Nuovo Masada

ottobre 19, 2014

MASADA n° 1582 19-10-2014 EQUILIBRISTI SULLE NOSTRE TASCHE

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 5:56 pm

La bozza della bozza della bozza – Legge di stabilità: Renzi cala le tasse nazionali e fa salire quelle locali. Il gioco dei bussolotti – I ricchi più ricchi, i poveri più poveri – Soldi versati ai partiti – Gli onorevoli voltagabbana- Il Governo salvato dal voto di Orellana, il nuovo Scilipoti – Il diritto di recall – Il pareggio di bilancio – I vitalizi dei condannati- Draghi candidato al posto di Napolitano

Osteria numero milleeeee
li cazzarj fan scintilleeee
fan scintille fra li media
mentre noi moriam d’inedia
parapaponzi ponzi pa
.
Conterò poco, è vero:
– diceva l’uno ar Zero -
ma tu che vali? Gnente: proprio gnente.
Sia nell’azione come ner pensiero
rimani un coso vòto e inconcrudente.
Io, invece, se me metto a capofila
da cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
È questione de nùmmeri. A un dipresso
è quello che succéde ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so’ li zeri che se mette appresso.

TRILUSSA
.
Carmine Burino
I piddini mi fanno tanta tenerezza perché sono incapaci di intendere e di volere. E per tale motivo che sono capaci di tutto.
(more…)

ottobre 16, 2014

MASADA n° 1581 ROMANZO- UNA SECONDA POSSIBILITA’ -CAPITOLO 22

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 6:24 pm

Viviana Vivarelli

Aspettare colui che non ritorna – Apparizioni – Allucinazioni – Fobie

Avvengono miracoli
Se siamo disposti a chiamare miracoli
Quegli spasmodici trucchi di radianza. L’attesa è ricominciata
La lunga attesa dell’angelo
Di quella sua rara, rarefatta discesa.

Sylvia Plath

Sono 19 mesi che mio marito ha finito la sua vita terrena. Mi ha visitato spesso in questo tempo e ogni volta la sua presenza mi ha dato conforto. I morti perdono tutti i difetti, le debolezze, le patologie dei viventi. E’ come se si purificassero. Dopo la sua morte, mio marito è tornato il ragazzo d’oro di cui mi ero innamorata da ragazza, dolce e armonioso. Erano sparite non solo le sofferenze del cancro che lo aveva dilaniato per quattro anni immobilizzandolo a letto e trasformando il suo corpo così bello in uno scheletro martoriato, erano spariti anche i vizi di quando era sano, ma come intossicato dal troppo lavoro, dalla troppa ambizione, dall’alcool e dalle sigarette, con quelle scenate isteriche di chi vive una vita squilibrata e scarica sulla moglie le intolleranze di scelte diventate dissennate ma su cui si è perso ogni controllo. Immagino che gran parte di questa patologia dipendesse dal suo carattere, nella sua brama spasmodica di essere il primo e il migliore e una parte derivasse dall’atmosfera competitiva e massacrante dell’IBM, visto che alcuni dei suoi colleghi, al tempo in cui stavamo a Milano, si suicidarono. Quante donne si innamorano di un uomo e poi lo vedono cambiare in una trasformazione che uccide tutto quello per cui lo avevano amato! Eppure, se non lo lasciano, è per il tentativo di voler continuare a vedere nel suo profondo la forma di un tempo.
(more…)

ottobre 14, 2014

MASADA n° 1580 14-10-2014 – BUONA CATASTROFE!

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 6:10 pm

Blog di Viviana Vivarelli

Per la terza volta fango a Genova – Sprazzi di riflessione sulla manifestazione del M5S al Circo Massimo di Roma – Uscire dall’euro – L’Italia si è trasformata in un talk show permanente per distruggere informazione e pensiero – Articolo 18 – L’Angelino Severino – Ignoro, ergo riformo – Si eleggono consiglieri e presidenti delle Province. Ma non erano sparite?- Porcherie italiane: i vitalizi – Cresce la disoccupazione – TFR in busta paga

Scrive Pia
“…Questo mio paese popolato da eterni immaturi.
Un tempo in cui si può passare a una adultità pensosa e consapevole che comporterà passare a una cittadinanza civile o restare in una adultità da cretinetti.
Al momento stiamo dalla parte dei cretinetti.
Per fortuna l’onda della Vita non può andare solo verso l’alto o solo verso il basso. Che Dio ce la mandi buona!

.
Zanasso

Na gavetta de granci giornalisti,
che rajeno carote a chi li paga;
‘na voja de fregasse che s’allaga;
ingiustizie e spettacoli mai visti,
deputati magnoni e pagnottisti,
fregnacce d’agguantasse co’ la draga,
ministri frammassoni e camorristi
che nun fan’altro che ngrossa la piaga.
Conocchie, preti, gente che s’addanna,
strozzini, tasse, giudici vennuti…
e in fonno er vaticano che comanna.
Er merito che mòre su la paja
e la grolia che ghigna a li cornuti:
ecco le condizioni de l’Itaja.

.
Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri e traditori, non è vittima, è complice!
George Orwell
(more…)

ottobre 10, 2014

MASADA n° 1579 10-10-2014 ROMANZO-UNA SECONDA POSSIBILITA’- CAPITOLO 21

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 4:37 pm

Viviana Vivarelli

Deprivazione di energia – Il fantasma della depressione all’orizzonte – Curare gli altri può farti ammalare – Esperienze fuori dal corpo

Privati della vista, a meno che
Gli occhi non ricompaiano
Come la stella perpetua
Rosa di molte foglie
Del regno di tramonto della morte
La sola speranza
Degli uomini vuoti

(Thomas Eliot)

Ormai da otto giorni non sento più mio marito. E’ sparito quel filo sottile che me lo faceva sentire accanto: il crepito sul tavolino di salotto, quando arrivava; la sua foto che volava nell’aria; quella sensazione di presenza nella casa; la risposta immediata alle mie domande mentali; quel senso di sicurezza con cui mi muovevo nel mondo, come il bambino che sa di andare da solo però mentre la mamma lo guarda. Dopo 60 anni, io sono rimasta sola. E non riesco a capacitarmi.
La sua assenza mi ha gettato nello sconforto. Non serve che mi dica che dopo 19 mesi dalla morte può essere benissimo che sia rinato di nuovo o che sia affaccendato in qualcosa che lo porta lontano da me. Sento di colpo la sua assenza e mi manca.
Contemporaneamente a questo senso di assenza desolata, le mie energie sono crollate.
(more…)

ottobre 9, 2014

MASADA n° 1578 9-10-2014 UN PAESE A TESTA IN GIU’

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 4:09 pm

Viviana Vivarelli

Renzi vuol mettere il TFR in busta paga – Le truffe del Pd – Le tasse italiane sono tra le più alte del mondo – Motivi per cui non si investe in Italia – Ma fin dove vogliono arrivare i renziani? – Le prime crepe nel consenso a Renzi – Fuga dall’Italia. I giovani / Fotografia di una generazione in esodo- Condannato de Magistris; dovrà dimettersi da sindaco – Poteri forti: i bankster

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi”.
William Shakespeare
.
Per me, odioso, come le porte dell’Ade, è l’uomo che occulta una cosa nel suo seno e ne dice un’altra.” Omero (chissà che ne avrebbe detto Omero di uno come Renzi?)
.
ATTACCO DELLA CEI A RENZI
Monsignor Galantino, segretario della CEI, rinnova i suoi attacchi a Renzi e rincara la dose, parla di ‘perdita della gente e di consenso’ di ‘attese tradite e soluzioni di corto respiro’, drogate dalla pubblicità. E’ un segnale di allarme e dice che il livello di guardia è vicino. Il Paese sta sempre peggio e non ne può più. La Chiesa sta dichiarando pubblicamente che il governo Renzi ha fallito. Ed è criminale che i media facciano finta di niente e non sottolineino le critiche della Chiesa di Bergoglio. Ormai essa è l’unica organizzazione territoriale che resta in Italia, vista la perdita di consenso di partiti e sindacati. Nunzio Galantino, capo della CEI, e dunque dei vescovi, dà voce a un’Italia tradita, rinnegata e amareggiata. In questo deserto di rappresentanza, la Chiesa parla al posto di chi soffre a causa di scelte politiche ed economiche sbagliate e segnala che il malessere sta crescendo. Anche questo Job Act imposto con la forza al Parlamento è indecente. E mettere il TFR in busta paga, visto che è il salvadanaio delle famiglie per i tempi grami della pensione o della perdita di lavoro, e spacciarlo per aumento dello stipendio è una beffa crudele. Su tali beffe si basa il governo di Renzi. Ma fino a quando?
(more…)

ottobre 1, 2014

MASADA n° 1577 1-10-2014 ROMANZO. UNA SECONDA POSSIBILITA’-CAPITOLO 20

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 5:44 pm

Viviana Vivarelli

Perdere e ritrovare la speranza- Combattere la depressione- Uccidere la morte e riaccendere la luce- Cambiare l’Io con un Noi

Ci vuole molta vita per vivere la vita” (detto da una centenaria)

In questo ritrovarci
nell’assenza
saremo
ancora vicini,
saremo noi.
Danzando,
per altri pianeti
.”

Mandragora51

Come il serpente cambia la sua pelle, noi dobbiamo ogni tanto cambiare la nostra veste. E’ la vita che ci impone di abbandonare quello che abbiamo e quello che siamo per diventare ciò che non siamo ancora e trovare qualcosa che ancora non abbiamo. Ma c’è un momento tra la vecchia pelle e quella nuova dove tutto trema, dove siamo nudi, senza pelle, rosei e vulnerabili. Quel momento non è rimandabile perché fa parte dell’intero e senza di esso nulla può avvenire. Ma in quel momento possiamo essere feriti anche da una piccola cosa, come fossimo oltremodo indifesi e attaccabili, e in quel punto fragile dello spazio la depressione può insinuarsi, come un mostro subdolo e astuto, e impedire per sempre la nostra evoluzione futura. Con che si difenderà il soldato che viene attaccato proditoriamente quando ha messo a terra le sue difese e il suo corpo è tenero e nudo offerto al lambire dei venti? C’è una situazione topica di cui parla Jung, che viene chiamata ‘il guado’. Il guado è quel punto del fiume tra una sponda vecchia e una nuova, quando la carovana è in mezzo a una corrente bassa ma insidiosa e tutto è a rischio e i carri si muovono con difficoltà sul fondo invisibile e insidioso, la corrente rischia di travolgerli, le ruote stanno per incagliarsi o spezzarsi, tutto trema ed è in pericolo. La sponda vecchia è alle spalle. Bastano pochi metri e tutti saranno in salvo sulla sponda nuova. Ma è esattamente in quel momento che il nemico li assale.
(more…)

settembre 30, 2014

MASADA n° 1576 30-9-2014 ROMANZO – UNA SECONDA POSSIBILITA’ -CAPITOLO 19

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 9:31 am

Viviana Vivarelli

Nostalgia dell’amore perduto – Guarire a distanza – Si può trovare lavoro con una progressione? – Vedere l’aura – Funghi allucinogeni – La ciclosporina e gli gnomi – Silenzio e meditazione – Percepire l’energia in forma allucinatoria – Sentire l’energia con le mani – Leggere i colori con i polpastrelli – Il guscio aurico – Le energia vampiriche

Batte l’orologio e si spengono le luci. Il sonno scende come rugiada sulle ciglia del cadetto navale Gioachino Orla. Dormendo, è entrato nella battaglia navale e una campana l’ha chiamato sulla torretta di comando. Ma tutto è buio, non c’è ammiraglio che dà ordini...”

Si solleva la nebbia e sulla nebbia passa il richiamo degli uccelli. La linfa sale per i tronchi, la rugiada scende dalle stelle. Sta scritto: “Il destino viene gettato in grembo, ma cade come vuole il Signore”. Tommaso rigirava lentamente il bicchiere fra le dita…
L’Angelo mi ha guardato e non esige da me che una vita semplice. Il mio compito di prima non l’ho adempiuto bene. Ma questo saprò assolverlo. Voglio arrivare alla serenità del cuore.

Ernst Wiechert

L’angelo disse: “Devi dare l’entusiasmo!”
E tutto quello che mi si chiedeva era una vita semplice e la serenità del cuore.

Viviana

In questi mesi in cui ho preso a scrivere queste pagine autobiografiche, sono nell’ultima parte della mia vita e anche nella riconfigurazione di questa dopo la morte di mio marito, che si pone come profondo discrimine tra la mia vita di un tempo in cui per 57 anni sono stata vicina allo stesso uomo e gli sono stata materialmente fedele e la rinascita di adesso, ma sono anche in un inizio nuovo e incerto, che vede la perdita dei miei poteri di sensitiva, durati 29 anni, e un tempo nuovo in cui sperimento cose a cui non ho mai pensato: la guarigione a distanza e le regressioni a vite precedenti.
Su mio marito, potrei ripetere le parole di Nazim Hikmet: “ Il più bello dei mari è quello che non navigammo./Il più bello dei nostri figli/non è ancora cresciuto./ I più belli dei nostri giorni/ non li abbiamo ancora vissuti./ E quello che vorrei dirti di più bello/non te l’ho ancora detto”.
(more…)

settembre 28, 2014

MASADA n° 1575 28-9-2014 ATTACCO ALL’ARTICOLO 18

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 4:40 pm

Il nemico allo specchio, di Ferruccio de Bortoli – Il padre di Renzi indagato per bancarotta fraudolenta – La legge con cui Renzino si è liberato dalle pendenze giudiziarie – Il referendum per l’indipendenza della Scozia – Multa alla Banca d’America per l’abuso dei subprime – Il terrorismo “utile” agli USA – Italia in guerra: 100 milioni al giorno in armi, Alex Zanotelli – Italia: un tragico bilancio

Il metodo più efficace per prendere il controllo dei popoli e dominarli del tutto
è quello di sottrarre un pezzettino della loro libertà ogni volta, così da
erodere i diritti attraverso migliaia di piccole e quasi impercettibili
riduzioni. In questo modo, la gente non si accorgerà che diritti e libertà sono
stati rimossi fino a quando sarà oltrepassato il punto in cui tali cambiamenti
non possono essere invertiti
.” (Adolf Hitler, Mein Kampf)
.
Adam Smith (1700): “Tutte le volte che il legislatore tenta di regolare le differenze fra gli imprenditori e i loro operai, i suoi consiglieri sono sempre gli imprenditori»”.
.
Viviana Vivarelli:
“Chi attacca l’articolo 18 dicendo che ormai non tutela più nulla e quindi è un ammenicolo inutile è irritante e scandaloso come chi, dopo che ogni bene e valore di un Paese fosse distrutto, attaccasse la sua bandiera dicendo che ‘ormai’ non significa più nulla.
Chi difende l’articolo 18 difende un simbolo che non si riduce al mero ripristino al lavoro di chi viene arbitrariamente licenziato, ma intende riportare in alto i valori e la difesa dei lavoratori come la pietra base su cui si fonda una vera democrazia, perché se finiamo col togliere al lavoro ogni valore e ogni diritto e dopo aver eliminato l’articolo 18 eliminiamo anche l’articolo 1 che sul lavoro fonda l’intera costituzione, non resta che la difesa del profitto e quella è così arida e sordida che non può che riportarci in un nuovo medioevo parificandoci a quei Paesi che sono solo preda dei potenti come avviene nel terzo mondo.
(more…)

settembre 21, 2014

MASADA n° 1574 21-9-2014 ROMANZO- UNA SECONDA POSSIBILITA’- CAPITOLO 18

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 7:21 am

MASADA n° 1574 21-9-2014 ROMANZO- UNA SECONDA POSSIBILITA’- CAPITOLO 18

Viviana Vivarelli

CAPITOLO 18

Regressioni e progressioni: tornare nel passato, vedere il futuro – John William Dunne e i sogni premonitori – I livelli della coscienza e i livelli del tempo – Le immagini ipnagogiche

Ci è stato dato il tempo e lo spazio
come cosa di cui godere
il tempo gioioso, quello triste
il tempo pieno e quello vuoto
Ogni cosa da provare
ogni cosa da assaporare
Non dobbiamo disprezzare ogni tempo
o credere al tempo della noia
o rifiutare quello del dolore
Ci saranno dimensioni in cui il tempo non esiste
dove la vita appare diversamente
e non avremo nostalgia di questa.

Noi siamo su questa Terra
non per godere o soffrire
ma per sperimentare.

Il saggio è colui che riesce a ricostruire la sua vita
alla luce di un disegno globale
in cui gli furono offerte delle occasioni
presentate delle difficoltà
ma tutto ebbe un fine
e un compito
che lo univa
all’Universo.

.
Tutto è sempre ora
Eliot
(more…)

settembre 17, 2014

MASADA n° 1573 13-9-2014 ITALIA DESTRIMANE

Filed under: Masada — MasadaAdmin @ 4:00 pm

Un ragazzo ucciso da un poliziotto – Roberto Saviano contro Renzi- Addio Province? Tranquilli, è la solita bufala di Renzi – Cannabis terapeutica – Renzi mette uno dei suoi a capo del CSM – Le mani sulla magistratura – Orfani bianchi, il costo drammatico delle badanti dell’est– I Mormoni a Roma- Minoranze religiose in Italia

Armando di Napoli

Nei tuoi occhi abbandonati
esplode la tempesta ricamata di follia
rinnegando la bella miseria nella soave esaltazione
attimi di tradimenti nel contrabbando d’illusioni in affitto
ancora il mondo sprofonda nella mortificazione perversa
mercificazione immemore che striscia silenziosa
sulla pelle dell’anima del destino…
.

Con decreto governativo l’onestà sarà presto un reato punibile con la prigione. Si avvera così la profezia di Collodi raccontato nel capitolo 19 di Pinocchio che denunzia al tribunale di essere stato derubato delle sue monete d’oro e per questo condannato a quattro mesi di carcere.
“Allora il giudice, indicando Pinocchio ai gendarmi, disse loro: “Quel povero diavolo è stato derubato di quattro monete d’oro: pigliatelo dunque e mettetelo subito in prigione”
. (Questo accade nel paese degli Acchiappacitrulli, il perfetto paese renziano. Padroni arroganti e impazienti non accettano più una legge uguale per tutti, la legge se la fabbricano ad personam coi loro parlamenti di yes-men).
.
Gozer
Sinistra?
Questi ormai sono diventati “destrogiri”…
(more…)

Pagina successiva »

The Rubric Theme. Blog su WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 164 follower