Nuovo Masada

febbraio 16, 2007

MASADA n° 431. 16-2-2007. La sovranita’ in ostaggio

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 10:03 am

**La primazia degli anatemi – Il diktat di Ruini e il prof. Alberigo -** **Elio delle api – Ma il Partito Democratico dove va?**

.

*Quando si rimanda indietro la Storia non si e’ vincitori, ma ostacoli.*


.

*Il compito dei buoni reggitori consiste proprio nello svegliare gli* *individui, non nell’addormentarli.*

.

A volte ci chiediamo a che titolo uno viene fatto Ministro.

Fioroni e’ stato imposto da Ruini alla Margherita come Ministro, per la sua stretta amicizia col cardinale.

Va bene la spartizione politica, il Mattarellum, ma questo…

..

Ci comanda la mafia, la camorra e la n’drangheta, ci comandano le multinazionali delle armi, del petrolio, dei farmaci e degli OGM, ci comanda la massoneria, ci comanda la criminalita’ comune e quella finanziaria, ci comanda l’Europa delle banche e delle corporazioni, ci comandano persino gli inciuci che ogni governo fa con l’opposizione, ci comandano gli Stati uniti, ci comanda il Vaticano…ma la sovranita’ del popolo italiano dove sta?

..

**La primazia degli anatemi**

.

‘Religione’ viene da ‘religare’ = raccogliere, riunire. E fu il compito dell’amatissimo papa Pacelli e della meravigliosa aurora di Vaticano II.

Un’aurora che il forte carattere di Voitila ha presto oscurato, sostituendola col culto della sua personalita’ che occupava ogni spazio e sostituiva alla Chiesa dei deboli e degli umili una Chiesa-spettacolo itinerante di grande impatto mediatico.

Ma questa Chiesa di oggi e’ orfana anche del forte carisma di Voitila e sta diventando la Chiesa, non piu’ dell’unione o dell’aiuto, ma degli anatemi e della divisione, delle liste di accusa e dei Sillabo. Non passa giorno che non si ripeta qualche dichiarazione di astiosa intolleranza e di tentata primazia; ogni proclama di Ratzinger, fin dalla sua primissima apparizione, e’ un elenco di reati, finalizzato a un sistematico processo accusatorio; del resto questo Papa esce da un Sacro Uffizio, istituto che ha di per se’ questa sola funzione. E che un persona come Ruini tesa solo a mettere zizzania sia al suo fianco con enorme potere non desta meraviglia.

In quanto ai cardinali, furono nella maggior parte nominati da Voitila tra quelle fila di estremisti reazionari e conservatori che non hanno mai costituito la chiesa migliore e che hanno contribuito, per la loro parte, a seppellire il messaggio di Giovanni XXIII, portando poi al soglio di Pietro il piu’ reazionario tra loro, un Papa che, continuando cosi’, sara’ ricordato come quello che ha riscosso la piu’ bassa simpatia umana nella storia.

Non troviamo in questa Chiesa regressiva e gelida momenti di umana pieta’, eppure proprio di questo avremmo bisogno, essendo la vita gia’ spietata e difficile, ma, in un mondo sovrappopolato e preda di problemi giganteschi, che agonizza sconvolto da guerre imperialiste e devastato da economie suicide, dove fedi fanatiche amplificano guerre infinite, le attenzioni della Chiesa cattolica non si rivolgono paradossalmente ai grandi drammi dell’umanita’ e non aprono vie di speranza ma insistono sul proprio potere politico e materiale e sull’imposizione di etiche sessuali inapplicabili, quasi fossimo ai tempi di Pio IX.

In queste beghe meschine, la grandezza e l’ecumenismo della Chiesa se ne muore.

Dal divieto ai sacerdoti di formarsi una famiglia, alla reiterata misoginia che mantiene le donne in condizione di minorita’, dalla protezione dei preti pedofili alla sottrazione dei preti colpevoli a tribunali ordinari, dal divieto dei contraccettivi, della fecondazione assistita, della regolazione delle nascite e della ricerca sulle staminali embrionali a un’omofobia degna del peggiore nazismo, dal boicottaggio del referendum e delle leggi dello Stato alla pretesa di privilegi e abusi, dalle antenne vaticane cancerogene alle rendite delle scuole private, dalle intromissioni nelle scuole pubbliche agli abusi dell’8 per mille, dalla presunzione di una primazia religiosa alle frasi ingiuriose contro Maometto.. sembra di essere tornati a un Medioevo buio e oppressivo, in cui i valori evangelici scompaiono per tentativi prepotenti di coartare lo Stato con ingerenze indebite ormai quotidiane, che nelle parole e nei fatti calpestano ogni giorno i Patti sottoscritti con lo Stato italiano.

E che a Palazzo il Papa dell’intolleranza e della presunzione trovi la sua corte di succubi da destra e da sinistra e’ la nostra vergogna anche politica.

Non ci bastava, unici nel mondo, vedere governi servili a uno Stato straniero che osa mettere qua, unici nel mondo, la sua piu’ grande base militare all’estero da cui sferrare la serie annunciata di guerre imperialiste, dovevamo vedere gli stessi governi succubi anche a un’autorita’ religiosa che ci tratta con questa arroganza e detta ordini ai nostri Parlamenti.

Questa Chiesa si permette di agire in Italia come non si permette di fare in nessun altro stato cattolico, e, se lo fa impunemente qui, e’ perche’ questo governo come il precedente lo hanno permesso. Sia la Chiesa che gli USA hanno capito benissimo quanto poco valgano i nostri governanti e ne abusano, per nostro dramma e nostra vergogna, e noi dobbiamo continuare a vedere una resa incondizionata ai loro ordini di governi solo nominalmente diversi ma identicamente servi.

Tali governi non fanno a pezzi solo la nostra sovranita’, ma anche la nostra dignita’ di Popolo e di Nazione e non possiamo che accomunarli nella stessa esecrazione.

..

**Il diktat di Ruini ai parlamentari**

.

Don Aldo Antonelli

.

vi allego questo appello (contro il preannunciato documento di Ruini che obbligherebbe i parlamentari cattolici a votare contro i Pacs-dico), giuntomi or ora dal prof. Giuseppe Alberigo di Bologna, con la richiesta di firmarlo, e di farlo firmare a chi lo voglia.
(NOME, COGNOME, PROFESSIONE, CITTA’) a

.

“La chiesa italiana, malgrado sia ricca di tante energie e fermenti, sta subendo un’immeritata involuzione.

L’annunciato intervento della Presidenza della Conferenza Episcopale, che imporrebbe ai
parlamentari cattolici di rifiutare il progetto di legge sui “diritti delle convivenze” e’ di inaudita gravita’.

Con un atto di questa natura l’Italia ricadrebbe nella deprecata condizione di conflitto tra la
condizione di credente e quella di cittadino. Condizione insorta dopo l’unificazione del Paese e il “non expedit” della S.Sede e superata definitivamente solo con gli accordi concordatari.

Denunciamo con dolore, ma con fermezza, questo rischio e supplichiamo i Pastori di prenderne coscienza e di evitare tanta sciagura, che porterebbe la nostra Chiesa e il nostro Paese fuori dalla storia.

Si puo’ pensare che il progetto di legge in discussione non sia ottimale, ma e’ anche indispensabile distinguere tra cio’ che per i credenti e’ obbligo, non solo di coscienza ma anche canonico, e quanto deve essere regolato dallo stato laico per tutti i cittadini.

Invitiamo la Conferenza Episcopale a equilibrare le sue prese di posizione e i parlamentari
cattolici a restare fedeli al loro obbligo costituzionale di legislatori per tutti.

.

Giuseppe Alberigo, Bologna

..

**Il governo dei mobilieri**

(Blog di Grillo)

.

E’ sera. Guardo la televisione e ascolto le dichiarazioni che i vari Prodi, Fassino, D’Alema, Bersani, Rutelli, Melandri e compagnia rilasciano in merito ai problemi che via via si presentano nel Paese: allargamento della base di Vicenza, missione in Afghanistan, liberalizzazioni, Pacs, pensioni, violenza negli stadi. Cantano tutti lo stesso ritornello: apriremo un tavolo, faremo un tavolo.

Improvvisa una folgorazione: non siamo governati da politici, siamo governati da mobilieri. Non ci governa la coalizione di centrosinistra, ma l’unione artigiani del legno. E’ il trionfo dei falegnami, l’apoteosi dell’arredocasa. Eccoli li’, sempre pronti a sedersi attorno ad un tavolo dopo averlo, ovviamente, costruito. Mancano le cadreghe. Nessun problema.

Ognuno porta la sua, non la molla: sanno benissimo che chi va via perde il posto all’osteria. Che l’Ikea ci protegga.

..

**Elio delle api**

.

Sono andata dall’erborista e c’era… indovinate chi? Elio, il vecchio signore che sembra tratto da una favola e alleva api e che scendeva dalle colline bolognesi in bici con due bandiere arcobaleno addosso!

Mi ha riconosciuto e ha chiesto di mia figlia, una dei promotori della campagna della pace, ha detto che non la dimentichera’ mai, “la fanciulla solare che portava la pace” (e nota che il suo nome, Elio, vuol dire sole”).

Gli ho raccontato un po’ di lei e dice che vuol venire a vederla il giorno delle sue nozze.

Gli ho detto che ormai e’ cittadina del mondo ed e’ entrata in Amnesty e insieme abbiamo deplorato quel che succede alle api.

Lo sapete che le api scansano i fiori OGM e che negli Stati uniti (dove gli OGM sono liberamente coltivati dappertutto) stanno sparendo milioni e milioni di api con danni di miliardi per gli apicultori, sembra siano state colpite da qualcosa che distrugge il loro sistema immunitario per cui cedono davanti a piccoli mali, come avessero una specie di aids che le rende debolissime.

L’informatore di questa notizia, non associava l’enorme estinzione delle api agli OGM, che negli USA sono ormai diffusissimi, eppure sembra evidente che le perturbazioni innaturali che le grandi compagnie chimiche hanno indotto nella natura sono state devastanti e che essa comincia a mostrare segnali inequivoci e allarmanti di squilibrio.

Milioni di api stanno morendo e i coltivatori sono preoccupatissimi perche’ alle api e’ devoluto l’importantissimo compito dell’impollinazione senza la quale gli alberi non fanno frutti. A tal fine si trasportano ogni anno milioni di api da una parte all’altra dgeli States per rendere possibile l’impollinazione. I danni sono ormai giganteschi. Se il fenomeno continua, gli Stati uniti si preparano una forte carestia. Questo accade quando si vuole perturbare la natura con atti che sono contro natura.

Dire USA non e’ dire solo imperialiamo e globalizzazione, guerre permanenti, distruzione del diritto internazionale, danni giganteschi all’ecosistema, inquinamento climatico e morte del pianeta, contaminazione a catena, ma e’ soprattutto dare il prototipo di un egoismo mostruoso quale non e’ mai esistito sulla faccia della Terra. Non esiste Stato o ideologia che abbia saputo produrre la spevantosa entita’ di danni degli Stati uniti d’America.

Purtroppo noi umani non siamo come le api che cercano di scansare i fiori contaminati come possono anche se soccombono lo stesso. Noi saremo menomati in pieno nei nostri sistemi difensivi da quello che mangiamo o da quello che respiriamo senza che nessun sensore ci avverta del pericolo degli elementi contaminanti o del cibo modificato e con le nostre malattie serviremo solo da concime per l’arricchimento di pochi.

Elio aveva il mano Liberazione ed era arrabbiatissimo col discorso di Amato che equiparava i difensori della Valsusa o i pacifisti alle brigate rosse e diceva che era una vergogna avere un ministro dell’Interno cosi’ e che il governo era cambiato per non cambiare mai nulla.

..

**Un partito senza sbocchi**

.

Qualcuno auspica che il Partito Democratico sia uno strumento di lotta migliore della sinistra (di speranza e’ intessuto l’uomo), ma vorrei citare un articolo di Alfredo Reichlin dall’Unita’.

Dopo aver detto che le vecchie ideologie marxiste sono obsolete perche’ il mondo e’ cambiato, Rechilin fa una analisi che comincia bene e finisce nel nulla, come certi teoremi che i ragazzini svogliati non riescono dopo aver posto correttamente la tesi.

“C’e’ una pesante contraddizione- dice Reichlin- tra il cosmopolitismo di una economia globalizzata che muove le ricchezze del mondo secondo le logiche e gli interessi di chi controlla il capitale finanziario e il localismo di una politica la quale (priva oltretutto dei poteri del vecchio stato) e’ diventata povera e autoreferenziale e tutto sommato subalterna, dato che le grandi decisioni non vengono piu’ prese nello spazio pubblico ma altrove ( banche centrali, multinazionali, poteri informali ecc.)

Il che spiega perche’ la democrazia si sta trasformando da strumento della rappresentanza e della partecipazione (il potere e i diritti del cittadino, la liberta’ di scegliere i governanti) in un mezzo attraverso cui le elites regolano i rapporti tra loro. Tanto e’ vero che i parlamentari vengono ormai nominati dalle segreterie dei partiti e non eletti. Col popolo fuori, ridotto a folla solitaria che guarda la televisione”.

A parte il fatto che il mito di cui parla (il potere e i diritti del cittadino, la liberta’ di eleggere i suoi governanti) esiste solo nel suo immaginario e noi non lo abbiamo mai verificato, la sua conclusione e’ che il futuro sta nel Partito Democratico, punto e basta, e se bastasse far comunella con Rutelli per risolvere il problema di delegittimazione degli Stati nazionali e dei partiti… allora Rutelli potremmo esportarlo come una merce preziosa.

“Una nuova idea di futuro e’ necessaria. Senza di essa e’ inevitabile che le societa’ moderne si disgreghino oscillando tra un cinico consumismo tutto schiacciato sul presente, dato che cio’ che costituisce il mondo e’ solo lo scambio economico e nuove forme di fondamentalismo religioso.
Deve nascere un nuovo rapporto tra etica e politica…una nuova idea di progresso che parta dalla necessit di cambiare qualcosa di profondo nella nostra visione del mondo.”

Un po’ vago, direi. E siccome il discorso nasce bene ma muore vago e l’esito e’ solo il Partito Democratico, preso fideisticamente, che dovrebbe fare non si sa che e non si sa come, avete mai visto voi un discorso piu’ velleitario e infine pieno di niente?

Insomma, con bellissime parole, ha detto: “Il partito che abbiamo non serve a nulla. Come cambiarlo non lo so. Uniamoci a Rutelli, diciamo una prece e sperem in bene”

E questo sarebbe un progetto?

..

**I sacralmente chiamati**

.

Pia

.

Mi e’ venuta una triste riflessione. I miei genitori erano molto impegnati come comunisti di base, di quelli che portavano la stampa comunista ai compagni la domenica, i vari settimanali quando uscivano, quelli che, donne e uomini insieme, facevano quintali di tortellini (che bello, quanto mi piaceva!!) e poi, poi……..facevano qualcosa che io tiravo indietro e non volevo fare. “Partecipavano alle dimostrazioni” che comportavano trasferte molto faticose. Andare a Roma, andare dove era richiesta una forte presenza, non volevo andare, mi stancavo o ero gia’ uscita da una idea di partecipazione faticosa che loro continuavano a fare?

Il fascismo li aveva toccati molto e personalmente. Ci parlavano molto, a me e a mia sorella, di politica, Potevamo leggere solo giornali di sinistra (mai preso in mano un Gran Hotel, che fortuna!), libri si sinistra, ma di portare la stampa in giro, non sono riusciti a farcelo fare.

Cosi’ ho pensato che condizioni economiche appena migliori mettano a sedere i semplici (io tra quelli), gl’incerti e ne distolgano l’attenzione da cose che li riguardano, mentre non si puo’ certo dimenticare che nessuna cosa ottenuta sia per sempre. Questa condizione di “distrazione politica” in Italia,dove la lotta politica e’ piu’ dura che altrove poiche’ i poteri politici qui sono due – Stato e Chiesa- non ha certamente giovato all’affermazione di una democrazia giovanissima, nata nel dopoguerra, che si e’ trovata a battersi entro una struttura altamente autoritaria, aristocratica e “cosmopolita” (per dire che se ne sbatte del paese), e nessun paese europeo democratico attorno a noi ha condizioni tanto pesanti. (quella cosa che si chiama politica io, per l’Italia, attualmente, non so come chiamarla, mi sembra di sporcare qualche cosa, sarebbe come dire che Baget Bozzo fa della filosofia)

La lotta politica in basso e’ dura, c’e’ sempre qualcuno con piu’ parole, piu’ potenza o prepotenza che chiude la bocca, che ha piu’ ragioni… di violenza, di dominanza, non certo di buona politica o democrazia. Io ho avuto molte stanchezze nella mia partecipazione politica.

Questa disparita’ dettata da violenza, supponenza e dominanza naturale stanca moltissimo.

Poi c’e’ il carattere medio degli italiani, e queste sono storie sia genetiche sia culturali; un carattere segnato da leggerezze infantili, superficialita’, piccole o grandi vanita’, un individualismo che forse in passato difendeva ma ora non giova piu’.

Sostengo che un poco di leggerezza, davanti a tanto peso sociale, Chiesa e Stato ladroni piu’ che in altri Stati, ha salvato tanti italiani dalla depressione.

Queste condizioni italiane di mancata evoluzione culturale e sociale le conosciamo tutti, non vorremmo proprio viverle, ora pesano tantissimo e scoraggiano i piu’, per cui restano pochi volonterosi dentro una pania indistricabile e soffocante, ma chi e’ sacralmente chiamato non puo’ fare altro che resistere e sapere che un giorno si tirera’ un poco di lato, un giorno girera’ le spalle, un altro giorno si coprira’ il viso, ma sara’ li’ perche’ non puo’ che essere li’.

Ma si’, Medioevi e Rinascimenti sono la storia del Pianeta e sono storie scritte nella dinamica del vivente.Questa volta e’ un poco piu’ dura…….

Per me “sacralmente chiamato” e’ quello che per carattere, cioe’ per iscrizione genetica, poi successivamente sviluppata dalla cultura ricevuta, ha passione per una cosa.

Niente e’ piu’ sacro e grandioso della manifestazione della Vita, nelle varie forme su questo Pianeta e nel Cosmo. Un atomo racchiude una tale intelligenza e potenza che si resta meravigliosamente stupiti davanti a tale sconosciuta grandezza.

“Sacralmente chiamato” puo’ essere chi ha le gambe lunghe, poi lo avviano al salto e scopre di averne passione, cosi’ salta da dio.

Poi ci sono i saltatori di gamba corta, sacralmente chiamati da grande passione, che continuano a saltare, non ottengono grandi risultati, ma possono diventare allenatori.

Messina, un ottimo allenatore della pallacanestro, non e’ mai stato un grande giocatore, ma un grande allenatore si’, lo e’ diventato, e con lui molti atleti sono diventati grandi atleti.

..

Pia

.

Mi domando spesso se sto leggendo un irreale e strano romanzo di fantascienza, se sto guardando un film demenziale, e che cosa succede al Paese e al Mondo.

Dal 1914 gli esseri umani non trovano piu’ un minimo di pace.

Dal momento che le sinistre si sono manifestate con vigore – e intendo i piu’, le maggioranze povere e quelli non poveri ma aperti a un rapporto piu’ umano di quanto sperimentato nei millenni passati -i violenti della Terra hanno proposto a se stessi di lottare con ogni mezzo per distruggere i miliardi di portatori di nuove idee per vivere insieme una vita piu’ giusta, piu’ fraterna.

Mi pare che la normale darwiniana lotta per la vita in noi sia degenerata in follia: Quattro cretinetti fanno delle sciocchezze e i pazzi potenti, sempre di destra anche se definiscono di sinistra, subito vedono rosso e schiumano rabbia perche’ qualcuno si oppone ai loro voleri,e cosi’ usano e abusano di tutto, per costringere la Sinistra, quella vera, alla resa.

So che occorre muoversi ma e’ tanto difficile. Mi sento dentro alla colla per topi.

Occorre una catarsi, il bulbo della speranza, ora nascosto, aspetta primavera.

..

**Br alle galline**

.

Mauro

.

Questa reminescenza delle brigate rosse, davvero e’ curiosa, piu’ che organizzazione rivoluzionaria, degli sbandati allo stato brado, sicuramente manovrarli oggi e’ ben piu’ semplice di alcuni decenni fa.

Fanno comodo, si tiran fuori dal cilindro, come spauracchio dei soliti comunisti, il bersaglio, ma quando mai costoro avrebbero potuto avvicinarsi a personaggi di quel calibro?

Negli anni 70, la vittima piu’ illustre e’ stato Aldo Moro, l’unico personaggio politico molto elevato che voleva aprire al pci e questi cosa fanno l’ammazzano.

Sono state associazioni con infiltrazioni devianti, per screditare la sinistra, ora con i mezzi mediatici, anche questi sprovveduti, da un video scappano a gambe levate per il mancato scassinamento di un bancomat.

Siamo a livello di Fantozzi, purtroppo gli italici si bevono tutto, basta molto poco.

..

Demens aut surreal (dall’Infedele)

.

Diliberto: “Il mondo e’ grande ma proprio in Italia la devono fare la piu’ importante base militare USA fuori dai confini americani?”

Parisi:”Non mi risulta”

Diliberto: “Ma se lo hanno detto gli americani…!”

Non commento.

..

http://www.masadaweb.org

TrackBack URI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: