
..
La pubblicita’ ci mette nell’invidiabile posizione
di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto
possiamo ammazzarci in lavori che odiamo
per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto
“.

Brad Pitt (Tyler Durden) in Fight club
..
Non posso essere depresso,
sono troppo ricco
“.
Devo per forza essere ottimista.

Sebastian Valmont in Cruel intentions
..
La depressione e’ il lusso
dei poveri

Vi
..
Le parole di Mariapia: Ominazione

“Tutti noi esseri umani siamo animati, pure se in piccola parte, da un nuovo senso della vita che e’ lo spirito umano, per cui quello che deve ancora venire verra’, come l’energia pulita e l’utopia che e’ il luogo che ancora non c’e’
Quel nostro nuovo senso che chiamiamo spirito, amore, giustizia, fratellanza, bellezza..che parla del Bene come scelta, per superare quel fondo dove siamo vischiosi e portiamo le mille bramosie e golosita’ suggerite dalla Vita non e’ una colpa, ma un dato che stiamo cercando di modificare, in quanto certe scritte del DNA non ci consentono di divenire umani. Stiamo selezionando nuove scritte e.. o la va o la spacca..Ora il “divenire umani” viene denominato dagli scienziati «ominazione»; l’ominizzazione era la strada dell’antico primate che eravamo, percorso che appartiene all’antica evoluzione, alle leggi della vita materiale con le sue differenzazioni che valgono per tutto il vivente, come il divenire leoni o querce.
L’ominazione distingue le nuove caratteristiche che attualmente solo noi portiamo, che sono la parola e uno psichismo complesso – o spirito- e consentono alla specie umana una diversa evoluzione, quella spirituale. Un certo libero arbitrio nel progetto personale e’ cio’ che sta portando questa specie a divenire o meravigliosamente responsabile o amorevolmente estinta
Ominazione e’ una parola bruttissima, speriamo di trovare di meglio, preferirei ‘umanizzazione’, liberazione dalle vischiosita’ primitive..mentre il puro istinto ci porta alla fine. Da un paio di migliaia di anni ci sono uomini che nascono con facolta’ cerebrali evolute che entrano nella parte piu’ luminosa del nostro cervello: gli innovatori, gli evolutori, i buoni scienziati, i grandi geni del pensiero, i grandi santi e artisti, l’amica che, come te, ha accumulati buoni e tanti saperi che vuole porgere e condividere.
..
E, come faceva dire Paolo Villaggio a Faber De Andre, nel “Carlo Martello…”:

E’ mai possibile o porco di un cane
che le avventure in codesto reame
debban risolversi tutte con grandi puttane
…”
..
Mariapia
Dice Ignazio Marino:
“Sono sicuro che vinco io. Bersani e’ dirigente molto serio, conta su un numero maggiore di tesserati, ma lo statuto dice che se supero il 5% sara’ la popolazione italiana a scegliere il proprio leader nel Pd. E io ho davvero pochi dubbi su quale sara’ la scelta degli italiani che opteranno di certo per il candidato piu’ innovativo” Ignazio Marino, senatore del Pd, ai microfoni dell’Agenzia Radiofonica Econews, a margine della serata No Bavaglio, parla del congresso. “Credo fermamente che la legge sulle intercettazioni sia estremamente negativa. Situazioni gravi come la clinica Santa Rita, dove ad alcune persone toglievano mammelle solo per un tornaconto economico, non sarebbero state scoperte. E come se si togliesse ad un medico il bisturi” aggiunge Marino. “La legalita’ e la questione morale in politica sono importantissime e nel momento stesso in cui sono diventato presidente della commissione di inchiesta ho chiesto che i consulenti non avessero precedenti penali. Nelle istituzioni queste persone non ci devono essere” prosegue il senatore democratico. “La laicita’ e’ un metodo per interpretare la costituzione. La democrazia e la laicita’ vanno di pari passo. Laicita’ significa cultura del merito, regole chiare fare in modo che ognuno coltivi la propria speranza attraverso il proprio lavoro, non attraverso la clientela”.

Il mio commento al pensiero del Prof Marino (Mariapia)
Il Prof. Marino dice che vince lui alle primarie e pensa che gli italiani siano quelli che idealmente si dipinge. L’idealismo, un pezzo mancante nella gente italiana, un pezzo che non c’e’ nel nostro cervello. La visione del mondo di un paese evoluto comprende anche dimensione ideale oltre quella materiale ed e’ una visione che comprende un concetto etico che punta sul dovere morale…….. ma va la’, italiani oggi….
Non so se piangere o sorridere davanti alla ingenuita’ del Prof. Marino. E’ un bene grande pero’ che persone come lui, che hanno gia’ una concetto ideale della vita si manifestino con coraggio nella vasca dei pescicani, dove viviamo noi italiani
Ho una amica che mi dice sempre che in Italia ci sono delle brave persone e poi mi racconta terribili episodi che ha vissuto di recente con artigiani che hanno ristrutturato la casa. Di politica non parliamo per non scontrarci su D’Alema e &. Quando le chiedo la percentuale delle brave persone italiane, che effettivamente ci sono, non sa, non osa esprimersi. Mi fa sorridere quando dice che le faccio venire in mal di testa.
Tiriamo in alto, tutti gli imperi finiscono.
..
I miracoli accadono, raramente, ma accadono
Mariapia

Miracoli fatti da uomini in carne ed ossa, e questo e’ di conforto.
Per un miracolo quanti misfatti!
Il sistema sanitario, per quanto riguarda la capacita’ dei medici italiani, e’ secondo, in Europa, solo alla Francia
Mi torna in mente il perfetto accordatore di pianoforti di cui parla Oliver Sacks nel libro “un antropologo su Marte”.
Aggiustava perfettamente il pianoforte e distruggeva la casa di chi l’aveva chiamato.
(Lori diceva che somigliava a suo marito, che faceva una cosa benissimo e cento ne distruggeva)
Ecco, negli ospedali spesso ti ridanno una vita che era perduta, come nel caso di Jole, e poi ti distruggono il posteriore
con la padella e le infezioni che intervengono per le abrasioni.
A Gianluigi fecero un trapianto perfetto e rischiarono di ammazzarlo per l’ estrazione del tubo di drenaggio
Delle volte penso che non vivo la realta’ ma un romanzo surreale che e’: Un paese che si chiama Italia.
A presto.
..
http://www.masadaweb.org

4 commenti »

  1. Sul Csm
    La realtà, more solito, supera ogni più fervida fantasia ed immaginazione; finché, dopo le brioches, non terminerà anche il pane.
    E=mc2

    Commento di MasadaAdmin — luglio 12, 2009 @ 7:22 pm | Rispondi

  2. Su Marino
    Se non sei ricattato e/o ricattabile, a certi posti di Potere non accedi; salvo eccezioni e per poco tempo, finchè non si trova il modo di imbavagliarTi. Sempre che tu abbia seguito tra gli elettori.
    e=mc2

    Commento di MasadaAdmin — luglio 12, 2009 @ 7:23 pm | Rispondi

  3. Marino ha accettato dalla oligarchia che oggi attacca di farsi cooptare nel Senato italiano.

    In Sicilia si dice : addratta e chianci……. (allatta e piange)

    Pietro Ancona

    Commento di MasadaAdmin — luglio 12, 2009 @ 7:23 pm | Rispondi

  4. Cara Viviana, pensare di poter avere una magistratura totalmente autonoma ed indipendente dal potere esecutivo è purtroppo un’utopia !!

    I giudici sono dei funzionari statali che per svolgere le funzioni di magistrato devono superare un concorso molto difficile e che poi hanno la carriera pilotata dal CSM, cioè da un organo di autogoverno composto anch’esso da magistrati .

    Sembrerebbe quindi che ci potessero essere tutte le condizioni per poter avere una magistratura imparziale ed indipendente, ma in realtà non è così, perchè anche nell’ordinamento giudiziario ci sono sempre stati fenomeni di autoreferenzialità e di sudditanza agli altri altri poteri, in primis quello economico e quello politico.

    Nel CSM vi sono infatti anche componenti di nomina politica, che tendono inevitabilmente a subire l’influenza delle parti politiche che gli hanno nominati.

    Il sorteggio dei giudici potrebbe essere in via puramente teorica una soluzione corretta, ma in pratica poi riuscirebbero sempre a pilotare le nomine e a far passare i nomi graditi all’elite politiche ed economiche.

    MaxVinella

    Commento di MasadaAdmin — luglio 14, 2009 @ 11:48 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: